La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Marina Mengoli, Elisa Bonazzi e Stefano Tibaldi Arpa Emilia-Romagna Il ruolo delle Agenzie Regionali e Provinciali nella realizzazione dei bilanci ambientali:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Marina Mengoli, Elisa Bonazzi e Stefano Tibaldi Arpa Emilia-Romagna Il ruolo delle Agenzie Regionali e Provinciali nella realizzazione dei bilanci ambientali:"— Transcript della presentazione:

1 Marina Mengoli, Elisa Bonazzi e Stefano Tibaldi Arpa Emilia-Romagna Il ruolo delle Agenzie Regionali e Provinciali nella realizzazione dei bilanci ambientali: l’esperienza di ARPA Emilia-Romagna Arpa Emilia-Romagna

2 Intervento diviso in due parti:  Contabilità e Bilancio ambientale: i contesti e la progettualità nazionali e regionali (E-R)  Il Progetto RAMEA Arpa Emilia-Romagna

3 Bilancio ambientale A che cosa serve, che strumento è:  Serve a migliorare la gestione interna dell’ente - fornisce agli amministratori adeguate basi conoscitive per una gestione e pianificazione coordinata delle tematiche ambientali, per individuare le priorità  E’ strumento attraverso il quale l’Ente rendiconta ricadute ambientali delle attività dell’ente e sull’adempimento degli impegni presi  Mette in evidenza gli impegni e le politiche ambientali dell’ Amministrazione  Rendiconta attraverso indicatori fisici e monetari le politiche e le attività dell’Ente  Utilizza a sua volta la strumentazione della Contabilità ambientale Arpa Emilia-Romagna

4 Contabilità ambientale E’ un sistema che permette di rilevare, organizzare, gestire e comunicare azioni, informazioni quantitative e dati ambientali, espressi in unità fisiche e/o monetarie. E’ uno strumento per superare l’approccio tradizionale, basato sul rilevamento e sulla diffusione di indicatori ambientali peculiari di un territorio senza una loro contestualizzazione nel processo decisionale e politico dell’Ente, a favore di una ottica di reale “accountability”, in cui l’Ente rende conto ai suoi cittadini del costo e dell’efficacia della sua gestione dell’ambiente. Può essere applicato a qualunque organizzazione, pubblica (Stato, Enti Locali, ecc.) o privata. Arpa Emilia-Romagna

5 Contabilità ambientale La progettualità nazionale “ Tavolo Tecnico Interagenziale per i Bilanci Ambientali “ Attivato nel 2007 (in prosecuzione dell’attività svolta biennio 2005 – 2006) Costituito dai rappresentati di ISPRA/ARPA/APPA (per ARPAER: P. Cagnoli – M. Mengoli) Coadiuvato da un gruppo di PA “esperte” Obiettivi: armonizzare le esperienze del sistema agenziale in materia di CA e BA e fornire un modello di riferimento (modulare) per la loro applicazione Arpa Emilia-Romagna

6 Contabilità e Bilancio ambientale: il contesto regionale La Regione Emilia Romagna sottolineava l’importanza di strumenti che “descrivono lo stato dell’ambiente con rapporti, rendiconti e bilanci in grado di leggere la complessità dei sistemi ambientali, economici e sociali ed in grado di indirizzare la pianificazione e la programmazione degli enti” Nel 2° Piano di azione ambientale individuava tra gli ambiti di intervento diretto: “la promozione e il sostegno alle gestioni improntate all’efficienza ambientale delle amministrazioni locali”  Contabilità ambientale e reportistica di sostenibilità  Bilanci ambientali  GPP, EMAS Arpa Emilia-Romagna

7 Contabilità ambientale: esempio di progettualità regionale Programma regionale per l’incentivazione dei sistemi di contabilità ambientale nelle amministrazioni pubbliche Progetto realizzato da ARPA: SGI-SQE Beneficiari: 7 Province cui fanno capo 13 distinti progetti su Amministrazioni (Province, Comuni, Comunità M., Ente Parco) singole o associate tra loro Avviato 2007 – in conclusione 2009 Arpa Emilia-Romagna Obiettivi: Applicazione della Contabilità Ambientale sulle amministrazioni beneficiarie e predisposizione di linee guida per l’applicazione della CA in generale in Emilia Romagna

