La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“Il prodotto turistico accessibile”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“Il prodotto turistico accessibile”"— Transcript della presentazione:

1 “Il prodotto turistico accessibile”
A cura di: Jacopo Borghetti Stefania Centi Maria Chiara Mossone Eleonora Tramonti

2 La Situazione Attuale

3 Assenza di un APPROCCIO GLOBALE all’accessibilità
Assenza di una logica di MESSA A SISTEMA Basso livello di CONOSCENZA e CONSAPEVOLEZZA

4 PRODOTTO TURISTICO SISTEMA TURISTICO

5 accessibilità fisica accessibilità economica accessibilità all’informazione accessibilità psico – sociale

6 Accessibilità fisica

7 Raggiungere luoghi ed edifici

8 Entrare negli ambienti

9 Fruire di tutti gli spazi e attrezzature

10 ostacoli o impedimenti fisici
barriere percettive ostacoli o impedimenti fisici fonti di disagio BARRIERE ARCHITETTONICHE fonti di pericolo affaticamento

11 ACCESSIBILITÀ disponibilità di informazioni dettagliate
attendibilità e veridicità delle informazioni comprensione e risposta alle richieste dei clienti

12 CLASSIFICAZIONE ICF una semplificazione difficoltà nella mobilità
difficoltà nella destrezza difficoltà nella comunicazione

13 L’ITER LEGISLATIVO

14 Art. 3 della Costituzione Italiana
Legge n. 118 del 30 marzo 1971 DPR n. 384 del 27 aprile 1978 Legge n. 41 del 28 febbraio 1986 Legge n. 13 del 9 gennaio 1989

15 Decreto min. n. 236 del 14 giugno 1989
Legge n. 104 del 5 febbraio 1992 DPR n. 503 del 24 luglio 1996 Legge n. 135 del 29 marzo 2001

16 Normativa di riferimento:
Le basi…. Art. 3 della Costituzione Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese

17 Normativa di riferimento:
I primi passi… Legge 118/71, “…l’inserimento e l’integrazione della persona disabile si realizza anche attraverso interventi diretti ad assicurare l’accesso agli edifici pubblici e privati e ad eliminare o superare le barriere fisiche ed architettoniche che ostacolano i movimenti nei luoghi pubblici od aperti al pubblico, nonché l’eliminazione d’ostacoli a tutte le opere edilizie riguardanti edifici pubblici o privati che sono suscettibili di limitare l’accessibilità e la visibilità

18 Norme vigenti: Legge 9 gennaio 1989 n° 13, Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati Integrata dal Decreto Ministeriale 14 giugno 1989 n° 236, Prescrizione tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visibilità.

19 Norme vigenti: Legge 104/92, legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale ed i diritti delle persone handicappate, di cui all’articolo 23 prevede l’eliminazione di ostacoli per l’esercizio di attività sportive, turistiche e ricreative. DPR 503/96, disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione di barriere architettoniche di edifici e spazi pubblici, seguendo le disposizioni tecniche del DM 236/89

20 …in particolare dal DM 236/89:
Art 5.2 Sale e luoghi per riunioni, spettacoli e ristorazione rendere almeno una zona agevolmente accessibile, mediante un percorso in piano o raccordato con rampe, mediante ascensore od altri mezzi di sollevamento riservare almeno 2 posti per ogni 400 per persone con ridotta capacità motoria garantire l’accessibilità ad almeno un servizio igienico e, ove previsti, al palco ed almeno un camerino spogliatoio

21 …in particolare dal DM 236/89:
Art. 5.3 Strutture ricettive: Ogni struttura deve avere tutte le parti e servizi comuni ed un determinato numero di stanze accessibili anche a persone con ridotta od impedita capacità motoria Le stanze devono avere arredi, servizi, percorsi e spazi di manovra che consentano l’uso agevole anche da persone su sedia a ruote. Numero di stanze accessibili: almeno 2 ogni frazione di 40 Qualora il servizio igienico non sia privato, prevederne uno accessibile sullo stesso piano della camera

22 Normativa sul turismo:
Legge del 29 Marzo 200, n°135: “Riforma della Legislazione nazionale del turismo” DPCM 13 Settembre 2002: Recepimento dell’accordo fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome sui principi per l’armonizzazione, la valorizzazione e lo sviluppo del sistema turistico

23 DIMENSIONI di CRITICITÀ
1 Mobilità orizzontale Mobilità verticale 2 3 Fruizione delle unità ambientali Rispetto e integrazione delle normative 4

