La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Piani regionali di prevenzione il sostegno del Cnesps 17 dicembre 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Piani regionali di prevenzione il sostegno del Cnesps 17 dicembre 2009."— Transcript della presentazione:

1 Piani regionali di prevenzione il sostegno del Cnesps 17 dicembre 2009

2 Livello istituzionale: quadro generale del progetto Ccm - Passi passaggio dell'uso dei dati a livello locale e anche a livello nazionale – relazione con i Piani di Prevenzione Regionali alleanze con altri progetti/sistemi rivolti allo stesso target di popolazione: Igea, Cuore, Screening, Alcol perché i dati di PASSI siano di appoggio a vari filoni Esempi di buon funzionamento o utilizzo : quando Passi si mostra flessibile e recettivo (pandemia) quando entra in rapporto con l'istituzione regionale: Puglie quando si integra a programmi di prevenzione: Igea L'incontro di oggi

3 Il nuovo piano di prevenzione - 1 Principi Basato su dati epidemiologici (profili di salute) e priorità Centrato sulla persona (cittadino al centro) Meno autoreferenzialità Basato e che produce evidence Ruolo centrale delle regioni, funzione di stewardship del MS Ampliamento interlocutori (oltre il binomio sistema salute--cittadino) Indicazione di aree di attività, non di azioni

4 I piani di prevenzione - 2 Struttura Analisi di contesto in ogni regione Diverse aree (Medicina Predittiva, Prevenzione Universale, Prevenzione in gruppi a rischio, Prevenzione di Complicanze) Numerosi obiettivi di area (quanti?) Linee di azione (supporto) centrali Interventi normativi Interventi comunicazione Accordi interministeriali Costruzione e verifica PRP/PNP Piani regionali (1 per regione comprendente differenti programmi/progetti) su area/temi scelti dalle singole regioni

5 Le sorveglianze: parte integrante del Piano Nazionale della Prevenzione

6 Sorveglianza di patologie, determinanti e rischi per la salute: obiettivo del PNP Sotto Obiettivi Promuovere le pratiche di provata efficacia Implementare i sistemi di sorveglianza di popolazione Realizzare profili di salute Linee di Supporto Centrale creare network per lo sviluppo del PNP favorire attuazione di PASSI, PASSI dArgento e Okkio Linee di intervento Regionale Comunicare e diffondere i dati derivanti dai profili di salute Creare network regionali per lo sviluppo del PNP Produrre in maniera integrata basi dati Analizzare i bisogni e i rischi della popolazione, Definire priorità, obiettivi e interventi sanitari, ambientali e sociali, Valutare limpatto sulla salute degli interventi realizzati Realizzare la sorveglianza di popolazione e Attività di comunicazione dei risultati della sorveglianza

7 Sorveglianza menzionata nellintesa Stato-Regioni e tra i prerequisiti del PNP i. Continuità con il PNP ; ii.Sviluppo una quota consistente di linee di intervento del PNP ; iii. Coinvolgimento di una significativa quota della popolazione target, per linea; iv. messa a regime, con le risorse del PNP, della sorveglianza prevista dal PNP : strumento essenziale di monitoraggio, valutazione e programmazione del Piano.

8 La collaborazione del CNESPS Richiesta collaborazione a CNESPS da regioni e MS/CCM (maggio) Approvazione Presidente ISS (giugno) Presentazione a CIP piano collaborazione (giugno) Approvazione CIP/CCM a piano CNESPS (luglio) Presentazione e approvazione CIP parte formativa del piano di collaborazione (novembre) Pianificazione con il CNESPS + CCM/MS(OGGI) PNP: Indicazione di aree di attività, non di azioni

9 Cosa fa il Cnesps Coordinamento in Passi, Passi dArgento, Okkio e HBSC Formazione nella sorveglianza di popolazione Supporto e coordinamento della comunicazione dei dati della sorveglianza

10 Cosa farà il CNESPS per il PNP: Fornire supporto a MS e Regioni per la preparazione e la realizzazione dei PRP Attività prevista (1)Creazione di un gruppo tecnico (CNESPS, CCM/MS, Regioni, 11 persone) (2)Creazione di una comunità di pratica per l'autoformazione e la messa a punto dei PRP (3)Supporto all'elaborazione e realizzazione di un piano di monitoraggio e valutazione dei PRP

11 Fornire supporto a MS e Regioni per la preparazione e la realizzazione dei PRP Progetto CNESPS: Fornire supporto a MS e Regioni per la preparazione e la realizzazione dei PRP Linee di strategia (1) Creazione di un gruppo tecnico (CNESPS, CCM/MS, Regioni, 11 persone) (2) Creazione di una comunità di pratica per l'autoformazione e la messa a punto dei PRP (3) Supporto all'elaborazione e realizzazione di un piano di monitoraggio e valutazione dei PRP

12 Progetto CNESPS: 1. Creazione di un gruppo tecnico (CNESPS, CCM/MS, Regioni: 11 persone) Preparazione: identificazione operatori CCM/MS(3), CNESPS (3) e Regioni (5) Incontro per definizione dei ruoli e preparazione del piano operativo Piano operativo: Modalità e obiettivi formazione e autoformazione operatori regionali incaricati dei progetti di prevenzione Modalità funzionamento e obiettivi della piattaforma Definizione di un modello condiviso di testo di progetto Supporto alla verifica di coerenza delle azioni centrali (pre-requisiti e no) ai PRP Definizione criteri per la valutazione ex ante Definizione criteri e modalità del monitoraggio dei piani e delle azioni centrali Definizione di criteri, standard e modalità della valutazione di processo e indicazioni per quella di efficacia

