La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Parco circolante ACI 2010 Stefano Caserini, Marco Moretti Febbraio 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Parco circolante ACI 2010 Stefano Caserini, Marco Moretti Febbraio 2012."— Transcript della presentazione:

1 Parco circolante ACI 2010 Stefano Caserini, Marco Moretti Febbraio 2012

2 I dati ACI sono stati elaborati nel seguente modo: Sono stati considerati i dati presenti nei fogli regionali scaricati dal sito di ACI, per ogni categoria (auto, leggeri, pesanti, motocicli, autobus) per tutte le regioni. Sono stati dapprima considerati i dati certi, con tutti i campi (regione, alimentazione, fascia, euro) definiti, escludendo tutti i dati nelle categorie non identificati o non contemplati. Il totale dei dati per ogni settore (auto, leggeri, pesanti, motocicli) è stato poi ripartito per ogni regione, carburante, tipo veicolo e euro in base alla presenza di dati certi. Questo metodo è meno preciso rispetto alla disaggregazione dei dati non definiti per ogni tipologia di dato non definito, ma si ritiene che lerrore commesso sia trascurabile rispetto ai vantaggi della rapidità del metodo. Complessivamente risultano infatti non definiti circa veicoli, pari a circa lo 0.5 % dei veicoli italiani. Come da classificazione SNAP, nei mezzi pesanti sono stati messi sia i camion che trattori e autobus.

3 Classificazione COPERT /1 Veicoli leggeri a metano e GPL Sono stati considerati leggeri a benzina (per ora COPERT non ha questa categoria) Veicoli pesanti a metano e GPL Sono stati considerati leggeri diesel (per ora COPERT non ha questa categoria) Motocicli Ci sono problemi per differenza fra le fasce di cilindrata ACI e quelle Copert e per la necessità di distinguere le motorizzazioni a due e quattro tempi, distinzione non effettuata da ACI: è stata mantenuta la ripartizione dei motocicli usata per le precedenti versioni dellinventario, differenziata in funzione della cilindrata e della categoria legislativa. Autobus Si è assegnato alla categoria Copert Bus Urbani la categoria di autobus ACI Pubblico, e alla categoria Copert Pullman le categorie Noleggio, Privato e Altri usi. Successivamente i dati dei bus sono stati modificati per tener conto del corretto numero di urbani, dato disponibile dal Conto Nazionale Trasporti, come comunicato da ISPRA, secondo cui la quota di bus urbani, sul totale dei bus + pullman, è pari al 20,8 %. Per ogni regione si è quindi stimato un numero di bus urbani pari al 20,8 % e di pullman pari al 79,2% del totale.

4 Classificazione COPERT /2 Bus a combustibili alternativi Nei dati ACI non sono disponibili informazioni sui carburanti usati; pur se il conto nazionale trasporti stima una quota di circa il 5% di bus urbani con carburanti alternativi, la grande specificità locale di questo tipo di mezzi ha fatto si che nella stima realizzata tutti i bus sono stati considerati tutti come mezzi diesel; il dettaglio può essere inserito localmente. Trattori stradali Come fatto per i dati 2008, si è ritenuto quindi necessario ripartire il dato dei trattori fino a 20 t (che sono il 95,5% di tutti i trattori) nelle classi di peso superiori, in relazione al peso medio dei rimorchi, semirimorchi e cassoni disponibili e utilizzati. Le nuove percentuali utilizzate sono state fornite da ISPRA (Antonella Bernetti), Mezzi pesanti articolati Rimaneva il dubbio che ci fossero degli autotreni, formati dai rigid trucks a cui si aggiunge un rimorchio, da noi conteggiati con un peso minore perché ci sfugge leffetto del peso del rimorchio. A questo dubbio ha dato risposta il MIT, dicendo che nei pezzi pesanti HDV ci sono solo mezzi che non hanno rimorchio. Non occorre quindi alcuna altra modifica ai dati.

5 From: Crescenzi CostanzaCrescenzi Costanza To: Antonella BernettiAntonella Bernetti Cc: Brasiello AdrianaBrasiello Adriana Sent: Thursday, January 26, :35 AM Subject: Richiesta su circolante HDV e HDV ARTICOLATI. Buongiorno, per rispondere ai quesiti che mi ha rivolto telefonicamente, Le allego la tabella schematica che avevamo concordato e inviato alla Dr.ssa Francesca Lena in modo che abbia presente le tipologie di veicoli presi in considerazione in ciascuna categoria (autovetture, LDV, HDV, HDV articolati, BUS urbani, BUS, motoveicoli, ciclomotori) per lestrazione del circolante. In particolare, negli HDV si considerano gli autocarri per trasporto di cose, gli autoveicoli per trasporto specifico, gli autoveicoli ad uso speciale. Si tratta di veicoli destinati al trasporto di cose o persone, muniti permanentemente di speciali attrezzature relative a questo scopo. Sono veicoli NON dotati di rimorchio e sono classificati secondo classi della loro massa complessiva. Invece, negli HDV ARTICOLATI si considerano i trattori stradali per rimorchio, e i trattori per semirimorchio. Si tratta di veicoli destinati esclusivamente al traino di rimorchi e semirimorchi, e in questa categoria sono inclusi solo i trattori cioè la parte motrice e NON il rimorchio o semirimorchio (che in quanto staccabile potrebbe essere utilizzato su più veicoli). Questi veicoli sono classificati secondo classi della loro tara + massa rimorchiabile. Spero di esserLe stata di aiuto. Cordialmente. Costanza Crescenzi Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti Terrestri ed il Trasporto Intermodale. Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 7- Centro Elaborazione Dati Via G. Caraci, Roma Tel. 06/ Fax. 06/

6 Classificazione dei motocicli

7 Distribuzione dei trattori per fascia peso

8 Conclusione Il risultato è la tabella in cui ci sono il numero di veicoli per tipo Copert, sia totali che solo quelli certi. Le lievi differenze nei veicoli pesanti e nei motocicli sono dovute agli arrotondamenti a livello nazionale. A livello regionale le differenze sono maggiori ma comunque inferiori al 0,05 % del totale. I file creati per ogni regione sono sul sito.

9 Da: CASERINI STEFANO Inviato: lunedì 30 gennaio A: 'Paolo Alburno' Cc: FOSSATI GIUSEPPE Oggetto: domanda su ciclomotori 2T euro 0 Ciao Paolo Scusa se ti disturbo ACI ci ha dato alcuni dati sulle moto secondo cui sembra che tra gli euro 0 fino a 125 cc quelli alimentati a miscela o benz+olio siano solo il 62%; Noi pensavamo che gli euro 0 < 125 cc fossero quasi tutti 2T, il 38% di 4 tempi ci sembra un po tanto. Tu cosa ne pensi ? Hai per caso dei dati su queste percentuali ? Ti ringrazio A presto Stefano Attendiamo risposta…


Scaricare ppt "Parco circolante ACI 2010 Stefano Caserini, Marco Moretti Febbraio 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google