8 Realizzazione del bilancio ambientale dell’accordo di programma RER-Province-Comuni sulla qualità dell’aria Realizzato da ARPA: SGI-SQE – Ingegneria Ambientale – CTR ARIA In riferimento agli Enti locali sottoscrittori dell’Accordo di Programma sulla Qualità dell’aria: - 9 Province - 9 Comuni Capoluogo - 4 Comuni con più di abitanti Avvio nell’anno in corso BA AQA 2005 – 2006 BA AQA 2006 – 2007 BA AQA 2007 – 2008 (in realizzazione) Arpa Emilia-Romagna Bilanci ambientali: esempio di progettualità regionale

9 BA AQA: Struttura logica della rendicontazione POLITICHE ED IMPEGNI MISURE E ATTIVITA’ SISTEMA DEGLI INDICATORI POLITICHE RISPOSTA OBIETTIVI PRIORITARI MISURA 1 Indicatori di esito Indicatore 1 Indicatore 2 Indicatore 3 ………….. OBIETTIVI PRIORITARI MISURA 3 MISURA 4 MISURA 2 Arpa Emilia-Romagna Indicatori di realizzazione Indicatore 1 Indicatore 2 Indicatore 3 …………..

10 Obiettivo a breve del BA AQA  realizzare uno strumento a disposizione degli Amministratori locali per:  monitorare la realizzazione degli impegni sottoscritti,  valutare l’efficacia (p. es. costi/benefici) delle azioni contenute nell’Accordo di Programma sulla Qualità dell’Aria,  orientare le politiche per le successive stesure dell’Accordo e favorire il coordinamento tra gli Enti coinvolti. Obiettivo su scala pluriennale del BA AQA  mettere a regime il Bilancio Ambientale sull’Accordo di programma  consolidando la condivisione,  rafforzando e mettendo a sistema la raccolta dei dati e validando la filiera di produzione dei data base,  allineando processo di programmazione, di controllo e di decisione istituzionale (orientare l’utilizzo delle risorse). Arpa Emilia-Romagna

11 Evoluzione prossima del progetto BA AQA Adattamento della metodologia ai Piani di Risanamento provinciali della Qualità dell’aria ( ) Analogie tra AQA e Piani Coincidenza di:  Matrice  Approccio (Intersettoriale: ambiente, urbanistica, mobilità …)  Declinazione (Politiche/Obiettivi/Azioni) In fase di studio di fattibilità Applicazione, in sinergia con Life Cycle Analysis, alla realizzazione del Bilancio della CO2 delle aree verdi dell’Emilia Romagna Arpa Emilia-Romagna

12 Sistema di Supporto alle Decisioni per lo Sviluppo Sostenibile Regionale Arpa Emilia-Romagna

13 Regional Accounting Matrix including Environmental Accounts Matrice regionale di contabilità che comprende elementi di contabilità ambientale Arpa Emilia-Romagna RAMEA

14 RAMEA (Regional Accounting Matrix including Environmental Accounts) Interreg IIIC (4 regioni, 7 partner) -Emilia-Romagna (IT) -Malopolska (PL) -Noord-Brabant (NL) -South-East England (UK) Caratteristiche: -Coerenza con metodologia NAMEA -Dati statistici ufficiali -Sistema internazionale standardizzato RAMEA é l’adattamento regionale di una matrice NAMEA: EU Open Days - Bruxelles, 10/ invito della CE – DG Ambiente Interreg IVC (7 regioni, 10 partner) - proposta di progetto: “RAMEA net” - Arpa Lead partner

15 ­Sviluppata da Statistics Netherlands (CBS) negli anni ’90, ha origine dalle analisi economiche di W. Leontief (1970); ­Identificata come strumento di contabilità ambientale prioritario dall’ UE - COM (94) 670; ­Standardizzata da Eurostat (2004): “NAMEA for air emissions – Compilation Guide”; ­Sviluppata a livello regionale in Europa (Interreg IIIc ): Regional NAMEA; ­3 obiettivi: monitoraggio, confronto, previsione, in termini di performance economiche e ambientali. NAMEA (National Accounting Matrix including Environmental Accounts)

16 5. CONFRONTARSI per acquisire consapevolezza dei fattori di forza e debolezza 1. CORRELARE le attività economiche alle pressioni ambientali (es. emissioni inquinanti) 2. ELABORARE un sistema contabile per valutazioni a consuntivo e a preventivo delle politiche regionali 3. IDENTIFICARE indicatori utili a supportare le strategie regionali 4. INDIVIDUARE strategie di sviluppo vantaggiose per l’ambiente RAMEA RAMEA come sistema di supporto alle decisioni

