La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Windows NT e l’ambiente NICE  Windows Primer  Il Desktop di Windows NT  Office  Visual Studio  Il Fortran su NT  NTFS, il file system di NT  NetBIOS.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Windows NT e l’ambiente NICE  Windows Primer  Il Desktop di Windows NT  Office  Visual Studio  Il Fortran su NT  NTFS, il file system di NT  NetBIOS."— Transcript della presentazione:

1 Windows NT e l’ambiente NICE  Windows Primer  Il Desktop di Windows NT  Office  Visual Studio  Il Fortran su NT  NTFS, il file system di NT  NetBIOS e DHCP  Alcuni tools di fisica  NICE: che cos’è e perchè  Stato attuale e azioni elementari  I servizi offerti da NICE  L’architettura di NICE

2 Windows Primer  Con un click sul bottone di destra del mouse si possono vedere (e scegliere) tutte le possibili azioni nella zona del desktop selezionata  Con uno (o due) click sul bottone di sinistra si esegue l’azione di default  Basta un doppio click su un file per aprire anche l’applicazione necessaria a trattare il file stesso  Uno shortcut è uno speciale tipo di file che punta ad un altro file o device Doppio click

3 Il Desktop di Windows NT Il bottone di Start consente, attraverso lo Start menu, l’accesso a tutti i programmi, documenti e dischi I bottoni sulla taskbar consentono di passare velocemente da un programma od una finestra all’altro La notification area permette di sapere lo stato del sistema o di eventuali jobs in background Lo start menu rende disponibile sia la maggior parte dei programmi sia i documenti usati recentemente con un solo ‘click’ del mouse

4 Il Desktop di Windows NT (II) Doppio click Aprendo My Computer appare una finestra che mostra tutte le risorse attaccate o mappate sul computer Aprendo Network Neighborhood appare una finestra che mostra tutte i computers membri del dominio (o workgroup) del quale il computer fa parte ed una icona che permette l’accesso ad altri domini e/o a computers di altri domini in rete. Recycle Bin serve per fare un restore di files precedentemente cancellati dei quali si ha ancora bisogno Inbox è l’applicazione che permette di spedire e ricevere mails Internet Explorer permette l’accesso ad Internet Il Briefcase permette di trasportare files dal desktop PC ad un altro computer, mantenendo la sincronizzazione tra i files.

5 Il Desktop di Windows NT (III) Si può mettere uno shortcut sul desktop per fare partire rapidamente un programma Anche i folders possono essere messi direttamente sul desktop Uno shortcut ad un folder può essere messo sul desktop per accedere direttamente ad una directory molto usata Uno shortcut ad una stampante permette di stampare un documento spostandolo sulla icona della stampante. Un doppio click controlla lo stato della stampante. Documenti importanti possono essere messi direttamente sul desktop toptop La parte in alto dello Start menu può essere usata per programmi, folders, documenti frequentemente usati. Il submenu programs contiene, in genere nomi di programmi raggruppati per categoria Documents dà la possibilità di aprire 15 documenti usati recentemente Find trova qualsiasi tipo di documento sul computer o su un network server Run permette di lanciare programmi ed aprire documenti che non sono sul menu programs.

6 Le finestre di Windows Il Drag dei bordi (della title bar) cambia la grandezza della finestra (muove la finestra). Un click su: La control-menu icons, per avere un menu con i comandi pricipali; La menu bar per selezionare i comandi dell’applicazione; Le toolbar icons per un’esecuzione immediata dei comandi più usati; Close button [Alt-F4] per chiudere un documento o un folder oppure terminare un’applicazione; Maximize (Restore [Alt-Tab]) per allargare la finestra sino ad occupare tutto il desktop (riportare la finestra alle sue dimensioni normali) Minimize per eliminare la finestra dal desktop e relegarla nel suo bottone nella taskbar;

