La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Citologia: studio della struttura della cellula e delle sue parti Istologia: studio della morfologia dei tessuti, ovvero dellassociazione fra cellule Anatomia:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Citologia: studio della struttura della cellula e delle sue parti Istologia: studio della morfologia dei tessuti, ovvero dellassociazione fra cellule Anatomia:"— Transcript della presentazione:

1 Citologia: studio della struttura della cellula e delle sue parti Istologia: studio della morfologia dei tessuti, ovvero dellassociazione fra cellule Anatomia: studio delle caratteristiche macroscopiche e microscopiche delle parti che compongono il corpo umano, la loro posizione e i loro rapporti topografici Definizioni

2 Esistono circa 200 tipi di cellule nel corpo umano e 4 tessuti fondamentali 1) epitelio 2) tessuto connettivo 3) tessuto muscolare 4) tessuto nervoso Cellule e tessuti

3 Ciascuno di questi tessuti fondamentali è composto da: 1) cellule 2) matrice extracellulare

4 I diversi tessuti hanno differente quantità relativa di cellule e di matrice extracellulare: Epitelio: molte cellule e poca matrice extracellulare Tessuto connettivo: poche cellule e molta matrice extracellulare Cellule e tessuti

5 Le cellule organizzate in tessuti Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 I tessuti del corpo sono classificati in quattro tipi fondamentali sulla base della relativa struttura e funzione.

6 Le cellule organizzate in tessuti Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il tessuto epiteliale: ricopre la superficie del corpo; riveste le cavità del corpo e forma le ghiandole. Il tessuto connettivo: protegge e sostiene il corpo e i suoi organi; riempie gli spazi interni; costituisce le riserve energetiche dellorganismo e fornisce protezione immunitaria.

7 Le cellule organizzate in tessuti Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 Il tessuto muscolare: è specializzato per la contrazione; costituisce tutti i muscoli del corpo tra cui il muscolo cardiaco e il rivestimento muscolare degli organi interni. Il tessuto nervoso: riconosce i cambiamenti interni ed esterni del corpo; trasferisce informazioni e mantiene lomeostasi.

8 Funzioni degli epiteli 1) protezione (epidermide) 2) assorbimento (intestino, rene) 3) secrezione, escrezione (ghiandole) 4) scambi gassosi (alveoli polmonari)

9 Il tessuto epiteliale Esistono due tipi di epitelio lepitelio di rivestimento, che copre o riveste varie parti del corpo; lepitelio ghiandolare, che è costituito da cellule altamente specializzate per svolgere attività di secrezione. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

10 Caratteristiche generali degli epiteli di rivestimento (1) è costituito da cellule strettamente addossate le une alle altre e disposti in strati continui è avascolare e irrorato da vasi che raggiungono il tessuto connettivo sottostante è dotato di un proprio corredo di fibre nervose è caratterizzato da un continuo rinnovamento cellulare degli strati superficiali invecchiati o danneggiati. Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

11 sono costituiti da uno o più strati di cellule che formano una barriera con proprietà specifiche hanno sempre una superficie libera esposta verso lambiente esterno o verso una cavità o un condotto sono costituiti da cellule fittamente stipate e da scarso materiale extracellulare sono privi di vascolarizzazione poggiano sempre su una membrana basale che li separa dal tessuto connettivo Caratteristiche generali degli epiteli di rivestimento (2)

12 1. protezione e isolamento 2. assorbimento 3. secrezione 4. escrezione 5. ricezione sensoriale Principali funzioni

13

14 Epiteli di rivestimento I tessuti epiteliali non sono vascolarizzati e ricevono i nutrienti dal tessuto connettivo

15 Epiteli di rivestimento Gli epiteli di rivestimento vengono classificati in base a: 1.la forma delle cellule 2.il numero degli strati cellulari 3. la presenza di specializzazioni della superficie cellulare Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009

16 Forma delle cellule

17 1. Epitelio monostratificato o semplice 2. Epitelio stratificato 3. Epitelio pseudostratificato 4. Epitelio di transizione Il numero degli strati cellulari

18 Epitelio monostratificato o semplice Gli epiteli semplici sono: 1. relativamente sottili 2. le cellule hanno tutte la stessa polarità e i nuclei sono approssimativamente allineati 3. sono fragili 4. rivestono: compartimenti, condotti Funzioni: assorbimento, secrezione

19 Epitelio cubico semplice

20 Epitelio cilindrico semplice cellula ghiandolare cellula epiteliale

21 Villo intestinale (intestino tenue) Epitelio colonnare Tessuto reticolare (connettivo) Fibre muscolari lisce

22 Epitelio cilindrico semplice cellula epiteliale cilindrica

23 cubico e squamosocilindrico con microvilli Epitelio monostratificato o semplice

24 endotelio Endotelio

25 Epitelio stratificato

26 Transizione (vescica urinaria) Squamoso non cheratinizzato epiteli umidi (bocca, esofago, organi genitali) Epitelio pluristratificato Squamoso cheratinizzato impermeabile !! (epidermide) Cubico stratificato (dotti di una ghiandola)

27 Struttura dellepidermide

28

29 Epitelio pavimentoso composto non cheratinizzato (mucosa orale)

30 Epitelio pavimentoso composto cheratinizzato (epidermide) Trova tu i nomi!

31 Epitelio pseudostratificato

32 connettivo epitelio della trachea ciglia membrana basale Epitelio pseudostratificato (ciliato)

33 Epitelio di transizione Si trova nelle vie urinarie (vescica, ureteri) Si può estendere facendo dilatare le cellule alla base e appiattire quelle superficiali FUNZIONI: protezione, estensione

