La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - www.lucianomeddi.eu 1 Evangelizzazione: Compiti e Nuovi Areopaghi. Riflessione teologico- pastorale MLE 2009 – Luciano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - www.lucianomeddi.eu 1 Evangelizzazione: Compiti e Nuovi Areopaghi. Riflessione teologico- pastorale MLE 2009 – Luciano."— Transcript della presentazione:

1 Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 1 Evangelizzazione: Compiti e Nuovi Areopaghi. Riflessione teologico- pastorale MLE 2009 – Luciano Meddi

2 Sommario PARTE PRIMA. PER UNA TEOLOGIA PASTORALE DELLA ESPRESSIONE NUOVI AREOPAGHI 1. Bibliografia 2.Comprensione di RM Teologia missionaria dei NAreopaghi Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 2

3 Sommario PARTE SECONDA. I NUOVI AREOPAGHI –Comunicazione e missione –Abitare i non luoghi –Produzione della cultura e missione –Evangelizzare il senso religioso Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 3

4 PARTE PRIMA. PER UNA TEOLOGIA PASTORALE DELLA ESPRESSIONE NUOVI AREOPAGHI 1.Bibliografia 2.Comprensione di RM Ambiti e luoghi in Ad Gentes 2.Il cap. IV di RM 3.Nuovi ambiti e Nuovi fenomeni 4.Nuovi areopaghi 3.Teologia della espressione Nuovi areopaghi Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 4

5 Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 5 Evangelizzazione: Compiti e Nuovi Areopaghi. Riflessione teologico-pastorale 2. La comprensione di RM 37-38

6 Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 6 Evangelizzazione: Compiti e Nuovi Areopaghi. Riflessione teologico-pastorale 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes

7 1 proemio capitolo I principi dottrinali –2. il piano divino di salvezza –3. la missione del figlio –4. la missione dello Spirito santo –5. la missione della chiesa –6. l'attività missionaria –7. l'attività missionaria nella vita e nella storia –8 carattere escatologico dell'attività mis sionaria Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 7

8 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes LA BASE CONCILIARE: AG 6 LATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA a)Il compito è uno, ma si esplica in diversi modi, diversità deriva dalle circostanze b)Tali condizioni dipendono sia dalla Chiesa, sia dai popoli, dai gruppi umani o dagli uomini, a cui la missione è indirizzata. Difatti la Chiesa, pur possedendo in forma piena e totale i mezzi atti alla salvezza, né sempre né subito agisce o può agire in maniera completa nella sua azione, tendente alla realizzazione del piano divino, essa conosce inizi e gradi; anzi talvolta, dopo inizi felici, deve registrare dolorosamente un regresso, o almeno si viene a trovare in uno stadio di inadeguatezza e di insufficienza. Per quanto riguarda poi gli uomini, i gruppi e i popoli, solo gradatamente essa può raggiungerli e conquistarli, assumendoli così nella pienezza cattolica. A qualsiasi condizione o stato devono poi corrispondere atti appropriati e strumenti adeguati. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 8

9 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes LA BASE CONCILIARE: AG 6 LATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA TRE AMBITI –Situazione delle chiese: crescita, autonomia, ministerialità… –Dei popoli: pace, guerra, sviluppo… –Dei gruppi umani: specifici bisogni missionari Adattare lazione missionaria alle diverse situazioni Cioè selezionare lattività secondo le situazione Perché la missione non può sempre agire in modo adeguato Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 9

10 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes LA BASE CONCILIARE: AG 6 LATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA c)Le iniziative principali …sono chiamate « missioni » …per lo più in determinati territori riconosciuti dalla santa Sede. Fine specifico di questa attività missionaria è la evangelizzazione e la fondazione della Chiesa Il mezzo principale per questa fondazione è la predicazione del Vangelo di Gesù Cristo… (attraverso) il battesimo aggregati alla Chiesa…riceve nutrimento e vita dalla parola di Dio e dal pane eucaristico (cfr. At 2,42). Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 10