7 Office Access è uno strumento di gestione di piccoli database (fino a 20MB e 10 utenti simultanei) con cui si può: gestire tutte le informazioni di cui si ha bisogno in un singolo file (database); dividere i dati, all’interno del file, in contenitori (tavole) separate; vedere, aggiungere, aggiornare tavole con forms online (ed in maniera semplice anche con programmi dall’ambiente di sviluppo Visual); trovare e richiedere dati con, praticamente, qualsiasi tipo di query; analizzare o stampare dati in formato voluto (con un set esteso di funzioni matematiche, statistiche e con capacità grafiche) usando i reports; I tools principali

8 Office (II) Excel è un foglio elettronico per organizzare, analizzare e presentare dati. Si possono evidenziare 4 caratteristiche principali: il foglio di lavoro, dove i dati sono introdotti, analizzati e il risultato di eventuali calcoli sui dati visualizzato; una serie di tools grafici per la rappr. grafica dei dati; macro per automatizzare operazioni frequenti e personalizzare il proprio ambiente di lavoro; tools di formattazione e grafica per la produzione di reports su schermo e su stampante. Inoltre è anche bene integrato con Access.

9 Office (III) Power Point è un tool dedicato alla realizzazione di presentazioni. Facile da usare (molti controlli simili a quelli di MS Word); Molti ‘templates’ sono disponibili per una presentazione; Usa una ‘master slide’ per conservare un look consistente; Supporta multimedia ed hyper-links; Crea uno ‘slide show’, che può essere controllato dallo user oppure ‘free running’. MS Word è un potente word processor. In un documento Word si possono combinare testi, fogli elettronici, e grafica. Nelle ultime versioni si è arricchito di una serie di tools di authoring sulla Web diventando di fatto un ottimo strumento, grazie anche alla sua facilità di uso, per la produzione di documenti sulla Web.

10 Office (IV) Tutti i principali tools di office hanno in comune: la interoperabilità; la possibilità di fornire il loro output in formato HTML. Tuttavia lo strumento principale, che consente la creazione e la gestione si siti WWW, è Front Page. Pur non richiedendo la conoscenza nè del linguaggio HTML nè di linguaggi di programmazione, contiene una serie di strumenti per disegnare e costruire anche siti Web elaborati Le due componenti fondamentali di Front Page sono: FP Explorer, per creare (e gestire) la struttura del sito Web, applicare templates alle pagine, organizzare i files ed i folders, importare ed esportare files, test e modifica dei links, gestire i privilegi sulle pagine; FP Editor, per disegnare, creare, modificare le pagine Web. L’editor mostra immediatamente una pagina dopo la sua modifica (what you see is what you get) ed è molto facile da usare. L’editor ha anche una ‘HTML view’, per modificare direttamente l’HTML. Inoltre, in Office: Publisher, Project, Outlook,...

11 Visual Studio All’interno di Visual è possibile:  Scrivere sorgenti;  gestire documenti ActiveX;  girare un prodotto non associato a Visual in una finestra separata;  Le pagine Web sono accessibili nella ‘source window’ e visibili nell’ ‘InfoViewer’ di VS; VS contiene 3 ambienti di sviluppo:  Visual FoxPro, per applicazioni di ‘desktop database’;  Developer Studio, che integra, in una unica shell Visual C++, Vusual J++, Visual InterDev, per applicazioni Internet e intranet;  Visual Basic. Compilatori + interpreti + strumenti per la Web.

12 Developer Studio ProjectWorkspace ProjectProjectProject... FileFileFile Project FileFileFile ProjectProject C++J++

13 Visual Basic Perchè Visual Basic: permette di scrivere applicazioni Windows e user interfaces molto velocemente; con poche precauzioni (controlli ActiveX) le applicazioni scritte in VB possono essere lanciate da qualunque PC nel mondo usando Internet explorer; scrivere applicazioni Web client-server è facile; è object oriented, ricorsivo ed ha sia il compilatore che l’interprete di comandi; debugger molto potente e semplice da usare: tutte le normali funzioni di debugging ed ancora: ‘edit and continue’, che permette, dopo un ‘break’, di esaminare e persino modificare il codice, per poi continuare l’esecuzione dal punto di stop o da altrove; ‘conditional compilation’, che permette di compilare pezzi differenti di codice a seconda dello stato di vari flags; Inoltre: TUTTE le applicazioni viste in precedenza (Office e Visual) sono ‘object oriented’ ed è possibile accedere e programmare la loro collezione di oggetti usando il Visual Basic Scripting Language, che è un sub-set del VB.

