La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti” Seminario LLP 2007 – 2013 I progetti europei nella Scuola: dalle visite preparatorie alla loro valutazione Maria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti” Seminario LLP 2007 – 2013 I progetti europei nella Scuola: dalle visite preparatorie alla loro valutazione Maria."— Transcript della presentazione:

1 Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti” Seminario LLP 2007 – 2013 I progetti europei nella Scuola: dalle visite preparatorie alla loro valutazione Maria Teresa Calzetti

2 2009 anno europeo dell’innovazione e della creatività fare emergere la capacità di innovazione di cui sono artefici i protagonisti del mondo della formazione e dell’istruzione in Europa

3 LLP scambiscambi cooperazionecooperazione mobilitàmobilità sperimentazionesperimentazione ricercaricerca innovazioneinnovazione

4 4 programmi settoriali: Comenius Comenius istruzione scolastica Erasmus Erasmus istruzione superiore Leonardo Leonardo VET vocational education and training Grundtvig Grundtvig educazione adulti, apprendimento permanente

5 LLP dal 2009 individuale  mobilità individuale degli alunni Comenius Regio  partenariati Comenius Regio istruzione superiore  modernizzazione istruzione superiore campus virtuale  progetti di campus virtuale Erasmus Student Placement  Erasmus Student Placement: tirocini presso centri di ricerca, imprese: una nuova risorsa per l'impresa

6 visite preparatorie seminari contatto seminario di contatto  partecipazione ad un seminario di contatto organizzato da una AN per ricerca partners  visita  visita presso un istituto partner di un altro paese aderente a LLP per  definire  definire finalità, obiettivi, metodologia, ruoli, modalità di valutazione del futuro Partenariato contributocontributo per un membro del personale scuola scadenze 2009scadenze 2009: 5 giugno - 5 agosto - 5 ottobre - 5 dicembre

7 Partenariato multilaterale transnazionale Partner Partner Partner Coordinatore

8 lingua di lavoropartenariato  stesura del progetto nella lingua di lavoro del partenariato scuole coordinatrici  ogni Agenzia seleziona solo progetti delle scuole coordinatrici nazionali  scuole partner inviano all’Agenzia solo il modulo per verifica per adempimenti formalità scadenza 20 febbraio 2009

9 Priorità 2009 creatività e innovazione  creatività e innovazione  sviluppo sostenibile  imparare ad imparare  competenze chiave trasversali  apprend. precoce lingue, CLIL  competenze lettura e scrittura

10 Obiettivi operativi 2009 diversità diversità linguistica-culturale life-skills abilità per la vita (life-skills) mobilità incremento mobilità docenti studenti entro studenti entro 2013 lingue europee moderne potenziamento lingue europee moderne TIC pratiche innovative TIC innovazioni innovazioni metodologiche, pedagogiche, gestionali nelle scuole

11 aree tematiche 2009 le arti  le arti  apprendimento matematico e scientifico  apprendimento plurilingue  ed. ambientale  eredità culturale …  ICT  attività sportive

12 scuola italiana scuola straniera lo scambio di classe: più lingue e più culture

13 lo scambio di classe Obiettivi: apprendimento delle lingue  apprendimento delle lingue  lavoro comune in progetti multilaterali e multidisciplinari multilaterali e multidisciplinari  consapevolezza nel dialogo interculturale e diversità linguistica e diversità linguistica Struttura: Struttura:  scambio bilaterale di classe di almeno 10 giorni nel corso di 2 anni dai 12 anni in poi scadenza: 20 febbraio 2009

14 Partenariati Comenius REGIO cooperazione a struttura bilaterale tra responsabili di politiche educative di 2 regioni durata biennale 2 consorzi regionali 2 2 consorzi regionali di 2 paesi diversi: USR, Regione, comune capoluogo regionecoinvolgono almeno una scuola di ogni ordine e grado almeno un’organizzazione a livello locale : club giovanili o sportivi, associazioni di genitori/alunni, agenzie locali avviamento al lavoro, servizi consulenza, associazioni insegnanti, musei…..

15 la progettualità a quali bisogni della scuola risponde il progetto? chi sono gli attori del progetto? i ruoli coordinatore e partner sono definiti in modo specifico? esiste una coerenza fra obiettivi e attività? è esplicitata l’organizzazione dei tempi di lavoro?

