La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le Unioni dei Comuni da parte di chi le amministra e da parte degli amministrati ANCI progetto Camelot 2 servizi Swg publica.swg è un dipartimento di Swg,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le Unioni dei Comuni da parte di chi le amministra e da parte degli amministrati ANCI progetto Camelot 2 servizi Swg publica.swg è un dipartimento di Swg,"— Transcript della presentazione:

1 Le Unioni dei Comuni da parte di chi le amministra e da parte degli amministrati ANCI progetto Camelot 2 servizi Swg publica.swg è un dipartimento di Swg, interamente dedicato alle pubbliche amministrazioni, alla comunicazione pubblica, alle multiutility, agli enti locali, all associazionismo (economico, ambientale e sociale) e ai diversi soggetti che operano nel territorio

2 Indagine quantitativa tra i cittadini delle Unioni dei Comuni

3 3 Il valore aggiunto delle Unioni. Il decalogo dei cittadini Tali processi migliorano e rafforzano il look complessivo degli enti, in quanto: 1_ irrobustiscono la percezione di efficienza e efficacia degli enti locali 2_ evidenziano una intenzionalità parsimoniosa delle amministrazioni 3_ arricchiscono il senso di attenzione e impegno, da parte degli enti, dei propri territori e degli interessi collettivi 4_ trasmettono un senso di attivismo, di sapienza innovativa, di lungimiranza 5_ aumentano la percezione della volontà di fare dei comuni e il riconoscimento di una perizia operativa e concreta 6_ incrementano la sensazione del territorio come entità globale, come complesso di comunità che hanno, pur nelle differenze, un destino simile 7_ limitano il senso del piccolo, offrendo diginità e pari capacità di risposte ai bisogni dei cittadini, alle entità amministrative più minute 8_ frenano il senso di abbandono dei territori e alimentano la valenza dello sforzo verso standard qualitativi adeguati ai tempi e alle necessità 9_ sostengono il rapporto tra ente e cittadino, avvicinando sempre di più il primo ai secondi e alimentando il senso della volontà di servizio 10_ accrescono lidentificazione di una classe dirigente locale, attraverso il riconoscimento della sua capacità prospettica.

4 4 Le sfide per le Unioni Il quadro complessivo: amministratori e amministrati a confronto La prima è quella del paradigma dellidentità. Sussiste ancora la paura della perdita di identità, il campanilismo, il desiderio di coltivare il proprio orticello al riparo dallo sguardo altrui, ma per gli intervistati questo è un timore ingiustificato. Le Unioni fanno vivere una vantaggiosa e moderna condivisione ed al tempo stesso mantengono salde le proprie radici. La seconda è quella del limbo del consenso. Una buona quota di cittadini sono poco informati sui processi di Unione. Persone che non posseggono dati adeguati per poter cogliere complessivamente la valenza dei processi in atto. La terza è quella del mismatching comunicativo. Si tratta del disallineamento tra gli strumenti richiesti dai cittadini per essere informati sui processi di unione e i canali e le forme utilizzate dalle amministrazioni per la veicolazione delle scelte, dei fini e della mission del percorso messo in atto. La quarta è quella della idiosincrasia unitaria. Cè, in alcuni casi, una condivisione fredda, un po sotto traccia da parte degli amministratori al processo di Unione. Al fondo di questa incertezza cè la visione dellUnione come di una deminutio del potere e del ruolo di ogni singolo componente. Ciò vale non solo per gli amministratori, ma anche per i tecnici, per i funzionari degli enti.