11 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes LA BASE CONCILIARE: AG 6 LATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA d)In questa attività missionaria della Chiesa si verificano a volte condizioni diverse e mescolate le une alle altre prima c'è l'inizio o la fondazione, poi il nuovo sviluppo o periodo giovanile. Ma, anche terminate queste fasi, non cessa l'azione missionaria della Chiesa tocca anzi alle Chiese particolari già organizzate continuarla, predicando il Vangelo a tutti quelli che sono ancora al di fuori. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 11

12 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes LA BASE CONCILIARE: AG 6 LATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA e)Inoltre i gruppi umani in mezzo ai quali si trova la Chiesa spesso per varie ragioni cambiano radicalmente, donde possono scaturire situazioni del tutto nuove. In questo caso la Chiesa deve valutare se esse sono tali da richiedere di nuovo la sua azione missionaria. Ed ancora, si danno a volte delle circostanze che, almeno temporaneamente, rendono impossibile l'annunzio diretto ed immediato del messaggio evangelico. In questo caso i missionari possono e debbono con pazienza e prudenza, e nello stesso tempo con grande fiducia, offrire almeno la testimonianza della carità e della bontà di Cristo, preparando così le vie del Signore e rendendolo in qualche modo presenti Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 12

13 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes LA BASE CONCILIARE: AG 6 LATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA f)È evidente quindi che l'attività missionaria scaturisce direttamente dalla natura stessa della Chiesa … Così l'attività missionaria tra i pagani differisce sia dalla attività pastorale che viene svolta in mezzo ai fedeli, sia dalle iniziative da prendere per ristabilire l'unità dei cristiani. Tuttavia queste due forme di attività si ricongiungono saldamente con l'attività missionaria della Chiesa (37) la divisione dei cristiani è infatti di grave pregiudizio alla santa causa della predicazione del Vangelo a tutti gli uomini (38) ed impedisce a molti di abbracciare la fede. Così la necessità della missione chiama tutti i battezzati a radunarsi in un solo gregge ed a rendere testimonianza in modo unanime a Cristo, loro Signore, di fronte alle nazioni. Essi, se ancora non possono testimoniare pienamente l'unità di fede, debbono almeno essere animati da reciproca stima e amore. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 13

14 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes LA BASE CONCILIARE: AG 6 LATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA sintesi - le iniziative sono le missioni - unità e pluralità contestuale della attività missionaria \ secondo i contesti -i diversi contesti [condizioni] ecclesiali, popoli, gruppi umani -Tre ambiti: ad gentes, cura pastorale missionaria, ecumenismo - problema del rapporto tra i mezzi [divini] e la relatività del successo-regresso - il problema degli atti e strumenti appropriati [SU] Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 14

15 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes Temi di riflessione teologico- pastorale –Superare luniformità della prassi missionaria –La pluralità dei terreni e la pluralità delle azioni missionarie –Importanza dellanalisi pastorale per comprendere la lista dei bisogni missionari –Attraverso luso delle scienze umane –Utilizzando strumenti non teologici ma anche solo antropologici Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 15

16 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes Temi di riflessione teologico- pastorale –Il contesto\cultura come dimensione sociologica (capire il bisogno per meglio adeguare lazione missionaria)… –Il contesto\cultura come dimensione teologica (realtà che già possiede risorse di salvezza)… Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 16

17 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes laboratorio Come si è realizzata questa indicazione conciliare? Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 17

18 2.1. Ambiti e luoghi in Ad Gentes laboratorio\ alunni precedenti dopo una primavera un rigetto? torniamo allo specifico? in India: quali strumenti? non cè libertà di opinione, di conversione. solo testimonianza? Amazzonia (Brasile): il gruppo dominante appoggia le sette (cf. Rokfeller, Santa Fè I e II – ; cf documento contro la TdL) la gente non lo sa! cf. missione come far sapere, creare opinione Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 18

19 2.2. nellinsieme dellenciclica Il quadro teologico missionario della enciclica RM Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 19

20 Meddi Luciano - RM\ motivi [Lopez Gay J., 1993,415] - per rispondere alle molte richieste di un documento sull'attualità e urgenza della attività missionaria; per dissipare dubbi e ambiguità circa la missione ad gentes (RM, 4); perchè il mandato missionario non si è ancora realizzato; per indicare l'impegno per l'Asia (RM 12.37); nuovo sforzo e slancio missionario una felice situazione RM la fine delle idelogie e la fine del collegamento con le potenze coloniali Facoltà di Missiologia20

