La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale 5 marzo 2008 Area del Personale Le nuove regole sulle dimissioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale 5 marzo 2008 Area del Personale Le nuove regole sulle dimissioni."— Transcript della presentazione:

1 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale 5 marzo 2008 Area del Personale Le nuove regole sulle dimissioni volontarie Area del Personale

2 2  Le fonti - La legge 188 del 2007, il Decreto Interministeriale del Ministero del Lavoro previdenza Sociale e Ministero per le Riforme e le Innovazioni del 21 gennaio 2008 e la Circolare ministeriale del 4 marzo 2008 hanno introdotto nuove regole sulle modalità di presentazione delle dimissioni volontarie. Le tipologie di dimissioni - Le nuove regole riguardano le dimissioni volontarie unilaterali. Non si applicano alle cessazioni per raggiunti limiti di età.  Soggetti interessati - Le persone titolari di: contratti di lavoro a tempo indeterminato Contratti di lavoro a tempo determinato (personale tecnico amministrativo e CEL) Contratti di collaborazione coordinata e continuativa Contratti di collaborazione occasionale (c.d. mini cococo)  Soggetti esclusi: Personale docente e ricercatore di ruolo Lettori di scambio  Decorrenza – Le nuove regole si applicano dal 5 marzo Novità sulle dimissioni – Quadro generale

3 3 La nuova procedura di dimissioni Il lavoratore/collaboratore che intende presentare dimissioni volontarie dovrà presentare le dimissioni compilando un modulo informatico on line disponibile sul sito del Ministero del Lavoro. Questo modulo denominato Modulo Dimissioni Volontarie MDV rappresenta la domanda di dimissioni del lavoratore/collaboratore e dovrà essere compilato e inoltrato on line al Ministero, rivolgendosi o a soggetti intermediari che forniranno anche una adeguata assistenza oppure, in autonomia, collegandosi al sito  I soggetti intermediari a cui è possibile rivolgersi per svolgere l’intera operazione o per ottenere il modulo validato, indipendentemente dal luogo dove il lavoratore è residente o presti la sua attività, sono: Centri per l’impiego Direzione provinciale del Lavoro Direzione regionale del Lavoro Comuni Ispettorati del lavoro delle Province Autonome di Trento e Bolzano Ispettorato della Regione Siciliana (ancora da attivare) le Organizzazioni sindacali e i Patronati

4 4 Novità sulle dimissioni – Quadro generale I servizi dei soggetti intermediari sono gratuiti. Il modulo MDV così compilato dovrà poi essere presentato al datore di lavoro, nel rispetto dei termini di preavviso previsti dal CCNL, entro i 15 giorni successivi dalla data di invio on line. Questo termine rappresenta pertanto il termine di validità del modulo MDV. Le domande di dimissioni presentate al datore di lavoro senza l’utilizzo del MDV oppure presente mediante MDV ma oltre la scadenza dei 15 giorni (farà fede la ricevuta di invio rilasciata dal sistema informatico del Ministero) saranno nulle, ossia prive di effetti.

5 5 Novità sulle dimissioni – Quadro generale In sintesi  dal 5 marzo 2008 gli uffici dell’Ateneo (APERS per il personale dipendente; le strutture referenti per i contratti di co.co.co) non potranno più accettare domande di dimissioni formulate su lettere autonomamente redatte dal lavoratore/collaboratore  Come presentare le dimissioni: le dimissioni volontarie potranno essere presentate esclusivamente usando il modello informatico MDV e utilizzando la procedura informatica resa disponibile dal Ministero del Lavoro  A chi è possibile rivolgersi: ai soggetti intermediari abilitati elencati alla pagina 3  Indirizzi dei soggetti intermediari: gli indirizzi di alcuni dei soggetti presenti nella Regione Emilia-Romagna sono elencati alle pagg. 25 e 26  Dove trovo il modello MDV e altre informazioni: al sito

6 6 Novità sulle dimissioni – Quadro generale

7 7 Novità per ogni categoria professionale  Le slides successive saranno suddivise in 3 sezioni: Sezione 1: contratti di lavoro a tempo indeterminato Sezione 2: contratti di lavoro a tempo determinato Sezione 3: contratti di collaborazione coordinata e continuativa e contratti di docenza Gli interessati potranno trovare le indicazioni di maggior dettaglio sulla nuova procedura di dimissioni nella sezione dedicata alla propria categoria professionale.

