La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dopo guerra molto dfficile per l’ Italia La rivoluzione russa fa crescere le speranze nelle classi operaie (Biennio Rosso 1919-20) Spaccature interne.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dopo guerra molto dfficile per l’ Italia La rivoluzione russa fa crescere le speranze nelle classi operaie (Biennio Rosso 1919-20) Spaccature interne."— Transcript della presentazione:

1

2 Dopo guerra molto dfficile per l’ Italia La rivoluzione russa fa crescere le speranze nelle classi operaie (Biennio Rosso ) Spaccature interne nei maggiori partiti Mussolini sfrutta questa situazione per prendere potere: Alcuni seggi nelle elezioni del /10/1922: Marci su Roma, Mussolini capo del governo

3 Nel 1924 vince maggioranza assoluta al parlamento, opposizione di Matteotti che venne rapito e assassinato, dopo un periodo di silenzio, Mussolini ne prende le responsabilità. Dal 1925 riforme: Potere legislativo Divieto di sciopero Chiusi tutti i partiti e polizia politica contro gli oppositori (OVRA) Sindaci sostituiti da podestà Viene creata la milizia volontaria per la sicurezza nazionale Dal 1926 PNF unico partito Negli anni 30 viene creato l’IRI che nazionalizza banche e industrie in difficoltà

4 Mussolini vuole controllare tutti gli aspetti della società. Propaganda e associazioni per il tempo libero 1929: accordo con la Chiesa Ottobre 1938: leggi raziali 1939: patto d’ acciaio

5 La guerra scoppiò nel 1939 e l’ Italia entrò nel 1940 con la Germania Attaccò nel mediterraneo, in Grecia e sul fronte africano, ma senza l’ aiuto della Germania avrebbe ottenuto solamente sconfitte. A partire dal 1942 l’ andamento della guerra cambiò a favore degli alleati che il 10 luglio 43 sbarcarono in Sicilia. In Italia aumentano i prezzi e crebbe il malcontento nei confronti del regime. Il 15 luglio 43 il Gran Consiglio del Fascismo fa dimettere Mussolini che viene arrestato. Nuovo governo Badoglio, armistizio 8 settembre 43

6 Italia divisa : Nord: repubblica Sociale Italiana (Salò) guidata da Mussolini che era stato liberato dai tedeschi Sud: governo di Badoglio appoggiato dal re e dagli americani

7 Dopo l’ armistizio nacquero spontaneamente i primi gruppi partigiani che successivamente furono organizzati in brigate dai rinati partiti. Nacque il CLN per coordinare le varie azioni. I partigiani compivano azioni di guerriglia, attaccavano piccoli gruppi, e scappavano in montagna e nei boschi In città i GAP operavano con sabotaggi e attentati. Le donne facevano da staffette e la maggior parte della popolazione aiutava e proteggeva i partigiani.

8 Per rispondere alle azioni partigiane, tedeschi e fascisti attuavano rappresaglie. Le più famose sono quelle delle Fosse Ardeatine, di S Anna di Stazzema e di Marzabotto Nella primavera del 45 alleati e partigiani avevano liberato l’ Italia fino all’ altezza di Bologna, Genova e Ravenna. Il 25 aprile il CLN ordinò l’ occupazione delle città Mussolini venne arrestato il 28 aprile mentre fuggiva verso la Svizzera e fucilato il giorno seguente.

9 Fuori dall’ Italia la guerra continuò. Nell’ agosto del 45 gli americani lanciarono 2 bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki che portarono alla resa del Giappone il 2 settembre


Scaricare ppt "Dopo guerra molto dfficile per l’ Italia La rivoluzione russa fa crescere le speranze nelle classi operaie (Biennio Rosso 1919-20) Spaccature interne."

Presentazioni simili


Annunci Google