La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RECENTI ACQUISIZIONI IN TEMA DI VACCINAZIONE MENINGOCOCCICA Specializzando Dott. Livio DEL DUCA UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RECENTI ACQUISIZIONI IN TEMA DI VACCINAZIONE MENINGOCOCCICA Specializzando Dott. Livio DEL DUCA UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 RECENTI ACQUISIZIONI IN TEMA DI VACCINAZIONE MENINGOCOCCICA Specializzando Dott. Livio DEL DUCA UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA Direttore: Prof. Ferdinando Romano Relatore Prof. Francesco SCHIOPPA Anno Accademico 2002/2003

2 Premessa Malattia meningococcica: insieme di sindromi cliniche a decorso acuto e ad incidenza sporadica o epidemica causata da Neisseria meningitidis Quadri clinici: Meningite (20%), Sepsi emorragica acuta (25%), Meningite + Sepsi emorragica acuta (50%), S. di Waterhouse Friederichsen (4%), Meningoencefalite fulminante (1%) Letalità complessiva: 5,2% (17,2% Sepsi emorragica acuta, 35-50% S. di Waterhouse Friederichsen, >90% Meningoencefalite fulminante) Morbidità: sequele neurologiche permanenti o esiti da CID (amputazioni di arti, cicatrici deturpanti, ecc.) in circa 1/5 dei pazienti

3 Premessa (II) Meningite meningococcica: malattia infettiva batterica acuta ad esordio rapido e decorso talvolta fulminante Tasso di letalità: 2,3% Diagnosi tempestiva e corretta terapia: portano a completa e rapida guarigione nella maggioranza dei casi Immunoprofilassi: non esistono ancora vaccini efficaci contro il meningococco di gruppo B, causa prima di meningite in Italia, Europa e U.S.A.

4 Epidemiologia La malattia meningococcica è la prima causa infettiva di morte nei Paesi industrializzati In Europa e USA lincidenza è di 1-3 casi per abitanti negli adulti e di 5,9 casi per bambini con meno di 5 anni; secondo picco d incidenza tra 15 e 19 anni I sierogruppi responsabili in ordine di frequenza sono: B (50-90% dei casi) C (aumentato in UK fino al 30%) Y e W135 (comunità chiuse, anziani, immunodepressi)

5 Epidemiologia (II) Africa sub-sahariana: andamento iperendemico – epidemico Incidenza: 30 casi / abitanti Recrudescenze epidemiche: ogni anni (Es: Aprile 2002 Burkina Faso: 8000 casi) Ultimi 10 anni: casi con morti solo nella Cintura Sierogruppi responsabili: A, C, W135 La Cintura della Meningite Comprende 15 Paesi africani e 300 milioni di abitanti

6 Epidemiologia (III) Situazione italiana Incidenza: 0,4 casi / abitanti. Elevata variabilità interregionale (minima: 0,06 in Sardegna / massima: 3,22 in Trentino-Alto Adige) Incidenza per fasce detà: 0-4 anni: 2,8 casi / (di cui nel gruppo 0-1 anno: 6,35/ ); anni: 1,16/ ; 45-64anni: 0,28 casi/ Sierogruppo responsabile: B = 75%, C = 24%, Y e W135 = 1% N. Casi x abitanti

7 Aspetti epidemiologici dellinfezione meningococcica endemica ed epidemica Epidemiologia (IV)

8 Principali caratteristiche microbiologiche di Neisseria meningitidis Diplococco Gram negativo a chicco di caffè Immobile, asporigeno, provvisto di pili Rivestito di capsula polisaccaridica Circondato da una membrana esterna composta da lipidi, proteine e lipopolisaccaridi Suddiviso in 13 sierogruppi in base alla specifica struttura antigenica dei polisaccaridi Aerobio facoltativo, crescita facilitata da presenza di CO 2 al 5%-10% Scarsa resistenza a disinfettanti, calore e agenti atmosferici

9 Agente eziologico Schema della struttura capsulare e delle membrane del meningococco Capsula Polisaccaridica Membrana esterna Spazio Pericitoplasmatico e peptidoglicano Membrana citoplasmatica

10 Modalità di trasmissione e condizione di portatore sano Trasmissione aerea da persona a persona attraverso goccioline di saliva (Flugge) fino a 1 metro Secrezioni nasali PORTATORE SANO = individuo asintomatico che alberga il meningococco in orofaringe

11 Rischio di malattia nei contatti

12 Chemioprofilassi

13 Vaccini

14

15 Vaccino Coniugato monovalente sierogruppo C Disponibile in Italia, ma non obbligatorio Obbligatorio in Inghilterra dal 1999 dato landamento epidemiologico (998 casi nel 1999 vs. 27 casi in Italia) Elevata efficacia protettiva, sicurezza e tollerabilità in tutti i soggetti (riduzione dei casi di malattia dell80% nei bambini <2 anni e dell89% in quelli di anni) Riduzione dei portatori sani del 66% (herd immunity) Somministrazione: da 2 a 4 mesi di età: 3 dosi; da 5 mesi ad 1 anno: 2 dosi; da 1 anno in poi: 1 dose senza richiami Vaccini (II)

16 Coniugato monovalente sierogruppo A Coniugato bivalente sierogruppi A e C Coniugato bivalente sierogruppi A e W135 Coniugato tetravalente sierogruppi A, C, Y, W135 Risultati ancora provvisori riguardo la loro immunogenicità e sicurezza indicherebbero una maggiore efficacia protettiva rispetto ai corrispondenti vaccini polisaccaridici Vaccini in fase sperimentale

17 Vaccini contro il Meningococco di gruppo B Sperimentati in risposta a focolai epidemici (Scandinavia, America Latina) Inefficaci nei bambini <4 anni Efficacia protettiva in giovani ed adulti per i soli ceppi contenuti nel vaccino a causa nella notevole variabilità antigenica. Durata della protezione incerta. Sperimentazione in corso di vaccini genoma-derivati (GNA 33) Vaccini in fase sperimentale (II)

18 Compiti del Medico di Sanità Pubblica Accertarsi della corretta notifica del caso di malattia (D.M. 15/12/1990) Contenere la malattia al più basso numero di casi attraverso: Inchiesta epidemiologica Sorveglianza sanitaria Chemioprofilassi e/o immunoprofilassi nei soggetti a rischio

19 Conclusioni La Malattia meningococcica rappresenta un importante problema di sanità pubblica a livello mondiale. È inserita dallOMS nella lista delle 10 malattie infettive più gravi ( casi nel 1995). In Italia, il rischio di ammalare è basso. Gli sporadici focolai epidemici generano ansia nella popolazione e richiesta di vaccinazione di massa.

20 Conclusioni (II) Migliorare il sistema di notifica e rafforzare la sorveglianza sistematica dei ceppi isolati dai casi per valutare la situazione epidemiologica locale, linsorgenza di antibiotico-resistenza e leventuale utilizzo del nuovo vaccino coniugato sierogruppo C nei casi appropriati


Scaricare ppt "RECENTI ACQUISIZIONI IN TEMA DI VACCINAZIONE MENINGOCOCCICA Specializzando Dott. Livio DEL DUCA UNIVERSITA DEGLI STUDI G. dANNUNZIO CHIETI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google