8 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale Sezione 1 Contratti di lavoro a tempo indeterminato

9 9 Soggetti interessati: Personale tecnico amministrativo a tempo indeterminato, Dirigenti a tempo indeterminato, Collaboratori Esperti Linguisti a tempo indeterminato, lettori. Soggetti esclusi: personale docente e ricercatore a tempo indeterminato, lettori di scambio Novità A decorrere dal 5 marzo 2008, le lavoratrici e i lavoratori dovranno presentare le dimissioni volontarie esclusivamente utilizzando il modello informatico denominato MDV, da inviare on line al Ministero del Lavoro secondo le modalità di seguito indicate. Non sono soggetti a tale adempimento: - i dipendenti che presentano le dimissioni durante il periodo di prova; - i dipendenti che presentano le dimissioni avendo raggiunto i requisiti contributivi per l’erogazione della pensione - i dipendenti che sono collocati in pensione per il raggiungimento dei limiti massimi di età La presentazione delle dimissioni tramite il modello MDV al datore di lavoro dovrà avvenire nel rispetto dei termini di preavviso previsti dal CCNL.

10 10 Dimissioni – Personale a tempo indeterminato Il modello MDV dovrà essere presentato al datore di lavoro non oltre 15 giorni dalla sua emissione, periodo massimo di sua validità. Farà fede la ricevuta allegata al modello che viene rilasciata al momento dell’inoltro on line sulla procedura informatica del Ministero. Sul sito del Ministero del Lavoro è disponibile la procedura on line e ogni altra utile informazione.www.lavoro.gov.it E’ possibile leggere le risposte a quesiti in merito collegandosi a questo indirizzo

11 11 Procedura per la domanda di dimissione Cosa fare Fase n. 1 La/Il dipendente dimissionario deve: 1.Compilare e inviare on line sulla procedura informatica del Ministero del Lavoro il modulo MDV (Modulo volontarie dimissioni). Queste operazioni possono essere svolte presso I soggetti intermediari indicati alla pagina 3, sono gratuite ed è prevista l’assistenza dei soggetti abilitati (l’ elenco dei soggetti intermediari presenti a Bologna e nelle città della Romagna è alle pagg. 25 e 26 e il fac-simile del MDV è in allegato a questo documento) 2.In alternativa al punto 1), la/il dipendente può compilare dal proprio computer il modello MDV collegandosi al sito 3)Stampare il MDV e la ricevuta emessa al momento dell’ invio del MDV. La ricevuta attesta la regolarità delle operazioni e deve essere conservata e consegnata al datore di lavoro.

12 12 Procedura per la domanda di dimissione Fase n. 2 PRESENTAZIONE DEL MODULO MDV AL DATORE DI LAVORO La/Il lavoratrice/lavoratore deve consegnare al datore di lavoro copia del modulo MDV con la relativa ricevuta della operazione svolta. La consegna deve avvenire al più presto e comunque entro e non oltre 15 giorni dalla data di invio con il sistema informatico, pena l’irricevibilità delle dimissioni. La consegna avviene presso i consueti Uffici dell’Area del Personale. Si rammenta che: - i moduli hanno validità massima di 15 giorni dalla data di emissione; - il codice alfanumerico attribuito dalla procedura di rilascio attesta il giorno in cui il modulo è stato reso al lavoratore e la durata temporale di validità dello stesso Al fine di garantire la continuità stipendio-pensione, la domanda di dimissione va presentata almeno 6 mesi prima dell’effettiva data di cessazione.

13 13 Procedura per la domanda di dimissione VALIDITA’ DELLE DIMISSIONI Le dimissioni si considerano presentate al datore di lavoro mediante la presentazione del modello MDV. Come già indicato nel punto 2), il modello MDV ha validità di 15 giorni dalla sua data di inoltro on line al Ministero. La consegna del MDV al datore di lavoro in ritardo comporta automaticamente la nullità delle dimissioni e l’irricevibilità. In tal caso, il/la lavoratrice/lavoratore dovrà ripetere la procedura. PREAVVISO Restano invariate le regole sui termini minimi di preavviso per la presentazione delle dimissioni tramite il MDV. N.B: In fase di compilazione del modulo MDV nel campo obbligatorio”data decorrenza dimissioni” presente nel modulo stesso alla sez.3, occorre inserire il primo giorno da cui decorre il preavviso. il periodo di preavviso richiesto al dipendente è diverso in base agli anni di servizio e si considera l’anzianità complessiva del dipendente dimissionario prestata nello specifico ruolo (a tempo indeterminato). · fino a 5 anni il preavviso sarà: 1 mese; · oltre i 5 anni e fino ai 10 anni il preavviso sarà: di 1,5 mesi; · oltre i 10 anni il preavviso sarà: per il dipendente di 2 mesi. i termini del preavviso decorrono sempre dal giorno 1 o dal giorno 16 di ciascun mese, che verrà considerato come composto da 30 gg. Il periodo di preavviso è comunque da considerarsi “servizio” e durante la sua decorrenza possono essere godute le ferie.

