La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Forum della Distribuzione Assicurativa Milano 3 ottobre 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Forum della Distribuzione Assicurativa Milano 3 ottobre 2007."— Transcript della presentazione:

1 Forum della Distribuzione Assicurativa Milano 3 ottobre 2007

2 L'IMPATTO DEL NUOVO REGOLAMENTO SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE ASSICURATIVA: UN PROBLEMA O UN'OPPORTUNITÀ? Le soluzioni di AEC Underwriting IL MERCATO DEI LLOYD’S Un mercato unico al mondo dalle irrepetibili opportunità PRESENTAZIONI PRODOTTI Soluzioni assicurative per oltre 200 profili professionali e convenzioni nazionali COME OPERIAMO Tecnologia, competenza ed opportunità commerciali dedicate agli intermediari

3 L'IMPATTO DEL NUOVO REGOLAMENTO SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE ASSICURATIVA: UN PROBLEMA O UN'OPPORTUNITÀ?  Dal 28 febbraio 2007 è entrato in vigore l’art 4 del Regolamento ISVAP 5/06

4 Regolamento ISVAP 5/06 ART. 4 Comma 4 L’iscrizione in una delle sezioni del registro non consente all’intermediario la contemporanea iscrizione in alcuna delle altre sezioni, fatta eccezione per gli intermediari iscritti nelle sezioni A ed E, limitatamente al solo ramo responsabilità civile auto Esiti della pubblica consultazione (pag. 17) Presunto divieto di collaborazione tra intermediari iscritti nella medesima sezione salvo eccezioni (leggi Bersani e Bersani Bis). Ricorso al TAR Lazio di AIBA, AEC Broker ed altri Respinto con motivazioni che lasciano irrisolta la questione relativa alla liceità delle collaborazioni tra Broker

5 Grazie Fabrizio Callarà

6 Nasce la prima Agenzia Italiana di Assicurazione e Riassicurazione “grossista” Corrispondente dei Lloyd’s Dedicata alla sottoscrizione dei rischi professionali

7  L’Agente può, al contrario di altri intermediari, collaborare con: - Altri Agenti – ai sensi della legge 7/07 (c.d. Bersani Bis); - Broker – ai sensi dell’Art 55 comma 1/b del Regolamento 5/06; - Iscritti Sez. E (collaboratori degli intermediari A, B e D) Fornendo : - delega all’incasso ex art. 118 del Regolamento ; - clausola Broker a nome dell’intermediario iscritto in B; - inserimento di AEC Underwriting del modello 7B del Broker COLLABORAZIONE PIENAMENTE CONFORME AL NUOVO CODICE DELLE ASSICURAZIONI ED AL REGOLAMENTO ISVAP 5/06

8 AEC UNDERWRITING  prima Agenzia italiana di Assicurazione e Riassicurazione “grossista”  dedicata alla collaborazione con gli intermediari di assicurazione per la sottoscrizione di rischi professionali sul mercato dei Lloyd’s.  nata nel 2001 come AEC Broker, si è trasferita nel 2007 nella sezione A del RUI per poter collaborare con tutti gli intermediari

9 Il modello di business di AEC UNDERWRITING Mettere a disposizione degli intermediari italiani coperture assicurative piazzate sul mercato dei Lloyd’s per i rischi Professionali Come Operiamo AEC opera esclusivamente attraverso la propria rete di collaborazioni, senza acquisizione di clienti diretti

10 I nostri obiettivi AEC Underwriting si è strutturata per essere:  riferimento ideale per Broker, Agenti ed intermediari che intendano sviluppare il mercato della Responsabilità Professionale;  partner strategico per le oltre società italiane di intermediazione iscritte al RUI.

11 METTIAMO A DISPOSIZIONE DEGLI INTERMEDIARI 1/2  Condizioni di Polizza in convenzione con Consigli Nazionali ed Associazioni di rappresentanza delle principali categorie Professionali;  Una struttura altamente specializzata nei rischi professionali a supporto degli intermediari;

12  “Sistema di Preventivazione On Line”  Invio in formato elettronico delle coperture assicurative azzerando tempi i di attesa degli originali di polizza.  Il portale “RischiProfessionali.it” e la newsletter “RischiProfessionali.it Bulletin”  Corsi di formazione ed aggiornamento sui rischi professionali, anche tramite videoconferenza METTIAMO A DISPOSIZIONE DEGLI INTERMEDIARI - 2/2

13 PRINCIPALI AREE DI ATTIVITÀ - 1/2 Responsabilità Professionale, Civile ed Amministrativa di Aziende, Professionisti e Pubbliche Amministrazioni 1. Società di Ingegneria, Architettura e Consulenza tecnico-economica, SOA, Organismi di Certificazione e tutte le società di servizi e consulenza professionale; 2. oltre 200 profili delle professionali delle aree:Tecnico- scientifica, Legale-Commerciale e Medico-Sanitaria

14 PRINCIPALI AREE DI ATTIVITÀ - 2/2 3. Professioni c.d. Riconosciute (Registri, Albi, Ruoli o Elenchi) e le professioni non Regolamentate delle seguenti Aree : Professioni Storiche, Prevenzione, Scientifica, Sociale, Sanitari non Medici, Tecnica, Umanistica, Altre Aree 4. Pubblica Amministrazione Centrale e Locale 5. Ogni altro Ente o Azienda sottoposto alla giurisdizione della Corte dei Conti

15 I LLOYD’S: UN MERCATO UNICO AL MONDO I Lloyd’s non sono una compagnia bensì un mercato nel quale competono e collaborano svariati sindacati di sottoscrizione: questo meccanismo consente ai Lloyd’s di offrire una vasta scelta di prodotti assicurativi modulabili in base alle diverse esigenze; competenza ai più alti livelli ed esperienza.

16 Le Principali Convenzioni : OICE - Organizzazioni di Ingegneria, Architettura e Consulenza Tecnico Economica INARSIND (ex SNILPI) – Sindacato Ingegneri e Architetti ANTEL – Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali CNG – Consiglio Nazionale Geologi AS.PRO.NA.DI. – Associazione Progettisti Nautica da Diporto Federgeometri – Geometri Liberi Professionisti CNAL – Consiglio Nazionale Agrotecnici e Agrotecnici laureati CNC – Consiglio Nazionale Chimici

17 Grazie Antonello Polerà


Scaricare ppt "Forum della Distribuzione Assicurativa Milano 3 ottobre 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google