La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 I viventi e la loro storia L’evoluzione dei procarioti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 I viventi e la loro storia L’evoluzione dei procarioti."— Transcript della presentazione:

1 1 I viventi e la loro storia L’evoluzione dei procarioti

2 Le caratteristiche dei procarioti I viventi sono divisi in tre domìni: Archei (Archaea), Batteri (Eubacteria)(entrambi procarioti) ed Eucarioti (Eukarya). La cellula procariotica ha tre caratteristiche fondamentali: 1. il DNA non è custodito in un nucleo; 2. non hanno organuli circondati da membrana; 3. i procarioti si riproducono per scissione binaria. 2

3 Gli Archei Tutti gli Archei hanno in comune due caratteristiche: la parete cellulare è priva di peptidoglicano; la membrana plasmatica ha una composizione chimica diversa da quella dei batteri. Essi vivono in ambienti estremi e possono essere termofili e acidofili, metanogeni e alofili estremi. 3

4 Le tre forme dei batteri In natura le cellule batteriche si osservano in tre forme: sferiche, o cocchi; a bastoncello, o bacilli; elicoidali o a virgola, spirilli o vibrioni. 4

5 La parete cellulare dei procarioti I batteri procarioti hanno pareti cellulari spesse e rigide, che contengono il peptidoglicano, mentre gli archei ne sono privi. In base alla colorazione che assume la loro parete, i batteri possono essere distinti in Gram-positivi e Gram-negativi. 5

6 La versatilità dei procarioti I procarioti hanno diverse modalità di locomozione e la maggior parte si muove grazie a flagelli. Si riproducono per via asessuata ma tra le cellule possono avvenire scambi di materiale genetico (ricombinazione genetica). 6

7 Comunicazione e metabolismo dei procarioti I procarioti possono comunicare con meccanismi chimici o fisici, come il fenomeno della bioluminescenza. Inoltre possono seguire percorsi metabolici diversificati: anaerobi obbligati, non vivono in presenza di ossigeno; anaerobi facoltativi, riescono a vivere in presenza e in assenza di ossigeno; anaerobi aerotolleranti, non effettuano la respirazione cellulare ma sono danneggiati dalla presenza di ossigeno. 7

8 La classificazione nutrizionale Gli eterotrofi sono esseri viventi che si nutrono di altri organismi mentre gli autotrofi producono da sé le proprie biomolecole. 8

9 La classificazione dei batteri I cianobatteri sono batteri Gram-negativi fotoautotrofi. Le spirochete sono batteri Gram-negativi chemioautotrofi la cui cellula a spirale è avvolta su un flagello. I firmicuti sono batteri Gram-positivi capaci di produrre endospore, strutture altamente resistenti. 9

10 I proteobatteri e gli attinobatteri I proteobatteri detti anche batteri purpurei, costituiscono un vasto gruppo di batteri Gram- negativi (come E. coli). Gli attinobatteri sono Gram-positivi caratterizzati da un sistema di filamenti che conferisce alla cellula un aspetto digitato. 10

11 I procarioti e l’ambiente Molti procarioti hanno effetti benefici sulle nostre vite (per esempio, il biofilm intestinale), mentre solo una piccola rappresentanza provoca malattie ed è riconosciuta come patogena. Molti batteri vivono insieme ad altri organismi e sono strettamente correlati alla vita degli eucarioti (come i batteri azotofissatori sulle radici delle piante). 11


Scaricare ppt "1 I viventi e la loro storia L’evoluzione dei procarioti."

Presentazioni simili


Annunci Google