La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 I PROGRAMMI UMANITARI DELLA ROTARY FOUNDATION. 2 Dal primo luglio 2003 si distinguono in tre categorie fondamentali: 1)S0VVENZIONI SEMPLIFICATE PER.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 I PROGRAMMI UMANITARI DELLA ROTARY FOUNDATION. 2 Dal primo luglio 2003 si distinguono in tre categorie fondamentali: 1)S0VVENZIONI SEMPLIFICATE PER."— Transcript della presentazione:

1 1 I PROGRAMMI UMANITARI DELLA ROTARY FOUNDATION

2 2 Dal primo luglio 2003 si distinguono in tre categorie fondamentali: 1)S0VVENZIONI SEMPLIFICATE PER I DISTRETTI; 2) SOVVENZIONI INDIVIDUALI; 3) SOVVENZIONI PARITARIE (MATCHING GRANTS). I PROGRAMMI UMANITARI

3 3 1) SOVVENZIONI SEMPLIFICATE PER I DISTRETTI Offrono ai distretti la possibilità di utilizzare una parte del loro fondo di designazione distrettuale (FODD) per progetti umanitari, locali (nella comunità locale) o internazionali (nella comunità di altra nazione). Il massimo finanziamento è pari al venti per cento del FODD.

4 4 LE SOVVENZIONI SOSTITUITE Le sovvenzioni distrettuali semplificate sostituiscono le seguenti sovvenzioni rimaste in vigore fino al 31/12/02: - Sovvenzioni per la comunità (C.A.P.) - Sovvenzioni per i trasporti umanitari - Sovvenzioni per nuove opportunità - Sovvenzioni di appoggio - Sovvenzioni per la ricerca

5 5 PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Caratteristica fondamentale di questo nuovo strumento è che la domanda per la utilizzazione dei fondi devessere presentata dal distretto nel corso dellanno Rotariano precedente a quel- lo in cui sono disponibili i fondi; deve pervenire alla R.F. tra il 1° luglio ed il 31 marzo: i fondi quindi saranno disponibili dal 1° luglio dellanno successivo.

6 6 Il nostro distretto ha presentato la do- manda entro il predetto termine ed ha già ottenuto un finanziamento di.9.345,00, accreditato sul conto bancario istituito per tale scopo presso la BNL di Palermo, da usare nel Con tale somma finanzieremo un progetto per un corso di informatica per non vedenti con i club dellarea Nissena e Terre di Cerere, e altro progetto con Catania ovest per un corso di informatica per non vedenti. SOVVENZIONI SEMPLIFICATE

7 7 Non è necessaria la presenza di uno sponsor, tuttavia la R.F. fortemente incoraggia i distretti a realizzare i progetti fuori della propria nazione: Occorre: a)nominare una commissione di almeno tre membri per il controllo della spesa; b) Progettare un piano di intervento e stabilire precisi obiettivi; c) Dare la massima evidenza pubblica al proget- to;

8 8 SOVVENZIONI SEMPLIFICATE d) Deve essere chiaro che trattasi di un progetto del Rotary; e) Deve essere data massima diffusione a mezzo dei media f) Deve essere inviato alla R.F un rapporto provvisorio ogni sei mesi ed uno finale entro due mesi dalla ultimazione del progetto

9 9 SOVVENZIONI SEMPLIFICATE g) se limporto della sovvenzione è superiore a $ i fondi vengono erogati ratealmente in base ad un piano di spesa; prima di ricevere le rate successive il di- stretto deve inviare relazioni provvisorie sullimpiego dei fondi ogni sei mesi.La rela- zione finale deve includere:

10 10 SOVVENZIONI SEMPLIFICATE il resoconto dettagliato di tutte le spese, copie delle ricevute degli acquisti, informazioni dettagliate sui beneficiari, resoconto dettagliato della partecipazione rotariana, relazione dettagliata dellattua- zione dei progetti e della validità dellespe- rienza fatta e sua utilità per informare e guidare il distretto nellanno successivo.

11 11 SOVVENZIONI SEMPLIFICATE Se nellattuazione dei progetti e nella spesa dei fondi non vengono osservati i regola- menti e le norme della R.F. che disciplinano luso delle sovvenzioni semplificate, il Distret- to sarà tenuto a restituire tutti i fondi spesi irregolarmente e non potrà ricevere future sovvenzioni fino a cinque anni.

12 12 2) SOVVENZIONI INDIVIDUALI. Finanziano i viaggi e le spese generali dei volontari Rotariani che partecipano personal- mente alla realizzazione di progetti umanitari in altro paese, o alla loro pianificazione. Limporto massimo del finanziamento per una località sede del progetto è di $

13 13 - Spese giornaliere di soggiorno minime; - Spese collaterali; - Spese per viaggio aereo in classe economica; Per un soggiorno da 5 a 60 giorni spesa massima ammessa $ SPESE AMMESSE

14 14 COME POSSONO PARTECIPARE I CLUBS ? Il club del paese in cui si sviluppa il progetto può dare la sua ospitalità; il club dellaltro paese sponsor può finanziare il viaggio allestero. Ciascun club dovrà sotto- scrivere apposite dichiarazioni (lettera di invito, lettera di approvazione, descrizione delle attività rotariane, ecc).

15 15 MODALITÀ DELLE DOMANDE Le domande vengono accettate continuamente dal quindici luglio man mano che si presentano; debbono pervenire alla R.F. quattro mesi prima della data di partenza; vengono approvate otto settimane prima della data di partenza.

16 16 Le domande possono essere presentate da Rotariani, Rotaractiani individualmente o da gruppi di Rotariani, Rotaractiani (massimo 5 persone) e da ex borsisti;

17 17 RELAZIONI FINALI Alla conclusione del progetto devono essere fornite delle relazioni sia da parte del club ospite sia da parte del soggetto beneficiario della sovvenzione; in mancanza non sarà data al club altra sovvenzione.


Scaricare ppt "1 I PROGRAMMI UMANITARI DELLA ROTARY FOUNDATION. 2 Dal primo luglio 2003 si distinguono in tre categorie fondamentali: 1)S0VVENZIONI SEMPLIFICATE PER."

Presentazioni simili


Annunci Google