La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ANALISI DELLE PROCEDURE Dott.ssa Laura Tampieri ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTA’ DI ECONOMIA –SEDE DI FORLI’

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ANALISI DELLE PROCEDURE Dott.ssa Laura Tampieri ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTA’ DI ECONOMIA –SEDE DI FORLI’"— Transcript della presentazione:

1 ANALISI DELLE PROCEDURE Dott.ssa Laura Tampieri ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTA’ DI ECONOMIA –SEDE DI FORLI’

2 Analisi delle procedure inputprocessingoutput Operazione Procedure Processo

3 Operazione: atto elementare dell’azione organizzata. a Prelievo 3 min 2 modelli di rappresentazione: a DescrizioneOperazioneDurata (min) prelievoa3 min codice durata descrizione 1 2

4 Operazione: unità elementare input-output input a 2 gg certificazione output v2 ggd/f;e certificazione Contrassegno operazione durata Operazioni che precedono/seguono Descrizione operazioni descrizione componenti operazioni

5 Procedura: insieme di operazioni tra loro collegate Processo: insieme delle procedure, persone e mezzi Persone Unità org. Addette Operazioni Mezzi risorse

6 procedura - struttura delle procedure procedura: insieme delle operazioni tra loro connesse; struttura delle procedure: schema dei collegamenti tra le operazioni + insieme di dati che contribuiscono ad approfondire la conoscenza della procedura (es. struttura dei costi, della produttività..) analisi delle strutture – analisi strutturale

7 Rappresentazione delle procedure Grafi: sistemi di punti (vertici) e segmenti (lati). Matrice;

8 Tipologie di procedure 123 In serie : In parallelo: Cicliche

9 Procedure in serie TA= somma tempi operazioni TR= tn – t0 (tempo che la procedura impiega, dal suo inizio, ad essere terminata) TA=TR Analisi delle procedure: 3 livelli: –Modalità operative: razionalizzare le varie operazioni che faccio; elimino le specifiche operative inutili; –Successione operazioni: razionalizzare l’ordinamento delle operazioni; elimino operazioni inutili; –Tempi di svolgimento: tempo assoluto, tempo relativo.

10 Procedura in parallelo Sono rappresentati più percorsi procedurali che si svolgono in parallelo, il cui risultato parziale confluisce in una unica operazione gg1gg5gg8gg2gg 1gg3gg TA=24gg

11 PERT Percorso critico: concatenazione di operazioni che ha durata più lunga all’interno del processo e condiziona la durata dell’intera procedura. TR= lead time : ad esso si rapportano i percorsi collaterali. Se ritardo nel percorso critico ho ritardo in tutta la procedura ( non posso anticipare o posticipare operazioni per non alterare la durata dell’intera procedura : intensità del controllo e concentrazione mezzi.

12 GANTT: Strumento di gestione delle risorse di procedura strategia Concentrazione risorse (percorso critico) Distribuzione risorse (percorsi collaterali) Sulla base delle priorità analisi problemi: fissazione della tempistica delle operazioni; valutazione delle alternative operative.

13 GANTT partendo dal percorso critico vengono collocati i segmenti di procedura nei percorsi collaterali e non inserite nel percorso critico; affidiamo una procedura ad un’unità organizzativa: una parte dovrà svolgere le operazioni situate nel percorso critico senza ritardi o intoppi, con rigidità; mentre i compiti legati ai percorsi collaterali saranno caratterizzati da aspetti dinamici. intensità del controllo per gli organi di funzioni critiche;


Scaricare ppt "ANALISI DELLE PROCEDURE Dott.ssa Laura Tampieri ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTA’ DI ECONOMIA –SEDE DI FORLI’"

Presentazioni simili


Annunci Google