21 [2.2] Lespressione nellinsieme dellEnciclica cap. I mediazione unica e universale di Cristo, ma anche mediazioni partecipate di vario tipo e ordine cap. II Regno di Dio come oggetto della missione di Cristo e della chiesa cap. III ruolo e missione dello Spirito presente in ogni luogo e tempo cap. IV orizzonti e valori della missio ad gentes cap V vie e scopo della missione annuncio di Cristo Salvatore, la conversione, la formazione di Chiese Locali, l'incarnazione dell'Evangelo nelle culture dei popoli il dialogo interreligioso, la promozione umana cap. VI i responsabili cap. VII la cooperazione missionaria cap. VIII la spiritualità missionaria Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 21

22 [2.2] Lespressione nellinsieme dellEnciclica Temi di teologia della missione –Validità della missio ad gentes –La missio Dei (pastorale del Regno di Dio) non esclude la inclusione nella chiesa –Necessità della conversione e il primato\unicità redentiva di Cristo che si realizza attraverso il battesimo e lincorporazione nella chiesa –Valore salvifico delle religioni e culture –Tutta la comunità è responsabile della missione Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 22

23 Meddi Luciano - [2.2] Lespressione nellinsieme dellEnciclica \ gli scopi della missione Ad gentes 1965: opera missionaria –11 - la testimonianza cristiana –12 - presenza della carità –13 - la predicazione del vangelo –14 - il catecumenato –15 - la formazione della comunità cristiana –16 - (la formazione del) clero indigeno –17 - (la formazione dei) catechisti –18 - promozione della vita religiosa Redemptoris missio 1990: le vie della missione –42 - la testimonianza –44 - il primo annuncio –46 - conversione e battesimo –48 - formazione di chiese locali ecumenismo, ceb, inculturazione –55 - dialogo interreligioso –58 - promozione umana e dello sviluppo –60 - la carità Facoltà di Missiologia23

24 Meddi Luciano - [ 2.2] Lespressione nellinsieme dellEnciclica \ gli scopi della missione Scopi della missione –Costruzione del regno –formazione di chiese locali Vie della missione –la testimonianza –promozione umana e dello sviluppo –il primo annuncio e la predicazione del vangelo –conversione il catecumenato e battesimo –Ecumenismo e inculturazione –dialogo interreligioso –la formazione della comunità cristiana (clero, catechisti, vita consacrata) –Vita nella carità Facoltà di Missiologia24

25 Conferme recenti Nota dottrinale su alcuni aspetti dellevangelizzazione della CdF Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 25

26 2.3. immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. Analisi del cap. IV Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 26

27 Commenti a RM 37 Zago M., Gli ambiti della missione ad gentes, in Cristo Chiesa Missione. Commento alla "Redemptoris Missio", Roma, Urbaniana University Press, 1992, Rostkowski M. (a cura di), La missione senza confini : ambiti della missione ad gentes : miscellanea in onore del r.p. Willi Henkel, Roma-Monopoli, Vivere in, Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 27

28 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. LA STRUTTURA DEL CAPITOLO 32 - Un quadro religioso complesso e in movimento La missione ad gentes conserva il suo valore A tutti i popoli, nonostante le difficoltà Ambiti della missione "ad gentes" a) Ambiti territoriali b) Mondi e fenomeni sociali nuovi c) Aree culturali, o areopaghi moderni 39 - Fedeltà a Cristo e promozione della libertà dell'uomo 40 - Rivolgere l'attenzione verso il Sud e l'Oriente Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 28