14 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale Area del Personale Sezione 2 Contratti di lavoro subordinato a tempo determinato

15 15 Le dimissioni volontarie nel rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato Soggetti interessati: Personale tecnico amministrativo e Collaboratori Esperti Linguistici a tempo determinato. Novità A decorrere dal 5 marzo 2008, le lavoratrici e i lavoratori che intendono risolvere anticipatamente il contratto di lavoro rispetto alla scadenza prevista nel contratto dovranno presentare le dimissioni volontarie esclusivamente utilizzando il modello informatico Modello Dimissioni Volontarie MDV, da inviare on line al Ministero del Lavoro secondo le modalità di seguito indicate. Non sono soggette a tale adempimento le dimissioni durante il periodo di prova. La presentazione delle dimissioni tramite il modello MDV al datore di lavoro dovrà avvenire nel rispetto dei termini di preavviso previsti dal CCNL. Il modello MDV dovrà essere presentato al datore di lavoro non oltre 15 giorni dalla sua emissione, periodo massimo di sua validità. Farà fede la ricevuta allegata al modello che viene rilasciata al momento dell’inoltro on line sulla procedura informatica del Ministero del Lavoro. Sul sito del Ministero del Lavoro è disponibile la procedura on line e ogni altra utile informazione. E’ possibile leggere le risposte a quesiti in merito collegandosi a questo indirizzo

16 16 Procedura per la presentazione delle dimissioni Cosa fare La/Il dipendente dimissionario deve: 1.Compilare e inviare on line sulla procedura informatica del Ministero del Lavoro il modulo MDV (Modulo volontarie dimissioni). Queste operazioni devono essere svolte presso I soggetti intermediari indicati alla pagina 3, sono gratuite ed è prevista l’assistenza dei soggetti abilitati (l’ elenco dei soggetti intermediari presenti a Bologna e nelle città della Romagna è alle pagg. 25 e 26 e il fac-simile del MDV è in allegato a questo documento) 2.In alternativa al punto 1), la/il dipendente può precompilare dal proprio computer il modello MDV collegandosi al sito 3.Stampare il MDV e la ricevuta emessa al momento della validazione e invio del MDV compilato. La ricevuta attesta la regolarità delle operazioni e deve essere conservata.

17 17 Procedura per la presentazione delle dimissioni Fase n. 2 PRESENTAZIONE DEL MODULO MDV AL DATORE DI LAVORO La/Il lavoratrice/lavoratore deve consegnare al datore di lavoro copia del modulo MDV con la relativa ricevuta della operazione svolta. La consegna deve avvenire al più presto e comunque entro e non oltre 15 giorni dalla data di invio con il sistema informatico, pena l’irricevibilità delle dimissioni. La consegna avviene presso i consueti Uffici dell’Area del Personale. Si rammenta che: - i moduli hanno validità massima di 15 giorni dalla data di emissione; - il codice alfanumerico attribuito dalla procedura di rilascio attesta il giorno in cui il modulo è stato reso al lavoratore e la durata temporale di validità dello stesso

18 18 Procedura per la presentazione delle dimissioni VALIDITA’ DELLE DIMISSIONI Le dimissioni si considerano presentate al datore di lavoro mediante la presentazione del modello MDV. Come già indicato nel punto 2), le dimissioni volontarie, rese dalla/dal lavoratrice/lavoratore con il modulo MDV, hanno validità di 15 giorni dalla data di inoltro on line del modulo. La consegna del MDV al datore di lavoro in ritardo comporta automaticamente la nullità delle dimissioni e l’irricevibilità. In tal caso, il/la lavoratrice/lavoratore dovrà ripetere la procedura presso i soggetti abilitati. PREAVVISO Restano invariate le regole sui termini minimi di preavviso per la presentazione delle dimissioni tramite il MDV : - 15 giorni se il rapporto di lavoro prestato ha avuto durata inferiore o uguale a 6 mesi; - 30 giorni se il rapporto di lavoro prestato ha avuto durata superiore a 6 mesi. Si rammenta che il termine di preavviso decorre dal giorno 1 o dal giorno 16 di ciascun mese (A titolo di esempio: in caso di dimissioni presentate il giorno 2, il preavviso decorre dal giorno 16).

19 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale Sezione 3 Contratti di collaborazione coordinata e continuativa Contratti di docenza (professori a contratto)

20 20 MODALITA’ OPERATIVE Soggetti interessati Le nuove regole si applicano: -ai titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa - ai titolari di contratti di natura occasionale (per contratti di natura occasionale si intendono i contratti in cui manca la continuità ed esiste il coordinamento con il committente: è questo il caso delle c.d. “mini co.co.co”, fino a 30 giorni nell’anno solare o a euro di compenso) - ai titolari di contratti di collaborazione per attività di docenza – professori a contratto Novità A decorrere dal 5 marzo 2008, le collaboratrici/collaboratori che intendono risolvere anticipatamente il rapporto di collaborazione rispetto alla scadenza prevista nel contratto, dovranno farlo esclusivamente utilizzando il modello informatico Modello Dimissioni Volontarie MDV, da inviare on line al Ministero del Lavoro secondo le modalità di seguito indicate.

