La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Green Economy or green lies? Sostenibilità di una strategia di impresa fra combustibili fossili, nucleare, energie rinnovabili G. Zampini C.E.O Ansaldo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Green Economy or green lies? Sostenibilità di una strategia di impresa fra combustibili fossili, nucleare, energie rinnovabili G. Zampini C.E.O Ansaldo."— Transcript della presentazione:

1 Green Economy or green lies? Sostenibilità di una strategia di impresa fra combustibili fossili, nucleare, energie rinnovabili G. Zampini C.E.O Ansaldo Energia Pisa

2 2 LAzienda New Units ImpiantiComponenti ServiceNucleare Un marchio riconosciuto a livello mondiale nella Power Generation, con una capacità installata pari a oltre MW in più di 90 Paesi Sede centrale a Genova. Uffici principali in Africa, nel Golfo e in India, per un totale di oltre 4000 dipendenti (Giugno 2009 ) 08 Ordini: 1.371M 08 Ricavi: 987M Ansaldo Energia, una azienda del gruppo Finmeccanica, è un soggetto di riferimento per lindustria energetica, portando soluzioni affidabili e flessibili attraverso un portafoglio prodotti completo e innovativo 08 Ordini: 640M 08 Ricavi: 315M 08 Ordini: 41M 08 Ricavi: 31M

3 3 100% Struttura Legale del Gruppo oggi 100% 88% FINMECCANICA 100% ANSALDO ENERGIA SpA Ansaldo Nucleare SpA Ansaldo Thomassen Ansaldo ESG Ansaldo Fuel Cells SpA Asia Power Projects LTD New Units Service Nucleare (3%) Turboenergy 25% Rinnovabili & Generazione Distribuita (1%) Proit 5% (96%)

4 4 La Storia recente 1853 Costituzione della Gio. Ansaldo & C. 1949Licenza GE per Turbine a Vapore e Generatori 1989Licenza ABB per Turbine a Vapore e Generatori 1991Licenza Siemens per Turbine a Gas La storia recente

5 5 Evoluzione strategica dellazienda (1/2) All inizio del secolo molti consideravano irrecuperabile Ansaldo Energia Il cambiamento significativo avvenne nell anno 2002 con la decisione di abbandonare tutte le licenze e cominciare un proprio sviluppo tecnologico. Ciò si basò anche su una diversa visione dell evoluzione delle turbine a gas rispetto ai principali orientamenti di mercato di allora.

6 6 Evoluzione strategica dellazienda (2/2) L anno 2009 è un altro anno di scelte rilevanti dal punto di vista dellindirizzo di Ansaldo Energia –Ridotti investimenti nel mercato della generazione elettrica da combustibili fossili –Ritorno del nucleare –Onda apparentemente sempre più forte di green economy Che fare?

7 7 (*) CAGR (Compound Annual Growth Rate) calculated on Gross Domestic Product at constant prices national currency - Source: International Monetary Fund, April 09 Thailand 3.1% Colombia 3.2% (Base Year 2008 – B$) GDP 800 CAGR 08-14* 50 GDP < 200 CAGR * 200 GDP < 800 CAGR * Malaysia 3.2% Chile 3.6%, Peru 5.2% Saudi Arabia 3.6% India 6.8% Indonesia 4.5% CAGR * cutoff > 3.0% Philippines 3.2% Vietnam 5.5% Nigeria 4.8% Algeria 3,9%, Egypt 4,9%, Libya 6.1%, Morocco 5.3% South Africa 3.1% Bangladesh 6.2% Pakistan 4.7% Kazakhstan 4.4% China 9.2% UAE 3.3% Iraq 6,1%, Kuwait 3.3%, Oman 5.3%, Qatar 8.7%, Syria 4.2% Angola 5,7%, Sudan 5.1% Contesto globale: Economie a maggiore tasso di crescita

8 8 Aree con piani di sviluppo rilevanti in energie verdi N° dimpianti nucleari in costruzione/ in autorizzazione (World Nuclear Ass. Dic 09) (18) (13) (3) (16) (29) (53) (10) Aree con piani di sviluppo rilevanti sul nucleare ( ) (15) Resto del Mondo (20) (12) Contesto globale: Aree con piani di sviluppo per Energia Verde e Nucleare

9 9 Quadro globale Produzione Energia Elettrica (Mondo) Fuel mix sulla produzione di energia elettrica Source: WEO 2008 forecast TWh TWh TWh

10 10 Piano dazione dellEuropa e dellItalia Riduzione unilaterale emissioni del 20% per tutta la EU27 entro il 2020 rispetto ai livelli del 1990 ( vincolante) Aumento del 20% della quota minima di energia da fonti rinnovabili entro il 2020 (di cui 10% di biocombustibili) ( vincolante) Aumento del 20% dellefficienza energetica ( non vincolante) Da Presidenza del Consiglio Europeo di Bruxelles (8-9 marzo 2007) Obiettivi per lItalia Target totale emissioni di GHG: -14% rispetto valori 2005 Target generale rinnovabili: 17% dei consumi energetici totali 2020; 10% biocarburanti per trasporti 2020 Pacchetto Clima Energia dellUE (23 gennaio 2008) Puntiamo ad un mix ottimale di produzione elettrica che comprenda il 25% da fonti rinnovabili, compreso lidroelettrico, il 25% da nucleare e il restante 50% da combustibili fossili, gas, olio e carbone pulito Azione in campo energetico da parte del Ministro dello Sviluppo C.Scajola

11 11 Energia tradizionale (Fossil Fuels)

12 12 Considerazioni strategiche (1/2) I combustibili fossili continueranno a fare la parte del leone Emergono differenti caratterizzazioni geografiche del mercato elettrico : Paesi industrializzati : Impianti con sempre maggior flessibilità operativa Emissioni sempre più ridotte Componentistica a più elevato risparmio energetico Paesi in via di sviluppo : Potenze installate sempre più elevate Minori esigenze di flessibilità operativa Minore attenzione alle emissioni

13 13 Risposte di AEN nel campo dei combustibili fossili Continuare i programmi di sviluppo per: migliorare la fuel flexibility e la operational flexibility (almeno 250 start-up allanno) proponendo miglioramenti significativi sugli impianti esistenti (life extension, soluzioni per upgrade ). migliorare i sistemi di automazione, controllo e diagnostica fornire agli impianti adeguati sistemi di Security (Hw e Sw) migliorare la riduzione delle emissioni a tutti i livelli operativi AEN ha depositato nelle tecnologie relative al fossil fuel 100 brevetti negli ultimi 4 anni di cui 15 sulla combustione. Lo sviluppo sulle fonti fossili assorbirà ancora la maggiore parte degli investimenti in R&D nel prossimo piano quinquennale

14 14 Energia Nucleare

15 15 Considerazioni strategiche (2/2) Rinascita del Nucleare in Italia Laccordo ENEL – EDF dovrà coinvolgere lindustria nazionale non solo sulle forniture ma anche aprendo laccesso alla tecnologia. Il nucleare dovrà diventare elemento traente per un nuovo sviluppo industriale e per la formazione universitaria. In caso contrario: Lindustria nazionale non avrebbe nessuna possibilità di accedere alla catena del valore. Il rischio di colonizzazione tecnologica sarebbe elevatissimo. Per riconoscere una vera rinascita dovranno verificarsi alcune condizioni:


Scaricare ppt "Green Economy or green lies? Sostenibilità di una strategia di impresa fra combustibili fossili, nucleare, energie rinnovabili G. Zampini C.E.O Ansaldo."

Presentazioni simili


Annunci Google