29 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. [Zago 1992,168] importanza l'importanza del capitolo IV di RM si trova nel fatto che costituisce un legame tra la parte teologica e la parte operativa della enciclica. In esso si trovano 2 idee centrali: quella che definisce le tre situazioni in rapporto alle evangelizzazione all'interno dell'unica missione della Chiesa (nn.33-34) e quella che definisce gli ambiti della missione ad gentes (nn ). RM 34 afferma che essi sono tra loro collegati sia sul piano locale sia su quello mondiale. L'interdipendenza tra i vari compiti cristiani della cura pastorale, della nuova evangelizzazione e della missione ad gentes è richiamata spesso come un modo di mutuo accrescimento del rinnovamento (2; 32; 34; 41; 55; 56; 82; 83; 85; 89). Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 29

30 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes Un quadro religioso complesso e in movimento –Unica missione ma diversità di compiti –Lad gentes Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 30

31 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. 32 – situazioni diverse della dimensione religiosa –Queste diversità riguarda i cambiamenti profondi riguardo all'accettazione del vangelo sia nei paesi storicamente cristiani come nei paesi tradizionalmente missionari –e questo porta a domandarsi se non esista ormai un'unica situazione missionaria. –Tuttavia il papa preferisce non livellare le situazioni per non far scomparire la missione missionari ad gentes. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 31

32 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. 32 – situazioni diverse della dimensione religiosa –Lespressione dimensione religiosa è complessa e rimanda –Al significato-ruolo della religione nella società moderna, al ruolo di integrazione della persona –Al ruolo storicamente avuto nei conflitti sociali –Al problema del linguaggio Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 32

33 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. 33 – 3 situazioni\dimensioni –dove il vangelo, Cristo, non è conosciuto o le comunità cristiane non sono abbastanza mature per incarnare la fede nel proprio ambiente –situazioni di adeguate strutture ecclesiali e ferventi nella fede attività o cura pastorale –dove i gruppi di battezzati hanno perduto il senso vivo della fede o non si riconoscono come membri della chiesa nuova evangelizzazione –le tre dimensioni sono trasversali con accentuazioni particolari; appunto gruppi umani Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 33

34 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. 34 – missione ad gentes –si rivolge a gruppi e ambienti non cristiani per l'assenza o insufficienza dell'annunzio evangelico e della presenza ecclesiale –non è pensabile creare tra di esse barriere o compartimenti-stagno –È da notare, altresì, una reale e crescente interdipendenza tra le varie attività salvifiche della chiesa Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 34

35 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. 35 – missione ad gentes –A tutti i popoli, nonostante le difficoltà 36 - Né mancano le difficoltà interne al popolo di Dio –mentalità indifferentista Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 35

36 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. laboratorio 33 – ad gentes si, però… –Lagire missionario soffre di una crisi? –Questa crisi è in ordine alla società? –o è interno alla riflessione teologica? Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 36

37 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. laboratorio 33 – cura pastorale missionaria? –Attualmente si intende: –Ritorno al primo annuncio –Proporre-visitare-riconquistare spazi –IC dei bambini secondo il catecumenato –Rafforzamento della identità a livello sociale –Coinvolgimento degli adulti Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 37

38 [2.3] immensi orizzonti e valori della missio ad gentes. laboratorio 33 – nuova evangelizzazione: in che senso? –Nuovo ardore –uso politico della religione –Popolarità o di popolo? –Quale linguaggio? Religioso Senso Spiritualità? Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 38

39 [2.4] ambiti della missione nn Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 39

40 [2.4] ambiti della missione nn La parola ambito viene a significare le situazioni in cui si trova la missione (sia ad gentes, che pastorale, che nuova evangelizzazione). Ambito, rispetto a confine, include la valenza culturale e antropologica e non solo territoriale o giuridica Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 40

41 [2.4] ambiti della missione nn Mission de France ( ) –trasformare in forma comunitaria la parrocchia; –utilizzare il metodo della pastorale dinsieme e –adattare il linguaggio alla situazione religiosa e culturale dei destinatari. –Soprattutto la pastorale dinsieme mette in evidenza il passaggio da territorio a cultura. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 41

42 [2.4] ambiti della missione nn. 37a territoriali Come sempre, interi popoli ancora non conoscono il vangelo –Compito delle congregazioni, fidei donum e nuove forme laicali –Evangelizzazione e costruzione della chiesa locale Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 42

