La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il nostro ruolo Funzioni e compiti della Commissione mensa Chi siamo e cosa abbiamo fatto cosa abbiamo visto Suggerimenti Proposte di educazione alimentare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il nostro ruolo Funzioni e compiti della Commissione mensa Chi siamo e cosa abbiamo fatto cosa abbiamo visto Suggerimenti Proposte di educazione alimentare."— Transcript della presentazione:

1

2 Il nostro ruolo Funzioni e compiti della Commissione mensa Chi siamo e cosa abbiamo fatto cosa abbiamo visto Suggerimenti Proposte di educazione alimentare

3 Titolo II Regolamento Commissione Mensa Approvato il 27/03/2014 La Commissione si configura quale organismo consultivo con funzioni aggiuntive e non sostitutive di quelle attribuite per legge agli organi competenti…. ……con funzioni di rappresentanza,informazione, confronto e tutela degli utenti del servizio di refezione scolastica

4 a) il monitoraggio sull’andamento del servizio e sul gradimento del pasto da parte degli utenti; b)la proposta di modifiche ai menu e di miglioramento del servizio nel suo complesso; c) la realizzazione di un efficace collegamento tra l’utenza e il Comune; d)la verifica periodica nei centri di cottura del gestore del servizio di refezione scolastica nonché nelle cucine, nei refettori e nei locali annessi delle scuole per osservare le modalità di svolgimento del servizio;

5 e) la compilazione, a seguito dei sopralluoghi nei locali, del Questionario di verifica della soddisfazione del cliente con le risultanze della verifica f) la collaborazione con il Comune alla promozione di programmi ed attività di educazione nutrizionale per i docenti, gli studenti e le famiglie.

6 Gruppo di lavoro Neriana Ferri - dietista Comune Faenza Dott. Paolo Venturoli – caposervizio Infanzia Istruzione e Sport Rita Geminiani - Gemos Maria Teresa Bedeschi - insegnante Alessandro Taroni – genitore

7 12 Gennaio - 12 marzo 2015 Abbiamo pranzato in tutte le mense scolastiche del Comune di Faenza, parlato con gli insegnanti presenti e con i ragazzi della secondaria. Al termine di ogni visita Taroni e Bedeschi hanno redatto un report di quanto osservato

8 12 gennaio:scuola dell’infanzia Charlot 16 gennaio: scuola primaria Tolosano 19 gennaio: Rodari – Cosina 23 gennaio : scuola secondaria di primo grado Europa 26 gennaio : scuola sec0ndaria di primo grado - Strocchi 30 gennaio :Scuola primaria Alberghi Reda scuola secondaria di primo grado- Reda

9 2 febbraio: scuola dell’infanzia Panda 9 febbraio: scuola primaria Don Milani 10 febbraio: scuola primaria De Amicis – Granarolo 13 febbraio: scuola primaria Gulli 20 febbraio :scuola dell’infanzia Girasole 23 febbraio : scuola dell’infanzia Giardino dei sogni 27 febbraio: scuola primaria Tolosano (con genitore) 2 marzo : scuola primaria Pirazzini 4 marzo : scuola primaria Martiri di Cefalonia 5 marzo : scuola primaria Martiri di Cefalonia- plesso Bendandi 6 marzo : scuola dell’infanzia Dente di Leone scuola dell’infanzia Stella Polare 12 marzo : scuola dell’infanzia Arcobaleno

10 Aspetti positivi Spazi per la refezione totalmente adeguati dal punto di vista dello spazio e della pulizia in tutte le scuole visitate. Il personale è adeguato nel numero ed il servizio si è rivelato professionale e celere (anche nelle emergenze). Notevole il contributo degli insegnanti.

11 Lati negativi Spreco di pane Verdure poco assaggiate( a volte subito cestinate); Pasta fredda: classi che si presentavano in mensa senza preavviso dopo 15 minuti. Mangiare in sezione ( quando possibile l’utilizzo della mensa) “ Nonostante ci siano a disposizione numerosi spazi per la refezione alcune classi hanno optato per il consumo del pasto in aula. Scelta discutibilissima sotto diversi punti di vista in quanto i bambini non possono godere di uno spazio adeguato ed in compagnia ma sono costretti a stare sui banchi dove sono stati magari tutta la mattina. ’’

12 Nonostante la suddivisione in turni, ci sono comunque situazioni di contemporaneità che forse non dovrebbero esserci. Piatto unico non gradito: “ se ad un bambino non piace la pasta così condita e la verdura oggi ha come una chance il pane con l’olio : in una scuola con modello orario a tempo pieno, è dura arrivare alle con la colazione del mattino e la merenda di metà mattina”.

13 “Abbiamo come al solito dialogato sulla qualità del servizio con le docenti compresa la referente mensa. Ci erano giunte voci, tramite canali non ufficiali, di scontentezza presso diversi genitori. Le docenti presenti oggi invece si sono dimostrate soddisfatte del servizio e nessuna ha riferito di aver ricevuto lamentele ufficiali. La referente(della scuola dove eravamo in visita) ritiene questa cosa inaccettabile e provvederà a reperire informazioni in merito.

14 Educazione a non sprecare nel rispetto delle norme Informazione corretta e puntuale COLLABORAZIONE FATTIVA istituzioni - famiglia – fornitori servizi

15 Stagionalità dei prodotti proposti: schede dei frutti … Mantenimento di un menù ( o vari piatti su più giornate) legati al territorio ( frutti dimenticati?). Merenda a km zero. …………………………………………………… A voi la parola


Scaricare ppt "Il nostro ruolo Funzioni e compiti della Commissione mensa Chi siamo e cosa abbiamo fatto cosa abbiamo visto Suggerimenti Proposte di educazione alimentare."

Presentazioni simili


Annunci Google