La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giorgio PERINI La modernizzazione dei controlli sugli aiuti statali alle imprese in tempo di crisi Giorgio PERINI Università degli Studi di Trieste 13.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giorgio PERINI La modernizzazione dei controlli sugli aiuti statali alle imprese in tempo di crisi Giorgio PERINI Università degli Studi di Trieste 13."— Transcript della presentazione:

1 Giorgio PERINI La modernizzazione dei controlli sugli aiuti statali alle imprese in tempo di crisi Giorgio PERINI Università degli Studi di Trieste 13 marzo 2013 Rappresentanza Permanente dItalia presso lUnione Europea

2 nozione di aiuto di Stato e analisi aiuto/non-aiuto (anche con riferimento alla prassi recente della Commissione) La fase discendente: fisiologia degli aiuti: le deroghe e il sistema degli aiuti legali fisiologia degli aiuti: le deroghe e il sistema degli aiuti legali patologia degli aiuti: illegalità, incompatibilità, recupero, deferimento in Corte (artt.108,2 e 260TFUE) patologia degli aiuti: illegalità, incompatibilità, recupero, deferimento in Corte (artt.108,2 e 260TFUE) La fase ascendente: dagli aiuti anticrisi alla modernizzazione del sistema di controllo (2014/2020) OGGETTO DELLA PRESENTAZIONE

3 NOZIONE DI AIUTO: IL DIVIETO [ART107(1) TRATTATO CE] salvo deroghe contemplate dai trattati, sono incompatibili con il mercato interno, nella misura in cui incidano sugli scambi tra stati membri gli aiuti concessi dagli stati, ovvero mediante risorse statali sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza

4 ANALISI AIUTO/NON-AIUTO Presenza cumulativa di 4 elementi costitutivi (e mezzo): vantaggio economico Selettività il cui beneficiario esercita unattività economica in un mercato aperto alla concorrenza (impresa in senso comunitario) in grado di esercitare uninfluenza effettiva o potenziale sugli scambi fra stati membri imputabilità alla volontà dello Stato (sentenza Stardust Marine – causa C-482/99)

5 IN COSA PUÒ CONSISTERE IL VANTAGGIO? Contributi in conto capitale (sovvenzioni) contributi in conto interessi prestiti a tasso agevolato partecipazione pubblica al capitale a condizioni di favore prestazione di garanzie agevolazioni fiscali fornitura di beni o servizi a prezzi agevolati riduzioni degli oneri sociali ammortamenti accelerati

6 E COSA SI INTENDE PER IMPRESA? Si considera impresa ogni entità, a prescindere dalla forma giuridica rivestita, che eserciti unattività economica (anche enti pubblici, imprese a totale capitale pubblico, soggetti no-profit, anche se in perdita). In particolare sono considerate tali le entità che esercitano unattività artigianale o altre attività a titolo individuale o familiare, le società di persone o le associazioni che esercitino unattività economica

7 aiuti illegali e aiuti incompatibili Illegalità = difetto di forma (violazione art.108,3 del trattato) Incompatibilità = difetto di sostanza (nessuna delle deroghe previste dallart.107, commi 2 e 3, è applicabile)

8 FASE DISCENDENTE: FISIOLOGIA DEGLI AIUTI DI STATO AIUTI DE MINIMIS AIUTI ESENTATI DALLOBBLIGO DI NOTIFICA PREVENTIVA (art.109 TFUE e Reg 994/98 c.d. di abilitazione) AIUTI NOTIFICATI ED AUTORIZZATI (aiuti ad hoc, sopra soglia, non trasparenti, privi di base giuridica europea di riferimento) (art.108,3 TFUE e reg.659/99 c.d. di procedura) AIUTI ESISTENTI

9 1) GLI AIUTI DE MINIMIS 1) GLI AIUTI DE MINIMIS De minimis orizzontale: REG (CE) n.1998/2006 Gli aiuti non eccedenti un massimale di euro nellarco di tre esercizi finanziari sono considerati come aiuti che non corrispondono a tutti criteri dellart.107(1) del trattato, nella misura in cui osservano le regole su settori esclusi, calcolo dellESL, cumulo del reg. stesso De minimis settoriali: Trasporti Agricoltura (produzione primaria) Pesca SIEG (Servizi di interesse Economico Generale)

