La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 3. Quando nasce Venezia? 697 Giovanni Diacono (Chronicon, X sec.) menziona un doge Paoluccio detto Anafesto (dopo 150 di governo da parte di magistri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 3. Quando nasce Venezia? 697 Giovanni Diacono (Chronicon, X sec.) menziona un doge Paoluccio detto Anafesto (dopo 150 di governo da parte di magistri."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 3

2 Quando nasce Venezia? 697 Giovanni Diacono (Chronicon, X sec.) menziona un doge Paoluccio detto Anafesto (dopo 150 di governo da parte di magistri militum indipendenti da Bisanzio) come parte nella Terminatio Liutprandina Menzionata nel Pactum Lotharii

3 La terminatio Liutprandina (ca. 712) Pactum Lotharii (23 febbraio 840): Parti: –limperatore carolingio Lotario –il doge veneziano Pietro Tradonico Oggetto: –Ricognizione di confini e reciproci rapporti già in passato consolidati capitolo 26: De finibus autem Civitatis novae statuimus, ut, sicut a tempore Liuthprandi regis terminatio facta est inter Paulitionem ducem et Marcellum magistrum militum, ita permanere debeat, secundum quod Aistulfus ad vos Civitatinos novos largitus est. (Circa i confini di Cittanova stabiliamo che, così come al tempo di re Liutprando fu definita la confinazione tra il duca Paulicio e il generale Marcello, in tal modo debba rimanere, secondo quanto Astolfo ha concesso a voi di Cittanova) capitolo 28: descrizione della confinazione quem posuit Paulitius dux cum Civitatinis novis, sicut in pacto legitur de Plave maiore usque in Plavem siccam... (la confinazione che il duca Paulicio pose con i Cittanoviani, come si legge nel patto, dalla Piave maggiore fino alla Piave secca...).

4 Liutprando re dei Longobardi dal 711 –Due interpretazioni possibili: Atto unilaterale di Paolo esarca e Marcello magister militum al tempo di Liutprando re dei Longobardi (secondo Roberto Cessi) accordo tra Paolo duca longobardo di Treviso e Marcello magister militum bizantino (secondo Carlo Guido Mor)

5 Il dogado altomedievale

6 da Cavarzere… …a Grado -- capitale Oderzo Grado sede del magister militum con poteri militari, civili e fiscali -- centri abitati fortificati plurimi e dispersi = castra sedi di tribuni: Grado, Bibione, Caorle, Cittanova, Equilo (Jesolo), Metamauco (Malamocco), Poveglia, Cluja major (Chioggia) e minor (Sottomarina) -- attorniati da centri minori = vici: Torcello Mazzorbo, Burano, Ammiana, Costanziaca Murano San Michele, San Cristoforo Olivolo Germine (Cannaregio), Luprio (Dorsoduro), Rivoalto (Rialto), Spinalonga (Giudecca)

7 Tecniche di urbanizzazione Sentieri sopraelevati e selciati per la viabilità terrestre Canalizzazioni rettificate e escavate per la viabilità acquea Consolidamento di aree fabbricabili Messa a coltura di aree litoranee Filtraggio delle acque pluvie per usi domestici (vedere file VEambiente.pdf)

8 Consolidamento con legname

9 Palificate di fondazione

10 Consolidamento con rovinacci

11 Messa a coltura dei lidi

12 Approvvigionamento di acqua

13 Usi civici sulla terraferma Approvvigionamenti essenziali Raccolta di legna Provvista di acqua Pascolo del bestiame Commercio di derrate e manufatti contatti con i Longobardi e le istituzioni feudali del comitato di Mestre

14 Influenze linguistiche Parole longobarde del linguaggio quotidiano accolte nella parlata veneta: –Skur = luogo coperto, rifugio scuro = anta di imposta –Banka = panca, banco bancum = tavolo e sedile/i –Skranna = sedile scagno = sgabello –Kruppia = mangiatoia inalterato –Skina = schiena inalterato –Grimison = aggrottamento di viso grima = vecchia, strega –Ruspi = ruvido ruspio = burbero –Gahagjan = boschetto recintato Gazzo (alta Padovana)

15 Novità istituzionali 727 Leone 3° Isaurico imperatore bizantino –Editto contro le sacre immagini –Eresia iconoclasta = distruttrice delle immagini di culto Gregorio 2° papa –Vieta lapplicazione in Occidente I centri lagunari si uniscono al papa contro limperatore bizantino –Espulsione del magister militum bizantino –Elezione di un duca = Orso detto Ipato (?) (titolo bizantino)

16 Doge, professione pericolosa 737Orso Ipato viene assassinato ritorno a magistri militum nominati dallesarca di Ravenna Ravenna temporaneamente conquistata dai Longobardi; lesarca si rifugia a Cittanova da cui contrattacca (Ostilità dei veneziani verso i bizantini) 741Espulsione definitiva dei magistri militum Elezione del nuovo doge Deusdedit (Teodato), figlio di Orso Ipato Trasferimento della capitale a Malamocco

17 Da Cittanova a Malamocco

18 I Bizantini abbandonano lItalia 751 Astolfo conquista definitivamente Ravenna –Fine dellesarcato bizantino –I centri lagunari restano privi di difesa militare organizzata di fronte al regno longobardo –La dipendenza da Bisanzio rimane puramente formale –Cessa la pressione fiscale bizantina Largitio Astolfina –Atto unilaterale di conferma della terminatio Liutprandina

19 Deusdedit Ipato assassinato Galla Gaulo assassinato Occorrono consuetudini costituzionali! Domenico Monegario + 2 tribuni (tentativo di ampliare la base di consenso) assassinato perché rifiuta i tribuni Maurizio Galbaio + coreggente (tentativo dinastico) il coreggente è mandato a Bisanzio per essere legittimato dallimperatore

20 Assetto istituzionale: dux et populus Veneticorum concio = assemblea degli uomini armati –Formata dai maschi maggiorenni –Esercito = cunctus populus = somma delle conciones dei diversi centri maggiori e minori = populus Veneticorum (almeno nelle occasioni solenni) dux = magistrato eletto a vita con poteri limitati: –Propone le delibere alla concio –Le attua con la collaborazione dei tribuni che governano i vici periferici

21 Il doge, primus inter pares Si forma un ceto di maggiorenti = famiglie che per tradizione partecipano alle conciones locali e plenarie = famiglie benestanti e colte = famiglie da cui sono eletti i tribuni e i dogi Tramandano il concetto romano di senso civico Non è un ceto chiuso Sedi di residenza disperse in tutta la laguna


Scaricare ppt "Lezione 3. Quando nasce Venezia? 697 Giovanni Diacono (Chronicon, X sec.) menziona un doge Paoluccio detto Anafesto (dopo 150 di governo da parte di magistri."

Presentazioni simili


Annunci Google