La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Attività di sorveglianza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Attività di sorveglianza."— Transcript della presentazione:

1 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Attività di sorveglianza e controllo delle malattie infettive Roberto Raso SeREMI AGGIORNAMENTI SULLE ATTIVITA’ DI SORVEGLIANZA E CONTROLLO DELLE MALATTIE INFETTIVE IN SANITA’ PUBBLICA 20 dicembre 2007 Centro Incontri Regione Piemonte Torino

2 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorvegliare Analizzare Interpretare Diffondere i risultati Decidere Valutare Impatto degli interventi Rivalutare/correggere intervenire Conoscere per agire

3 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Gravità individuale della malattia esiti durata costo sociale, economico Gravità collettiva della malattia diffusione quale peso ? in quale contesto ? di malattia di salute di percezione ……. e decidere:

4 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive WHO - Top ten causes of death. Fact sheet N 。 310 / February 2007 Su mille morti nel mondo, nel 2002, il WHO stima:

5 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive 0,8% di tutte le cause di morte (95.532) Cause di morte 2001 e

6 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Accessi ai Pronto Soccorsi e DEA: ,8% di tutti gli accessi

7 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive 1,2% delle diagnosi principali di dimissione ( ) 3,4% di tutte le diagnosi di dimissione ( ) diagnosi principali di dimissione ospedaliera: SDO 2006

8 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Quale peso nella popolazione? Alcune malattie infettive. 2003

9 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Quale peso nella popolazione? Alcune malattie infettive. 2006

10 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive MTAZoonosi/Vettori Pat. Specifiche TB HIV/AIDS Inf. Invasive ……. Inf. Ospedaliere Pat. emergenti Mal. Prev.Vaccino Med Viaggi San. AnimaleSIAN SeREMI-SIMI SISP CRRMTA- MTA - MST-IST

11 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive San. Animale SIAN SISP SeREMI-SIMI CCR MTA - MTA e i servizi Integrare orientare coordinare le attività

12 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Unione Europea Integrazione dei network europei e dei sistemi esistenti nei diversi Paesi Realizzazione di sistemi di allerta rapida Standardizzazione dei metodi European Surveillance System (TESSy). Realizzazione di un sistema di sorveglianza routinario delle malattie individuate dalla Decisione della Commissione (2000/96/EC and 2003/534/EC). Sarà la principale piattaforma per tutte le attività di sorveglianza della UE. Communicable diseases networks Basic Surveillance Network (BSN) European Antimicrobial Resistance Surveillance System (EARSS) European Influenza Surveillance Scheme (EISS) European Laboratory Working Group on Diphtheria (ELWGD) European Network for Diagnostics of Imported Viral Diseases (ENIVD) International surveillance network for the enteric infections (ENTER-NET) European Programme for Intervention Epidemiology Training (EPIET) Scientific Evaluation on the Use of Antimicrobial Agents in Human Therapy (ESAC) European Surveillance of Sexually Transmitted Infections (ESSTI) European Union Invasive Bacterial Infections Surveillance (EU IBIS) European bulletin on communicable disease (EUROSURVEILLANCE) European Centre for the Epidemiological Monitoring of AIDS (EUROHIV) Surveillance of tuberculosis in Europe (EUROTB) Surveillance Community Network for Vaccine Preventable Infectious Diseases ( EUVAC.NET ) The European Working Group for Legionella Infections (EWGLI) Hospitals in Europe Link for Infection Control through Surveillance (HELICS) Inventory of Resources for Infectious Diseases in Europe (IRIDE) Early Warning And Response System For Communicable Diseases (EWRS)

13 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Italia e Piemonte. Integrazione tra sistemi informativi: sviluppo di sistemi basati sul web e loro integrazione Sviluppo e sperimentazione di un sistema piemontese via web Sperimentazione del sistema nazionale via web per le notifiche e gli alert Sviluppo e sperimentazione di una interfaccia tra i due sistemi ministero Server (Database) Nazionale Server (Database) Regionale regione asl Dati (nazionali e regionali) (Database locale) (report regionali) Altri sistemi Alert, controlli, report, avvisi UE WHO …. Alert, …… Dati nazionali Possibilità di “colloquio” tra differenti sistemi di sorveglianza e alert Possibilità di sviluppi autonomi locali, nazionali e internazionali Area funzioni Nazionali Area funzioni Nazionali Area funzioni Regionali Area funzioni ASL

