La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DOTTRINA DELLE IDEE Per Platone la conoscenza era divisa in due gradi fondamentali (dualismo gnoseologico) : Secondo Platone le cose del mondo non possono.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DOTTRINA DELLE IDEE Per Platone la conoscenza era divisa in due gradi fondamentali (dualismo gnoseologico) : Secondo Platone le cose del mondo non possono."— Transcript della presentazione:

1 DOTTRINA DELLE IDEE Per Platone la conoscenza era divisa in due gradi fondamentali (dualismo gnoseologico) : Secondo Platone le cose del mondo non possono essere oggetto di scienza (perfezione),perché essendo prese dai sensi,hanno forma mutevole e imperfetta. Sono quindi dominio di OPINIONE. Delle cose che fanno parte del MONDO SENSIBILE noi abbiamo solo PERCEZIONI INSICURE,perché avute attraverso i SENSI I SENSI sono legati al corpo Le percezioni insicure portano a una conoscenza incerta ovvero la DOXA La vera conoscenza è quella che si può avere attraverso la RAGIONE La RAGIONE ha sede nell’ANIMA La RAGIONE porta ad una CONOSCENZA CERTA (epistemè) OPINIONEMUTEVOLEIMPERFETTACOSE

2 SCIENZAIMMUTABILEIDEEPERFETTA Platone ritiene che la scienza abbia i caratteri della stabilità e dell’immutabilità,e quindi della PERFEZIONE IDEA Deriva dalla radice greca “id” che è a sua volta riconducibile al verbo “orao”,vedere. Un’idea è quindi qualcosa che si può vedere ma non con gli occhi,bensì con l’intelletto; L’IDEA indica un’entità: IMMUTABILE PERFETTA CHE ESISTE PER SUO CONTO (perseista) FINITO/INFINITO TRASCENDENTE perché hanno esistenza separata dalle cose sensibili LIMITATE idee caratterizzate da un numero o una misura ILLIMITATE le qualità caratterizzate dal più e dal meno

3 Ci sono due tipi fondamentali di idee: LE IDEE MATEMATICHE: Corrispondenti alle entità dell’aritmetica e della geometria. Infatti,secondo Platone,vi sono idee anche dei principi del pensiero matematico,poiché nella realtà non troviamo mai l’uguaglianza perfetta o il quadrato perfetto di cui parla il matematico,ma solo copie approssimative LE IDEE VALORI : Corrispondenti ai supremi principi etici,estetici e politici. Tali sono ad esempio il Bene,la Bellezza,la Giustizia ecc.,che formano infatti ciò che denominiamo “ideali” Vi sono inoltre anche le IDEE DI COSE NATURALI e IDEE DI COSE ARTIFICIALI,ma su di esse Platone è rimasto incerto Le idee,pur essendo molteplici costituiscono una “trama” di essenza aventi un ordine gerarchico- piramidale con le IDEE-VALORI in cima e l’idea del BENE al vertice Per Platone le cose sono copie delle idee,e l’idea è dunque il modello unico e perfetto delle cose molteplici e imperfette di questo mondo Le idee sono poste in una zona d’essere diversa dalla nostra L’ IPERURANIO che in greco significa letteralmente“al di là” del cielo e quindi delle cose sensibili BENE IDEE- VALORI IDEE- MATEMATICHE

4 Per arrivare alle idee Platone ricorre alla dottrina-mito della reminiscenza o anamnesi(ricordo): sulla base della credenza della metempsicosi. Egli infatti afferma che l’anima,prima di calarsi nel corpo é vissuta,disincarnata,nel mondo delle idee. Una volta nel nostro mondo,l’anima conserva un ricordo sopito di ciò che ha veduto nell’iperuranio. ( CONOSCERE é RICORDARE) Platone affermando ciò rappresenta dunque una forma di INNATISMO in quanto la conoscenza non derivi dall’esperienza sensibile,bensì da metri di giudizio preesistenti e connaturati con il nostro intelletto. IDEA ESPERIENZA Le IDEE e le COSE pur essendo distinte hanno uno stretto legame: MIMESI le cose imitano le idee METESSI le cose partecipano alle idee PARUSIA le idee sono presenti nelle cose La finalità politica della teoria delle idee,è quella di voler offrire agli uomini uno strumento che consenta loro di uscire dal caos delle opinioni e dei costumi. Era inoltre uno strumento contro il relativismo politico/filosofico e l’anarchia sociale,ponendo la filosofia al potere


Scaricare ppt "DOTTRINA DELLE IDEE Per Platone la conoscenza era divisa in due gradi fondamentali (dualismo gnoseologico) : Secondo Platone le cose del mondo non possono."

Presentazioni simili


Annunci Google