La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giudizio in via incidentale. Modelli (puri) di giustizia costituzionale  sistema accentrato (annullamento della legge con efficacia erga omnes da parte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giudizio in via incidentale. Modelli (puri) di giustizia costituzionale  sistema accentrato (annullamento della legge con efficacia erga omnes da parte."— Transcript della presentazione:

1 Giudizio in via incidentale

2 Modelli (puri) di giustizia costituzionale  sistema accentrato (annullamento della legge con efficacia erga omnes da parte di un organo ad hoc di natura costituzionale) > nasce nel sistema europeo continentale > serve soprattutto per risolvere i conflitti in ordine al riparto del potere legislativo tra entità federate e federazione  sistema diffuso (i giudici sono obbligati a disapplicare la legge incostituzionale) > nasce nel sistema americano in cui il precedente è vincolante (stare decisis) > la tutela della legge incostituzionale assume il significato di difesa del diritto individuale

3 Sistemi giurisdizionali puri (giurisdizionali) SINDACATO ACCESSO SENTENZA VERFASSUNGSGERICHTBARKEIT (AUSTRIA) JUDICIAL REVIEW OF LEGISLATION (STATI UNITI) ACCENTRATODIFFUSO IN VIA PRINCIPALE, ASTRATTO e DIRETTO IN VIA INCIDENTALE, CONCRETO E INDIRETTO COSTITUTIVA (ANNULLAMENTO) EX NUNC ERGA OMNES DICHIARATIVA (DISAPPLICAZIONE) EX TUNC INTER PARTES

4 Sistemi misti (l’italiano) ACCENTRATO CONCRETO E DIFFUSO COSTITUTIVA (ANNULLAMENTO) EX NUNC (MA PARZIALMENTE) EX TUNC ERGA OMNES SISTEMA MISTO SINDACATO ACCESSO SENTENZA

5 Le fonti che disciplinano il processo incidentale  Costituzione  Legge costituzionale n. 1 del 1948  Legge n. 87 del 1953  Norme integrative

6 OGGETTO DEL GIUDIZIO DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE Legge ordinaria Decreti legge Decreti legislativi Leggi regionali (e province autonome)

7 Origine giudiziaria della questione incidentale «Nel corso di un giudizio dinanzi ad una autorità giurisdizionale» (Art. 23 della legge n. 87 del 1953) Nota bene  Il processo è “ragione d’essere” della questione  Il giudice a quo è il “portiere” della Corte: introduce il processo che deriva o dall’iniziativa di parte o d’ufficio (rimando)

8 Chi può essere giudice a quo?  Dato soggettivo: un «giudice»  Dato oggettivo-funzionale: un «giudizio» Nota bene:  Un giudice che “in concreto” fa il … giudice  Non è possibile “isolare” il carattere della giurisdizione: relatività e uso eclettico di questa caratteristica.  Un dato di fondo da trattenere: la presenza di “poteri decisori”  La tutela dei diritti

9 La rilevazione della questione Doppia legittimazione a rilevare la questione  Parti  Giudice (“d’ufficio”) (art. 1 della l. cost. 1/48) Nota bene:  La doppia legittimazione corrisponde ad una ratio: a) le parti agiscono per la difesa di propri jura contro la lex (ritenuta) incostituzionale; b) Il giudice difenderà la sua posizione istituzionale (intermedietarietà tra la legge e la Costituzione) e la coerenza dell’ordinamento.

10 Condizioni per la proposizione della questione  Rilevanza «il giudizio non possa essere definito indipendentemente dalla risoluzione della questione di legittimità costituzionale»  Non manifesta infondatezza «non ritenga che la questione sollevata sia manifestamente infondata» (art. 23, comma 2, della l. 87 del 1953)

11 Rilevanza (1)  Legame oggettivo e strumentale tra la questione di costituzionalità e la risoluzione del giudizio a quo. (UTILITA’) Alcuni nota bene:  La rilevanza è il “cordone ombelicale” che lega i due processi  Petitum e interesse processuale sono differenti  Rapporto di pregiudizialità costituzionale  Applicazione necessaria e non ipotetica o eventuale (effetti concreti nel giudizio a quo)  Deve essere rilevata in modo puntuale ed istantanea (tempestiva)

12 Rilevanza (difetti della)  Difetto assoluto Manca del tutto l’incidentalità (giudizio astratto o inattuale)  Difetto relativo La decisione della Corte non è in grado di incidere sul giudizio principale RilevanzaIncidentalità Concretezza

13 Non manifesta infondatezza  Controllo delibatorio sul fondamento della questione attraverso cui si realizza una sorta di “valutazione diffusa di costituzionalità” a senso unico, cioè per esclusione del vizio. Nota bene  Non è una sommaria delibazione. La Corte chiede che il giudice in prima persone si chieda della “validità” della norma

14 Il giudice di fronte alla “infondatezza” della questione a. Convinto: non è “illegittima” b. Dubita c. Convinto: è illegittimità Ordinanza di rigetto Ordinanza di rimessione (d’ufficio)

15 Tentativi ulteriori  Interpretazione adeguatrice  Interpretazione conforme a Costituzione  Applicazione diretta della Costituzione Nota bene Se un’interpretazione letterale può condurre ad un contrasto con i principi costituzionali è necessario operare un’interpretazione estensivo-analogica, fondata sul canone ermeneutico prevalente (supremazia cosituzionale) che la rende conforme a Costituzione.

16 Presupposti della q.l.c. giudice giudizio Condizioni dell’ordinanza di rinvio rilevanza non manifesta infondatezza altre valutazioni Ordinanza Schema riassuntivo Rilevazione d’ufficio di parte

17 Procedimento davanti alla Corte  Le parti  Svolgimento del processo (elementi)

18 Il contraddittorio nel processo costituzionale  La presenza eventuale delle parti (“senza parti necessarie”)  È un processo in cui si discute di “situazioni normative” Nota bene  Nel processo costituzionale, dunque, si affiancano interessi personali e interessi generali  Natura privata, ma anche “pubblica” dell’intervento.

19 La nozione di parte  Occorre avere la qualifica formale di parte Nota bene (… aperture) La Corte (’91) ha ammesso anche quanti avessero un interesse personale e diretto, strettamente legato al giudizio principale.

20 Svolgimento del giudizio  Nomina del giudice relatore  Convocazione dell’udienza pubblica o della camera di consiglio.  Memorie delle parti e audizione se l’udienza è pubblica.

21 Decisioni  Sentenza (provvedimento definitivo)  Ordinanza (provvedimento non definitivo o interlocutorio)

22 Bibliografia (testi consultati per preparare le slides)  A. Ruggeri, A. Spadaro, Lineamenti di giustizia costituzionale, Giappichelli, Torino,  H. Kelsen, La giustizia costituzionale (trad it. a cura di C. Geraci), Giuffrè, Milano,  R. Romboli, Giustizia costituzionale, Giappichelli, Torino,  G. Zagrebelsky, La giustizia costituzionale, Il Mulino, Bologna, 1988.


Scaricare ppt "Giudizio in via incidentale. Modelli (puri) di giustizia costituzionale  sistema accentrato (annullamento della legge con efficacia erga omnes da parte."

Presentazioni simili


Annunci Google