14 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive “Definizione e strutturazione della interfaccia tra la Regione PIEMONTE ed il Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CCM)”: Capacità di risposta alle emergenze di Salute Pubblica Proseguire le azioni di integrazione delle risorse per la risposta rapida e adeguata a differenti tipologie di urgenze ed emergenze in Salute Pubblica Rivedere ed adeguare il sistema delle reperibilità finalizzato alla gestione di risposte rapide Pianificare interventi sulla base di una metodologia comune per la individuazione e il governo delle priorità Migliorare l’integrazione delle attività di sorveglianza Migliorare l’organizzazione e le capacità comunicative con la popolazione e i media Elaborare criteri ottimali per il miglioramento delle azioni di comunicazione intersettoriale

15 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Ricerca sanitaria finalizzata sulla efficacia e sicurezza della vaccinazione antinfluenzale Infezioni nosocomiali Progetto Vaccine Library Raccolta centralizzata e sistematizzata di evidenze sull’efficacia e sicurezza dei vaccini. Diffusione delle più esaustive ed autorevoli revisioni disponibili e una lista degli studi RCT, Coorte e Casi-Controllo, con una loro descrizione e sintesi Partecipazione al progetto INFOSS: revisione delle linee guida esistenti su otto temi di maggior interesse. Revisione sistematica sulla efficacia e sicurezza della vaccinazione antinfluenzale negli adulti Revisione sistematica sulla valutazione sull’impatto dell'influenza sulla popolazione generale

16 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Zoonosi, Malattie Trasmesse dagli Alimenti

17 CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA colera; febbre gialla; febbre ricorrente epidemica; febbri emorragiche virali (febbre di Lassa, Marburg, Ebola); peste; poliomielite; tifo esantematico; botulismo; difterite; influenza con isolamento virale; rabbia; tetano; trichinosi; CJD CLASSE SECONDA blenorragia; brucellosi; diarree infettive non da salmonelle; epatite virale A; epatite virale B; epatite virale NonA-NonB; epatite virale non specificata; febbre tifoide; legionellosi; leishmaniosi cutanea; leishmaniosi viscerale; leptospirosi; listeriosi; meningite ed encefalite acuta virale meningite meningococcica; morbillo; parotite; pertosse; rickettsiosi diversa da tifo esantematico; rosolia; salmonellosi non tifoidee; scarlattina; sifilide; tularemia; varicella. CLASSE TERZA CLASSE TERZA flussi informativi particolari e differenziati AIDS; lebbra; malaria; micobatteriosi non tubercolare; tubercolosi ; sindrome/infezione da rosolia congenita. CLASSE QUARTA CLASSE QUARTA focolai epidemici, dermatofitosi (tigna); infezioni, tossinfezioni ed infestazioni di origine alimentare; pediculosi; scabbia. CLASSE QUINTA Malattie non comprese nelle classi precedenti e zoonosi indicate dal regolamento di polizia veterinaria. In rosso le zoonosi comprese nel SIMI

18 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Direttiva CE 2003 sulle misure di sorveglianza delle zoonosi e agenti zoonotici (GU aprile 2006) 1.Popolazione animale (allevamenti, capi, metodi di produzione) 2.Indagini effettuate (unità epidemiologiche, risultati di laboratorio, distribuzione geografica.. ) 3.Sorveglianza resistenze 4.Numero focolai tossinfezione alimentari, numero casi implicati nel focolaio, esiti 5.Agente e sierotipo 6.Prodotti alimentari implicati nel focolaio e altri veicoli 7.Tipologia luogo produzione, acquisizione, consumo dell’alimento Tra le informazioni richieste: Coordinamento e Integrazione dei Servizi coinvolti: veterinaria, MTA, sorveglianza malattie infettive, controllo alimenti….

