La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Azienda agraria Strumenti per la pianificazione e la strategia Matteo Legnani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Azienda agraria Strumenti per la pianificazione e la strategia Matteo Legnani."— Transcript della presentazione:

1 Azienda agraria Strumenti per la pianificazione e la strategia Matteo Legnani

2 Azienda e impresa… nel codice civile Azienda (art. 2555): complesso di beni organizzati dallimprenditore per lesercizio dellimpresa Impresa (art. 2082): è definito imprenditore chi esercita professionalmente una attività economica organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni o di servizi

3 Azienda (e impresa)… in Economia Agraria Le definizioni di azienda e impresa proposte dalleconomia agraria non sempre coincidono con le previsioni civilistiche e spesso non sono tra loro univoche. Definizione condivisa di azienda quale: la combinazione elementare dei fattori di produzione agricoli. Serpieri, A. (1946). Conseguenze sulla struttura e logica del bilancio economico

4 …azienda (e impresa)… in Economia Agraria Azienda: unità oggettiva (combinazione elementare) Impresa: unità soggettiva (scelte economiche e gestionali) "fra tutti i modi tecnicamente possibili di combinare i mezzi di produzione, chi gestisce l'azienda ne sceglie uno a preferenza degli altri.

5 Agrario e agricolo - Agrario indica ciò che è pertinente allagricoltura da un punto di vista tecnico, scientifico, o anche sociale e territoriale - Agricolo indica ciò che è pertinente allagricoltura da un punto di vista tecnico e produttivo

6 Limprenditore agricolo… nel codice civile Imprenditore agricolo (art. 2135): È imprenditore agricolo chi esercita una delle seguenti attività: coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse.

7 …limprenditore agricolo… nel codice civile Per coltivazione del fondo, per selvicoltura e per allevamento di animali si intendono le attività dirette alla cura ed allo sviluppo di un ciclo biologico o di una fase necessaria del ciclo stesso, di carattere vegetale o animale, che utilizzano o possono utilizzare il fondo, il bosco o le acque dolci, salmastre o marine.

8 Le attività connesse… Si intendono comunque connesse le attività, esercitate dal medesimo imprenditore agricolo, dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione che abbiano ad oggetto prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dall'allevamento di animali, nonché le attività dirette alla fornitura di beni o servizi mediante l'utilizzazione prevalente di attrezzature o risorse dell'azienda normalmente impiegate nell'attività agricola esercitata, ivi comprese le attività di valorizzazione del territorio e del patrimonio rurale e forestale, ovvero di ricezione ed ospitalità come definite dalla legge.

9 …le attività connesse o criterio della PREVALENZA o nessun limite nelle modalità di svolgimento dellattività, mezzi, tecniche, etc. o Fornitura di servizi Conseguenze: civilistiche fiscali

10 DEFINIZIONE DI REDDITO AGRARIO Il reddito agrario e' costituito dalla parte del reddito medio ordinario dei terreni imputabile al capitale d'esercizio e al lavoro di organizzazione impiegati, nei limiti della potenzialità del terreno, nell'esercizio di attività agricole su di esso. (art. 32 tuir) (rinvio esplicito allart c.c.) Esso è determinato mediante lapplicazione di tariffe destimo stabilite dalla legge catastale. (art. 34 tuir)

11 …le attività connesse La produzione e la vendita di elettricità, calore, carburanti e prodotti chimici da fonti alternative rientrano nella categoria delle attività agricole connesse (bioetanolo, biodiesel, biogas). Il FOTOVOLTAICO: attività agricola connessa di natura atipica (reddito agrario o reddito dimpresa?)

12 Imprenditore Agricolo Professionale (I.A.P.) possedere determinate conoscenze e competenze professionali in campo agrario; dedicare allattività agricola almeno il 50% del tempo di lavoro complessivo; ricavare dallattività agricola almeno il 50% del reddito globale di lavoro. (Decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99)

13 Definizione di azienda agricola, forestale e zootecnica L'unità tecnico-economica costituta da terreni, anche in appezzamenti non contigui ed eventualmente da impianti ed attrezzature varie, in cui si attua la produzione agraria, forestale o zootecnica, ad opera di un conduttore e cioè persona fisica, società od ente che ne sopporta il rischio, sia da solo (conduttore coltivatore o conduttore con salariati e/o compartecipanti), sia in associazione ad un mezzadro o colono parziario. (ISTAT, Censimento generale dell'agricoltura, 2000).

