La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IGIENE SALUTE = DISSAL: Dipartimento Scienze della Salute.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IGIENE SALUTE = DISSAL: Dipartimento Scienze della Salute."— Transcript della presentazione:

1 IGIENE SALUTE = DISSAL: Dipartimento Scienze della Salute

2 AMBIENTE FISICO Aria - Acqua - Suolo Clima - Radiazioni Ionizzanti - ecc. AMBIENTE SOCIALE Fattori demografici Urbanizzazione Abitazioni Lavoro Trasporti Tempo libero ecc. AMBIENTE BIOLOGICO Alimenti Microrganismi Parassiti Pollini ecc. FATTORI GENETICI Cronica AcutaUnifattoriali Multifattoriali Ambiente e Malattia Checcacci L. et al 1992 SANITÀ PUBBLICA (PUBLIC HEALTH) la scienza e larte di prevenire le malattie, di prolungare la vita e di promuovere la salute attraverso gli sforzi organizzati della società

3

4 AMBIENTE FISICO Aria - Acqua - Suolo Clima - Radiazioni Ionizzanti - ecc. AMBIENTE SOCIALE Fattori demografici Urbanizzazione Abitazioni Lavoro Trasporti Tempo libero ecc. AMBIENTE BIOLOGICO Alimenti Microrganismi Parassiti Pollini ecc. FATTORI GENETICI Cronica AcutaUnifattoriali Multifattoriali Ambiente e Malattia Checcacci L. et al 1992 SANITÀ PUBBLICA (PUBLIC HEALTH) la scienza e larte di prevenire le malattie, di prolungare la vita e di promuovere la salute attraverso gli sforzi organizzati della società

5 MICRORGANISMI VIRUS MICROBI - BATTERI MUFFE -FUNGHI

6

7 AMBIENTE FISICO Aria - Acqua - Suolo Clima - Radiazioni Ionizzanti - ecc. AMBIENTE SOCIALE Fattori demografici Urbanizzazione Abitazioni Lavoro Trasporti Tempo libero ecc. AMBIENTE BIOLOGICO Alimenti Microrganismi Parassiti Pollini ecc. FATTORI GENETICI Cronica AcutaUnifattoriali Multifattoriali Ambiente e Malattia Checcacci L. et al 1992 SANITÀ PUBBLICA (PUBLIC HEALTH) la scienza e larte di prevenire le malattie, di prolungare la vita e di promuovere la salute attraverso gli sforzi organizzati della società

8

9 AMBIENTE FISICO Aria - Acqua - Suolo Clima - Radiazioni Ionizzanti - ecc. AMBIENTE SOCIALE Fattori demografici Urbanizzazione Abitazioni Lavoro Trasporti Tempo libero ecc. AMBIENTE BIOLOGICO Alimenti Microrganismi Parassiti Pollini ecc. FATTORI GENETICI Cronica AcutaUnifattoriali Multifattoriali Ambiente e Malattia Checcacci L. et al 1992 SANITÀ PUBBLICA (PUBLIC HEALTH) la scienza e larte di prevenire le malattie, di prolungare la vita e di promuovere la salute attraverso gli sforzi organizzati della società

10 DALLA SALUTE ALLA MALATTIA CAUSE FATTORI DI RISCHIO INDICATORI DI RISCHIO

11 AMBIENTE FISICO Aria - Acqua - Suolo Clima - Radiazioni Ionizzanti - ecc. AMBIENTE SOCIALE Fattori demografici Urbanizzazione Abitazioni Lavoro Trasporti Tempo libero ecc. AMBIENTE BIOLOGICO Alimenti Microrganismi Parassiti Pollini ecc. FATTORI GENETICI Cronica AcutaUnifattoriali Multifattoriali Ambiente e Malattia Checcacci L. et al 1992 SANITÀ PUBBLICA (PUBLIC HEALTH) la scienza e larte di prevenire le malattie, di prolungare la vita e di promuovere la salute attraverso gli sforzi organizzati della società

12 Malattie Acute e Croniche FATTORI CAUSALI MALATTIA CONCLAMATA GUARIGIONE ESITI INVALIDANTI MORTE TEMPO DI LATENZA

13 RISPOSTA AI PROBLEMI DI SALUTE Promozione Salute Diagnosi e Cura Prognosi Controllo eventi letali Prevenzione Primaria Prevenire linsorgenza della malattia in tutti i soggetti sani (a rischio) Prevenzione Secondaria Diagnosi precoce (screening) per prevenire i danni della malattia e la sua persistenza Prevenzione Terziaria Prevenire le riacutizzazioni e la progressione della malattia (riabilitazione)

14 -AMBIENTE-DEMOGRAFIA -ABITUDINI PERSONALI

15 Dal 1946 al 1965 Forte aumento di natalità (baby boom) in presenza di ridotta mortalità > popolazione Dopo il 1968 Crollo delle nascite con costante riduzione della mortalità Calo demografico

16 Natalita (baby boom)

17 MORTALITA PER RAGGRUPPAMENTI DI CAUSE (LIGURIA 2003:TOT ) MAL. CARDIOCIRCOLATORIE: 8837 (41,2 %) TUMORI: 6160 (28,7 %) MAL APP. RESPIRATORIO 1300 ( 6,1 %) INCIDENTI 940 ( 4,4 %) APP. DIGERENTE 814 ( 3,7 %) APP. GENITOURINARIO 324 ( 1,5 %) MAL. INFETTIVE 131 (O,6 %)

18 Tassi specifici di mortalita/1000ab 1 anno 4, anni 0, anni 0, , ,12 dopo 16 anni le cause di morte piu frequenti sono traumatismi, tossicodipendenze, tumori giovanili

19 Prevenzione 1) educazione sanitaria 2) profilassi ambientale 3)incremento resistenza individuale (vaccino-chemioprofilassi)


Scaricare ppt "IGIENE SALUTE = DISSAL: Dipartimento Scienze della Salute."

Presentazioni simili


Annunci Google