14 Fortran PowerStation (4.0) Le migliorie, rispetto al Fortran 77: Controllo sulla precisione numerica; operazioni sugli array;operazioni sugli array; possibilità di specificare la precisione di dati di tipo ‘intrinsic’;possibilità di specificare la precisione di dati di tipo ‘intrinsic’; il tipo di un dato può essere definito dall’utente;il tipo di un dato può essere definito dall’utente; un nuovo tipo di ‘program unit’, ‘module’, che contengono dati e procedure utilizzabili da altre program units;un nuovo tipo di ‘program unit’, ‘module’, che contengono dati e procedure utilizzabili da altre program units; pointers e allocazione dinamica di memoria;pointers e allocazione dinamica di memoria; compatibilita’ con i “vaxismi” del Fortran.compatibilita’ con i “vaxismi” del Fortran. User interface molto simile a quella dell’ambiente Visual. È supportato il Fortran 90, che contiene tutte le caratteristiche del Fortran 77, con alcune cose dichiarate obsolete (assign, go to, if aritmetico, pause, H …), ma con piena compatibilità per i sorgenti.

15 NTFS Principali limitazioni di FAT (File Allocation Table) file system, ereditato da MS-DOS : spazio: max 2 16 clusters per volume (parzialmente risolto da FAT32) Sicurezza: solo una rudimentale protezione dei files. NTFS: spazio: usa 64 bits per allocare i clusters (> ) ed il minimo cluster può essere di 64 kB. Sicurezza: evoluto sistema di sicurezza: Ad ogni file viene assegnato un descrittore di sicurezza. Consiste di 4 attributi principali: Owner SID (Security ID); Group SID; Discretionary ACL (chi ha accesso); System ACL (che operazione di chi deve essere registrata nel ‘security audit log’. Inoltre: Ricoverabilità dei dati; Possibilità di data stream multiplo; Nomi dei files Unicode; Remapping dinamico dei clusters danneggiati; …. RISULTATO: NTFS robusto e stabile (vedi prossima slide)

16 Test di carico su un server NT Il server era il deposito di tutte le applicazioni su NICE per ~ 700 utenti al CERN, i quali avevano, come S.O. W95 (70%) e WNT(30%); Tre settimane di test (Agosto 98); Specifiche del PC: Digital 1x Intel Pentium II 200MHz 256 MB RAM 2x 9GB Quantum 9100 HD on 2x F/SCSI controllers 1x DC2104 FastEthernet card 2 partitions: C: (2GB), D: (14GB) with NTFS Swap file: 256 MB Standard NT services (browser,server,workstation,RPC,...) Risultati della seconda settimana (la più significativa):

17 NetBIOS NetBIOS Applications NETAPI32.DLL NetBEUINWLink (IPX/SPX)TCP/IP NetBIOS Emulator Stesso address space NetBIOS API User Mode Kernel Mode TDI NetBIOS è un programma che permette, ad applicazioni su PC differenti, in una LAN, di comunicare. Per comunicare viene assegnato, ad ogni computer, uno o più nomi. Tutti i nomi dei PC con S.O. MS-DOS o Windows sono nomi NetBIOS. Normalmente al PC viene associato anche in identico nome TCP/IP. Non avendo routing necessita di meccanismi di trasporto su WAN. NetBIOS (con TCP/IP) rende possibile la condivione di risorse (stampanti, dischi,...) sul network. Ora NT (4.0) usa WINS (Windows Internet Naming Server) come NetBIOS name service.