13 Fornire supporto a MS e Regioni per la preparazione e la realizzazione dei PRP Progetto CNESPS: Fornire supporto a MS e Regioni per la preparazione e la realizzazione dei PRP Linee di strategia (1) Creazione di un gruppo tecnico (CNESPS, CCM/MS, Regioni, 11 persone) (2) Creazione di una comunità di pratica per l'autoformazione e la messa a punto dei PRP (3) Supporto all'elaborazione e realizzazione di un piano di monitoraggio e valutazione dei PRP

14 OBIETTIVO 1 OBIETTIVO 1 : Attivare una comunità di pratica, offrendo appoggio metodologico (tecniche di PCM, uso evidence) allo scopo di facilitare la preparazione/monitoraggio dei progetti per il piano regionale di prevenzione Modalità: Mandato agli operatori prevedibilmente nel complesso Workshop iniziale con responsabili PNP, CCM per la condivisione di metodi e obiettivi Lavoro sul campo sui progetti del PRP Percorso blended per un totale di 4 mesi di percorso Titolo universitario (certificato di alta formazione universitaria) Creazione di una comunità professionale per favorire lo sviluppo e la realizzazione di PRP confrontabili nei metodi e nei risultati

15 Piano Regionale di Prevenzione Profilo di salute Priorità Programma 2 Progetto 2.1 Progetto 2.2 Progetto 2.4 Progetto 2.3 Programma 1 Progetto 1.1 Progetto 1.2 Progetto 1.3 Programma 3 Progetto 3.1

16 Comprendere lambiente, i sistemi e lazione umana Identificare i gruppi di interesse e la comunità Effettuare lanalisi di contesto Costruire lalbero dei problemi dei problemi Costruire lalbero degli obiettivi degli obiettivi Effettuare lanalisi delle alternative Cercare le prove di efficacia Costruire il quadro logico e gli indicatori Costruire il modello logico Identificare i pacchetti di attività Comporre il cronogramma Elaborare il piano di valutazione Redigere il testo del progetto e effettuare la valutazione ex-ante Centrare i beneficiari

17 Percorso di formazione della CP alle tecniche del PCM PCM nella prevenzione Corso sul PCM applicato ai PRP Formazione sul campo (+piattaforma) preparazione Progetti Regionali Prevenzione Workshop Workshop finale valutazione 5 giorni 2 mesi 2-3 giorni 2 mese 2 giorni 4 mesi

18 Da Formez, modificato CIPCCM/MS CNESPS CNESPS/Esterno Regioni CCM/MS CNESPS Gruppo Tecnico

19 OBIETTIVO 2 OBIETTIVO 2: Formare 1-2 operatori per regione su alcune core competencies (ECDC) di supporto alla realizzazione dei PRP Modalità: Identificazione partecipanti per ogni regione interessata alla formazione Mandato agli operatori prevedibilmente 20 nel complesso Workshop iniziale con responsabili PNP, CCM per la condivisione di metodi e obiettivi Aree di formazione orientate alla promozione della salute e dellepidemiologia applicata Percorso blended per un totale di 18 mesi di percorso Titolo universitario (master II livello) Creazione di una comunità professionale per favorire lo sviluppo dellepidemiologia applicata alla prevenzione

20 Percorso modulare (aree indicative) Priorità di salute Sorveglianza epidemiologica Metodi epidemiologici Comunicazione Uso del software Promozione della salute Progettare/valuta re interventi Luso della evidence in salute pubblica Redazione articoli scientifici Uso dei flussi correnti di dati

21 Progetto CNESPS: Fornire supporto a MS e Regioni per la preparazione e la realizzazione dei PRP Linee di strategia (1) Creazione di un gruppo tecnico (CNESPS, CCM/MS, Regioni, 11 persone) (2) Creazione di una comunità di pratica per l'autoformazione e la messa a punto dei PRP (3) Supporto all'elaborazione e realizzazione di un piano di monitoraggio e valutazione dei PRP

22 Il CCM/MS nelle fasi del PNP Conclusione Ideazione/ Programmazione Post-interventoRealizzazione Momenti istituzionali CCM/MS sui piani regionali prevenzione Valutazione ex-ante Monitoraggio e valutazione di processo Valutazione efficacia

23 Effetti attesi per le regioni governance La governance dei piani regionali di prevenzione sarà facilitata grazie alla condivisione di metodi di gestione e sistema di misura dei risultati risultati I risultati dei progetti regionali di prevenzione si miglioreranno grazie allaumentata competenza dei propri operatori operatori competenti Le regioni partecipanti avranno a disposizione degli operatori competenti in diversi campi dellepidemiologia applicata e della gestione dei progetti da poter impiegare per iniziative diverse dai PRP. network operativo Un network operativo, costituito da operatori dei servizi sanitari, adeguatamente formati per realizzare le attività di gestione dei piani di prevenzione

24 Grazie per lascolto


Scaricare ppt "Piani regionali di prevenzione il sostegno del Cnesps 17 dicembre 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google