16 Il progetto: costruire insieme pianificare con i partnerpianificare con i partner condividere obiettivicondividere obiettivi essere disponibili a negoziareessere disponibili a negoziare accordarsi su tematiche e metodologieaccordarsi su tematiche e metodologie darsi e rispettare tempi di lavorodarsi e rispettare tempi di lavoro definire criteri e strumenti di valutazionedefinire criteri e strumenti di valutazione ottimizzare le risorse disponibiliottimizzare le risorse disponibili

17 progetto caratteristiche del progetto  quali docenti sono coinvolti  quali discipline sono coinvolte  quanti allievi sono coinvolti  costituiscono uno o più gruppi classe o sono un gruppo misto  quale legame fra partenariato e i programmi delle singole discipline  quali criteri / procedure di valutazione

18 Il Ciclo di vita del progetto IDEAZIONE DEL PROGETTO PIANIFICAZIONE DEL PROGETTO CONCLUSIONE DEL PROGETTO (Prodotto) VALUTAZIONE E DISSEMINAZIONE DEL PROGETTO Valutazione iniziale Valutazione finale Processo di valutazione IMPLEMENTAZIONE DEL PROGETTO Monitoraggio

19 strumenti  quali strumenti di comunicazione strategie  quali strategie di interazione strategie  quali strategie di negoziazione lingue  quali lingue di comunicazione lingua di lavoro  quale lingua di lavoro  quale circolarità della comunicaz.ne la comunicazione

20 Chi valuta? ⊲ l’equipe interna ⊲ tutti i partecipanti all’esperienza ⊲ un’equipe tutoriale esterna Su quale pubblico porta la valutazione ? ⊲ insegnanti ⊲ allievi ⊲ personale direttivo ⊲ personale amministrativo ⊲ genitori ⊲ l’extra scuola ⊲ istituzioni di riferimento nazionali ed EU

21 come si valuta ? con auto ed eterovalutazione individuando indicatori adeguati osservazione griglie di osservazione riflessioneanalisi  schede di riflessione/analisi rilevazione dati  schede rilevazione dati ricerca azione  criteri di ricerca azione  questionari  interviste………

22 Scheda di riflessione sui lavori di gruppo  motivazione dei partner partecipanti  clima in cui si svolgono le attività  ruolo specifico assunto dal coordinatore  livello di collaborazione fra i partner  qualità e quantità delle interazioni  produttività del gruppo

23 valutazione in itinere  quali obiettivi sono stati raggiunti?  quali obiettivi non sono stati raggiunti? quali le cause ? quali le cause ?  la comunicazione nel gruppo è efficace?  la conduzione del coordinatore è efficace?  l’articolazione delle fasi di lavoro è ben strutturata?  la metodologia di lavoro é ben definita?

24  si sono verificati incidenti culturali durante lo scambio? incidenti culturali durante lo scambio?  quale vissuto nel gruppo studenti?  quale cambiamento di atteggiamento e comportamento durante lo scambio?  quali variazioni rispetto a quanto pianificato? al piano di mobilità presentato? lo scambio di classe

25 Indicatori di qualità congruità obiettivi con piano di attività piano di attività integrazione attività nel curriculum integrazione attività nel curriculum metodologia di lavoro ben definita metodologia di lavoro ben definita fasi di realizzazione rispettate fasi di realizzazione rispettate efficaci procedure di disseminazione dei efficaci procedure di disseminazione dei risultati risultati sinergia con altri contesti formativi sinergia con altri contesti formativi

26 criteri di successo il progetto entra a far parte della storia della scuola multidisciplinarità effettivamente realizzata coinvolgimento dei diversi attori dell’ istituzione scolastica buon livello di integrazione col territorio progetto con caratteristiche di trasferibilità

27 Semplificazione finanziaria  formulari semplificati validi per l’intero partenariato biennale  introduzione di contratti biennali con quote forfettarie basate sul numero delle mobilità  rendicontazione al termine del partenariato biennale

28 mobilità individuale docenti formazione in servizio formazione in servizio:  corso/seminario strutturato almeno 5 giorni lavorativi  corsi 1-6 settimane riqualificazione  riqualificazione  Job shadowing Banca Dati Comenius Grundtvig  Banca Dati Comenius Grundtvig

29 JOB SHADOWING  tirocinio  o periodo di osservazione in scuola /organizzazione settore istruzione presso centro per educazione adulti per scambio esperienze acquisizione nuove  strategie di insegnamento  modalità di valutazione

30 Job Shadowing ricerca di scuola aderente a programma LLP scuole partner - scuole gemellate - e-Twinning….scuole partner - scuole gemellate - e-Twinning….  invito da parte della scuola ospitante  programma giornaliero dettagliato nella sezione del modulo di candidatura  figura di contatto, sorta di tutor che accompagni il docente  job-shadowing reciproco è valore aggiunto

