La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Apprendimento e condizionamento. Il materiale allegato corrisponde alla parte più discorsiva dei supporti didattici (lucidi e diapositive) utilizzati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Apprendimento e condizionamento. Il materiale allegato corrisponde alla parte più discorsiva dei supporti didattici (lucidi e diapositive) utilizzati."— Transcript della presentazione:

1 Apprendimento e condizionamento

2 Il materiale allegato corrisponde alla parte più discorsiva dei supporti didattici (lucidi e diapositive) utilizzati durante le lezioni relative all APPRENDIMENTO. Questo materiale è messo a disposizione degli studenti, su loro richiesta, per facilitare la riorganizzazione degli appunti presi in aula e non per sostituire lo studio sul manuale consigliato, in relazione al quale verranno predisposti i quesiti della verifica finale di apprendimento.

3 Apprendimento Modificazione STABILE del comportamento attraverso lesperienza.

4 Tipi di apprendimento 1Sensibilizzazione (aumento della risposta) 2Abituazione (o adattamento) 3Abituazione + sensibilizzazione = disabituazione 4Imprinting 5Condizionamento classico 6Condizionamento operante 7Apprendimento complesso

5 Abituazione E la forma più semplice di apprendimento. Consiste nellapprendere ad ignorare uno stimolo divenuto familiare e che non comporta gravi conseguenze per lorganismo. es. ticchettio dellorologio

6 IMPRINTING - interazione fra apprendimento ed istinto

7 Apparecchio per lo studio dellimprinting nellanatroccolo ideato da Hess. Ad unetà critica lanatroccolo, mantenuto in oscurità dalla schiusa fino al test, viene posto sulla pista circolare al cui interno si muove in senso rotatorio uno zimbello di anatra. Lanatroccolo segue lo zimbello per un certo tempo ed in seguito viene posto nuovamente in condizioni di oscurità fino ad un nuovo test in cui si misura il suo imprinting. da Hess, E.H., Imprinting, Science, 130, (1959)

8 Le diverse componenti di uno schema di azione fisso

9 Condizionamento classico (o della risposta riflessa) Pavlov, Watson

10 Gli esperimenti di Pavlov

11

12 La misura delle variazioni nella secrezione della ghiandola salivare permette di: A) QUANTIFICARE LA REAZIONE AL CIBO (REAZIONE FISIOLOGICA INNATA) B) RILEVARE DIFFERENTI REAZIONI A CIRCOSTANZE DIFFERENZIATE DI ALIMENTAZIONE (ALCUNI CIBI PROVOCANO REAZIONI DI MINORE SECREZIONE)

13 NEUTRO

14 Acquisizione = periodo di prova durante il quale il soggetto apprende lassociazione tra due stimoli. Rinforzo = avviene se durante il periodo di acquisizione si hanno ripetuti abbinamenti di SC (stimolo condizionato) con SI (stimolo incondizionato). Estinzione = diminuzione graduale della risposta, nel caso in cui questa non venga rinforzata.

15

16 SIMULTANEO INEFFICACE NON MOLTO EFFICACE RETROGRADO Lo stimolo incondizionato è presentato contemporaneamente allintroduzione del cibo nella bocca del cane. Lo stimolo incondizionato è presentato successivamente allintroduzione del cibo nella bocca del cane.

17

18

19 Condizionamento classico (di secondo ordine)

20 Meccanismi fondamentali dellapprendimento CONTIGUITA RINFORZO GENERALIZZAZIONE DISCRIMINAZIONE ESTINZIONE RECUPERO

21

22

23

24

25 Diversi modelli di rinforzo del condizionamento operante ratio variabile ratio fissa

26

27

28

29

30 Caratteristiche distintive tra condizionamento classico e operante Condizionamento classicoCondizionamento operante Tipo di risposta N° di risposte Complessità della risposta Transfer Intenzionalità della risposta Generalizzazione Riflessa Limitato Motoria Dopo parecchie prove Possibile e automatico No Fissa Anche dopo poche prove Possibile e sia automatico che intenzionale Si Modulabile Non limitato

31 Apprendimento complesso APPRENDIMENTO LATENTE APPRENDIMENTO INCIDENTALE LEARNING SET INSIGHT

32

33

34

35

36 Apprendimento seriale

37 Gradiente della meta Nella situazione sperimentale sopra schematizzata, il ratto, avvistata la meta (goal), consistente nel cibo, vi si dirige con determinazione tanto maggiore quanto: a) è affamato; b) vede più direttamente la meta. La sua tensione verso la meta (goal gradient) viene misurata tramite un apparecchio che permette di trascrivere su un rullo di carta in movimento lintensità dello sforzo che il ratto sopporta momento per momento per avvicinarsi alla meta.

38


Scaricare ppt "Apprendimento e condizionamento. Il materiale allegato corrisponde alla parte più discorsiva dei supporti didattici (lucidi e diapositive) utilizzati."

Presentazioni simili


Annunci Google