La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Azienda Speciale della Camera di Commercio BE WIN - webconference 30 ottobre 2012 Piano della giornata: Gli aiuti e come accedervi - lettura di un bando.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Azienda Speciale della Camera di Commercio BE WIN - webconference 30 ottobre 2012 Piano della giornata: Gli aiuti e come accedervi - lettura di un bando."— Transcript della presentazione:

1 Azienda Speciale della Camera di Commercio BE WIN - webconference 30 ottobre 2012 Piano della giornata: Gli aiuti e come accedervi - lettura di un bando Il Business Plan Esempio di bando Esempio di Business Plan

2 Azienda Speciale della Camera di Commercio Riepilogo Trattati

3 Azienda Speciale della Camera di Commercio Definizione di aiuto di stato (art ) Salvo deroghe contemplate dal presente trattato, sono incompatibili con il mercato interno, nella misura in cui incidano sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza.

4 Azienda Speciale della Camera di Commercio Definizione di aiuto di stato (art ) 1. Origine statale delle risorse: trasferimento di risorse statali (comprendenti le risorse dei bilanci nazionali, regionali e locali, delle banche e fondazioni pubbliche, Camere di Commercio ecc.) 2. Vantaggio economico selettivo: (favorire talune imprese o talune produzioni) vantaggio economico che l'impresa non avrebbe ottenuto nel corso normale della sua attività. Il criterio della "selettività" è quanto differenzia un aiuto di Stato dalle cosiddette "misure generali. Un regime è considerato "selettivo" quando esiste discrezionalità (quando ad es. il regime si applica solo a una parte del territorio di uno Stato membro). 3. Incidere sulla concorrenza: (anche solo potenziale: … falsino o minaccino di falsare) si presuppone che la presenza del vantaggio economico determinato dallaiuto determina quasi necessariamente una distorsione di concorrenza (es. riduzione dei costi di investimento rischia di rafforzare la posizione di unimpresa rispetto alle concorrenti a prescindere dalleffettiva quota di mercato ecc.) 4. Incidere sugli scambi: (criterio connesso necessariamente al precedente) a tal fine è sufficiente che il beneficiario eserciti un'attività economica ed operi su un mercato in cui esistono scambi commerciali fra Stati membri.

5 Azienda Speciale della Camera di Commercio Le deroghe al divieto di aiuto di stato art. 107 paragrafi 2 e Paragrafo2 Sono compatibili con il mercato comune: a) gli aiuti a carattere sociale concessi ai singoli consumatori, a condizione che siano accordati senza discriminazioni determinate dall'origine dei prodotti; b) gli aiuti destinati a ovviare ai danni arrecati dalle calamità naturali oppure da altri eventi eccezionali; c) gli aiuti concessi all'economia di determinate regioni della Repubblica federale di Germania che risentono della divisione della Germania, nella misura in cui sono necessari a compensare gli svantaggi economici provocati da tale divisione Paragrafo3 Possono considerarsi compatibili (potere discrezionale Commissione) con il mercato comune: a): gli aiuti destinati a favorire lo sviluppo economico delle regioni ove il tenore di vita sia anormalmente basso, oppure si abbia una grave forma di sottoccupazione; b) gli aiuti destinati a promuovere la realizzazione di un importante progetto di comune interesse europeo oppure a porre rimedio a un grave turbamento dell'economia di uno Stato membro; c) gli aiuti destinati ad agevolare lo sviluppo di talune attività o di talune regioni economiche, sempreché non alterino le condizioni degli scambi in misura contraria al comune interesse; d) gli aiuti destinati a promuovere la cultura e la conservazione del patrimonio, quando non alterino le condizioni degli scambi e della concorrenza nella Comunità in misura contraria all'interesse comune; e) le altre categorie di aiuti, determinate con decisione del Consiglio, che delibera a maggioranza qualificata su proposta della Commissione

6 Azienda Speciale della Camera di Commercio Regole procedurali generali e opzioni possibili (notifica, esenzione, non notifica) Misura di aiuto Nessun aiuto secondo i criteri dellart. 107 (de minimis) Notifica non necessaria Aiuto di stato secondo i criteri dellart. 107 Notifica formale alla Commissione per lautorizzazione Laiuto proposto ha i requisiti per lesenzione (Reg. 800) Laiuto proposto non ha i requisiti per lesenzione Invio della comunicazione alla Commissione

7 Azienda Speciale della Camera di Commercio Caratteristiche e condizioni comuni: Esenzione dallobbligo di notificazione; Aiuti trasparenti (agli aiuti per i quali è possibile calcolare precisamente l'entità dell'aiuto ex ante) Le norme in materia di cumulo Leffetto di incentivazione (necessità daiuto): prima dell'avvio dei lavori relativi al progetto o all'attività, il beneficiario ha presentato domanda di aiuto allo Stato membro interessato. Le spese ammissibili: investimenti materiali ed immateriali - creazione di posti di lavoro; aiuti al funzionamento solo se giustificati da gravi svantaggi strutturali Lintensità del contributo. Reg. Generale esenzione per categoria CE 800/2008: principi e criteri generali