34 Epitelio di transizione rilassato (vescica vuota)

35 Epitelio di transizione disteso (vescica piena)

36 Localizzazione degli epiteli di rivestimento

37 Epiteli formati da cellule specializzate nella secrezione, ovvero nel rilascio di sostanze sintetizzate dalle cellule stesse (secreti) che svolgono una varietà di funzioni biologiche nellorganismo. Funzione: secernere particolari sostanze allinterno delle ghiandole. Tutte le ghiandole si dividono in endocrine ed esocrine. Epiteli ghiandolari

38 secrezioni riversate allinterno di un organo cavo comunicante con lesterno o allesterno dellorganismo ghiandole che agiscono localmente Esocrini Epiteli ghiandolari secrezioni riversate nel flusso sanguigno, chiamate ormoni ghiandole che agiscono a distanza su organi bersaglio Endocrini

39 Ghiandole Ghiandole esocrine Ghiandole endocrine La porzione secernente si separa dalla superficie e viene diffusamente vascolarizzata adenomero La porzione secernente, adenomero, rimane collegata allepitelio tramite il dotto escretore (chiaro)

40 Ghiandole esocrine Classificazione in base al numero di cellule Ghiandole unicellulari: singole cellule secernenti nellambito di un tessuto epiteliale (cellule caliciformi mucipare) Ghiandole pluricellulari: veri e propri organi contenenti epiteli ghiandolari

41 Ghiandole esocrine unicellulari

42 Ghiandole endocrine Formate da cellule sparse o raggruppate, ospitate entro altri tessuti o organi, oppure raggruppate e organizzate a formare organi completi. Hanno un gran numero di capillari sanguigni a decorso tortuoso, che si insinuano nel connettivo fra le cellule epiteliali (capillari sinusoidi) con endotelio ad ampie fenestrature o pori.

43 Negli epiteli, le cellule hanno un preciso orientamento. E possibile indicare con un nome preciso le loro varie parti. Orientamento delle cellule epiteliali

44 Specializzazioni della superficie cellulare La maggior parte delle cellule epiteliali sono polarizzate: possiedono una distribuzione asimmetrica degli organelli e delle specializzazioni di superficie.

45 Strutture presenti sulla superficie libera delle cellule epiteliali: 1. Microvilli 2. Stereociglia 3. Ciglia Specializzazioni

46 Definizione: espansioni digitiformi del citoplasma che si estendono dalla superficie cellulare (generalmente sulla membrana apicale) Funzione: aumentare la superficie assorbente di una cellula Microvilli

47 microvilli Microscopio elettronico Microscopio ottico Microvilli

48 Struttura dei microvilli

49 Definizione: sono dei lunghi microvilli relativamente rigidi con filamenti di actina. Sono localizzati nellepididimo e nelle cellule sensoriali della coclea (orecchio interno) Funzione: aumentare la superficie assorbente di una cellula (epididimo); trasduzione del segnale (coclea) Stereociglia

50 Definizione: sono dei lunghe strutture mobili, simili a peli Il loro asse centrale è composto da una disposizione di microtubuli nota col nome di assonema Funzioni: con il loro ondeggiare ritmico, favoriscono la progressione del muco e altre sostanze lungo la superficie epiteliale Sono presenti su epiteli che rivestono: trachea, bronchi, tube ovariche, cellule vestibolari orecchio interno (1 solo ciglio per cellula !) Ciglia

51 Epitelio pseudostratificato cigliato

52 Struttura delle ciglia

53 Ciglia e microvilli Ciglia

54 Ciglia in movimento

55

56 Tight junctions (giunzioni occludenti)

57 Funzione delle tight junctions (giunzioni occludenti)

58 Desmosoma

59 Gap junctions (giunzioni comunicanti)

60 Meccanismi di adesione cellula-cellula

61 Composta da strutture extracellulari, visibili solo al microscopio elettronico, presenti alla base delle cellule. E presente dove le cellule sono in contatto con il connettivo (epiteli, endoteli, cellule muscolari, adipose, cellule di Schwann) Rappresenta una barriera che regola lo scambio di macromolecole fra i tessuti connettivi e gli altri tessuti. I componenti sono secreti dalle cellule a loro adese. E attraversata dalle cellule tumorali che riescono a scinderne i componenti (invasione tumorale). Membrana basale

62 Membrana basale (microscopio ottico)

63 Le membrane del corpo Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 membrane: strati piani di tessuto flessibile che ricoprono o rivestono le varie superfici del corpo. membrana epiteliale: combinazione di uno strato di tessuto epiteliale e uno sottostante di tessuto connettivo Le membrane epiteliali possono essere mucose, sierose, cutanee o sinoviali.

64 Mucosa La membrana mucosa riveste le cavità interne degli organi che comunicano con lesterno. Secerne muco con funzione difensiva e protettiva.

65 Sierosa Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La membrana sierosa riveste le cavità degli organi che non comunicano con lesterno. È costituita dai foglietti parietale e viscerale, che secernono il liquido sieroso che riduce lattrito fra gli organi (es: pleure, peritoneo).

66 Sierosa e mucosa dello stomaco esofago piloro duodeno fondo pieghe mucosa sottomucosa strati muscolari sierosa

67 Membrana sinoviale Tortora, Derrickson Conosciamo il corpo umano © Zanichelli editore 2009 La membrana sinoviale riveste le cavità di alcune articolazioni e presenta strato endoteliale e connettivale. Secerne il liquido sinoviale che lubrifica le ossa a livello delle articolazioni, nutre la cartilagine e rimuove eventuali batteri.

68


Scaricare ppt "Citologia: studio della struttura della cellula e delle sue parti Istologia: studio della morfologia dei tessuti, ovvero dellassociazione fra cellule Anatomia:"

Presentazioni simili


Annunci Google