21 21 La presentazione del modello MDV al datore di lavoro dovrà avvenire nel rispetto dei termini di preavviso previsti dal CCNL. Il modello MDV dovrà essere presentato al datore di lavoro non oltre 15 giorni dalla sua emissione, periodo massimo di sua validità. Farà fede la ricevuta allegata al modello che viene rilasciata al momento dell’inoltro on line sulla procedura informatica del Ministero del Lavoro. Sul sito del Ministero del Lavoro è disponibile la procedura on line e ogni altra utile informazione.www.lavoro.gov.it E’ possibile leggere le risposte a quesiti in merito collegandosi a questo indirizzo

22 22 Procedura per la presentazione delle dimissioni Cosa fare La collaboratrice/collaboratore dimissionario deve: 1.Compilare e inviare on line sulla procedura informatica del Ministero del Lavoro il modulo MDV (Modulo volontarie dimissioni). Queste operazioni devono essere svolte presso I soggetti intermediari indicati alla pagina 3, sono gratuite ed è prevista l’assistenza dei soggetti abilitati (l’ elenco dei soggetti intermediari presenti a Bologna e nelle città della Romagna è alle pagg. 25 e 26 e il fac-simile del MDV è in allegato a questo documento). 2.In alternativa al punto 1), la collaboratrice/collaboratore può precompilare dal proprio computer il modello MDV collegandosi al sito 3)Stampare il MDV e la ricevuta emessa al momento della validazione e invio del MDV compilato. La ricevuta attesta la regolarità delle operazioni e deve essere conservata.

23 23 Procedura per la presentazione delle dimissioni Fase n. 2 PRESENTAZIONE DEL MODULO MDV AL DATORE DI LAVORO La collaboratrice/collaboratore deve consegnare al datore di lavoro copia del modulo MDV con la relativa ricevuta dell’operazione svolta. La consegna deve avvenire al più presto e comunque entro e non oltre 15 giorni dalla data di invio con il sistema informatico, pena l’irricevibilità delle dimissioni. La consegna avviene presso gli Uffici amministrativi della struttura che ha conferito l’incarico (Area del Personale, Poli, Dipartimenti, Centri di servizio). Si rammenta che: - i moduli hanno validità massima di 15 giorni dalla data di emissione; - il codice alfanumerico attribuito dalla procedura di rilascio attesta il giorno in cui il modulo è stato reso al lavoratore e la durata temporale di validità dello stesso

24 24 Procedura per la presentazione delle dimissioni VALIDITA’ DELLE DIMISSIONI Le dimissioni si considerano presentate al datore di lavoro mediante la presentazione del modello MDV e i termini di preavviso decorrono da tale data di presentazione Come già indicato nel punto 2), le dimissioni volontarie, rese dalla/dal collaboratrice/collaboratore con il modulo MDV hanno validità di 15 giorni dalla data di inoltro on line del modulo. La consegna del MDV al datore di lavoro in ritardo comporta automaticamente la nullità delle dimissioni e l’irricevibilità. In tal caso, la/Il collaboratrice/collaboratore dovrà ripetere la procedura presso i soggetti abilitati. PREAVVISO Restano invariate le regole sui termini minimi di preavviso indicati nel contratto per la presentazione delle dimissioni tramite il MDV. N.B: In fase di compilazione del modulo MDV nel campo obbligatorio”data decorrenza dimissioni” presente nel modulo stesso alla sez.3, occorre inserire il primo giorno da cui decorre il preavviso.

25 25 Indirizzi di alcuni soggetti intermediari Direzione Provinciale del Lavoro BOLOGNA Viale Masini, 12/ tel fax Direzione Provinciale del Lavoro FORLI` Via Paradiso, 7/ tel fax Direzione Provinciale del Lavoro RAVENNA Via Alberoni, Tel Fax Direzione Provinciale del Lavoro RIMINI Piazzale Cesare Battisti, Tel Fax Direzione Regionale Del Lavoro dell’Emilia Romagna Viale Masini Angelo, 12 tel

26 26 Indirizzi di alcuni soggetti intermediari Centri per l’impiego Centro per l’impiego di Bologna – Via Todaro n.8/A – tel fax Centro per l’impiego di Rimini – P.le Bornaccini n.1 – tel Centro per l’impiego di Forlì – V.le Salinature n.24 – tel fax Centro per l’impiego di Cesena – Via Fornaci n. 170 – tel fax Centro per l’impiego di Ravenna - Via Teodorico, 21 - tel


Scaricare ppt "ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA’ DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale 5 marzo 2008 Area del Personale Le nuove regole sulle dimissioni."

Presentazioni simili


Annunci Google