La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I COMPLEMENTI LATINI CANANA’ MASSIMILIANO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I COMPLEMENTI LATINI CANANA’ MASSIMILIANO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 1."— Transcript della presentazione:

1 I COMPLEMENTI LATINI CANANA’ MASSIMILIANO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 1

2 STATO IN LUOGO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 2  IN + ABLATIVO  CASO LOCATIVO (GENITIVO) CON NOMI DI CITTA’, VILLAGGIO, PICCOLA ISOLA.  CON I PLURALIA TANTUM ABLATIVO SEMPLICE.

3 MOTO A LUOGO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 3  AD+ACCUSATIVO PER AVVICINAMENTO AD UN LUOGO  IN+ACCUSATIVO INGRESSO IN UN LUOGO  ACCUSATIVO SEMPLICE CON NOMI DI CITTA’, VILLAGGIO E ISOLA

4 MOTO DA LUOGO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 4  A,AB,E,EX,DE + ABLATIVO  ABLATIVO SEMPLICE con nomi di città e piccola isola

5 MOTO PER LUOGO  PER + ACCUSATIVO  ABLATIVO SEMPLICE se indica un passaggio obbligato. 5 PROF. CANANA' MASSIMILIANO

6 DOMUS E RUS sono termini che hanno delle particolarità nelle forme locative  DOMI = STATO IN LUOGO A CASA  RURI = STATO IN LUOGO IN CAMPAGNA  DOMUM = MOTO A LUOGO A CASA  RUS = MOTO A LUOGO IN CAMPAGNA  DOMO = MOTO DA LUOGO  RURE = MOTO DA LUOGO 6 PROF. CANANA' MASSIMILIANO

7 COMPLEMENTO DI TEMPO DETERMINATO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 7  ABLATIVO SEMPLICE  GENITIVO SEMPLICE Esempio Eo tempore noctis

8 COMPLEMENTO DI TEMPO CONTINUATO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 8  ACCUSATIVO SEMPLICE  PER+ACCUSATIVO

9 COMPLEMENTO DI CAUSA PROF. CANANA' MASSIMILIANO 9  CAUSA ESTERNA OB/PROPTER+ACCUSATIVO  CAUSA INTERNA ABLATIVO SEMPLICE  CAUSA IMPEDIENTE PRAE+ABLATIVO

10 COMPLEMENTO DI FINE PROF. CANANA' MASSIMILIANO 10  DATIVO  AD+ACCUSATIVO  CAUSA/GRATIA+GENITIVO

11 COMPLEMENTO DI MEZZO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 11  ABLATIVO se il mezzo è rappresentato da una cosa o animale.  PER+ACCUSATIVO se il mezzo è rappresentato da una persona.

12 COMPLEMENTO DI MODO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 12  CUM+ABLATIVO  In presenza di sostantivo+attributo il cum può essere posposto. Esempio con grande pazienza=patientia cum magna.

13 COMPLEMENTO D’AGENTE O CAUSA EFFICIENTE  Con esseri animati o nomi collettivi (exercitus, vulgus, senatus): a/ab + ablativo (=complemento di agente)  Cesare fu ucciso da Bruto: A Bruto Caesar interfectus est.  Con la perifrastica passiva: dativo semplice (=dativo di agente).  (Tu) devi leggere il libro: Liber tibi legendus est.  Con esseri inanimati: ablativo semplice (=complemento di causa efficiente)  Roma fu corrotta dalle ricchezze: Divitiis Roma corrupta est. 13 PROF. CANANA' MASSIMILIANO AGENTECAUSA EFFICIENTE

14  de + ablativo e nominativo (titoli dei libri)  Cicerone scrisse un libro sulla vecchiaia: Cicero scripsit librum de senectute.  ablativo semplice  La mia casa abbonda di ricchezze: Divitiis mea domus abundat.  Non sono ancora privo di febbre: Nondum careo febri. 14 PROF. CANANA' MASSIMILIANO ARGOMENTOABBONDANZA O PRIVAZIONE

15 COMPLEMENTO DI COMPAGNIA  è usato con le persone e gli animali, quello di unione con ciò che è inanimato.  In ambedue i casi il costrutto usato è cum + ablativo; possono essere usate le locuzioni prepositive simul cum e una cum, cioè insieme con.  Veniam domum cum fratre meo. [Verrò a casa con mio fratello.]  Con i pronomi di persona, il cum diventa un'enclitica che si attacca all'ablativo.  Ego tecum stabo si tu mecum stabis. [Io starò con te se tu starai con me.]  TECUM, MECUM, NOBISCUM, SECUM 15 PROF. CANANA' MASSIMILIANO

16 COMPLEMENTO DI ETA’  NATUS+ACCUSATIVO del numerale cardinale;  AGENS+ACCUSATIVO del numerale ordinale+1;  PUER, VIR, ADULESCENS, SENEX+ GENITIVO del numerale cardinale. 16 PROF. CANANA' MASSIMILIANO

17 LIMITAZIONE E PARAGONE  ablativo semplice o accusativo di relazione (nella lingua poetica oppure con i pronomi neutri nei casi retti)  Li supero in valore: Virtute eos antecello.  Era simile a un dio nel volto: Os deo similis erat.  In questo concordo con te: Haec tibi assentior.  ablativo  quam + il caso del primo termine di paragone 17 PROF. CANANA' MASSIMILIANO LIMITAZIONE Complemento di paragone (2° termine di paragone)

