La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Risultati 2007 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO PER LA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Risultati 2007 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO PER LA."— Transcript della presentazione:

1 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Risultati 2007 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO PER LA SANITA PUBBLICA VETERINARIA, LA NUTRIZIONE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI DIREZIONE GENERALE DELLA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE Controlli ufficiali per la sicurezza alimentare SICUREZZA ALIMENTARE

2 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione IL CONTROLLO UFFICIALE SUI PRODOTTI ALIMENTARI effettuato lungo tutta la filiera produttiva, dalla produzione primaria alla trasformazione, magazzinaggio, trasporto, e commercio, fino alla somministrazione e al consumo. riguarda tutti i prodotti e gli additivi alimentari, nonché i materiali destinati a venirne a contatto, commercializzati nel territorio nazionale o destinati allesportazione. Lindagine prevede accertamenti completi sul prodotto, attraverso ispezioni, campionamenti e analisi di laboratorio, sopralluoghi nell'ambito dell'ambiente di produzione e indagini sul personale addetto, nonché controlli sull'applicazione dei programmi di HACCP che le aziende predispongono per l'individuazione dei punti critici della catena produttiva.

3 Operatori del settore alimentare UfficiPeriferici Controlli di frontiera Comando Carabinieri Tutela della Salute Tutela della Salute La piramide del sistema dei controlli per la sicurezza alimentare Decreto Legislativo n.193 del 2007

4 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia Risultati del controllo ufficiale - Anno 2007 Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia Risultati del controllo ufficiale - Anno 2007

5 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Attività ispettiva condotta dai Servizi veterinari e dai Servizi Igiene Alimenti e Nutrizione

6 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Attività ispettiva condotta dai Servizi veterinari e dai Servizi Igiene Alimenti e Nutrizione

7 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Attività ispettiva condotta dai Servizi veterinari e dai Servizi Igiene Alimenti e Nutrizione RIEPILOGO DELLE INFRAZIONI

8 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione ATTIVITÀ ANALITICA DI A.R.P.A. ED I.Z.S.

9 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione ATTIVITÀ ISPETTIVA ED ANALITICA RIEPILOGO DELLE IRREGOLARITÀ

10 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari negli alimenti di origine vegetale Risultati anno 2007 Controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari negli alimenti di origine vegetale Risultati anno 2007

11 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione FRUTTAORTAGGI Alimento Alimento N. campioni Alimento Alimento N. campioni MELE694POMODORO582 PESCHE, COMPRESE LE PESCHE-NOCI 523PATATA296 PERE394LATTUGA254 ARANCE325ZUCCHINO241 FRAGOLE209CAROTA173 UVA DA TAVOLA 207PEPERONE140 KIWI181CIPOLLA115 CLEMENTINO147FINOCCHIO101 LIMONI141FAGIOLINO96 ALBICOCCHE113FAGIOLO95 CILIEGE112CETRIOLO90 MANDARINI92MELANZANA88 BANANE82CARCIOFI74 SUSINE63SPINACIO70 NOCCIOLE54CAVOLI69 Matrici ortofrutticole maggiormente campionate

12 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione RISULTATI DEL CONTROLLO UFFICIALE SUGLI ORTOFRUTTICOLI DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEL CAMPIONAMENTO - ANNO 2007 ANALISI DELLA RISPOSTA DELLE REGIONI

13 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Risultati del controllo ufficiale sugli ortofrutticoli – anno 2007 Campioni attesi Campioni analizzati % di incremento Matrici alimentari analizzate Frutta ,856 Ortaggi ,761 Totale ,6117

14 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Totale campioni CAMPIONI REGOLARI Campioni con residui superiori al limite di legge campioni con residui superiori al limite di legge (%) Campioni privi di residui rilevabili Campioni privi di residui rilevabili (%) Campioni con residui inferiori al limite di legge Campioni con residui inferiori al limite di legge (%) Frutta ,4 Ortaggi ,3240,7 Cereali , ,2 Olio ,67223,141,3 Vino ,720733,300,0 Totale , Riepilogo globale dei risultati analitici

