La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA II GUERRA MONDIALE a cura prof.sse Marilena Esposito e Liliana Mauro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA II GUERRA MONDIALE a cura prof.sse Marilena Esposito e Liliana Mauro."— Transcript della presentazione:

1 LA II GUERRA MONDIALE a cura prof.sse Marilena Esposito e Liliana Mauro

2 F A S I 1° fase: settembre 1939 – dicembre La Germania si espande in Europa 2° fase: dicembre 1941 – febbraio La guerra si estende all’Oceano Pacifico 3° fase: primavera 1943 – settembre 1945 Le forze alleate riconquistano i territori perduti e costringono alla resa prima l’Italia, poi la Germania, quindi il Giappone.

3 LE CAUSE Il desiderio di rivincita della Germania per la conquista dello “spazio vitale” Francia e Inghilterra, per conservare la pace concessero a Hitler di espandersi L’invasione della Polonia da parte della Germania

4 LE CONSEGUENZE Lo sterminio degli ebrei La distruzione di intere città e milioni di morti anche tra la popolazione civile. L’enorme impegno militare e industriale delle grandi potenze. Lo scontro tra due concezioni politiche: democrazia e dittatura. Lo scoppio della bomba atomica. La divisione del mondo in due schieramenti.

5 QUANDO SCOPPIO’ LA GUERRA Il primo settembre 1939 Hitler invase la Polonia Francia e Inghilterra dichiararono guerra alla Germania

6 LA “GUERRA LAMPO” Strategia di guerra veloce, con l’impiego contemporaneo di carri armati e aerei Le corazzate tedesche invasero la Danimarca e la Norvegia nel 1940 occuparono l’Olanda, il Belgio, il Lussemburgo e la Francia.

7 L’OPERAZIONE “Leone marino” Sconfitta la Francia, Hitler voleva costringere l’Inghilterra a firmare la pace Churchill rifiutò e così Hitler decise di invadere l’Inghilterra

8 MUSSOLINI DECISE L’ENTRATA IN GUERRA DELL’ITALIA Il 10 giugno 1940 Mussolini dichiarò guerra alla Francia e alla Gran Bretagna Era convinto che la guerra stesse per finire e voleva partecipare alle trattative di pace al tavolo dei vincitori

9 L’OPERAZIONE BARBAROSSA giugno 1941 Germania e Italia invasero l'Unione Sovietica. Febbraio 1943: la resistenza di Stalingrado. La sorte dell’Armir: solo pochi riuscirono a sopravvivere.

10 1941: IL CONFLITTO ASSUNSE DIMENSIONI MONDIALI L’aviazione giapponese attaccò la flotta americana a Pearl Harbor, nelle isole Hawai Il Giappone, alleato della Germania, voleva espandere il suo dominio in Asia Subito dopo l’Italia e la Germania, alleate del Giappone, dichiararono guerra agli Stati Uniti

11 UN PATTO PER UNA GUERRA ANTIFASCISTA 1941 Roosvelt e Churchill firmarono la CARTA ATLANTICA solidarietà politica cooperazione economica strategia militare comune

12 LA RISCOSSA DEGLI ALLEATI I Giapponesi furono battuti nel Pacifico Gli anglo-americani: intervennero in Africa: Marocco, Tunisia, Algeria, Libia, Egitto sbarcarono in Sicilia

13 8 SETTEMBRE 1943 L'ARMISTIZIO Finisce l'alleanza militare con la Germania l'esercito italiano è allo sbando centinaia di migliaia di militari vengono catturati dai nazisti Il re e i membri del governo Badoglio fuggono a Brindisi Nasce la Resistenza

14 NASCE LA REPUBBLICA DI SALO’ Mussolini, prigioniero sul Gran Sasso, viene liberato da paracadutisti tedeschi. Sotto la protezione delle armi tedesche, Mussolini creò un nuovo stato fascista: la Repubblica di Salò, sul lago di Garda. L’Italia conosce la tragedia della guerra civile: la penisola diventa un grande campo di battaglia.

15 LA RESISTENZA In tutti i Paesi occupati nacquero dei movimenti formati da gruppi di volontari, chiamati partigiani, che combattevano, senza essere un esercito regolare, contro il fascismo e il nazismo La Resistenza fu condotta dai partiti antifascisti, di orientamenti politici diversi, ma uniti nella lotta contro il nemico comune Collaborarono anche con gli eserciti alleati In Francia la Resistenza fu capeggiata da Charles De Gaulle In Jugoslavia da Broz, detto Tito In Italia la lotta di liberazione era guidata dal CLN (Comitato di liberazione nazionale)

16 IL PREZZO DELLA RESISTENZA L’esercito tedesco, le SS e i fascisti reagirono duramente alla guerriglia partigiana, che aveva l’appoggio della maggioranza della popolazione. I nazisti scatenarono feroci rappresaglie: interi paesi vennero rasi al suolo e la gente massacrata (Marzabotto, le Fosse Ardeatine).

17 6 GIUGNO 1944: LO SBARCO IN NORMANDIA Le forze alleate, la più grande armata della storia più di soldati, a bordo di oltre mezzi navali sbarcarono sulle spiagge della Normandia per portare il colpo decisivo al Terzo Reich.

18 8 maggio 1945 LA CONFERENZA DI YALTA STRETTA IN TRAPPOLA: gli angloamericani ad ovest, i russi ad est: l’Armata Rossa entrò a Berlino LA GERMANIA FIRMÒ LA RESA INCONDIZIONATA

19 UN ACCORDO SUL FUTURO ASSETTO DEL MONDO Alla Conferenza di Yalta sul Mar Nero parteciparono i capi delle potenze che stavano per vincere la guerra: l’inglese Churchill l’americano Roosvelt il sovietico Stalin Il mondo fu spartito in due zone di influenza: una comandata dagli Americani una comandata dai sovietici

20 TRUMAN DECISE DI USARE LA BOMBA ATOMICA Per due motivi: costringere il Giappone alla resa in tempi brevi rendere chiaro al mondo, in particolare all’Unione Sovietica, che la prima potenza militare era l’America

21 CONSEGUENZE Hiroshima e Nagasaki morti immediati, migliaia di feriti, migliaia di morti, dopo anni di distanza, per le radiazioni

22 MA ERA PROPRIO NECESSARIO? Nel mondo si levarono molte polemiche Storici e politici danno una diversa interpretazione di quell’evento storico.

23 IL PROCESSO DI NORIMBERGA AUTUNNO 1945 USA, Gran Bretagna e URSS costituirono una commissione d’inchiesta sui crimini di guerra nazisti.


Scaricare ppt "LA II GUERRA MONDIALE a cura prof.sse Marilena Esposito e Liliana Mauro."

Presentazioni simili


Annunci Google