La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

XXIX dom. T.O. - B Mc 10,35-45 “… chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti”.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "XXIX dom. T.O. - B Mc 10,35-45 “… chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti”."— Transcript della presentazione:

1 XXIX dom. T.O. - B Mc 10,35-45 “… chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti”.

2 "Chi vuole essere il più grande si farà vostro servitore, e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti". Una logica difficilissima da accettare in un mondo dove la rincorsa della competitività sembra inarrestabile, dove il potere fa la parte del padrone, la tendenza a primeggiare, a eccellere, fa parte della natura umana. Insegnaci Signore ad essere primi non a spese degli altri, ma a favore degli altri sul tuo esempio. grande nel servizio Apri le nostre menti ed aiutaci a comprendere che solo chi è grande nel servizio, è grande lui e fa grandi gli altri: anziché innalzarsi sopra gli altri, innalza gli altri con sè. "Chi vuole essere il più grande si farà vostro servitore, e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti". Una logica difficilissima da accettare in un mondo dove la rincorsa della competitività sembra inarrestabile, dove il potere fa la parte del padrone, la tendenza a primeggiare, a eccellere, fa parte della natura umana. Insegnaci Signore ad essere primi non a spese degli altri, ma a favore degli altri sul tuo esempio. grande nel servizio Apri le nostre menti ed aiutaci a comprendere che solo chi è grande nel servizio, è grande lui e fa grandi gli altri: anziché innalzarsi sopra gli altri, innalza gli altri con sè.

3 CALICE BATTESIMO 35 E gli si avvicinarono Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedèo, dicendogli: “Maestro, noi vogliamo che tu ci faccia quello che ti chiederemo”. 36 Egli disse loro: “Cosa volete che io faccia per voi? ”. Gli risposero: 37 “Concedici di sedere nella tua gloria uno alla tua destra e uno alla tua sinistra”. 38 Gesù disse loro: “Voi non sapete ciò che domandate. Potete bere il CALICE che io bevo, o ricevere il BATTESIMO con cui io sono battezzato? ”. Gli risposero: “Lo possiamo”. 39 E Gesù disse: “Il calice che io bevo anche voi lo berrete, e il battesimo che io ricevo anche voi lo riceverete. 40 Ma sedere alla mia destra o alla mia sinistra non sta a me concederlo; è per coloro per i quali è stato preparato”. chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, 44 e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti 41 All’udire questo, gli altri dieci si sdegnarono con Giacomo e Giovanni. 42 Allora Gesù, chiamatili a sé, disse loro: “Voi sapete che coloro che sono ritenuti capi delle nazioni le dominano, e i loro grandi esercitano su di esse il potere. 43 Fra voi però non è così; ma chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, 44 e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti. 45 Il Figlio dell’uomo infatti non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti”. CALICE BATTESIMO 35 E gli si avvicinarono Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedèo, dicendogli: “Maestro, noi vogliamo che tu ci faccia quello che ti chiederemo”. 36 Egli disse loro: “Cosa volete che io faccia per voi? ”. Gli risposero: 37 “Concedici di sedere nella tua gloria uno alla tua destra e uno alla tua sinistra”. 38 Gesù disse loro: “Voi non sapete ciò che domandate. Potete bere il CALICE che io bevo, o ricevere il BATTESIMO con cui io sono battezzato? ”. Gli risposero: “Lo possiamo”. 39 E Gesù disse: “Il calice che io bevo anche voi lo berrete, e il battesimo che io ricevo anche voi lo riceverete. 40 Ma sedere alla mia destra o alla mia sinistra non sta a me concederlo; è per coloro per i quali è stato preparato”. chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, 44 e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti 41 All’udire questo, gli altri dieci si sdegnarono con Giacomo e Giovanni. 42 Allora Gesù, chiamatili a sé, disse loro: “Voi sapete che coloro che sono ritenuti capi delle nazioni le dominano, e i loro grandi esercitano su di esse il potere. 43 Fra voi però non è così; ma chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, 44 e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti. 45 Il Figlio dell’uomo infatti non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti”.