15 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Riepilogo globale dei risultati analitici

16 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Riepilogo globale dei risultati analitici

17 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Riepilogo globale dei risultati analitici

18 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Bilancio Soddisfacente la partecipazione delle Strutture regionali e territoriali del Servizio sanitario nazionale e dei Laboratori pubblici del controllo ufficialeSoddisfacente la partecipazione delle Strutture regionali e territoriali del Servizio sanitario nazionale e dei Laboratori pubblici del controllo ufficiale Risultati globali estremamente positivi: presenza di residui di prodotti fitosanitari estremamente contenuta pari allo 0,9%Risultati globali estremamente positivi: presenza di residui di prodotti fitosanitari estremamente contenuta pari allo 0,9% Ampio e rispondente agli obiettivi sanitari preposti sia in Italia che in ambito comunitario.Ampio e rispondente agli obiettivi sanitari preposti sia in Italia che in ambito comunitario. Positivo e soddisfacente rispetto ai dati rilevati negli altri Paesi dellUnione Europea.Positivo e soddisfacente rispetto ai dati rilevati negli altri Paesi dellUnione Europea. Conferma di un elevato livello della sicurezza alimentare sui prodotti vegetali e di un elevato livello di protezione del consumatore per quanto riguarda il controllo dei residui di prodotti fitosanitari.Conferma di un elevato livello della sicurezza alimentare sui prodotti vegetali e di un elevato livello di protezione del consumatore per quanto riguarda il controllo dei residui di prodotti fitosanitari.

19 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Piano nazionale residui Risultati anno 2007 Piano nazionale residui Risultati anno 2007

20 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Cos'è il Piano Nazionale Residui? è un programma di sorveglianza volto a ricercare i residui di sostanze vietate illecitamente somministrate agli animali ed a verificare la conformità dei residui di medicinali veterinari, antiparassitari e agenti contaminanti con i limiti massimi di residui fissati dalla pertinente normativa comunitaria consta dell'analisi di campioni prelevati in fase di produzione primaria da animali da reddito e prodotti di origine animale

21 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Le sostanze ricercate La Dir. 96/23/CE classifica le sostanze da ricercare in due categorie, A e B, ciascuna suddivisa in diversi gruppi secondo il seguente schema: Categoria A - Sostanze ad effetto anabolizzante e sostanze non autorizzate 1)Stilbeni, loro derivati e loro sali ed esteri; 2)Agenti antitiroidei; 3)Steroidi; 4)Lattoni dell'acido resorcilico (compreso lo zeranolo); 5)Beta-agonisti; 6)Sostanze incluse nell'Allegato IV del Regolamento 2377/90/CEE del Consiglio

22 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Le sostanze ricercate Categoria B - Medicinali veterinari e agenti contaminanti 1)Sostanze antibatteriche, compresi sulfamidici e chinolonici; 2)Altri prodotti medicinali veterinari a)Antielmintici; b)Coccidiostatici, compresi i nitroimidazoli; c)Carbammati e Piretroidi; d)Tranquillanti; e)Antiinfiammatori non steroidei; f)Altre sostanze esercitanti un'attività farmacologica. 3)Altre sostanze e agenti contaminanti per l'ambiente a)Composti organoclorurati, compresi i PCB; b)Composti organofosforati; c)Elementi chimici; d)Micotossine; e)Coloranti; f)Altri.

