La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L O SVILUPPO COGNITIVO SECONDO J EAN P IAGET P ARTE GENERALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L O SVILUPPO COGNITIVO SECONDO J EAN P IAGET P ARTE GENERALE."— Transcript della presentazione:

1 L O SVILUPPO COGNITIVO SECONDO J EAN P IAGET P ARTE GENERALE

2 J EAN P IAGET ( ) Piaget si interessa in primis di biologia (studi sull’evoluzione animale) Successivamente sviluppa l’interesse per l’EPISTEMOLOGIA (  origini della scienza). Ricorda i significati. Collaborando con Binet cerca di comprendere i processi attraverso i quali i bambini giungono ad una conoscenza del mondo. L’intento è di costruire una teoria generale della conoscenza

3 I L PERCORSO DI P IAGET Prima fase: studio dell’acquisizione di concetti specifici  colloquio clinico con bambini dai 3 ai 10 anni. Es. causalità: “Che cosa fa muovere le nuvole?”  pensiero magico, animistico, logico Seconda fase: organizzazione degli aspetti specifici in una visione globale dello sviluppo cognitivo  colloquio clinico critico ed uso di materiali. Es. permanenza dell’oggetto

4 E REDITÀ O AMBIENTE ? La conoscenza, secondo Piaget: Non è preformata nel soggetto (innatismo) Non è fissata nel reale da cui ricavarla (empirismo) APPROCCIO ORGANISMICO APPROCCIO ORGANISMICO  individuo attivo costruttore della conoscenza: dotato di strutture psicologiche inizialmente molto semplici, che diventano più complesse con l’esperienza  bambino come esploratore/scienziato

5 L O SVILUPPO COME MATURAZIONE Possiamo intendere lo sviluppo come una maturazione di strutture come avviene per gli aspetti biologici (orologio biologico) Ma anche come apporto fondamentale dell’adattamento all’ambiente

6 L O SVILUPPO COGNITIVO Funzioni invarianti e strutture varianti Tendenza all’organizzazione Tendenza all’adattamento Strutture cognitive fondamentali costruite attraverso le funzioni invarianti

7 L O SVILUPPO COGNITIVO L’intelligenza è un caso particolare di adattamento biologico. L’adattamento è la tendenza ad adeguarsi alle richieste ambientali.

8 M A ……… L’intelligenza è anche in grado di strutturare l’ambiente, di modificarlo. All’inizio il bambino si adatta semplicemente all’ambiente ….poi arriva a adattare l’ambiente a sé (cfr p. 84)

9 Lo sviluppo cognitivo quindi comporta dei processi di progressiva modifica delle proprie strutture mentali (SCHEMI) in base al rapporto dinamico con l’ambiente. Ciò avviene attraverso i processi di assimilazione e accomodamento. Cfr lettura p 84

10 ASSIMILAZIONE Incorpora nei propri schemi i dati dell’esperienza Conservazione ADATTAMENTO DELL’ORGANISMO ALL’AMBIENTE EQUILIBRIO ACCOMODAMENTO Modifica i propri schemi per adattarli ai nuovi dati Novità L’ INTELLIGENZA

11 A SSIMILAZIONE

12 A CCOMODAMENTO

13 I L PICCOLO SCIENZIATO Situazione nuova  tentativo di assimilarla allo schema preesistente Successo  equilibrio  utilizzo degli schemi Insuccesso  disequilibrio  modifica degli schemi

14 E VVAI !!!!! Possiamo dire che è un continuo equilibrio fra assimilazione e accomodamento quindi: L'adattamento intelligente si ha, precisamente, quando fra i due processi dell'assimilazione e dell'accomodamento vi è equilibrio, quando cioè l'uno è accompagnato dall'altro.

15

16 T IRA E GIRA Tirare (assimilazione) Ruotare (accomodamento) Equilibrio (tirare e ruotare) e quindi adattamento creativo all’ambiente.


Scaricare ppt "L O SVILUPPO COGNITIVO SECONDO J EAN P IAGET P ARTE GENERALE."

Presentazioni simili


Annunci Google