La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

REDDITI DIMPRESA. La normativa sul reddito dimpresa è scomponibile in due gruppi di norme: A) quelle che identificano la fonte di reddito in questione;

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "REDDITI DIMPRESA. La normativa sul reddito dimpresa è scomponibile in due gruppi di norme: A) quelle che identificano la fonte di reddito in questione;"— Transcript della presentazione:

1 REDDITI DIMPRESA

2 La normativa sul reddito dimpresa è scomponibile in due gruppi di norme: A) quelle che identificano la fonte di reddito in questione; B) quelle volte a disciplinarne il calcolo. Rispetto alle altre categorie reddituarie le disposizioni che disciplinano le regole di determinazione del reddito dimpresa sono particolarmente numerose: ciò è espressione della analiticità con cui è disciplinata lattività di misurazione del reddito.

3 In particolare per lart. 55 TUIR sono redditi dimpresa quelli che derivano dallesercizio di imprese commerciali. Lart. 55 chiarisce subito che con tale espressione si intende lesercizio per forma abituale ancorchè non esclusiva, delle attività indicate dallart c.c. e delle attività indicate alle lettere b) e c) dellart. 32 che eccedono i limiti ivi stabiliti.

4 IL legislatore ha poi previsto un criterio (quasi) generalizzato alle disposizioni stabilite per i soggetti Ires (art. 56).

5 Sotto il profilo soggettivo (art. 73, TUIR) la disciplina dellIres individua 4 categorie di soggetti: omogenee le prime due, sostanzialmente diverse la terza e la quarta. Il primo insieme contiene le società di capitali, le società società cooperative e le società di mutua assicurazione residenti nel territorio dello Stato. Il secondo gruppo contiene gli enti pubblici e privati diversi dalle società che hanno per oggetto esclusivo o principale lesercizio di attività commerciale. Nel terzo gruppo sono ricompresi gli enti non commerciali (compresi i trusts) residenti Nel quarto gli enti (compresi i trusts) con o senza personalità giuridica non residenti nel territorio dello Stato

6 I criteri per lindividuazione delloggetto esclusivo o principale sono individuati dai co. 4 e 5 dellart. 73 (atto costitutivo e statuto, co. 4, o in mancanza attività effettivamente esercitata, co. 5). La distinzione tra attività principale (oggetto) e accessoria non ha natura quantitativa ma qualitativa. Ciò significa che non è principale lattività più rilevante sotto il profilo quantitativo, ma quella inerente al raggiungimento degli scopi primari che hanno determinato la costituzione dellente.

7 La determinazione del reddito dimpresa: dichiarazione dei redditi e bilancio desercizio Lart. 83 stabilisce che il reddito dimpresa è determinato >.

8 Il legislatore instaura un rapporto di dipendenza parziale. Lutile, o la perdita, emergente dal CE funge da mera base di partenza per il calcolo del reddito dimpresa Il fondamento logico di questa rinuncia è da identificarsi nella circostanza che, avendo il legislatore assegnato al bilancio desercizio il compito di rappresentare > (art. 2217, co. 2, c.c.) ovvero > (art c.c.) tanto la situazione patrimoniale quanto quella economica e finanziaria, il risultato economico che scaturisce da questo documento costituisce il dato che più fedelmente dovrebbe rispecchiare lincremento di ricchezza determinato dallesercizio dellattività dimpresa

9 Schematizzando la determinazione del reddito dimpresa ordinario passa attraverso le seguenti fasi: A) quantificazione dellutile o della perdita sulla base delle regole dettate dal codice civile; B) assumere i singoli fatti di gestione nonché le valutazioni di fine esercizio al fine di verificare quali fatti e quali valutazioni trovano nella norma tributaria una specifica regolamentazione; C) verificare se vi sia o meno coincidenza tra le valutazioni civilistiche e quelle tributarie e, quindi, provvedere a rettificare in sede di dichiarazione dei redditi il risultato di esercizio apportando tante variazioni in aumento quanti sono i componenti di reddito per i quali lapplicazione delle norme tributarie si traduce nella emersione di un maggior reddito; e tante variazioni in diminuzione quanti sono i componenti di reddito per i quali lapplicazione della norma tributaria si risolve nellaccertamento di un minor reddito

10 Danno origine a variazioni in aumento, ad es.,quelle norme tributarie che obbligano ad escludere dai componenti negativi di reddito costi e oneri imputati a CE secondo le norme civilistiche che sono in tutto in parte deducibili fiscalmente (es. spese di manutenzione eccedenti il limite di deducibilità, spese di rappresentanza, spese che danno origine a ricavi esenti,ecc.). Danno origine a variazioni in diminuzione quelle norme tributarie che consentono di includere tra i componenti negativi oneri e costi non imputati al conto economico secondo le norme civilistiche, oppure quelle norme che obbligano o consentono di escludere dai componenti positivi di reddito proventi imputati al conto economico (es. proventi immobiliari, plusvalenze rateizzabili, ecc.)

11 Criteri di determinazione: - competenza; - correlazione costi – ricavi; - obiettiva certezza; - previa imputazione


Scaricare ppt "REDDITI DIMPRESA. La normativa sul reddito dimpresa è scomponibile in due gruppi di norme: A) quelle che identificano la fonte di reddito in questione;"

Presentazioni simili


Annunci Google