43 [2.4] ambiti della missione nn. 37a territoriali Situazioni non omogenee –Non credenti anche dentro territori già evangelizzati –Abbandoni della vita cristiana Quindi culture dentro i territori Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 43

44 [2.4] ambiti della missione nn. 37b 2. mondi e fenomeni sociali l'urbanizzazione, i giovani, le migrazioni, la povertà Urbanizzazione –Le gradi città luoghi privilegiati –Perdita della cultura rurale, della tradizione –Nuove culture e socializzazioni –Trasformazione o perdita del tradizionale senso religioso Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 44

45 [2.4] ambiti della missione nn. 37b 2. mondi e fenomeni sociali l'urbanizzazione, i giovani, le migrazioni, la povertà Giovani –urgenza nella evangelizzazione delle nuove generazioni. –nuova strategia fondata su una nuova modalità di annuncio e su nuovi soggetti formativi (movimenti e associazioni) Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 45

46 [2.4] ambiti della missione nn. 37b 2. mondi e fenomeni sociali l'urbanizzazione, i giovani, le migrazioni, la povertà Le migrazioni –nuove di contatti e scambi culturali –Situazione di povertà –Occasione di missione per le antiche chiese Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 46

47 [2.4] ambiti della missione nn. 37b 2. mondi e fenomeni sociali l'urbanizzazione, i giovani, le migrazioni, la povertà Nuove povertà –l'annunzio di Cristo e del regno di Dio deve diventare strumento di riscatto umano per queste popolazioni. –nuova strategia missionaria. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 47

48 [2.4] ambiti della missione nn. 37c 3. aree culturali e nuovi areopaghi Luoghi della cultura Mondo della comunicazione Nel senso della vita Nelle nuove spiritualità Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 48

49 Evangelizzazione: Compiti e Nuovi Areopaghi. Riflessione teologico-pastorale 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 49

50 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi - Introduzione Unità – pluralità – situazione\ contesto Tre situazioni –Ad gentes \ cura pastorale misisonaria\ nuova evangelizzazione Nuovi ambiti o situazioni antropologiche –Urbanizzazione, giovani, migrazioni, povertà –religione e socializzazione –Esigenza di nuova comunicazione Nuovi areopaghi –Cultura \ Comunicazione –Senso della vita \ Senso religioso Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 50

51 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA Antropologia del territorio Le persone vivono nuovi luoghi Nuovi luoghi e/o non-luoghi La trasmissione della cultura oggi La nuova situazione missionaria Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 51

52 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA ANTROPOLOGIA DEL TERRITORIO Se facciamo una mappa concettuale del termine territorio potremmo averne una simile a questa: territorio \ terra promessa \ cultura \ bisogni \ chiesa- mondo \ vita \ progetto di vita \ azione sociopolitica \ evangelizzazione \ GS \ rete sociale \ catechesi e carità \ segni per i tempi \ sviluppo e teologia dello sviluppo \ luoghi della catechesi Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 52

53 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA ANTROPOLOGIA DEL TERRITORIO 1. territorio come cultura 2. territorio come storia 3. territorio come conformazione umana 4. territorio come realtà giuridica 5. territorio come conformazione fisica Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 53

54 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA LE PERSONE VIVONO NUOVI LUOGHI 1. Dalla società semplice alla società complessa e plurale –Nuova elaborazione di sistemi di significato… –nuovi circuiti di trasmissione e socializzazione… –Nuovi sistemi di autorità e controllo Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 54

55 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA NUOVI LUOGHI E/O NON-LUOGHI –la nascita e lo sviluppo progressivo di una serie di nuovi contesti che sono contesti vuoti. –M. Augé e Z. Bauman affermano che sono spazi non identitari, relazionali e storici…Spazi in cui milioni di individualità si incrociano senza entrare in relazione e soprattutto incentrati sul presente. –La missione ha una dimensione fortemente legata alla comunicazione e formazione che è condizionata e modificata dalla esistenza di tali cambiamenti antropologici Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 55