4 Viaggio a Gerusalemme… verso la Passione e morte: Annuncio della Passione accompagnato da paura sconcertante (v.32) … … a cui segue l’incomprensione (vv 35-40) condizioni della sequela ricchezzaambizione dei primi posti Siamo nella seconda parte del Vangelo di Marco cc sulle condizioni della sequela ( = conseguenza logica della professione di fede) e su ciò che impedisce la realizzazione del Regno o l’accesso ad esso (domenica scorsa la ricchezza, oggi l’ambizione dei primi posti…)

5 sta nel CONTRASTO tra * il terzo “annunzio della Passione” (vv ), * la richiesta di Giacomo e Giovanni (vv ), * e la reazione degli altri discepoli (v. 41).

6 Difficoltà ad entrare nella logica di Cristo… Non basta essere stati o stare con Lui… Difficoltà ad entrare nella logica di Cristo… Non basta essere stati o stare con Lui…

7 GIACOMO e GIOVANNI (ancora ottusa incomprensione di fronte all’annunzio della passione). a) b) GESU’ a) nei confronti di Giacomo e Giovanni (purifica la visione della sua gloria messianica); b) nei confronti degli altri discepoli. SERVIREDARE LA VITA ALTRI DISCEPOLI (che non sono da meno dei figli di Zebedeo) offrono a Gesù la possibilità di ribadire le condizioni della sequela: SERVIRE e DARE LA VITA). GIACOMO e GIOVANNI (ancora ottusa incomprensione di fronte all’annunzio della passione). a) b) GESU’ a) nei confronti di Giacomo e Giovanni (purifica la visione della sua gloria messianica); b) nei confronti degli altri discepoli. SERVIREDARE LA VITA ALTRI DISCEPOLI (che non sono da meno dei figli di Zebedeo) offrono a Gesù la possibilità di ribadire le condizioni della sequela: SERVIRE e DARE LA VITA).

8 Come domenica scorsa il brano di oggi è facilmente divisibile in 3 quadri: * vv Dialogo Gesù/Gc -Gv * vv Dialogo Gesù/Gc -Gv * v. 41 Reazione degli altri * v. 41 Reazione degli altri * vv Insegnamento di Gesù * vv Insegnamento di Gesù

9 … si avvicinarono a Gesù… * v. 35a: … si avvicinarono a Gesù… … stare vicino a Gesù non Basta! Giacomo e Giovanni sono i prediletti: chiamati all’inizio della missione (Mc 1,16-20), battezzati con un nome nuovo (Mc 3,16-17), testimoni privilegiati (Mc 5,35-43; 9,2-3). “Maesto vogliamo che tu ci faccia…” * v. 35b: “Maesto vogliamo che tu ci faccia…” La richiesta–pretesa contraddice quel “Maestro”, invertendo i ruoli. … si avvicinarono a Gesù… * v. 35a: … si avvicinarono a Gesù… … stare vicino a Gesù non Basta! Giacomo e Giovanni sono i prediletti: chiamati all’inizio della missione (Mc 1,16-20), battezzati con un nome nuovo (Mc 3,16-17), testimoni privilegiati (Mc 5,35-43; 9,2-3). “Maesto vogliamo che tu ci faccia…” * v. 35b: “Maesto vogliamo che tu ci faccia…” La richiesta–pretesa contraddice quel “Maestro”, invertendo i ruoli.

10 “Cosa volete che io faccia per voi?”. * v. 36: “Cosa volete che io faccia per voi?”. … …… “Concedici di sedere… destra… sinistra…” * v. 37: “Concedici di sedere… destra… sinistra…” Questo sogno di grandezza dei due discepoli è legato a un messianismo trionfalistico. “Cosa volete che io faccia per voi?”. * v. 36: “Cosa volete che io faccia per voi?”. … …… “Concedici di sedere… destra… sinistra…” * v. 37: “Concedici di sedere… destra… sinistra…” Questo sogno di grandezza dei due discepoli è legato a un messianismo trionfalistico.

11 “Potete bere il CALICE … ricevere il BATTESIMO…?”. * v. 38a: “Potete bere il CALICE … ricevere il BATTESIMO…?”. La risposta di Gesù va in direzione opposta al desiderio dei due. CALICE Il CALICE è segno di accoglienza che si riserva all’ospite. E’ un’immagine usata in contesti positivi come simbolo di benevolenza, gioia e di prosperità (Sal 23,5; 116,3); È un’immagine usata in contesti negativi, come bevanda amara, per esprimere l’ira e il giudizio di Dio (Is 51,17-22; Ger 25,15; 32,1; Ez 23,33-34). “Potete bere il CALICE … ricevere il BATTESIMO…?”. * v. 38a: “Potete bere il CALICE … ricevere il BATTESIMO…?”. La risposta di Gesù va in direzione opposta al desiderio dei due. CALICE Il CALICE è segno di accoglienza che si riserva all’ospite. E’ un’immagine usata in contesti positivi come simbolo di benevolenza, gioia e di prosperità (Sal 23,5; 116,3); È un’immagine usata in contesti negativi, come bevanda amara, per esprimere l’ira e il giudizio di Dio (Is 51,17-22; Ger 25,15; 32,1; Ez 23,33-34).