8 Azienda Speciale della Camera di Commercio Il bando Tipologie di agevolazioni La definizione di PMI La scheda tecnica Analisi di prefattibilità

9 Azienda Speciale della Camera di Commercio Strumenti per accedere al Bando Per poter accedere al Bando è necessario disporre di due strumenti: G.U.R.I.(Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana) B.U.R.(Bollettino Ufficiale della Regione )

10 Azienda Speciale della Camera di Commercio G.U.R.I. E composta da: Serie generale Supplemento ordinario La Gazzetta Ufficiale viene pubblicata ogni giorno, escluso i festivi. E possibile consultare la Gazzetta o in supporto cartaceo oppure per via telematica

11 Azienda Speciale della Camera di Commercio ad es. per la Toscana B.U.R.T. E pubblicato una volta alla settimana, di regola il mercoledì

12 Azienda Speciale della Camera di Commercio Struttura del Bando Nellanalisi di un bando per laccesso ai finanziamenti agevolati, ricorre la struttura seguente: Finalità Territorio di applicazione Beneficiari Iniziative ammissibili Spese ammissibili Contributo Procedura Scadenza

13 Azienda Speciale della Camera di Commercio Finalità Evidenzia lo scopo e lobiettivo per il quale è concessa lagevolazione. Individua il settore o i settori ai quali si rivolge il finanziamento agevolato

14 Azienda Speciale della Camera di Commercio Territorio dapplicazione In questa sezione è individuato il territorio dapplicazione di un bando. Ad es.: il territorio nazionale il territorio regionale (con possibili limitazioni) le aree depresse individuate secondo la carta degli aiuti

15 Azienda Speciale della Camera di Commercio Beneficiari Sono i soggetti ai quali si rivolge il bando; possono essere classificati come segue: Enti pubblici (provincia, comune, comunità montane, Consorzi a maggioranza pubblica, Enti parco, società a maggioranza pubblica.) Enti privati (associazioni, etc) Consorzi Piccole e medie imprese (PMI) Grandi imprese (solo in alcuni casi)

16 Azienda Speciale della Camera di Commercio Iniziative ammissibili Individua la tipologia dinvestimento ammesso a beneficiare delle agevolazioni Il bando può anche individuare un limite massimo e/o minimo dinvestimento necessario per accedere al finanziamento Linvestimento totale attivato dal progetto può essere diverso rispetto allinvestimento ammissibile

17 Azienda Speciale della Camera di Commercio Investimento ammissibile Linvestimento ammissibile è dato dalla somma delle voci di spesa previste dal bando Non tutte le voci di spesa sono ammissibili per lintero importo ma solo in percentuale

18 Azienda Speciale della Camera di Commercio Settore di attività I bandi, di solito, si riferiscono alla classificazione delle attività economiche, operata dallISTAT, che attribuisce a ciascuna attività un codice alfanumerico denominato ATECO. Le attività sono suddivise in 17 macrovoci, identificate da una lettera, di seguito elencate: Aagricoltura, silvicoltura e pesca Bestrazione di minerali da cave e miniere Cattivit á manifatturiere Dfornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata Efornitura di acqua; reti fognarie, attivit à di gestione dei rifiuti e risanamento Fcostruzioni Gcommercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli H trasporto e magazzinaggio

19 Azienda Speciale della Camera di Commercio Iattività dei servizi di alloggio e di ristorazione Jservizi di informazione e comunicazione Kattività finanziarie e assicurative Lattivita' immobiliari Mattività professionali, scientifiche e tecniche Nnoleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese Oamm. pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria Pistruzione Qsanita' e assistenza sociale Rattività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento Saltre attività di servizi Tattività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze Uorganizzazioni ed organismi extraterritoriali

20 Azienda Speciale della Camera di Commercio Spese ammissibili Sono sempre considerate al netto di IVA Riguardano, salvo casi eccezionali, solo beni nuovi di fabbrica. In alcuni casi sono ammissibili solo in percentuale. Alcuni esempi: acquisto macchinari, attrezzature, arredi, impianti, hardware, software, opere murarie, servizi di consulenza, certificazioni di qualità etc.

21 Azienda Speciale della Camera di Commercio Tipologia di Agevolazioni Contributo in conto capitale Contributo in conto esercizio (gestione) Contributo in conto interessi Contributo in conto canoni Mutuo agevolato Concessione di garanzia (integrativa o sussidiaria) Bonus fiscale Sgravio fiscale

22 Azienda Speciale della Camera di Commercio Contributo in conto capitale Si tratta di unerogazione calcolata in percentuale delle spese ammissibili e per la quale non è prevista alcuna restituzione del capitale o il pagamento degli interessi. Questo contributo è utilizzato a favore di iniziative dirette alla costruzione, riattivazione e allampliamento dellapparato produttivo

23 Azienda Speciale della Camera di Commercio Contributo in conto esercizio Questa agevolazione viene concessa per contribuire alle spese di gestione Sono contributi in conto esercizio quelli che servono a pagare corsi di formazione per i dipendenti, corsi di aggiornamento, pubblicità, oneri finanziari etc.