18 DHCP Un Dynamic Host Configuration Protocol server assegna, ad un device sul network, un indirizzo IP in modo dinamico e la configurazione del network in modo automatico. L’uso del DHCP Amministrazione dei (grandi) network IP. WINS utile in un network abilitato DHCP per individuare rapidamente il cliente DHCP. Window 95, 98, NT possono essere clienti DHCP. Esistono diverse versioni del server e del client, commerciali e freeware per vari S.O. (Digital Unix, HP-UX, SunOS, Solaris, Linux, FreeBSD, …) Differenza tra DNS e WINS: DNS trasforma nomi di tipo FQDN (Fully Qualified Domain Name) in indirizzi IP. Richiede una configurazione statica degli indirizzi IP. WINS trasforma nomi di tipo NetBIOS in indirizzi IP. Supporta sia una configurazione statica che dinamica degli indirizzi IP.

19 Tools per la fisica su NT Librerie CERNLIB (and PAW, PAW++) ftp://asisftp.cern.ch/cernlib/intel_wnt/ pro/tar/README CLHEP, Una collezione di classi per la fisica delle alte energia LHC++ (HistOOgram+IRIS Explorer +HEPExplorer), basato su altri packages tipo: HepODBMS, HEPInventor Objectivity/DB, HepODBMS, HEPInventor Rogue Wave Tools.h++/ObjectSpace STL Disponibile per NT 4.0 con Visual C INSTALLATION/README.txt PCSF(Pentium Central Simulation Facility) da gennaio 98 un servizio al CERN. La farm NT usa il sistema LSF. pdp

20 NICE (Network Integrated Computer Environment)  Che cosa è: E’ il nome del network di PC al CERN  Perchè NICE: Riduce i costi dei possessori di PC Riduce i costi per il personale di supporto Fornisce un unico ambiente di lavoro per tutti i PC al CERN che girano Windows Fornisce una serie di prodotti di base pre-installati Compensa la attuale inadeguatezza degli strumenti di gestione della Microsoft per grandi network

21 Principi di base  Hardware standard  Configurazione standard di tutti i PC, mantenuta centralmente  Software disponibile per tutti gli utenti, caricato da network  Servizi affidabili e comodi da usare, per limitare le installazioni locali di software  Tutti gli utenti sono uguali

22 Stato attuale (Ott. 98)  Più di 2600 utenti collegati Più di 6000 utenti registrati Più di 100 pacchetti commerciali installati Più di 700 icone di programmi di gruppi (programmi installati e disponibili su NICE) Più di 300 GB di files utenti Ridondanza di servers, per eliminare ogni possibilità di insuccesso delle richieste di software.  95 (~ 85%). La minima configurazione hardware supportata è un 486/33 con 16 MB di RAM  NT (~ 15%). La minima configurazione hardware supportata è un 486/33 con 32 MB di RAM

23 Che cosa vede lo user dopo la login su NICE Doppio click per: Accedere i dischi del PC Accedere le risorse del network Accedere ai propri file Accedere ai file di altre persone Applicazioni di default nello Start menu Il semaforo indica l’esecuzione del programma di controllo delle policy Subito dopo l’autenticazione dello user partono 2 programmi di NICE per il controllo della configurazione e delle policy: netchk32.exe (prima della shell) netexe32.exe (dopo la shell)

24 L’utente può scegliere le applicazioni dello Start Menu Doppio click

25 Servizi  Home directories Tutti gli utenti condividono i loro documenti da varie piattaforme (DOS, Windows, Mac) Sicurezza (privilegi assegnabili su ogni file) Il servizio di back-up e’ garantito Struttura della dir utente User Public files and folders PublicProfile wwwPrivate files and folders Internet Server