5 5 La conoscenza dellUnione e dei motivi della sua creazione Le percezioni omogenee e le disomogenietà Secondo lei quali tra i seguenti motivi hanno spinto l'amministrazione del suo Comune di residenza ad associarsi nella gesione di alcuni servizi con altri comuni costituendo l'Unione? CittadiniPresidenti realizzare economie di scala512 ottimizzare i costi e la gestione del personale2216 fornire servizi migliori a costi piu' bassi2320 bloccare lo spopolamento del territorio22 ottenere contributi (statali, regionali, europei...)1613 fornire servizi che i comuni singolarmente non potevano offrire1919 ufficializzare un consorzio o una collaborazione preesistente32 acquisire maggior peso nelle contrattazioni esterne510 creare uno spirito politico comune56 dati % riportati a 100 in assenza di non risposte

6 6 La conoscenza dellUnione e dei motivi della sua creazione Il mismatching comunicativo Attraverso quali mezzi e forme di comunicazione vorrebbe essere maggiormente informato sull'attivita' amministrativa dell'Unione dei Comuni di cui il suo Comune fa parte? CittadiniPresidenti assemblee pubbliche informative 1042 convegni314 conferenze stampa113 quotidiani locali10- programmi radiofonici locali1- programmi televisi locali5- consigli comunali aperti81 comunicazioni ufficiali inviate a casa10- affissioni85 newsletter3- giornalini istituzionali115 volantinaggio10- materiale informativo inviato a casa2010 dati % riportati a 100 in assenza di non risposte

7 7 Il giudizio sulla creazione dellUnione Vantaggi e soddisfazione Rispetto a quando il suo Comune gestiva da solo tutti i servizi di sua competenza, pensa che la gestione associata abbia portato: In generale rispetto ai servizi che il suo Comune gestisce da solo o in modo associato, lei si definirebbe del tutto soddisfatto, soddisfatto, insoddisfatto o del tutto insoddisfatto? dati % riportati a 100 in assenza di non risposte non sa e' rimasto tutto come prima piu' svantaggi piu' vantaggi del tutto soddisfatto 3 soddisfatto65 soddisfazione68 ne' soddisfatto, ne' insoddisfatto9 insoddisfatto19 del tutto insoddisfatto4 insoddisfazione23

8 8 Limmagine prima e dopo Confronto tra le prerogative dei comuni capacitàefficacia affidabilitàtrasparenzacapacità vicinanza tra utenti rappresentativaerogazione servizie onestàinnovativae amministrazione aumentata diminuita rimasta la stessa dati % riportati a 100 in assenza di non risposte La tabella è il risultato di più domande in cui è stato chiesto ai cittadini se in seguito alle unioni sono aumentate, diminuite o rimaste le stesse la capacità rappresentativa e quella innovativa; lefficacia nellerogazione dei servizi e la vicinanza tra utenti e ente; laffidabilità, la traparenza e lonestà nelloperato amministrativo

9 9 Limportanza dei servizi La scala di attenzione dei cittadini 1_ servizio di NETTEZZA URBANA 2_ servizio di TRASPORTO SCOLASTICO 3_ servizio di PROTEZIONE CIVILE 4_ LINFORMATIZZAZIONE dei servizi 5_ SERVIZI SOCIALI E POLITICHE SOCIALI voti superiori ad 8 6_ servizio di VIGILANZA E POLIZIA MUNICIPALE 6_ servizio di gestione di eventi CULTURALI E SPORTIVI voti superiori a 7,5 7_ servizio di GESTIONE DEL PERSONALE 8_ servizio di UFFICIO TECNICO 8_ servizio di RAGIONERIA E UFFICIO TRIBUTI 8_ servizi degli UFFICI DEMOGRAFICI 9_ servizio di UFFICIO PER LA PROMOZIONE TURISTICA voti superiori a 7 10_ servizio di SEGRETERIA UNICA 10_ servizio di SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE

10 Indagine quantitativa tra i presidenti delle Unioni dei Comuni

11 11 La valutazione complessiva del procedimento delle unioni porta a tre conclusioni. Un processo che rafforza il capitale sociale locale e la cultura civica Una dimensione reticolare che alimenta un nuovo modo di fare sistema La prima è che il processo e la sua riuscita arricchisce la capacità dei territori di produrre beni collettivi. La creazione delle unioni diviene garanzia di produzione e miglioramento dei local goods, garantendo il necessario livello di cooperazione, di coordinamento e visione comune in grado di divenire il volano del fare sistema locale. La seconda conslusione è relativa alla costruzione di una dimensione reticolare. Raccontano i sindaci intervistati: si è trovato un gruppo di Sindaci che, ognuno, singolarmente aveva questa tendenza a legarsi, questo è stato lelemento più semplice per lUnione dei Comuni… Linteragire di questi due fattori (prodozione di local goods e dimensione reticolare) diventa fondante per un ulteriore processo, quello della solidificazione del capitale sociale locale. Si viene a determinare, in questo modo, una nuova sfera civica in grado di alimentare una innovativa cultura della civis e dello sviluppo territoriale (inteso come sviluppo condiviso e coordinato). A_ B_ C_

12 12 1_ chiarezza della mission 2_ buona leadership 3_ una tensione a una governace condivisa 4_ non si deve trattare solo di un percorso resistenziale 5_ il progetto iniziale deve essere propositivo, arricchente, che punti allo sviluppo, che sia anche ambizioso 6_ il progetto deve comprendere la gestione associata di un numero elevato di servizi 7_ deve essere un processo inclusivo e condizionante per gli apparati amministrativi 8_ un elemento fortemente condizionante rispetto alle Unioni è quello dei finanziamenti 9_ un altro fattore-chiave è il tempo I fattori del successo o dellinsuccesso delle Unioni Buone pratiche: mission chiara, leadership e governance inclusiva

13 13 Ripensando ai motivi che hanno spinto i comuni ad associarsi nell'Unione quali tra i seguenti sono stati determinati? La costituzione dellUnione La scala delle motivazioni fornire servizi migliori a costi più bassi61 fornire servizi che i comuni singolarmente non potevano offrire55 ottimizzare i costi e la gestione del personale46 ottenere contributi (statali, regionali, europei..)40 realizzare economie di scala 38 acquisire maggior peso nelle contrattazioni esterne30 creare uno spirito politico comune16 bloccare lo spopolamento del territorio7 ufficializzare un consorzio o una collaborazione preesistente5 dati % - somma delle risposte consentite

14 14 E quali sono i motivi principali che hanno permesso il raggiungimento degli obiettivi? I fattori-chiave del funzionamento Punti di forza e punti di debolezza E quali sono i motivi principali che non hanno permesso il raggiungimento degli obiettivi? la disponibilità finanziaria la definizione chiara del progetto le competenze e le capacità dei tecnici l'omogeneità demografica, politica e culturale del territorio la ferma volontà dei politici non sa/non risponde l'eterogeneità demografica, politica e culturale del territorio la mancanza di un progetto chiaro le scarse competenze e capacit à dei tecnici la scarsa volontà dei politici la mancanza di risorse finanziarie dati % - somma delle risposte consentite rispondono le Unioni che hanno raggiunto gli obiettivi dati % - somma delle risposte consentite rispondono le Unioni che hanno raggiunto completamente o parzialmente gli obiettivi

15 15 Le contraddizioni che frenano Gli ostacoli sulla via dellassociazione Quali sono in generale i principali ostacoli che possono impedire una gestione efficace? la mancanza o l'insufficienza di fondi economici74 il campanilismo dei comuni 59 lo scarso coinvolgimento delle strutture amministrative35 assenza di uno studio di fattibilità26 l'inadeguatezza del personale26 i cambiamenti dell'indirizzo politico in caso di elezioni25 l'eterogeneità' dei comuni17 l'appartenenza politica degli amministratori9 altro1 dati % - somma delle risposte consentite

16 Per contatti: SWG srl via San Francesco, Trieste Tel. 040/ fax 040/ per publica.swg Enzo Risso Member of HarrsiInteractive Sedi di Trieste e Milano con SISTEMA QUALITA CERTIFICATO


Scaricare ppt "Le Unioni dei Comuni da parte di chi le amministra e da parte degli amministrati ANCI progetto Camelot 2 servizi Swg publica.swg è un dipartimento di Swg,"

Presentazioni simili


Annunci Google