24 TRASPORTI

25 Compagnie aeree IATA

26 Prenotazione: far presente le proprie necessità
documentare la propria condizione esporre in anticipo le proprie richieste

27 Check-in e accoglienza:
1 ora e mezza prima in aeroporto primo imbarco / ultimo sbarco posti riservati sedia a ruote = bagaglio

28

29 30 minuti prima in stazione
CARTA BLU “Concessioni speciali III e VIII” Guida “I servizi per la clientela disabile”

30

31 Alcune compagnie marittime
dispongono di navi con accorgimenti per l’accessibilità Disponibilità di menù personalizzati

32 Il sistema delle informazioni

33 INTANGIBILITÀ NECESSITÀ di INFORMAZIONI Nessuna descrizione
Nessuna dimostrazione Nessuna comparazione Nessuna valutazione della qualità NECESSITÀ di INFORMAZIONI

34 OPERATORI TURISTICI COMUNICAZIONE DUBBI INCERTEZZE

35 PARADOSSO ? ? ? Il problema principale che le persone disabili lamentano è la mancanza di informazioni relative all’accessibilità delle strutture e delle località di vacanza

36 Elemento che consente di avere conoscenza di fatti, situazioni ecc.
INFORMAZIONE Elemento che consente di avere conoscenza di fatti, situazioni ecc. (www.garzantilinguistica.it)

37 INFORMAZIONE

38 SISTEMA delle INFORMAZIONI
conoscere le caratteristiche delle strutture decidere di fare vacanza scegliere il pacchetto più adatto acquistare il pacchetto turistico accessibile

39 EMITTENTE codifica canale decodifica RICEVENTE

40 COMUNICAZIONE TURISTICA
REGOLE Conoscenza del destinatario 1 Messaggio accattivante 2 Informazione esauriente 3 Valutazione delle reazioni del destinatario 4 5 Uso di canali pubblicitari appropriati Continuo miglioramento dei contenuti del messaggio 6

41 1 5 2 4 3 L’operatore deve conoscere… esigenze dei clienti canali
disponibili bisogni informativi 4 3 modalità di erogazione strumenti disponibili

42 STRUMENTI DISPONIBILI
3 STRUMENTI DISPONIBILI

43 RILEVAZIONE DIRETTA INDIRETTA

44 Metodologia IG-VAE

45 Procedura: formazione dei rilevatori
raccolta di informazioni basata sulla visita diretta controllo diretto di dimensioni e caratteristiche diretto contatto con i responsabili

46 QUESTIONARIO di RILEVAZIONE
Scheda identificativa Scheda tipologica Scheda spazi funzionali Scheda di aggiornamento

47 MODALITÀ di EROGAZIONE
4 MODALITÀ di EROGAZIONE

48 condivisione di uno stesso codice sulla base di criteri prefissati
CODIFICA DEL LINGUAGGIO condivisione di uno stesso codice sulla base di criteri prefissati capire come le informazioni siano state reperite e come esse vengano fornite attraverso un’interpretazione univoca ed inequivocabile

49 CRITERI SINTETICO ESPLICATIVO SEMI – SINTETICO SEMI – ESPLICATIVO
Uso del simbolo ESPLICATIVO realizzazione della NOTA sintetica SEMI – SINTETICO attribuzione di tre GRADI di accessibilita’ SEMI – ESPLICATIVO sono riportati i dati dimensionali solo di ALCUNI ELEMENTI significativi

50 Rilevazione della struttura
NOTA DI SINTESI

51 DISCREZIONALITÀ OGGETTIVITÀ

52 FUNZIONE: modalità per raggiungere la struttura
modalità per entrare nella struttura caratteristiche di percorsi, spazi funzionali e attrezzature accoglienza e relazione tra personale e ospiti

53 5 CANALI DISPONIBILI

54 Modalità di raccolta delle informazioni

55 DIRETTA INDIRETTA internet guide turistiche sportelli turistici
sportelli informativi operatori turistici passaparola INDIRETTA organizzazioni di persone disabili

56 CANALI DISPONIBILI Canale cartaceo Canale diretto Canale telematico

57 SIMBOLO di ACCESSIBILITÀ

58 SIMBOLI di ACCESSIBILITÀ CERTIFICATA

59 DANIMARCA

60 LUSSEMBURGO

61 SVEZIA

62 FRANCIA


Scaricare ppt "“Il prodotto turistico accessibile”"

Presentazioni simili


Annunci Google