56 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA LA TRASMISSIONE DELLA CULTURA OGGI –LA SOCIALIZZAZIONE –Il processo: scopo, ruoli e agenzie, –Le forme di trasmissione e di apprendimento –La socializzazione primaria e secondaria –Nel contesto di società semplice: lunità del processo –Nel contesto di società complessa e della urbanizzazione: nascita di sub- culture e nuove socializzazioni (contesti, valori, agenti, processi, linguaggi…) –La prima crisi: perdita di uniformità e nascita del pluralismo formativo –La seconda crisi: nuovi soggetti –La socializzazione tra pari e la perdita della intergenerazione –La socializzazione nei non luoghi e nel cyberspazio (esplosione della soggettività) Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 56

57 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA LA TRASMISSIONE DELLA CULTURA OGGI –LA SOCIALIZZAZIONE RELIGIOSA –Il risveglio religioso tra soggetto (psicologia religiosa) e contesto (sociologia religiosa) –La mancanza di una socializzazione religiosa primaria: la non trasmissione o la non sufficiente trasmissione –La mancanza di una socializzazione religiosa secondaria: IR nella scuola, ICR troppo infantile –La crisi delle istituzioni e pratiche formative di SR tradizionali –Esiti della socializzazione religiosa in contesti urbani: mancanza di socializzazione, abbandono, linguaggio formale, maggiore convinzione e appartenenza, condizione religiosa di sub-cultura Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 57

58 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.1. ANALISI ANTROPOLOGICA CONCLUSIONE NUOVA SITUAZIONE MISSIONARIA Tutto questo mette in crisi la tradizionale comunicazione missionaria organizzata per i sistemi sociali semplici (famiglia, villaggio, religione…). –Il tradizionale rapporto annuncio-religione –Fine della continuità tra senso religioso antico e moderno –Nuovo senso sociale della religione –Conoscere-abitare i nuovi luoghi comporta con sé anche l'obiettivo di comprendere il ruolo lo che la-le religione-religioni stanno avendo per il futuro dell'umanità. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 58

59 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO Spessore teologico della espressione luoghi e contesti I luoghi come compito e strumento della missione Spostamento dalloggetto alla storia 35 Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 59

60 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO\ sintesi Il contesto ha significato antropologico, metodologico e soprattutto fa parte strutturale dellazione missionaria Il luogo esprime una delle fonti della rivelazione; produce e causa una storia della rivelazione; possiede ed esprime alcuni dei sacramenti di salvezza. Tutto questo, si vedrà, modifica lazione missionaria in termini di ascolto, dialogo, assimilazione, integrazione, purificazione dei sistemi simbolici e della prassi di liberazione (servizio al Regno) Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 60

61 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO Spessore teologico della espressione luoghi e contesti –La missione (stazione missionaria) era il tradizionale luogo destinataria dellazione missionaria –Il modello entra in crisi a partire da 3 riconsiderazioni teologiche 1. La storia luogo teologico (loci theologici) 2. La salvezza integrale. 3. Il luogo identifica la chiesa Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 61

62 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO Spessore teologico della espressione luoghi e contesti Secondo M.-D. Chenu oggi la Chiesa è in stato di missione in quanto deve affrontare il contesto della progressiva scristianizzazione che determina nuove forme di trasmissione della fede e di socializzazione cristiana, deve entrare nella prospettiva di una chiesa (e missione) nel tempo che, cioè, assume il tempo (la cultura) come elemento decisivo per lazione missionaria Y. Congar: tesi II:le iniziative di Dio e la fede esistono solo in una realtà concreta, cultura: Così la rivelazione e la chiesa esistono nel particolare. Particolare si oppone a generale ma non a cattolico (pars pro toto o toto in parte) Queste riflessioni modificano la pratica missionaria in ordine agli obiettivi, contenuti, strategie e strumenti del suo agire. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 62

63 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO I Luoghi come compito e strumento della missione: spostamento dalloggetto al contesto e la sua storia 1. Visione globale. –Prendere in considerazione i nuovi luoghi della missione significa spostare laccento dalloggetto o contenuto della missione alla sua accoglienza. –Significa prendere in considerazione che lazione missionaria non è declinata a partire dal concetto di salvezza già pensato come definitivo. –Laccento viene messo non sulla offerta di salvezza ma sulla lista di bisogni di salvezza. Lazione missionaria si adegua e si riconsidera come risposta a tale analisi propria di ogni luogo. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 63