23 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione PNR Attività PROGRAMMAZIONE ED ATTUAZIONE PNR 2007 N. minimo N. progra mmato N. anali zzati % Bovini % Suini % Ovi-caprini % Equini Conigli % Volatili da cortile % Selvaggina Allevata % Selvaggina Cacciata % Acquacoltura % Latte % Uova % Miele % Totale complessivo %

24 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Non conformità 2007 SONO STATE RISCONTRATE 72 NON CONFORMITÀ (PARI ALLO 0,2% DEI CAMPIONI ESAMINATI) DI CUI 31 PER SOSTANZE DELLA CATEGORIA A (PARI ALLO 0,2% DEI CAMPIONI ESAMINATI PER TALE CATEGORIA) E 41 PER LA CATEGORIA B (PARI ALLO 0,2% DEI CAMPIONI ESAMINATI PER TALE CATEGORIA) NC PNR 2007N. analizzatiA1A2A3A4A5A6B1B2B3Totale NC% NC Bovino ,2 Suino ,2 Ovi-caprino Equino ,2 Conigli ,8 Volatili da cortile ,1 Selvaggina Allevata Selvaggina Cacciata ,1 Acquacoltura ,16 Latte ,3 Uova Miele ,2 Totale complessivo ,2

25 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione ATTIVITÀ PNR 2007 delle non conformità riscontrate il 36,1% ha riguardato i cortisonici, che rappresentano un ingrediente fondamentale per i cocktail anabolizzanti; da unanalisi dei risultati ottenuti negli ultimi tre anni è evidente una progressiva riduzione del numero di non conformità riscontrate: dallo 0.63% del 2005 allo 0.47% del 2006, fino allo 0.2% del 2007; contaminanti ciò è principalmente correlato ad una riduzione delle non conformità per sostanze di categoria b, in particolare contaminanti, conseguente tra laltro, allattuazione di specifiche attività di monitoraggio (es. aflatossine, diossine, cadmio) volte a limitare la contaminazione degli alimenti di origine animale.

26 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione ATTIVITÀ EXTRAPIANO - PNR 2007 PER RISPONDERE A SPECIFICHE ESIGENZE LOCALI O NAZIONALI È STATA PREDISPOSTA UNATTIVITÀ "EXTRAPIANO, NELLAMBITO DELLA QUALE SONO STATI ANALIZZATI COMPLESSIVAMENTE 8047 CAMPIONI, DI CUI 1264 PER SOSTANZE DELLA CATEGORIA A E 6783 PER LA CATEGORIA B; SONO STATE RISCONTRATE 79 NON CONFORMITÀ (1% DEI CAMPIONI ESAMINATI) RISPETTO ALLE 139 NON CONFORMITÀ DEL 2006 (1,55% SU 8955 CAMPIONI ESAMINATI); LE ATTIVITÀ MIRATE A SPECIFICHE PROBLEMATICHE TERRITORIALI HANNO RIGUARDATO LA RICERCA DI ORMONI IN BOVINI, CONTAMINANTI AMBIENTALI, TRA CUI METALLI PESANTI (CADMIO) IN EQUINI E COMPOSTI ORGANOCLORURATI (PCB, DIOSSINE E DL-PCB) IN LATTE, SOSTANZE VIETATE E COCCIDIOSTATICI IN CONIGLI E SOSTANZE ANTIBATTERICHE IN MIELE.

27 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione DELLE 79 NON CONFORMITÀ, 16 HANNO RIGUARDATO IL RISCONTRO DI SOSTANZE DELLA CATEGORIA A (PARI ALL1.3% DEI CAMPIONI ESAMINATI PER TALE CATEGORIA) E 63 DELLA CATEGORIA B (PARI ALL1% DEI CAMPIONI ESAMINATI PER TALE CATEGORIA); Va fatto notare che 32 delle 63 non conformità per la categoria B, cioè il 51% di esse, è legato al riscontro di sostanze contaminanti e non è imputabile, quindi a trattamenti illeciti con sostanze vietate o all'uso improprio di sostanze autorizzate SettoreCampioni analizzatiNon conformità Bovini Suini4318 Ovi-caprini581 Equini19212 Volatili da cortile4315 Acquacoltura270 Latte Uova1180 Conigli1875 Selvaggina allevata10 Selvaggina cacciata10 Miele7559 ATTIVITÀ EXTRAPIANO - PNR 2007

28 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Controlli ufficiali alle frontiere Uffici USMAF Risultati anno 2007 Controlli ufficiali alle frontiere Uffici USMAF Risultati anno 2007

