La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sorisole, 21 febbraio 2007 La scuola in cantiere: intenzioni, piani e progetti nellambito internazionale Relazione effettuata per il corso di aggiornamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sorisole, 21 febbraio 2007 La scuola in cantiere: intenzioni, piani e progetti nellambito internazionale Relazione effettuata per il corso di aggiornamento."— Transcript della presentazione:

1 Sorisole, 21 febbraio 2007 La scuola in cantiere: intenzioni, piani e progetti nellambito internazionale Relazione effettuata per il corso di aggiornamento « Imparare ad apprendere …Uno slogan o una necessità? » organizzato dallIstituto Comprensivo statale « A. Lanfranchi », Sorisole (Bg) Sorisole, 21 febbraio 2007

2 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)2 Moti tellurici nel paesaggio scolastico Cambiamenti epocali che sconquassano lorganizzazione sociale Crepe e incrinature nellassetto scolastico Trasformazioni profonde nelle tecniche di governo della popolazione Stagione di riforme scolastiche: Straordinaria? Eccezionale?

3 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)3 La scuola nella tormenta Adeguamento per ricuperare un ritardo? Anticipazione di evoluzioni preannunciate? Luscita dalla modernità? Esempio : le trasformazioni dei curricoli (o programmi dinsegnamento). Qual è il canone del sapere scolastico nel XXI secolo? Come organizzarlo? Quale gerarchie dei saperi? Quale il posto e la natura dei corpi disciplinari? Cosa significa il ricorso alle competenze? Fine del modello umanistico di scuola per realizzare una società tollerante, solidale. Fine del modello meritocratico in una scuola di massa che sfocia nella svalutazione dei diplomi

4 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)4 Orizzonti confusi In che direzione andare? Che strade prendere? La massificazione dellistruzione La massificazione dellistruzione Lincubatrice scolastica Lincubatrice scolastica Lanticipazione della scolarizzazione Lanticipazione della scolarizzazione La dissoluzione del servizio statale La dissoluzione del servizio statale La personalizzazione delle prestazioni La personalizzazione delle prestazioni Perché andare a scuola oggigiorno? Che senso ha?

5 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)5 Revisione radicale di priorità e funzioni della scuola Un servizio di educazione della società per la società (Meyer e Ramirez) La regolamentazione ed il disciplinamento delle pratiche discorsive (Foucault); la trasmissione dei codici di comunicazione (Bernstein) La volontà di verità (Foucault) La formazione del cittadino (De Amicis) La trasmissione delle conoscenze da una generazione allaltra (Durkheim) La liberazione dellindividuo dai legami familiari e locali (Rousseau) Laccesso al pensiero razionale ipotetico-deduttivo (Locke e Kant) Lo sviluppo della personalità (socio-costruttivismo) e del capitale umano (Becker, 1964)

6 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)6 1. Nuovo quadro di riferimento delle politiche scolastiche Tre focolai di cambiamento: Lo spazio nel quale i sistemi scolastici sono inseriti Il tempo nel quale i sistemi operano I centri di potere e i luoghi di decisione

7 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)7 (1.1) Lo spazio scolastico Disaggregazione dello Stato-Nazione e del modello trinitario: Una nazione, uno stato, una scuola (si vedano gli studi storici dellUniversità di Macerata o della scuola di Giorgio Chiosso a Torino) Sviluppo di nuovi spazi geo-politici: Dialettica tra sovranazionalità e diversificazione intra- nazionale (il giuoco dialettico tra lUnione Europea, le politiche nazionali, quelle regionali laddove ci sono, e quelle territoriali) Spazio pubblico e spazio privato: una ricomposizione (fin dove arriva il pubblico?): impossessiamoci della scuola pubblica per difendere o valorizzare gli interessi comunitaristici (esempio le Charter Schools negli USA)

8 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)8 (1.2) Il tempo scolastico Ritmi contradditori di cambiamento, difficili da anticipare e controllare Immobilismo – lentezza dei cambiamenti scolastici Accelerazione – rapidità e accumulo di trasformazioni radicali Il tempo politico: dai tempi lunghi necessari per generalizzare e consolidare i cambiamenti, ai tempi corti della legislatura che costituiscono lorizzonte propagandistico dei governi I cicli demografici: degli allievi, degli insegnanti

9 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)9 (1.3) Cambiamento dei centri di potere e dei luoghi di decisione (apparizione di nuovi moduli di governo della scuola) (1.3) Cambiamento dei centri di potere e dei luoghi di decisione (apparizione di nuovi moduli di governo della scuola) Unico: Modulo top-down, verticistico, centralizzatore Multipli: Modulo bottom-up (lautonomia parziale, gli enti locali, la decentralizzazione)

10 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)10 2. Evoluzione dei sistemi scolastici Cinque tesi ( secondo Meyer e Ramirez): Omogeneizzazione dei sistemi scolastici Uniformizzazione dei sistemi scolastici Diluizione delle peculiarità nazionali Declino dellimpatto dei fattori endogeni o locali Influenza dei modelli mondiali sulle innovazioni, le riforme e levoluzione della scuola

11 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)11 (2.1) Omogeneizzazione (2.1) Omogeneizzazione Lespansione di modelli razionali dorganizzazione dellamministrazione statale ( la burocrazia) e dellistruzione délite e di massa nel corso del XIX e XX secolo ha prodotto sistemi scolastici più omogenei tra loro di quanto lo si potesse prevedere sulla base della diversità esistente tra le società e le culture nazionali.