18 COMPLEMENTO DI MATERIA PROF. CANANA' MASSIMILIANO 18  E, EX, DE, + ABLATIVO.  AGGETTIVO CORRISPONDENTE: ES. anello d’oro = ANULUM AUREUM/ ANULUM EX AUREO;

19 COMPLEMENTO DI MISURA PROF. CANANA' MASSIMILIANO 19  ABLATIVO

20 COMPLEMENTO DI VANTAGGIO O SVANTAGGIO  Generalmente, in latino il complemento di vantaggio è espresso con il dativo della persona o della cosa avvantaggiata o svantaggiata. → Il complemento di vantaggio si può esprimere anche con la proposizione pro + ablativo della persona o della cosa avvantaggiata. Votum meum Metello/pro Metello erit. Il mio voto sarà per Metello.  CONTRA + ACCUSATIVO VANTAGGIO 20 PROF. CANANA' MASSIMILIANO

21 COMPLEMENTO DI DISTANZA PROF. CANANA' MASSIMILIANO 21  il complemento di estensione nello spazio: indica una dimensione espressa generalmente da un numerale e si trova in:  a) accusativo quando è accompagnato dagli aggettivi altus = alto, latus = largo, longus = lungo; oppure dalle espressioni pateo, extendor in altitudinem, in latitudinem, in longitudinem = mi estendo in altezza, larghezza, lunghezza:  es.:Fossa tredecim pedes lata erat = La fossa era larga tredici piedi;  Planities quattuor milia passuum patebat in longitudinem = la pianura si estendeva in lunghezza quattro miglia;  b) genitivo quando è retto da un sostantivo:  es.:Murum pedum sedecim perducit = fa costruire un muro di sedici piedi.

22 COMPLEMENTO DI ESTENZIONE NELLO SPAZIO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 22  il complemento di distanza: esso dipende per lo più dai verbi absum = sono lontano; disto = sono distante; pono (castra) = pongo il campo e indica mediante un numerale, quanto si dista da un luogo. Il luogo da cui si dista, si esprime sempre con a, ab + ablativo, anche se si tratta di un nome di città; il numerale che esprime la distanza si trova in:  a) accusativo o ablativo indifferentemente:  es.: Ab urbe aberat milia passuum ducenta = Distava dalla città duecento miglia;  Templum quinque milibus passuum ab urbe distabat = Il tempio distava dalla città cinque miglia.  b) genitivo in dipendanza dagli ablativi spatio, intervallo:

23 PROF. CANANA' MASSIMILIANO 23  accusativo o ablativo indifferentemente:  es.: Ab urbe aberat milia passuum ducenta = Distava dalla città duecento miglia;  Templum quinque milibus passuum ab urbe distabat = Il tempio distava dalla città cinque miglia.  b) genitivo in dipendanza dagli ablativi spatio, intervallo:

24 Nota bene PROF. CANANA' MASSIMILIANO 24 se manca il luogo da cui si dista, il numerale che indica la distanza si rende con a, ab + ablativo;  es.:Castra posuit a quattuor milibus passuum = pose il campo a quattro miglia;  se si vuole indicare il tempo impiegato a percorrere una determinata distanza, si usa iter + genitivo; l'espressione italiana "due giorni di cammino" corrisponde in latino a "il cammino di due giorni":  es.:Capua iter duorum dierum aberat = Capua distava due giorni di cammino;  se la distanza viene calcolata da Roma, si ricorre generalmente a ad + numerale ordinale in accusativo + lapidem:  es.:T. Pomponius Atticus sepultus est iuxta viam Appiam ad quintum lapidem = Tito Pomponio Attico fu sepolto lungo la via Appia a cinque miglia (= alla quinta pietra miliare da Roma)

25 COMPLEMENTO PARTITIVO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 25  GENITIVO  INTER + ACCUSATIVO  E, EX, + ABLATIVO

26 COMPLEMENTO DI QUALITA’ PROF. CANANA' MASSIMILIANO 26  GENITIVO per indicare qualità morali.  ABLATIVO per indicare qualità fisiche.

27 COMPLEMENTO DI STIMA PROF. CANANA' MASSIMILIANO 27  GENITIVO se si tratta di stima indeterminata: stimo molto l’amicizia.  ABLATIVO stima determinata valuto la casa duecento milioni. LA STIMA PUO’ ESSERE MORALE O COMMERCIALE.

28 COMPLEMENTO DI PREZZO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 28  Si ha in dipendenza di verbi che indicano un prezzo, costo, vendo, compro. Esso si rende:  -genitivo con tanti, quanti, pluris, minoris, ecc.  -ablativo se il prezzo è indeterminato, magno, multo, permagno,plurimo ecc.

29 DATIVO DI POSSESSO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 29  Indica la persona cui appartiene una cosa e si usa con la seguente costruzione.  La persona che possiede va in dativo  La cosa posseduta diviene soggetto  Il verbo avere diventa essere.  Esempio : io ho un nome = a me è un nome = mihi est nomen.


Scaricare ppt "I COMPLEMENTI LATINI CANANA’ MASSIMILIANO PROF. CANANA' MASSIMILIANO 1."

Presentazioni simili


Annunci Google