26 Servizi (II)  Dischi di software Dischi di programmi di utilità generale installati. Più di 100 prodotti commerciali disponibili  Posta elettronica Accesso ad un IMAP (I-net Message Access Protocol) con PC-Pine, Netscape, Outlook  Documentazione Disponibile (spesso) in inglese e francese  Fax Gateway Solo character-based  Stampa (vedi prossima slide) Tutte le stampanti CERN disponibili e installabili in pochi secondi grazie al ‘NICE Printer Wizard’

27 Servizi (III): il Printer Wizard Doppio click Tutte le stampanti del CERN disponibili con questo tool con un semplice ‘drag and drop’ della stampante desiderata

28 Servizi (IV)  CD-ROM server Un server con 28 disk drives 12 GB di dischi veloci su FDDI  Accesso remoto con FTP e WWW Da ogni computer all’esterno del CERN Da ogni browser alle pagine Web, che ogni utente può avere all’interno della sua home dir.  Accesso da casa Accesso a Internet ed a tutte le home dir.  PC portatili (vedi prossima slide) Sono supportati (Viene richiesto un minimo di 250 MB di spazio libero su hard-disk )

29 Questa opzione può dimostrarsi utile anche in un desktop PC su una rete lenta per otte- nere il max della velocità nelle applicazioni più usa- te. Warning: Le appli- cazioni in locale devono essere gestite dal pro- prietario della macchi- na. Molti applicativi possono essere installati sulla macchina. Questo rende possibile l’uso dei portatili anche quando sono staccati dalla rete. Servizi (V):NICE per i PC portatili

30 Servizi (VI): il PC può diventare un cliente AFS Doppio click Viene mappato un driver (P) con tutte le celle AFS e uno shorcut alla propria home directory su AFS

31 L’architettura di NICE  Installazione (standard) automatizzata. Richiede 100MB di disco e 30 minuti, che possono ridotti a 5 minuti, se si conosce l’hardware  La configurazione è la stessa in tutti i PC con NICE  Il dischetto di installazione può essere creato da ogni PC che usa NICE NICE 95 & NT Standard PC Installation

32 L’architettura di NICE (II)  Un server di riferimento (SRV0_NICE) contiene tutto il software a disposizione su NICE  Il server è duplicato diverse volte per garantire fino a 3000 utenti simultanei  Tutti i server sono su fast ethernet (100BaseT) per ottenere il massimo delle prestazioni dalla rete SRV0_NICE NICE Mirror 1 NICE Mirror 2 NICE Mirror n

33  L’utente dispone del server con la sua home dir (disco J) e di uno dei server col software (disco Z), scelto da NICE con criteri di ottimizzazione delle risorse  L’utente può eventualmente disporre anche del server con il software della propria divisione.  Il disco locale è usato per: la memoria virtuale (swap file) installare il sistema operativo, gestito in remoto  Parte del disco locale è una copia del server NICE: La gestione è più facile Le performances aumentano e il traffico su network si riduce La affidabilità aumenta, causa il decremento degli errori su network Anche i PC portatili possono essere supportati L’architettura di NICE (III) NICE Mirror 1 End User Home Server NICE Reference Server (J) (Z) NICE Mirror 2 NICE Mirror 3

34 L’architettura di NICE (IV)  Il server di riferimento è mantenuto dal gruppo di NICE e dagli specialisti nei vari servizi: Windows 3.1/95/NT, CAD, mail, user & disk administration, backup, hardware, printers, networking,...  Accounting: Il programma di accounting di NICE può fare statistiche per computer, per software, per utente e per tempo di uso di un prodotto. Le statistiche ‘per software’ permet- tono di negoziare licenze più econo- miche basate sull’uso simultaneo Le statistiche ‘per utente’ permetto- no la eventuale divisione (o redistribuzione) dei costi NICE Reference Server


Scaricare ppt "Windows NT e l’ambiente NICE  Windows Primer  Il Desktop di Windows NT  Office  Visual Studio  Il Fortran su NT  NTFS, il file system di NT  NetBIOS."

Presentazioni simili


Annunci Google