19 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Tubercolosi

20 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Notifiche di TB tra residenti piemontesi per abitanti

21 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Collaborazione al progetto nazionale TB-SORV, coordinato dall’Emilia-Romagna Sistema di segnalazione dai laboratori Monitoraggio dell’esito del trattamento Sorveglianza delle farmacoresistenze Ridefinizione della scheda di notifica Realizzazione di un pacchetto formativo Raccomandazioni sull’uso dei test immunologici su sangue per la diagnosi di infezione tubercolare latente Aggiornamento linee guida lavoratori sanità

22 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive HIV/AIDS

23 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive CENTRI DI CURA DI MALATTIE INFETTIVE Sorveglianza, prevenzione, diagnosi e cura dell’infezione da HIV CONSULTA REGIONALE AIDS Ufficio TD-AIDS Regionale SEREMI Associazioni Medici SerT Case Alloggio SEREMI ASL 20 Alessandria

24 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive

25

26

27 Diminuzione di nuove diagnosi 1.Effetto del controllo e cura delle IST in Piemonte 2.Effetto delle terapie

28 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive

29 Alta percentuale di nuovi casi che arrivano tardi alla diagnosi Facilitare l’accesso all’esecuzione del test e ridurre la latenza tra diagnosi e presa in cura

30 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive

31 Implementare le strategie di intervento sul fronte della lotta alla diffusione dell’infezione da HIV a partire dalla lotta alle IST I nuovi casi sono a trasmissione sessuale in particolare a trasmissione eterosessuale

32 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorveglianza, prevenzione, diagnosi e cura dell’infezioni da HIV e AIDS Istituzione di un Gruppo di Lavoro Regionale per la “ Lotta alla diffusione dell ’ infezione da HIV/AIDS: l ’ offerta del test HIV ” Distribuzione di uno strumento di informazione e di comunicazione: DVD “ Aids: se domani …” Facilitare l ’ accesso ai servizi: individuare e chiarire nodi legali, di privacy, organizzativi. Definire: strategie, priorit à, programmi di intervento e realizzazione di obiettivi Formazione: intervento di Counselling nella comunicazione pre e post test HIV

33 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Infezioni Sessualmente Trasmesse

34 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorveglianza, prevenzione, diagnosi e cura delle Infezioni Sessualmente Trasmesse (IST) Rete dei Centri MST : visite 57% donne, età media 31 53% maschi, età media 36 65% italiani 64% media superiore o laurea 60% positivo per IST Patologie più frequenti: condilomi, chlamydia, gonorrea, herpes genitale Uso regolare preservativo --> 5% Mai effettuato Test HIV --> 37%

35 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Centri a bassa soglia, gratuità, approccio sindromico, multidisciplinarietà 2007Apertura Centri IST di Cuneo e Verbania Ampliamento della rete 2007Apertura primo Punto IST al poliambulatorio di Collegno 2008…Sviluppo Rete dei PIST

36 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Legionellosi

37 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Sorveglianza e controllo della Legionellosi nosocomiale Gruppo di lavoro Regionale: Raccomandazioni per il controllo e la sorveglianza nelle strutture sanitarie.

38 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Medicina dei viaggi MTA Vaccinazioni 7 focolai segnalati (22 casi) 25% stranieri 38% con nome e cognome non italiani Epatite A

39 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Medicina dei viaggi internazionali: attivit à vaccinali e di counselling monitoraggio e sviluppo dell ’ utilizzo del software per l ’ attivit à MVI monitoraggio delle attivit à vaccinali e di counselling e della corretta gestione degli archivi

40 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Malattie prevenibili con vaccino

41 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Piano Nazionale della Prevenzione (PNP ) Area Vaccinazioni effettuate ricognizioni su sistemi informativi dei servizi vaccinali qualit à dei servizi vaccinali piemontesi 1. Rete regionale delle anagrafi vaccinali 2. Completamento del PNEMRc 3. Potenziamento dell’offerta ai soggetti ad alto rischio 4. Promozione della qualità dell’offerta vaccinale Proseguita l ’ attivit à del PNEMRc con monitoraggio degli obiettivi e definite le raccomandazioni regionali per la campagna di vaccinazione antinfluenzale

42 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Meningite meningococcica

43 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive

44

45

46

47 Nuova sorveglianza speciale Nazionale delle infezioni batteriche invasive ridefinizione/adeguamento dei dati e flussi della sorveglianza piemontese

48 Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive fine


Scaricare ppt "Servizio di riferimento Regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Attività di sorveglianza."

Presentazioni simili


Annunci Google