La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Speranza di vita libera da malattia dopo i 65 anni in Europa e in Italia Dal 2004 al 2012 in Italia i bambini hanno perso oltre 3 anni di aspettativa di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Speranza di vita libera da malattia dopo i 65 anni in Europa e in Italia Dal 2004 al 2012 in Italia i bambini hanno perso oltre 3 anni di aspettativa di."— Transcript della presentazione:

1 Speranza di vita libera da malattia dopo i 65 anni in Europa e in Italia Dal 2004 al 2012 in Italia i bambini hanno perso oltre 3 anni di aspettativa di vita libera da malattia dopo i 65 anni e le bambine ben 5 !

2 INCIDENZA DEI TUMORI INFANTILI IN ITALIA Rapporto AIRTUM 2008 INCREMENTO ANNUO DI CANCRO NELL’ INFANZIA USA: + 0.6% EUROPA: + 1.1% ITALIA: + 2% ( nel 1° anno di vita: + 3.2%) “….E se le sofferenze dei bambini hanno servito a completare quella somma di sofferenze che era necessaria per l’acquisto della verità, io affermo fin d’ora che tutta la verità non vale un simile prezzo” F. Dostoevskij “I Fratelli Karamazov”

3 Incidenza di tumori da 0 a 14 anni / in Paesi Nordici (NORDCAN), U.S.A.(SEER) ed Italia (AIRTUM)

4

5

6 Art. 35. Misure urgenti per l'individuazione e la realizzazione di IMPIANTI DI RECUPERO DI ENERGIA, dai rifiuti urbani e speciali, costituenti INFRASTRUTTURE STRATEGICHE DI PREMINENTE INTERESSE NAZIONALE Tali impianti di TERMOTRATTAMENTO costituiscono infrastrutture e insediamenti strategici di preminente interesse nazionale ai fini della tutela della salute e dell'ambiente. Ai sensi del decreto legislativo n.152 del 2006 e successive modificazioni non sussistendo vincoli di bacino per gli impianti di recupero, negli stessi deve essere data priorita' al trattamento dei rifiuti urbani prodotti nel territorio nazionale e a saturazione del carico termico

7 Environ. Health Perspec 115: (2007)

8 Rottama Italia Perché il decreto Sblocca-Italia è una minaccia per la democrazia e per il nostro futuro DECRETO LEGGE 133 che il governo ha chiamato Sblocca Italia centralizzando le decisioni si zittiscono le comunità a livello locale e si impoverisce la democrazia, uccidendo la partecipazione popolare. In barba alle leggi europee che impongono trasparenza e canali affinché il pubblico possa dire la propria. Ma il Decreto afferma: “tutto verrà fatto nel rispetto del principio di leale collaborazione con i diversi livelli territoriali, nonché del principio costituzionale di tutela dell’ambiente.”

9 Il Decreto 91/2014 "Competitività” Decreto 91/2014 "Competitività", ovvero "INQUINATORE PROTETTO“ prevede: innalzamento dei limiti per gli scarichi a mare dei solidi sospesi per poli chimici e piattaforme procedura di "AUTOCERTIFICAZIONE" del grado di contaminazione da parte degli inquinatori procedure di BONIFICHE "SEMPLIFICATE" del tutto opache e facilmente utilizzabili per nascondere la polvere tossica sotto al tappeto. innalzamento dei limiti per le aree militari, considerate tutte aree industriali. durissimo colpo alla certezza dei LIMITI DI LEGGE per gli INQUINANTI, non più validi uniformemente in tutto il paese, ma ora con soglie variabili sulla base dei cosiddetti "valori di fondo“ delle varie sostanze. Attenzione non c’è la parola "naturale" e così si terrà conto anche dell'apporto di fonti di inquinamento diffuse e presenti in quel territorio

10 C’è davvero bisogno di altri impianti pericolosi per la salute in un territorio già fortemente compromesso?

11 RISCHI PER LA SALUTE UMANA DA ESPOSIZIONE A PESTICIDI P. Gentilini 3 febbraio 2015 E LA SALUTE?…. anche lei nel cassonetto?


Scaricare ppt "Speranza di vita libera da malattia dopo i 65 anni in Europa e in Italia Dal 2004 al 2012 in Italia i bambini hanno perso oltre 3 anni di aspettativa di."

Presentazioni simili


Annunci Google