10 2) AIUTI ESENTATI DALLOBBLIGO DI NOTIFICA PREVENTIVA Reg.(CE) n. 800/2008 Aiuti a finalità regionale Aiuti alle PMI e allimprenditoria femminile Aiuti ambientali ed energetici Aiuti alla ricerca,sviluppo ed innovazione Aiuti alla formazione Aiuti in favore dei lavoratori svantaggiati e disabili Aiuti sotto forma di capitale di rischio

11 3) AIUTI SOGGETTI AD OBBLIGO DI NOTIFICA PREVENTIVA (ART.108, par.3 TFUE) Qualsiasi progetto di concessione di un nuovo aiuto deve essere notificato tempestivamente alla Commissione dallo Stato membro interessato. Agli aiuti soggetti a notifica non può essere data esecuzione prima che la Commissione abbia adottato una decisione di autorizzazione dellaiuto Artt.2 e 3 del reg.659/99 (regolamento di procedura)

12 FASE DISCENDENTE: DALLA FISIOLOGIA ALLA PATOLOGIA Casi presunti (esposti-denuncia, indagini ex-officio) Aiuti non notificati, in quanto attuati senza autorizzazione Apertura della procedura dindagine formale Decisione negativa (con recupero) Decisione di deferimento in Corte, in deroga agli artt.258 e 259, ai sensi dellart.108(2) Decisione di deferimento in Corte ai sensi dellart.260

13 FASE ASCENDENTE: dagli aiuti anticrisi alliniziativa di modernizzazione del sistema di controllo UE degli aiuti di Stato

14 FASE ASCENDENTE: norme sostanziali già adottate o in fase di consultazione con SM pacchetto SIEG Almunia: 4 basi giuridiche per regolamentare le compensazioni per OSP (non-aiuto, aiuto esentato, aiuto da notificare, de minimis) Aiuti nellambito del sistema ETS (Emissions Trading System) RAG (linee quida aiuti a finalità regionale) Cinema e audiovisivo Banda larga

15 FASE ASCENDENTE: altre norme soggette a revisione: NORME SOSTANZIALI: R,S&I (aiuti a ricerca, sviluppo & innovazione) R&R (aiuti al salvataggio e ristrutturazione imprese in difficoltà) Trasporto marittimo Assicurazione al credito a breve termine Aiuti sotto forma di Capitale di rischio Aeroporti regionali AMBIENTE & ENERGIA GBER (regolamento generale di esenzione) Infrastrutture/porti? NORME PROCEDURALI (regg.659/99, 994/98)

16 Aspetti essenziali della modernizzazione Comunicazione interpretativa del concetto di aiuto di Stato Revisione del de minimis orizzontale (reg. 1998/2006) Ampliamento della delega del reg.994/98 (di abilitazione): + aiuti esentati: cultura, calamità naturali, programmi cofinanziati attraverso strumenti finanziari UE Revisione del reg.659/99 (di procedura) Regole comuni riunite in ununica base giuridica orizzontale (necessità e proporzionalità dellaiuto, effetto incentivante, ecc)

17 implicazioni della modernizzazione per gli SM + esecuzione diretta degli aiuti (esenzione) Maggior decentramento dellapplicazione delle norme in materia di aiuti in fase di attuazione know-how specifico necessario know-how specifico necessario maggiore responsabilità maggiore responsabilità + soggezione a controlli ex post + attuazione privata Maggiore coinvolgimento delle imprese?

18 grazie dellattenzione! Rappresentanza Permanente dItalia presso lUnione Europea


Scaricare ppt "Giorgio PERINI La modernizzazione dei controlli sugli aiuti statali alle imprese in tempo di crisi Giorgio PERINI Università degli Studi di Trieste 13."

Presentazioni simili


Annunci Google