17 1. CORRELARE le attività economiche alle pressioni ambientali -3 anni: 1995, 2000, 2003 (valori in %) -33 settori economici (30 industrie + 3 tipologie di consumi delle famiglie) -Produzione, Valore Aggiunto, Consumi finali (in EUR) -21 emissioni inquinanti in aria (in unità fisiche): GHG, Acidificazione, Qualità dell’aria -Matrici Input-Output Reg. Acc. Mat. Environm. Acc.s

18 Ramea come sistema rigoroso di Contabilità Ambientale per il monitoraggio a consuntivo delle politiche regionali (core set indicators) Ramea per valutazioni a preventivo e quantificazione degli effetti economico-ambientali di piani e programmi regionali (strumento di VAS) 2. ELABORARE un sistema contabile per valutazioni a consuntivo e preventivo

19 3. IDENTIFICARE indicatori utili a supportare le strategie regionali %

20 RAMEA Dati storici Baseline Scenario 1 Scenario 2 4. INDIVIDUARE strategie di sviluppo più vantaggiose per l’ambiente Esempio: Emissioni CO 2 di un piano per la qualificazione energetica di edifici civili nel South-East England. Lo strumento da diagnostico diventa predittivo

21 X p = CO 2 eq/Produzione (Ton/M€) 5. CONFRONTARSI per acquisire consapevolezza dei fattori di forza e debolezza

22 Es. Indicatore di Intensità = Pressione/Determinante Intensità di emissione dei Gas serra (GHG) X p = Emissioni / Produzione [CO 2 eq. / Kg] X va = Emissioni / Valore Aggiunto [CO 2 eq. / €] RAMEA come database di indicatori di eco-efficienza

23 - Strumento pronto per essere usato - Sistema integrato di contabilità ambientale (indicatori correlati e affidabili) - Feedback positivi (da UE e a livello internazionale) - Supporto alle decisioni e valutazioni di piani (a consuntivo, previsionali e per confronti) - Mancanza (sino ad oggi?) di linee guida nazionali chiare e di un coinvolgimento convinto nella contabilità ambientale - Necessità di cooperazione tra istituzioni per avere a disposizione dati aggiornati Fattori di Forza Fattori di Debolezza RAMEA: forza e debolezza

24 RAMEA per le valutazioni ambientali: -Report regionali in ambito di “sviluppo sostenibile” includendo valutazioni economico-ambientali -VAS di Piani e Programmi regionali -Allocazione dei Fondi Strutturali UE -Consapevolezza dei fattori di forza e debolezza regionali Estendere RAMEA a nuovi settori tematici: -Consumi di acqua, produzione di rifiuti e acque reflue, … -Indici di pressione ambientale (es. Impronta ecologica) -Possibilità di integrare social accounts RAMEA: opportunità per il futuro

25 Emilia Romagna: non solo Bilancio ambientale e contabilità ambientale Le Pubbliche Amministrazioni virtuose : Le Pubbliche Amministrazioni virtuose : 3 Province 13 Comuni 5 Comunità Montane 1 Ente parco Registrate EMAS 6 Province RER INTERCENTER ARPAER Risultati ad oggi: Tutte le Province hanno avviato l’Analisi degli Acquisti 4 Province hanno già definito una Politica di GPP 4 Province hanno fatto un Piano degli acquisti verdi 4 Province hanno già effettuato un acquisto (arredi scolastici) in progress bando divise polizia municipale Programma per la diffusione e l’applicazione del GPP in maniera coordinata sugli EE.LL, con definizione di criteri ambientali inseriti nelle specifiche di gara/capitolati per beni e servizi