12 SOFFERENZA “SI” In questo caso Gesù l’utilizza per indicare la SOFFERENZA che comporterà il suo “SI” al Padre per la salvezza degli uomini. BATTESIMO Il BATTESIMO è segno della immersione piena e totale nel progetto di Dio, con tutto ciò che esso comporta… SOFFERENZA “SI” In questo caso Gesù l’utilizza per indicare la SOFFERENZA che comporterà il suo “SI” al Padre per la salvezza degli uomini. BATTESIMO Il BATTESIMO è segno della immersione piena e totale nel progetto di Dio, con tutto ciò che esso comporta…

13 “…Gli altri dieci si sdegnarono…” * v. 41: “…Gli altri dieci si sdegnarono…” UNITA’ Il desiderio del potere non solo allontana da GESU’ (o proprio perché allontana da Gesù…) ma rompe anche l’ UNITA’ ! “…chiamatili intorno a sè…” * v. 42a: “…chiamatili intorno a sè…” Cfr. Mc 3,13 = è lo stesso gesto compiuto nell’atto di fondazione dei DODICI. “…voi sapete…” * v. 42b: “…voi sapete…” Richiama la mentalità comune. “…Gli altri dieci si sdegnarono…” * v. 41: “…Gli altri dieci si sdegnarono…” UNITA’ Il desiderio del potere non solo allontana da GESU’ (o proprio perché allontana da Gesù…) ma rompe anche l’ UNITA’ ! “…chiamatili intorno a sè…” * v. 42a: “…chiamatili intorno a sè…” Cfr. Mc 3,13 = è lo stesso gesto compiuto nell’atto di fondazione dei DODICI. “…voi sapete…” * v. 42b: “…voi sapete…” Richiama la mentalità comune. “Non sono più DODICI”!

14 “Fra voi non è così…” * v. 43: “Fra voi non è così…” PRESENTE COSTITUZIONALE… Gesù usa il PRESENTE COSTITUZIONALE…! (Se non è così, non c’è comunità cristiana!) Non esprime un augurio o un comando. “…ma chi vuol essere grande… SERVITORE… Primo… SERVO di TUTTI…” * v. 44: “…ma chi vuol essere grande… SERVITORE… Primo… SERVO di TUTTI…” Il POTERE lascia il posto alla GRATUITA’; Il DOMINIO lascia il posto al SERVIZIO… “Fra voi non è così…” * v. 43: “Fra voi non è così…” PRESENTE COSTITUZIONALE… Gesù usa il PRESENTE COSTITUZIONALE…! (Se non è così, non c’è comunità cristiana!) Non esprime un augurio o un comando. “…ma chi vuol essere grande… SERVITORE… Primo… SERVO di TUTTI…” * v. 44: “…ma chi vuol essere grande… SERVITORE… Primo… SERVO di TUTTI…” Il POTERE lascia il posto alla GRATUITA’; Il DOMINIO lascia il posto al SERVIZIO…

15 “Il Figlio dell’uomo infatti…” * v. 45a: “Il Figlio dell’uomo infatti…” L’atteggiamento richiesto ai discepoli non è altro che la prosecuzione del gesto di Gesù. è chi riesce ad agire come ha fatto Gesù…! “Il Figlio dell’uomo infatti…” * v. 45a: “Il Figlio dell’uomo infatti…” L’atteggiamento richiesto ai discepoli non è altro che la prosecuzione del gesto di Gesù. è chi riesce ad agire come ha fatto Gesù…! Mc 8,27-10,52: La Chiesa nasce DONAZIONE. sulla strada della DONAZIONE. Mc 8,27-10,52: La Chiesa nasce DONAZIONE. sulla strada della DONAZIONE.