14 …limprenditore agricolo Limprenditore è la figura economica che organizza i fattori produttivi (natura, capitale e lavoro), con lo scopo di ottenere una produzione (di beni o di servizi) e se ne assume il rischio economico. Il suo compenso è rappresentato dal tornaconto. (Esercitazioni Agrarie, Roberto Golè)

15 Caratteristiche aziendali Fattori produttivi Dimensione Forma giuridica

16 Fattori produttivi capitale (terra) lavoro rischio

17 (Terra) Superficie Totale Superficie agricola utilizzata (SAU) Superficie agricola non utilizzata Altra SAU: Seminativi (cereali, ortive, ecc. ), coltivazioni permanenti (vite, fruttiferi, ecc. ), prati permanenti e pascoli

18 Capitale I capitali investiti in unazienda agraria possono essere suddivisi in due categorie: capitale fondiario e capitale agrario. Il capitale fondiario è costituito dalla terra e dai miglioramenti fondiari. È un capitale fisicamente immobile. Il capitale agrario è costituto dai mezzi produttivi fisicamente mobili che vengono utilizzati al fine di ottenere la produzione

19 …capitale Altre classificazioni: capitali a fecondità semplice capitali a fecondità ripetuta capitale di scorta capitale di anticipazione

20 Lavoro Definizione di lavoro agricolo (ISTAT, Censimento generale dell'agricoltura, 2000): I lavori agricoli sono quelli che contribuiscono al conseguimento della produzione agricola, forestale e zootecnica, ad eccezione dei lavori domestici (pulizia dellabitazione, preparazione dei pasti per la famiglia, ecc.). Sono considerati lavori agricoli, purché effettuati dalla manodopera aziendale, la direzione e la sorveglianza dei lavori, lorganizzazione e la gestione aziendale, la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti nonché la manutenzione di fabbricati, macchine ed impianti ed il trasporto per conto dellazienda. Sono esclusi i lavori effettuati dalla manodopera aziendale presso altre aziende agricole, nonché i lavori di stoccaggio, condizionamento, trasformazione, vendita e trasporto dei prodotti di altre aziende. E esclusa la manodopera fornita da imprese di esercizio e noleggio di mezzi meccanici, da imprese industriali o a titolo di aiuto reciproco.

21 Rischio Rischio di MERCATO Rischio AMBIENTALE A tale rischiosità non corrisponde però una più elevata remunerazione del capitale investito !!! Rischio di CREDITO

22 Dimensioni 67,5% PICCOLE (fatturato < euro) 32% MEDIE ( euro < fatturato < euro) 0,5% GRANDI (fatturato > euro) (Fanfani Roberto, 2009)

23 …dimensioni ULA (unità-lavorative-anno): numero medio mensile di dipendenti occupati a tempo pieno durante un anno

24 Forma giuridica Persone fisiche Società di persone Società di capitali Enti Cooperative (a valle e a monte) Conseguenze: Civilistiche Fiscali

25 …forma giuridica Il reddito delle attività agricole svolte da società di persone e di capitali e da enti commerciali viene determinato secondo le ordinarie regole del reddito di impresa !!!

26 La realtà italiana aziende a conduzione familiare, allinterno delle quali possono prestare attività lavorativa limprenditore agricolo, i componenti della sua famiglia, oltre a operai salariati assunti a tempo indeterminato o più spesso a tempo determinato. ( Questa configurazione della forza lavoro agricola rende piuttosto problematiche e complesse tutte quelle analisi a livello aziendale o settoriale, volte alla determinazione della redditività, del valore aggiunto e di tutte le altre grandezze funzionali alla valutazione dellandamento economico di unattività).

27 I cambiamenti in corso… Selezione operata dal mercato Riduzione numero aziende (-14% dal 1990 al 2000) Riduzione SAU (-12% dal 1990 al 2000) Polarizzazione delle aziende Età conduttori

28 …i cambiamenti in corso Apertura dei mercati Competitività internazionale Dinamiche dei prezzi Revisione della Pac Problema REDDITIVITÀ controllo dei costi di produzione

29 Pianificazione e strategia Analisi della situazione attuale Individuazione dei punti di forza e delle criticità Definizione di nuovi obiettivi Formulazione di strategie Predisposizione di piani Esecuzione e controllo dei piani

30 Gli accordi di Basilea 2 e le imprese agricole Rating Pricing Incrementi nella quantità e nella qualità della documentazione richiesta dalle banche. informazioni di carattere previsionale e consuntivo informazioni patrimoniali e finanziarie

31 Tipologie di strumenti Contabilità BILANCIO Analisi di bilancio

32 Contabilità Caratteristiche e funzioni Principi e criteri Funzionamento e alimentazione Peculiarità e problematiche nel settore agricolo

33 Bilancio Due approcci: Economia agraria (bilancio economico) Economia aziendale (IMPRESA) Differenze tra gli approcci Vantaggi e criticità

34 Analisi di bilancio Margini e indicatori: Economici Patrimoniali Finanziari Tecnici Etc… per studi e ricerche di settore per scelte imprenditore per accesso al credito, etc…

35 Conclusioni Giudizi e valutazioni su: importanza del problema applicabilità dei modelli grado di possibile diffusione


Scaricare ppt "Azienda agraria Strumenti per la pianificazione e la strategia Matteo Legnani."

Presentazioni simili


Annunci Google