La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COME VALUTARE LE COMPETENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI DELLORGANIZZAZIONE Unità formativa 1.1 Competenze e capacità tecniche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COME VALUTARE LE COMPETENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI DELLORGANIZZAZIONE Unità formativa 1.1 Competenze e capacità tecniche."— Transcript della presentazione:

1 COME VALUTARE LE COMPETENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI DELLORGANIZZAZIONE Unità formativa 1.1 Competenze e capacità tecniche

2 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione Competenze e capacità tecniche Ogni intervento di mobilità transnazionale, a prescindere dalla linea di finanziamento che lo rende possibile, dalla sua durata e dalla tipologia di beneficiari che vengono coinvolti, è sempre un evento di apprendimento. I progetti di mobilità – finanziati con Leonardo da Vinci, ma anche con altri programmi – sono interventi complessi e multi attore. Pertanto, per organizzare, gestire, implementare e portare a termine un intervento di questa complessità è necessario che le organizzazioni responsabili del progetto (organismi sia pubblici che privati) siano in possesso delle adeguate competenze gestionali, tecniche e operative.

3 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione Nel momento in cui uno di tali enti decide di presentare una candidatura per un finanziamento legato allorganizzazione di mobilità transnazionali deve essere in possesso di informazioni di qualità relativamente a due ambiti: la propria organizzazione, la sua struttura, le competenze che sono presenti in essa (vedi anche UF 1.3); le competenze la cui presenza è di particolare importanza relativamente alla possibilità di costruire un intervento di mobilità riguardano, in particolare, alcune aree dellorganizzazione: larea amministrativa e finanziaria, larea tecnico - operativa, larea gestionale o del controllo interno; le modalità di accesso ai finanziamenti, soprattutto per quel che concerne liter procedurale e la costruzione dei meccanismi per presentare una candidatura (vedi UF 1.2).

4 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione Tanto più complessa è lorganizzazione, non solo dal punto di vista dimensionale, ma anche strutturale, tanto più complesso risulterà il patrimonio di competenze necessarie a farla funzionare. le competenze di un ente sono contemporaneamente dellorganizzazione e degli individui che la compongono: infatti, esse nascono e si sviluppano allinterno di un contesto istituzionale che le comprende entrambe. Per questa ragione, analizzare solo le competenze di unorganizzazione è unoperazione incompleta se non si capisce come essa è strutturata e funziona.

5 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione La ricetta ottimale quando si decide di costruire una candidatura per la mobilità, consiste nellanalizzare gli enti coinvolti utilizzando una metodologia che combina lanalisi dei fabbisogni con lanalisi organizzativa, in particolare, raccogliendo dati relativi alle seguenti dimensioni: lorganizzazione; le persone; le attività.

6 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione Le dimensioni dellanalisi sullorganizzazione I dati sullorganizzazione servono a descrivere i diversi aspetti della realtà organizzativa che sarà coinvolta nella candidatura per la mobilità. I dati sulle persone riguardano aspetti socio-demografici e legati alle aspettative. Nel primo caso, si tratta di caratteristiche oggettive possedute dalle persone, come letà, lanzianità aziendale, liter di carriera. I dati sulle attività consistono in una descrizione sufficientemente articolata e dettagliata di ciò che gli individui fanno, del loro lavoro, dei compiti che svolgono, delle operazioni compiute quotidianamente.

7 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione Un possibile modello operativo Per ciascuna dimensione sopra considerata (organizzazione, persone, attività) esistono peculiari tecniche di indagine; nel primo caso, si tratta dellanalisi organizzativa, vera e propria analisi sul campo che rileva fatti, circostanze, fenomeni e segnali per elaborare le caratteristiche salienti e le criticità dellorganizzazione. La diagnosi organizzativa è la lettura del sistema esistente ed è un passo indispensabile per conoscere le competenze presenti e necessarie nellorganizzazione. La diagnosi indaga le seguenti variabili: variabili strutturali; variabili tecnologiche; variabili sociali; variabili relative ai meccanismi operativi.

8 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione La seconda dimensione, costituita dalle persone, viene analizzata individuando alcuni elementi distintivi del personale che opera nellorganizzazione. In relazione alla presenza di competenze per realizzare un intervento di mobilità, le caratteristiche da considerare sono: fisiche e oggettive (età, sesso, qualifica e anzianità aziendale); istruzione e livelli culturali e professionali (titoli di studio, capacità, conoscenze valutabili), precedenti esperienze di mobilità (tipologia e risultati); motivazioni (predisposizione, atteggiamenti, aspettative); vincoli organizzativi (tempi, luoghi, opportunità relativi alla vita lavorativa).

9 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione La terza dimensione, riferita alle attività, viene analizzata allo scopo di identificare: – le azioni e i comportamenti richiesti per espletare validamente le mansioni di una determinata attività lavorativa e per individuarne la coerenza con la realizzazione di un intervento di mobilità; – le conoscenze e le competenze necessarie a sviluppare i comportamenti lavorativi, possibilmente distinguendo le competenze già possedute da quelle che debbono essere sviluppate. Losservazione riferita alle attività si sostanzia in unanalisi del ruolo, cioè delle azioni interpretate nellesercizio del proprio lavoro viste in relazione con i comportamenti altrui. La descrizione produce un elenco dei compiti da eseguire, degli strumenti necessari a tale azione, delle fasi critiche per la loro realizzazione.

10 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione Il progettista che intenda esaminare unorganizzazione al fine di comprendere se e in che misura vi siano le competenze per costruire e realizzare un intervento di mobilità, ha a sua disposizione una serie di strumenti che si elencano di seguito: la ricerca documentaria; losservazione; il questionario; lintervista a testimoni privilegiati; il focus group.

11 Come valutare le competenze organizzative e gestionali dellorganizzazione Contenuto: La complessità degli interventi di mobilità finanziati da Leonardo da Vinci. La complessità delle competenze e dei ruoli necessari per progettare e realizzare un intervento di mobilità. La capacità di leggere unorganizzazione, la sua struttura, le competenze presenti in essa. Lanalisi delle organizzazioni, delle persone, delle attività. Un modello operativo di analisi dellorganizzazione. Gli strumenti da utilizzare nellanalisi organizzativa.


Scaricare ppt "COME VALUTARE LE COMPETENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI DELLORGANIZZAZIONE Unità formativa 1.1 Competenze e capacità tecniche."

Presentazioni simili


Annunci Google