29 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Uffici di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera (USMAF) e relative Unità Territoriali 12 USMAF 35 Unità Territoriali 1 Ufficio centrale di coordinamento

30 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione PROVVEDIMENTI ADOTTATI Tipo di Provvedimento adottato n°% Nulla osta rilasciato ,946 Respinto ,988 Nulla osta con uso per fini diversi 70 0,065 Totale TIPO DI CONTROLLO N°% Documentale ,00 Ispettivo ,39 Campionamento4.7104,39 Totale ingressi TIPO DI CONTROLLO N°% Documentale ,00 Ispettivo ,32 Campionamento50034,91 Totale ingressi PROVVEDIMENTI ADOTTATI Tipo di Provvedimento adottato n°% Nulla osta rilasciato ,28 Respinto6340,62 Nulla osta con uso per fini diversi 980,096 Totale CONTROLLI SU ALIMENTI DI ORIGINE NON ANIMALE E MATERIALI A CONTATTO

31 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione

32

33 DATI CONTROLLO NAZIONALE SUL SISTEMA RAPIDO DI ALLERTA COMUNITARIO ANNO 2007

34 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione EU Commission SANCO RASFF Punto di contatto nazionale ufficio VIII Punto di contatto Regionale Azienda Sanitaria Locale Informazioni richieste di massima: Distribuzione del prodotto Misure prese Richieste specifiche della Commissione Rasff trasmissione delle Informazione necessarie agli altri punti di contatto Regionali eventualmente coinvolti fax FLUSSO INFORMATIVO

35 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione ALLERTA NOTIFICATE DALLITALIA Il punto di contatto nazionale per il sistema di allerta rapido ha trasmesso alla Commissione Europea 501 notifiche RASFF nel Nel 2008 il numero delle notifiche si è attestato a 468, rimanendo comunque il primo paese per efficienza di alimentazione del sistema.

36 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Numero di notifiche Confronto Italia/ Stati Membri

37 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Notifiche del sistema di allerta Comunitario attivate sul territorio nazionale

38 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione TIPOLOGIA DEI PRODOTTI RISULTATI IRREGOLARI 2007 Prevalenza dei prodotti della pesca, cibi dietetici ed integratori, frutta e vegetali, prodotti della carne e gelati e dolciumi.

39 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione NOTIFICHE COMUNITARIE SUDDIVISE PER RISCHIO ANNO 2007 E 2006

40 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione LItalia complessivamente risulta coinvolta, per lanno 2007, in 70 casi. Tra queste notifiche, 51 segnalazioni sono pervenute da altri Stati Membri mentre le restanti allerta sono pervenute attraverso la vigilanza nazionale, trattandosi di prodotti ridistribuiti in ambito europeo o extra europeo. NOTIFICHE DI ALLERTA RIGUARDANTI PRODOTTI NAZIONALI ANNO 2007

41 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione NOTIFICHE DI ALLERTA RIGUARDANTI PRODOTTI NAZIONALI ANNO 2007 Tipologie di prodotti

42 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione LItalia complessivamente risulta coinvolta, per lanno 2008, in 99 casi. Tra queste notifiche, 80 segnalazioni sono pervenute da altri Stati Membri mentre le restanti allerta sono pervenute attraverso la vigilanza nazionale, trattandosi di prodotti ridistribuiti in ambito europeo o extra europeo. NOTIFICHE DI ALLERTA RIGUARDANTI PRODOTTI NAZIONALI ANNO 2008

43 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione NOTIFICHE DI ALLERTA RIGUARDANTI PRODOTTI NAZIONALI ANNO 2008 TIPOLOGIA DEI PRODOTTI

44 Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO PER LA SANITA PUBBLICA VETERINARIA, LA NUTRIZIONE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI DIREZIONE GENERALE DELLA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE


Scaricare ppt "Direzione Generale Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione Risultati 2007 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO PER LA."

Presentazioni simili


Annunci Google