64 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO I Luoghi come compito e strumento della missione: spostamento dalloggetto al contesto e la sua storia 2. Quattro declinazioni. –[obiettivi] agire missionario a partire dalla analisi dei diversi contesti –[contenuti] il contesto umano come materia della salvezza (Chenu) – [strategie] il contesto non solo come destinatario ma anche come collaboratore del processo salvifico. –[strumenti] la missione ha bisogno di riferirsi a nuove riflessioni teologiche. Tra cui la teologia delle realtà terrestri e dei segni dei tempi Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 64

65 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO I Luoghi come compito e strumento della missione: spostamento dalloggetto al contesto e la sua storia 3. riqualificazione del giudizio pastorale missionario. –La pastorale centrata sui bisogni di salvezza rimanda alla competenza di progettazione che al suo interno ha la questione teologica dellanalisi pastorale della cultura che si serve dei due strumenti che la teologia ha elaborato nel XX secolo: –Il processo di evangelizzazione e inculturazione (purificazione della cultura e accoglienza dei segni salvifici) –La teologia dei segni dei tempi attraverso cui siamo capaci di riconoscere le azioni e strumenti attraverso cui avviene la dinamica salvifica. Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 65

66 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO I Luoghi come compito e strumento della missione: spostamento dalloggetto al contesto e la sua storia 4. ampliamento del dispositivo teologico: teologia contestuale per una pastorale dei contesti –Bevans S.B., Models of contextual Theology. Reivised and expanded edition, Orbis Books, Maryknoll 2008 [2002], Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 66

67 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO Bevans S.B., Models of contextual Theology. Reivised and expanded edition, Orbis Books, Maryknoll 2008 [2002] –The Translation Model: "putting the gospel into, John XXIII dentro dove? –The Anthropological Model: "seeds of the word"; GS 44; AG11; CT 53 solo personalizzazione? –The Praxis Model: theology of the signs of the times –The Synthetic Model: insieme agli altri, EN 64 rischio di incompletezza –The Transcendental Model: "the most personal is the most general troppo ingenuo? –The Countercultural Model: Tradition: the "clue" to the meaning of history; complete pericolo di sia anticulturale? Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 67

68 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO Teologia dei segni per i tempi –Chenu M.D., I Segni dei tempi, in Aa. Vv., La chiesa nel mondo contemporaneo, Queriniana, Brescia 1966, ; Boff C., Segni dei tempi, Borla, Roma 1983 –GS 4 –GS 11 Il popolo di Dio, mosso dalla fede con cui crede di essere condotto dallo Spirito del Signore che riempie l'universo, cerca di discernere negli avvenimenti, nelle richieste e nelle aspirazioni, cui prende parte insieme con gli altri uomini del nostro tempo, quali siano i veri segni della presenza o del disegno di Dio Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 68

69 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO Teologia dei segni per i tempi –GS 44 È dovere di tutto il popolo di Dio, soprattutto dei pastori e dei teologi, con l'aiuto dello Spirito Santo, ascoltare attentamente, discernere e interpretare i vari linguaggi del nostro tempo, e saperli giudicare alla luce della parola di Dio, perché la verità rivelata sia capita sempre più a fondo, sia meglio compresa e possa venir presentata in forma più adatta Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 69

70 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.2. IMPORTANZA TEOLOGICA DEL LUOGO- CONTESTO Teologia dei segni per i tempi –Criterio messianico –E criterio della teologia della croce Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 70

71 3. Per una teologia missionaria dei Nuovi Areopoghi 3.3. F ARE MISSIONE NEI NUOVI AREOPAGHI : ASPETTI FORMATIVI Le azioni della missione Descrizione delle azioni missionarie nei nuovi areopaghi Descrivere i nuovi luoghi35 Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - 71


Scaricare ppt "Facoltà di MissiologiaMeddi Luciano - www.lucianomeddi.eu 1 Evangelizzazione: Compiti e Nuovi Areopaghi. Riflessione teologico- pastorale MLE 2009 – Luciano."

Presentazioni simili


Annunci Google