12 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)12 (2.2) Luniformità Sono allopera modelli planetari dorganizzazione e funzioanmento delle scuole che esercitano pressioni enormi sui sistemi scolastici e li uniformizzano. La questione dellesportazione dei modelli scolastici: Copie? Imitazioni? Prodotti originali? Qual è il buon modello scolastico? Cè un buon modello? Si può esportare?

13 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)13 (2.3) Diluizione delle peculiarità nazionali I modelli educativi sono prevalentemente dettati dalle organizzazioni internazionali, dal mondo accademico, dallestablishement scientifico e sono di meno in meno lespressione delle peculiarità nazionali.

14 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)14 (2.4) Declino dellimpatto dei fattori endogeni Limpatto di particolari caratteristiche endogene (politiche, culturali, sociali, ecc.) sui sistemi scolastici nazionali continua a declinare.

15 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)15 (2.5) Influenza dei modelli mondiali sulle innovazioni, le riforme e levoluzione della scuola I fattori che più influenzano le innovazioni pedagogiche, le riforme e levoluzione scolastica dipendono soprattutto dallintensità e dalle caratteristiche dei legami con la comunità internazionale. Più uno stato-nazione è inserito nella società mondiale e più è collegato con le sue istituzioni, più il sistema scolastico corrisponde ai modelli mondiali.

16 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)16 Temi centrali nelle riforme scolastiche in corso Temi centrali nelle riforme scolastiche in corso La qualità dellistruzione Riforma dei curriculi: competenze essenziali e discipline Lautonomia scolastica Laccountability La valutazione : dei sistemi scolastici, delle scuole, dei docenti degli output, dei risultati Il funzionamento delle classi e delle scuole La cittadinanza Lequità del sistema scolastico e nelle scuole Le risorse finanziarie e le modalità di finanziamento (trasferimento dei costi) La libertà di scelta e la diversificazione dellofferta La terziarizzazione e il prolungamento della scolarità

17 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)17 Esempi di riforme Regno Unito, Education Reform Act 1988 Education and Skills: A strategy to 2006 White paper: schools achieving success Education Bill 2006 Svezia, 1991 Spagna: LOGSE 1990 (Gonzalez); LOCE 2002 (Aznar);LOE 2006 (Zapatero) Stati Uniti No child left behind (2002), 30 milardi di US$; in via di rinnovo con uno stanziamento di 40 miliardi di US$ Nuova Zelanda : Tommorows Schools, 1989 Svizzera: Creazione delle SUP HarmoS

18 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)18 La Svezia: lo smantellamento del centralismo scolastico La gestione della scuola -- dagli asili nido ai licei -- è totalmente comunale Il cambiamento di paradigma nel 1991: in pochi mesi il ministero dellistruzione a Stoccolma è stato smantellato ( ridotto oggigiorno a circa 200 persone) e migliaia di insegnanti hanno cambiato dalloggi al domani il datore di lavoro. (Si dice che al momento della riforma, gli insegnanti sono stati comperati: 20% di stipendio in più per chi restava; 10% dei docenti non hanno accettato il ricatto e sono stati licenziati)

19 21 febbraio 2007ICS Sorisole (Bg)19 Un sistema scolastico che abbina autonomia e decentralizzazione Il preside recluta e licenzia gli insegnanti. 35 ore settimanali di cui 20 obbligatorie nella scuola ( dinsegnamento e non). Gli stipendi stabiliti a livello locale dintesa con i sindacati. Professori obbligati al servizio di mensa con gli studenti Non si valutano gli studenti ( nessun voto fino alla quarta elementare), una scala ridotta di voti dopo ma si valutano gli insegnanti ( su una scala di 320 punti) Le materie opzionali sono scelte liberamente dalla scuola I presidi hanno la libertà di cercare risorse finanziarie supplementari per la scuola. Laffitto di locali della scuola per serate ed incontri è ricorrente.


Scaricare ppt "Sorisole, 21 febbraio 2007 La scuola in cantiere: intenzioni, piani e progetti nellambito internazionale Relazione effettuata per il corso di aggiornamento."

Presentazioni simili


Annunci Google