La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Peer education Spazio Giovani UO Consultori Distretto di Bologna AUSL di Bologna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Peer education Spazio Giovani UO Consultori Distretto di Bologna AUSL di Bologna."— Transcript della presentazione:

1 Peer education Spazio Giovani UO Consultori Distretto di Bologna AUSL di Bologna

2 ESPERIENZA SPAZIO GIOVANI DI BOLOGNA Il progetto è attivo dal 1994 Il progetto è attivo dal 1994 E stato realizzato in modo E stato realizzato in modocontinuativo Nellanno scolastico 2009/10 hanno partecipato 6 scuole con 25 classi (terze e quarte) Nellanno scolastico 2009/10 hanno partecipato 6 scuole con 25 classi (terze e quarte)

3 PERCORSO Offerta a tutte le scuole superiori tramite catalogo Offerta a tutte le scuole superiori tramite catalogo Aree tematiche: educazione sessuale/prevenzione MST, uso sostanze Aree tematiche: educazione sessuale/prevenzione MST, uso sostanze Collaborazione con le scuole per la presentazione del progetto alle classi (diverse modalità) Collaborazione con le scuole per la presentazione del progetto alle classi (diverse modalità) Scelta dei leader che lavorano nella propria classe Scelta dei leader che lavorano nella propria classe Formazione 3 mattine (12 ore) presso lo spazio giovani condotte da una psicologa e ostetrica/assistente sanitaria Formazione 3 mattine (12 ore) presso lo spazio giovani condotte da una psicologa e ostetrica/assistente sanitaria Realizzazione dellintervento in modo autonomo Realizzazione dellintervento in modo autonomo Verifica con il gruppo dei leader Verifica con il gruppo dei leader

4 LA FORMAZIONE Prima giornata "SESSUALITA' E CONTRACCEZIONE" Presentazione dei conduttori e del progetto Presentazione dei conduttori e del progetto Presentazione dei partecipanti Presentazione dei partecipanti Brainstorming creativo Sessualità Brainstorming creativo Sessualità Discussione e informazioni sugli aspetti della sessualità (piacere, relazione, intimità, procreazione, valori) Discussione e informazioni sugli aspetti della sessualità (piacere, relazione, intimità, procreazione, valori) Attivazione sui metodi contraccettivi Attivazione sui metodi contraccettivi Filmato Lui e lei. Discussione libera Filmato Lui e lei. Discussione libera Test gradimento 1° giornata Test gradimento 1° giornata

5 Seconda giornata "MST E AIDS" Rompighiaccio Rompighiaccio Introduzione: Perché è attuale parlare di AIDS? Introduzione: Perché è attuale parlare di AIDS? Come si trasmette lAIDS. Gioco dei bollini Come si trasmette lAIDS. Gioco dei bollini Visione filmato AIDS: e se domani…... Discussione libera. Visione filmato AIDS: e se domani…... Discussione libera. Discussione e informazioni su: differenze HIV e AIDS, vie di trasmissione, test Discussione e informazioni su: differenze HIV e AIDS, vie di trasmissione, test Attivazione Ricerca immaginata e dati ricerca bolognese Attivazione Ricerca immaginata e dati ricerca bolognese Discussione e informazione Discussione e informazione Prevenzione: preservativo Prevenzione: preservativo DVD Crozza DVD Crozza Test gradimento 2° giornata Test gradimento 2° giornata

6 Terza giornata "LABORATORIO" "LABORATORIO" Rompighiaccio Rompighiaccio Come si previene lAIDS: comportamenti preventivi Come si previene lAIDS: comportamenti preventivi Discussione fra i ragazzi con due facilitatori su come mai secondo voi più della metà dei ragazzi/e non usano sempre il profilattico?. Discussione e approfondimento Discussione fra i ragazzi con due facilitatori su come mai secondo voi più della metà dei ragazzi/e non usano sempre il profilattico?. Discussione e approfondimento Come trasmettere un messaggio preventivo ai compagni. Come trasmettere un messaggio preventivo ai compagni. Sottogruppi con lindicazione di organizzare attività creative finalizzate alla trasmissione di un messaggio preventivo efficace Sottogruppi con lindicazione di organizzare attività creative finalizzate alla trasmissione di un messaggio preventivo efficace Progettazione interventi da attuare nella classe con scheda Progettazione interventi da attuare nella classe con scheda Discussione e suggerimenti Discussione e suggerimenti Questionari gradimento finale Questionari gradimento finale Consegna lettera e materiali Consegna lettera e materiali

7 Materiali consegnati ai leader DVD con video (Crozza, Non ne vale la pena, Lui e lei, E se domani) DVD con video (Crozza, Non ne vale la pena, Lui e lei, E se domani) Chiavetta con: dati epidemiologici sullAIDS dellISS, presentazione in Power point (contraccettivi, MST,HIV), attivazioni sperimentate nella formazione, materiale informativo sui contraccettivi Chiavetta con: dati epidemiologici sullAIDS dellISS, presentazione in Power point (contraccettivi, MST,HIV), attivazioni sperimentate nella formazione, materiale informativo sui contraccettivi Cartaceo: attivazione Si trasmette, non si trasmette, opuscolo Sesso sicuro, numero verde AIDS, opuscolo regionale sullAIDS, card Spazio Giovani Cartaceo: attivazione Si trasmette, non si trasmette, opuscolo Sesso sicuro, numero verde AIDS, opuscolo regionale sullAIDS, card Spazio Giovani