31 le date della mobilità 16 gennaio 2009 per attività16 gennaio 2009 per attività di formazione tra 01/04/09 e 31/08/09 di formazione tra 01/04/09 e 31/08/09 30 aprile 2009 per attività di formazione tra 01/09/09 e 31/12/0930 aprile 2009 per attività di formazione tra 01/09/09 e 31/12/09 15 settembre 2009 per attività di formazione tra 01/01/10 e 30/04/1015 settembre 2009 per attività di formazione tra 01/01/10 e 30/04/10

32 e Twinning gemellaggio elettronico tra scuole europee nuovo strumento per creare partenariati pedagogici innovativi grazie all'applicazione delle TIC Twin Finderutilizzo di Twin Finder

33 luogo d'incontro: luogo d'incontro: nuovi progetti, mobilità/ gemellaggio su interessi comuni nuovi progetti, mobilità/ gemellaggio su interessi comuni mutua formazione attraverso la pratica collaborativa mutua formazione attraverso la pratica collaborativa condivisione di risorse, esperienze condivisione di risorse, esperienze apprendimento cooperativo apprendimento cooperativo

34  Quality Label Nazionale assegnato ai progetti di qualità. Ogni Paese assegna il Label con modalità e scadenze autonome prossima valutazione 31 gennaio 2009  eTwinning: avventure fra lingue e culture in 23 lingue  raccordo con USR per raccogliere richieste e stimoli provenienti dalle Regioni.

35 azioni per apprendimento permanente:  workshops: laboratori, seminari  partenariati di apprendimento: cooperazione fra organizzazioni nel settore adulti  SENIOR GIVE ( Grundtvig Initiative for volunteering Exchange ) borse individuali per la formazione

36 beneficiari beneficiari sistema formale istituti scolastici istituti universitari centri territoriali permanenti sistema non formale organizzazioni non profit associazioni onlus - gruppi volontari università popolari enti o sedi formative per opportunità istruzione non riconosciute a livello ufficiale mediatori culturali, operatori di strada

37 2009 Grundtvig 2009 “è sempre il momento di imparare” lo spirito di iniziativa nell’educazione degli adulti: trasformare idee creative e innovative in azione misure contro esclusione sociale mobilità assistentato assistentato visite visite scambi scambi insegnanti, discenti adulti, volontari SENIOR con partenariati GIVE

38 l’Assistente Comenius  insegnamento della cultura del Paese dell’Assistente  insegnamento della lingua madre dell’Assistente per almeno 20 ore  insegnamento di una lingua in cui l’Assistente è specializzato  assistenza nella preparazione di un Progetto Comenius

39 un FUTURO docente ambasciatore del suo Paese alla scoperta di un nuovo Paese per migliorare le proprie competenze linguistiche e didattiche rafforzare la dimensione europea superare e far superare i luoghi comuni l’Assistente Comenius mediatore culturale

40 ospitare un assistente linguistico Comenius gli istituti eleggibili possono richiedere l’Assistente 3 mesi a 1 anno da 3 mesi a 1 anno docente di contatto  nominare il docente di contatto piano di lavoro  organizzare piano di lavoro interdisciplinare accoglienza  organizzare l’accoglienza dell’assistente 30 gennaio 2010 ? candidatura entro 30 gennaio 2010 ?

41 riceve un supporto finanziario per costi di viaggio e soggiorno preparazione linguistica induction course visto l’Assistente di lingua Comenius

42 Pubblicazione rete Eurydice Apprendimento integrato di lingua e contenuto (Content and Language Integrated Learning – CLIL) nella scuola in Europa CLIL L’indagine analizza modalità organizzative e problematiche dell’insegnamento CLIL nell’istruzione primaria e secondaria in UE, le materie del curriculum coinvolte, le misure adottate nei vari paesi europei per la formazione e il reclutamento di docenti adeguatamente preparati.

43 siti riferimento siti di riferimento per i dati e le informazioni di questo ppt Agenzia nazionale LLPwww.llp.it Consiglio d’Europawww.coe.int Politiche linguistiche del Consiglio d’Europa sito dell’ Unione europeawww.europa.eu.int

44 grazie! Buona progettazione in più lingue e più culture in più lingue e più culture! Maria Teresa Calzetti Maria Teresa Calzetti

45 Consultazione su multilinguismo risultati questionario Ø 23 lingue ufficialmente riconosciute in Europa Ø oltre 40 lingue parlate da minoranze etniche e locali Ø questionario disponibile alla pagina:

46 Rapporto Maalouf 2008 lingua personale lingua identitaria adottiva gemellaggi lingua di comunicazione internazionale


Scaricare ppt "Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti” Seminario LLP 2007 – 2013 I progetti europei nella Scuola: dalle visite preparatorie alla loro valutazione Maria."

Presentazioni simili


Annunci Google