16 “… dare la propria vita in riscatto per molti”. * v. 45B: “… dare la propria vita in riscatto per molti”. “lytron” “lytron” indica il prezzo pagato come riscatto per la liberazione o l’acquisto di una persona o di una qualsiasi cosa. Qui l’uso è metaforico! Gesù non offre la vita come riscatto dovuto al demonio perché abbandoni il dominio sull’umanità, né tanto meno come prezzo da pagare al Padre perché plachi la sua collera e ritiri la condanna: come ci ricorda Luca (15,11-32) Dio Padre non ha bisogno di riscatto per perdonarci. Gesù offre la sua vita in segno di piena fedeltà e obbedienza al Padre. funzionaritestimoni Si ha così il passaggio da funzionari a testimoni ! “… dare la propria vita in riscatto per molti”. * v. 45B: “… dare la propria vita in riscatto per molti”. “lytron” “lytron” indica il prezzo pagato come riscatto per la liberazione o l’acquisto di una persona o di una qualsiasi cosa. Qui l’uso è metaforico! Gesù non offre la vita come riscatto dovuto al demonio perché abbandoni il dominio sull’umanità, né tanto meno come prezzo da pagare al Padre perché plachi la sua collera e ritiri la condanna: come ci ricorda Luca (15,11-32) Dio Padre non ha bisogno di riscatto per perdonarci. Gesù offre la sua vita in segno di piena fedeltà e obbedienza al Padre. funzionaritestimoni Si ha così il passaggio da funzionari a testimoni !

17 Preghiamo con Mc 10,35-45 Signore quanto è difficile accettare e far nostro il messaggio che oggi ci dai! Anche noi come i figli di Zebedeo dobbiamo essere “masticati” prima di capire il senso profondo delle tue iniziative; anche noi quante volte battibecchiamo come i due fratelli per ambire ai primi posti; quante volte anche noi dobbiamo sperimentare l'amaro calice del tradimento e dell'abbandono per passare dalla disperazione alla fede in Te morto e risorto per noi; quante volte anche noi dobbiamo fare i conti con il “potere”… il potere di far soffrire gli altri…, il potere terribile di uccidere con la lingua… che spezza, travolge, tritura nei giudizi… potere, devastante, di infangare una persona, di cucirle addosso un cappotto, di insinuare un dubbio, emettere una sentenza. Signore quanto è difficile accettare e far nostro il messaggio che oggi ci dai! Anche noi come i figli di Zebedeo dobbiamo essere “masticati” prima di capire il senso profondo delle tue iniziative; anche noi quante volte battibecchiamo come i due fratelli per ambire ai primi posti; quante volte anche noi dobbiamo sperimentare l'amaro calice del tradimento e dell'abbandono per passare dalla disperazione alla fede in Te morto e risorto per noi; quante volte anche noi dobbiamo fare i conti con il “potere”… il potere di far soffrire gli altri…, il potere terribile di uccidere con la lingua… che spezza, travolge, tritura nei giudizi… potere, devastante, di infangare una persona, di cucirle addosso un cappotto, di insinuare un dubbio, emettere una sentenza. Aiutaci Signore affinché le nostre comunità, marchiate dalla croce, possano mettersi a servizio dell'umanità, diventare missionarie di misericordia, di tenerezza, di servizio. Gratuità, sorriso, piena umanità che, ricevute da Te, contagiano i nostri quartieri, le nostre famiglie, le nostre scuole. Fa che siamo sempre più capaci di passare dalla logica del sospetto a quella della fiducia, dalla logica dell'accaparramento a quella della condivisione. Fra noi sia così se avremo il coraggio di accostarci a Te, distributore di grazia. Tu, l'amico degli uomini, l'Amante senza misura, la sorgente della tenerezza che ci chiama a diventare tuoi discepoli nel servizio, non nel potere. Aiutaci Signore affinché le nostre comunità, marchiate dalla croce, possano mettersi a servizio dell'umanità, diventare missionarie di misericordia, di tenerezza, di servizio. Gratuità, sorriso, piena umanità che, ricevute da Te, contagiano i nostri quartieri, le nostre famiglie, le nostre scuole. Fa che siamo sempre più capaci di passare dalla logica del sospetto a quella della fiducia, dalla logica dell'accaparramento a quella della condivisione. Fra noi sia così se avremo il coraggio di accostarci a Te, distributore di grazia. Tu, l'amico degli uomini, l'Amante senza misura, la sorgente della tenerezza che ci chiama a diventare tuoi discepoli nel servizio, non nel potere.


Scaricare ppt "XXIX dom. T.O. - B Mc 10,35-45 “… chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti”."

Presentazioni simili


Annunci Google