La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Osservatorio Permanente per l’economia, il lavoro e per la valutazione della domanda sociale Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento Povertà.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Osservatorio Permanente per l’economia, il lavoro e per la valutazione della domanda sociale Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento Povertà."— Transcript della presentazione:

1 Osservatorio Permanente per l’economia, il lavoro e per la valutazione della domanda sociale Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento Povertà e deprivazione in Trentino Trento, 13 dicembre 2006 Osservatorio Permanente per l’economia, il lavoro e per a valutazione della domanda sociale

2 Reddito equivalente dove: (a) è il numero di individui di età pari o superiore a 14 anni presenti in famiglia, oltre al capofamiglia. (m) è il numero di persone con meno di 14 anni, che vivono in tale nucleo. Per ottenere il reddito familiare equivalente è necessario moltiplicare il reddito familiare dichiarato per il seguente coefficiente di equivalenza (ce):

3 Diffusione della povertà con soglia locale Trentino (Indagini 2004 e 2005) Nota: Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine 2004 (N individui=6.899, N famiglie=2.597); 2005 (N individui=7.809, N famiglie=2.982). Nell’indagine del 2004 vengono rilevati i redditi del 2003 mentre nell’Indagine del 2005 quelli del 2004.

4 Diffusione della povertà con soglia nazionale Trentino (Indagini 2004 e 2005) Nota: Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine 2004 (N individui=6.899, famiglie=2.597); 2005 (N individui=7.809, N famiglie=2.982). Nell’indagine del 2004 vengono rilevati i redditi del 2003 mentre nell’Indagine del 2005 quelli del La soglia nazionale è calcolata sulla base dell’Indagine sui Bilanci delle famiglie italiane condotta dalla Banca d’Italia nel 2004 (N individui =20.581, N famiglie=8.012). La stessa soglia è stata poi deflazionata per essere applicata alla distribuzione dei redditi dei trentini nel 2003.

5 Diffusione della povertà in Italia Fonte: Banca d’Italia, Indagine sui Bilanci delle Famiglie Italiane, anni 2002 (N individui=21.148, famiglie=8.011), 2004 (N individui , famiglie 8.012).

6 Diffusione della povertà individuale in Europa Fonti: Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine (anno 2005) e Eurostat (anno 2004).

7 Persistenza nello stato di povertà familiare (campione bilanciato, N famiglie =2.597) Fonte: Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine (anni 2004, 2005).

8 Proporzione di individui poveri secondo la classe d’età Trentino (Indagine 2005)

9 Probabilità di ricadere al di sotto della soglia di povertà secondo l’età degli individui Fonte: Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine (anno 2005).

10 Probabilità degli individui maschi e femmine di essere poveri secondo l’età Fonte: Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine (anno 2005).

11 Famiglie sotto la soglia di povertà secondo il tipo di struttura familiare. Trentino (soglia locale) Valori assoluti Valori percentuali

12 Famiglie sotto la soglia di povertà secondo il tipo di struttura familiare. Trentino 2005 (soglia nazionale) Valori assoluti Valori percentuali

13 Famiglie sotto la soglia di povertà secondo il tipo di struttura familiare. Italia (2004) Fonte: Banca d’Italia, Indagine sui Bilanci delle Famiglie Italiane, anno N=8.012

14 Diffusione della deprivazione tra gli individui Trentino (Indagine 2005) Nota: La condizione di deprivazione è stata ottenuta sulla base di un indice additivo calcolato sommando i punteggi di deprivazione dei seguenti items: possesso di beni (televisore, telefono, automobile), difficoltà finanziarie (riscaldare adeguatamente casa, mangiare carne o pesce almeno una volta in settimana, permettersi una settimana di vacanza l’anno), incapacità di far fronte a certe spese (almeno uno tra affitto, mutuo, bollette e altri tipi di debiti).

15 Povertà e deprivazione Trentino (Indagine 2005) Numerosità campionaria= individui (a) La condizione di povertà è stata calcolata sulla base del 50% del reddito mediano familiare equivalente (b) La condizione di deprivazione è stata determinata in base di un indice additivo di alcuni items relativi al possesso di beni, alle difficoltà finanziarie e all’incapacità di far fronte a certi tipi di spesa


Scaricare ppt "Osservatorio Permanente per l’economia, il lavoro e per la valutazione della domanda sociale Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento Povertà."

Presentazioni simili


Annunci Google