8 Attività nelle classi Almeno 4 ore per lintervento in classe Almeno 4 ore per lintervento in classe Video, discussioni, informazioni, attivazioni Video, discussioni, informazioni, attivazioni proposte nella formazione Alcune esperienze creative (gioco delloca durante loccupazione, interviste, cartelloni, canzoni e storie su FB) Alcune esperienze creative (gioco delloca durante loccupazione, interviste, cartelloni, canzoni e storie su FB)

9 CRITICITA Collaborazione con le scuole Collaborazione con le scuole Ruolo degli studenti Ruolo degli studenti Scelta dei peer Scelta dei peer Attività nelle classi Attività nelle classi Difficoltà di coinvolgimento, negli anni successivi, dei peer già formati Difficoltà di coinvolgimento, negli anni successivi, dei peer già formati Verifica Verifica

10 Collaborazione con le scuole Non cè progettazione comune Non cè progettazione comune Il referente della scuola è un solo insegnante Il referente della scuola è un solo insegnante Il progetto non viene presentato e sostenuto da tutta la scuola Il progetto non viene presentato e sostenuto da tutta la scuola I ragazzi sono poco coinvolti nella scelta del progetto I ragazzi sono poco coinvolti nella scelta del progetto

11 Scelta dei peer Spesso sono gli insegnanti a scegliere Spesso sono gli insegnanti a scegliere Oppure sono i ragazzi volontari a proporsi Oppure sono i ragazzi volontari a proporsi Difficilmente è una scelta della classe Difficilmente è una scelta della classe

12 Ruolo degli studenti Precostituito dagli adulti Precostituito dagli adulti Oscillazione tra pseudo-docente e non assunzione di alcun ruolo Oscillazione tra pseudo-docente e non assunzione di alcun ruolo Mancanza di creatività Mancanza di creatività Fatica a uscire dalle logiche scolastiche Fatica a uscire dalle logiche scolastiche Riproposizione delle attività sperimentate nella formazione Riproposizione delle attività sperimentate nella formazione

13 Attività nelle classi In genere vengono riproposte le attività sperimentate nella formazione In genere vengono riproposte le attività sperimentate nella formazione Spesso ci sono difficoltà nellattuare il progetto (mancanza di strumenti, di tempo, di reale motivazione) Spesso ci sono difficoltà nellattuare il progetto (mancanza di strumenti, di tempo, di reale motivazione) A volte i leader non riescono a catturare linteresse della classe o a stimolare il confronto A volte i leader non riescono a catturare linteresse della classe o a stimolare il confronto

14 Difficoltà di coinvolgimento, negli anni successivi, dei peer già formati I peer lavorano solo nella propria classe per un anno scolastico I peer lavorano solo nella propria classe per un anno scolastico Le sperimentazioni di riutilizzarli negli anni successivi (presentazione del progetto alle classi e supporto alla programmazione con i nuovi peer) non hanno funzionato Le sperimentazioni di riutilizzarli negli anni successivi (presentazione del progetto alle classi e supporto alla programmazione con i nuovi peer) non hanno funzionato La possibilità di fare lintervento nelle altre classi richiede unorganizzazione che solo poche scuole accettano La possibilità di fare lintervento nelle altre classi richiede unorganizzazione che solo poche scuole accettano

15 Verifica Nei primi 10 anni del progetto era prevista una verifica tramite questionario a tutti gli studenti: i risultati hanno dimostrato un aumento delle conoscenze sullAIDS e la percezione di un miglioramento del clima in classe Nei primi 10 anni del progetto era prevista una verifica tramite questionario a tutti gli studenti: i risultati hanno dimostrato un aumento delle conoscenze sullAIDS e la percezione di un miglioramento del clima in classe Attualmente la verifica è realizzata tramite un incontro finale e questionari di gradimento per i leader e gli studenti Attualmente la verifica è realizzata tramite un incontro finale e questionari di gradimento per i leader e gli studenti Gli insegnanti anche se invitati non partecipano allincontro finale con i ragazzi Gli insegnanti anche se invitati non partecipano allincontro finale con i ragazzi

16 PUNTI DI FORZA Semplicità del modello Semplicità del modello Orario scolastico della formazione (con crediti in alcune scuole) Orario scolastico della formazione (con crediti in alcune scuole) Scambio di esperienze tra scuole diverse Scambio di esperienze tra scuole diverse Offerta di materiali Offerta di materiali


Scaricare ppt "Peer education Spazio Giovani UO Consultori Distretto di Bologna AUSL di Bologna."

Presentazioni simili


Annunci Google