24 Azienda Speciale della Camera di Commercio Contributo in conto interessi Si tratta di un contributo relativo ad un finanziamento a medio e lungo termine che consente di abbassare il tasso dinteresse applicato dallistituto finanziatore. E considerato un caso particolare della fattispecie dei contributi in conto esercizio

25 Azienda Speciale della Camera di Commercio E un contributo in conto interessi dove la stipula del finanziamento e la concessione dellagevolazione avvengono contemporaneamente. Mutuo agevolato

26 Azienda Speciale della Camera di Commercio Contributo in conto canoni Il contributo in conto canoni è un caso particolare del contributo in conto interessi e si applica a un contratto di locazione finanziaria. Leffetto è quello di abbattere il costo dei canoni a carico del soggetto beneficiario.

27 Azienda Speciale della Camera di Commercio Concessione di garanzia Attraverso listituzione di particolari fondi, vengono concesse garanzie a sostegno, totale o parziale, di finanziamenti a medio lungo termine richiesti dai beneficiari a fronte di programmi dinvestimento. La garanzia concessa può essere di natura integrativa o sussidiaria. Bonus fiscale E una forma di agevolazione che dà la possibilità al beneficiario di monetizzare il contributo in sede di pagamento dimposta. E un contributo in conto capitale a tutti gli effetti (anche dal punto di vista fiscale) erogato sotto forma di detrazione dellimporto spettante allammontare delle imposte che lazienda deve pagare. Sgravio fiscale Concessione di un contributo che genera un credito dimposta

28 Azienda Speciale della Camera di Commercio Procedure Definisce le modalità e i criteri per listruttoria e la presentazione delle domande per laccesso al finanziamento In molti casi individua lEnte che gestisce liter di verifica dei requisiti richiesti e listruzione delle graduatorie

29 Azienda Speciale della Camera di Commercio Scadenza Laccesso al bando può essere individuato da: termine di apertura e di chiusura per la presentazione delle domande termine di apertura Alcuni bandi restano aperti per tutto lanno salvo eventuali comunicazioni

30 Azienda Speciale della Camera di Commercio Definizione di PMI In base alla Raccomandazione della Commissione Europea del 3 aprile 1996 n. 96/280/CE, pubblicata in GUCE n. L 107/4 una piccola e media impresa si contraddistingue in base a tre parametri: Numero dipendenti Cifra daffari o bilancio globale Requisito dindipendenza

31 Azienda Speciale della Camera di Commercio Dimensione di Impresa Categoria dimpresa N. DipendentiFatturatoVolume totale bilancio Impresa di media dimensione <25050 mln di euro43 mln di euro Impresa di piccole dimensioni <5010 mln di euro Microimpresa<102 mln di euro

32 Azienda Speciale della Camera di Commercio Calcolo dei dipendenti La nuova Raccomandazione individua gli effettivi tra le seguenti categorie di soggetti: Dipendenti che lavorano nellimpresa Persone che lavorano per limpresa e che per la legislazione nazionale sono considerati come gli altri dipendenti dellimpresa Proprietari gestori Soci che svolgono attività regolare nellimpresa e beneficiano di vantaggi finanziari

33 Azienda Speciale della Camera di Commercio … segue Calcolo dei dipendenti Sono esclusi ai fini del calcolo degli effettivi gli apprendisti con contratto dapprendistato o gli studenti con contratto di formazione e i periodi di congedo parentale o di maternità Gli effettivi sono calcolati in ULA unità lavorative-annue Il calcolo in ULA tiene conto dei mesi lavorati in un anno e del numero di ore

34 Azienda Speciale della Camera di Commercio

35 Scheda tecnica La scheda tecnica consente di visualizzare in modo immediato le informazioni principali sottoforma di requisiti necessari per laccesso di un determinato progetto dimpresa al bando

36 Azienda Speciale della Camera di Commercio ANALISI DI PREFATTIBILITA Gli elementi che permettono di verificare la finanziabilità o meno di un progetto: Soggetto proponente Settore di attività Ubicazione dellinvestimento Tipo dinvestimento Voci di spesa

37 Azienda Speciale della Camera di Commercio Suggerimenti pratici La impossibilità di cumulare più agevolazioni sullo stesso bene Possibilità di far rientrare i beni usati tra le spese ammissibili, solo se espressamente previsto Le spese ammissibili sono considerate sempre al netto di IVA

38 Azienda Speciale della Camera di Commercio Consigli: tre cose da evitare … sempre 1.Non rivolgersi mai a consulenti improvvisati 2.Informarsi sempre prima di fare un investimento 3.Non scegliere mai linvestimento da fare in base ai contributi che si potrebbero ottenere


Scaricare ppt "Azienda Speciale della Camera di Commercio BE WIN - webconference 30 ottobre 2012 Piano della giornata: Gli aiuti e come accedervi - lettura di un bando."

Presentazioni simili


Annunci Google