26 Grazie per l’attenzione Arpa Emilia-Romagna

27

28 Gli Enti sono stati ripartiti in due gruppi secondo il criterio: Progetti ex-novo - Provincia di Ravenna (introduzione del bilancio ambientale) - Comune di Forlì (introduzione del bilancio ambientale) - Comune di Boretto (costruzione del sistema di contabilità ambientale integrato al SGA EMAS) - Provincia di Ferrara (diffusione dei sistemi di contabilità e del Bilancio Ambientale nel territorio) - Provincia di Piacenza e Comune di Fiorenzuola (introduzione sistema di contabilità ambientale) - Comunità Montana Appennino Parma Est (introduzione sistema di contabilità ambientale) - Parco dei Laghi (elaborazione di un modello di contabilità ambientale dedicato alle aree protette) Progetti con logica di integrazione (strumenti già applicati/filiera competenze) - Comune di Ravenna (integrazione e sviluppo del sistema di contabilità ambientale con altri strumenti: Piano Azione Agenda 21 Locale, Aalborg Commitments ed EMAS) - Comune di Quattro Castella (integrazione e sviluppo del sistema di contabilità con altri strumenti:EMAS) - Comune di Ferrara e Provincia di Ferrara (messa a regime del sistema di contabilità integrato ad altri strumenti:EMAS) - Provincia di Parma (integrazione del sistema di contabilità con altri strumenti: EMAS, Bilancio Sociale) - Comune di Bologna e Provincia di Bologna (sperimentazione, in riferimento ad alcune matrici ambientali comuni, di un sistema di rendicontazione integrata tra i due Enti - integrazione del sistema di contabilità con altri strumenti: EMAS)

29 Attività svolte da ARPA nell’ambito del progetto A) Rilevazione dello state dell’arte presentazione del quadro di stato metodologico e degli aggiornamenti in corso; supporto alla ricognizione in merito al livello di applicazione degli strumenti di contabilità ambientale in ambito regionale; B) Elaborazione di specifiche tecniche - indicazioni metodologiche e formazione mirata Supporto tecnico per l’impostazione locale del progetto, in particolare per gli Enti che sperimentano per la prima volta la contabilità ambientale, tramite predisposizione di materiale di start up per: presentato e condiviso in seminari in seminari rivolti agli enti beneficiari Formazione interna iniziale Modello per presentazione progetto in Giunta Linee guida per la analisi delle Politiche Ambientali; Format Riclassificazione Politiche Ambientali per Comuni/Province Format rilevazione politiche per i Comuni/Province

30 Attività svolte da ARPA nell’ambito del progetto..segue elaborazione di specifiche tecniche – indicazioni metodologiche e formazione mirata Approfondimento con gli Enti che hanno già adottato strumenti di sostenibilità e che intendono integrare questi ultimi con il Bilancio Ambientale su: -integrazione e semplificazione in relazione ad altri strumenti di gestione ambientale (EMAS); -definizione e gestione della qualità del dato -“Committment e Manutenzione” del sistema in riferimento alla adozione e gestione di strumenti di contabilità ambientale Due seminari dedicati ai conti monetari (esperti ISTAT e Clear)

31 Attività svolte da ARPA nell’ambito del progetto C) Supporto alla definizione e alla stesura di linee guida metodologiche Redazione del documento di sintesi del progetto rivolto alle PA dell’Emilia Romagna inquadramento di Contabilità ambientale e Bilancio ambientale nel contesto dell’Emilia Romagna raccolta delle indicazioni metodologiche messe a punto nel corso del progetto declinazione su scala regionale di una serie di passaggi chiave (“analisi di coerenza) delle Linee guida “BA negli Enti locali” (Tavolo tecnico Interagenziale ISPRA/ARPA/APPA). Contestualizzazione alla normativa regionale ed alla filiera della governance in Emilia Romagna

32 Contabilità ambientale: principali proposte legislative Nazionali  Legge quadro in materia di contabilità ambientale dello Stato, delle regioni e degli enti locali (ddl 188/2001 Giovanelli)  Norme in materia di contabilità ambientale nella pubblica amministrazione (ddl 958/2001 Specchia)  Legge quadro in materia di contabilità ambientale (ddl 900/2001 Turroni)  Legge quadro in materia di contabilità ambientale per gli enti locali e delega al Governo per la definizione delle caratteristiche dei documenti di contabilità ambientale (ddl 2385/2003 Moncada)  Legge delega al Governo in materia di contabilità ambientale (ddl Approvato dal Consiglio dei Ministri Cento)  Norme in materia di contabilità ambientale nella pubblica amministrazione (ddl 1162/2008 Saccomanno)  Delega al governo per l’istituzione di un sistema integrato di contabilità ambientale (ddl 2025/2208 Maino) Regionale  Progetto di Legge Regionale dell’Emilia Romagna “Promozione di strumenti di contabilità ambientale e di una politica di acquisti verdi per perseguire lo sviluppo sostenibile e la riforma della governance locale” (2006) Arpa Emilia-Romagna


Scaricare ppt "Marina Mengoli, Elisa Bonazzi e Stefano Tibaldi Arpa Emilia-Romagna Il ruolo delle Agenzie Regionali e Provinciali nella realizzazione dei bilanci ambientali:"

Presentazioni simili


Annunci Google