La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le possibilità di sviluppo delle cooperative sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Umberto Dal Maso Arché s.c.s. – Consorzio di Cooperative Sociali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le possibilità di sviluppo delle cooperative sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Umberto Dal Maso Arché s.c.s. – Consorzio di Cooperative Sociali."— Transcript della presentazione:

1 Le possibilità di sviluppo delle cooperative sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Umberto Dal Maso Arché s.c.s. – Consorzio di Cooperative Sociali di Siena Se non riesci a vedere la persona, ma vedi solo la sua disabilità, allora chi è il vero cieco? Tone Wone (affetto da disabilità che ha combattuto per la pace del suo paese)

2 Le peculiarità costituzionali, di legge e riconducibili al contesto di operatività delle cooperative sociali di tipo B debbono perseguire linteresse comune mediante lo svolgimento di attività diverse finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate. (art 1 Legge 381/91) agiscono lazione imprenditoriale e la leva economica sono governate sul principio 1 testa 1 voto agiscono in un mercato regolato sul principio competitivo Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

3 Le peculiarità costituzionali, di legge e riconducibili al contesto di operatività delle cooperative sociali di tipo B Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

4 Gli strumenti attuali Le convenzioni dirette ai sensi della legge concernente "disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle comunità europee - legge comunitaria 94", approvata dal parlamento il 24 gennaio 1996, che ha modificato l'articolo 5 della legge 381/91. Le gare riservate alle Cooperative sociali, ai sensi della Legge Regionale 24 novembre 1997 n. 87 (recante Disciplina dei rapporti tra le Cooperative sociali e gli Enti Pubblici che operano nellambito regionale). Disposizioni in tema di occupazione delle persone con disabilità previste dallarticolo 10 della Riforma del Welfare in discussione in questi giorni Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

5 Le convenzioni – Il testo della norma Con lart. 20 della legge 6 febbraio 1996 n.52, il legislatore italiano ha provveduto alla modifica dell'art.5 della legge 8 novembre 1991, n. 381, il cui testo è: Gli enti pubblici, compresi quelli economici, e le società di capitali a partecipazione pubblica, anche in deroga alla disciplina in materia di contratti della pubblica amministrazione, possono stipulare convenzioni con le cooperative che svolgono le attività di cui all'art.1, Comma 1, lettera b), ovvero con analoghi organismi aventi sede negli altri stati membri della Comunità europea, per la fornitura di beni e servizi diversi da quelli socio-sanitari ed educativi il cui importo stimato al netto dell'IVA sia inferiore agli altri importi stabiliti dalle direttive comunitarie in materia di appalti pubblici, purché tali convenzioni siano finalizzate a creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate di cui all'art.4, Comma 1. Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

6 Le convenzioni Aspetti rilevanti della nuova formulazione Art. 5 della legge 381/91 soggetti attivi delle convenzioni: gli enti pubblici, compresi quelli economici, e le società di capitali a partecipazione pubblica campo di applicazione: anche in deroga alla disciplina in materia di contratti della pubblica amministrazione ambiti di attività: la fornitura di beni e servizi diversi da quelli socio- sanitari ed educativi il cui importo stimato al netto dell'IVA sia inferiore alle soglie comunitarie soggetti potenzialmente beneficiari: cooperative sociali di tipo B, iscritte nei relativi albi regionali, e analoghi organismi aventi sede negli altri stati membri della Comunità europea finalità: creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate di cui all'art.4, Comma 1 Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

7 Legge Regionale 24 novembre 1997 n. 87 Disciplina dei rapporti tra le cooperative sociali e gli enti pubblici che operano nellambito regionale. Art. 12 – comma 7 7. Le convenzioni con le cooperative sociali di cui allart. 1, comma 1, lett. b), della legge n. 381/91, si stipulano, di norma, previa presentazione di un progetto per la fornitura di beni o la gestione di servizi, che abbia come fine linserimento lavorativo delle persone svantaggiate, in deroga alla disciplina in materia di contratti della pubblica amministrazione, nei limiti di cui allart. 5 della predetta legge, come modificato dallart. 20 della legge 52/96. Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

8 Legge Regionale 24 novembre 1997 n. 87 Disciplina dei rapporti tra le cooperative sociali e gli enti pubblici che operano nellambito regionale. Art. 12 – comma 8 8. Nel caso in cui vengano presentate più proposte per fornitura di beni o servizi, la scelta della cooperativa con cui stipulare la convenzione deve avvenire previa valutazione del progetto di inserimento lavorativo, predisposto per le persone svantaggiate, del merito tecnico/organizzativo del progetto o della proposta presentata e del valore delleventuale apporto dei soci volontari. … Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

9 Legge Regionale 24 novembre 1997 n. 87 Disciplina dei rapporti tra le cooperative sociali e gli enti pubblici che operano nellambito regionale. Art. 12 – comma Nel caso in cui si proceda allappalto per la fornitura di beni o servizi, ai sensi dellart. 5, comma 4, della legge n. 381/91, nei bandi di gara e nei capitolati di oneri deve essere prevista, quale elemento per laggiudicazione, la valutazione del programma di recupero e di inserimento lavorativo delle persone svantaggiate, insieme agli altri parametri di qualità e di costo da valutare, ai fini della individuazione dellofferta più vantaggiosa. Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

10 Occupazione delle persone con disabilità (articolo 10) Aspetti rilevanti della riformulazione Art.12 Legge 68 Per quanto riguardo la stipula di convenzioni con cooperative sociali e liberi professionisti disabili per linserimento lavorativo di persone disabili, disposto, poi, lampliamento della platea dei soggetti ospitanti, ovvero di coloro presso i quali il lavoratore disabile può essere inserito temporaneamente a fini formativi, ricomprendendovi anche le imprese sociali di cui al decreto legislativo 155/2006, nonché i datori di lavoro privati non soggetti agli obblighi di assunzione di cui alla legge 68/1999. Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

11 Occupazione delle persone con disabilità (articolo 10) Aspetti rilevanti della riformulazione Art. 12 Legge 68 Individuato, allinterno della legge 68/1999, un meccanismo diretto ad agevolare lassunzione di persone disabili con particolari difficoltà di inserimento lavorativo, che prevede la possibilità di stipulare convenzioni tra centri per limpiego, datori di lavoro tenuti allobbligo di assunzione di persone disabili (soggetti conferenti) e soggetti destinatari (cooperative sociali previste dalla legge 381/1991, imprese sociali individuate dal decreto legislativo 155/2006 e datori di lavoro non soggetti allobbligo di assunzione). Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

12 Occupazione delle persone con disabilità (articolo 10) Aspetti rilevanti della riformulazione Art. 12 Legge 68 Prevista, contestualmente allentrata in vigore della legge, labrogazione dellarticolo 14 della cosiddetta legge Biagi (Dlgs 276/2003) in materia di cooperative sociali e inserimento lavorativo dei lavoratori svantaggiati. Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

13 Consorzi di cooperative sociali Ex. Art. 8 Legge 381/91 8. Consorzi Le disposizioni di cui alla presente legge si applicano ai consorzi costituiti come società cooperative aventi la base sociale formata in misura non inferiore al settanta per cento da cooperative sociali. Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena

14 Alcune osservazioni conclusive Opzione politica da parte degli EE.LL. per le convenzioni dirette Buone prassi nei progetti individuali di inserimento lavorativo di soggetti appartenenti a categorie svantaggiate Capacità, da parte della cooperazione sociale, di interloquire in maniera qualificata con il sistema pubblico ed il sistema profit Disponibilità degli EE.LL. e delle imprese ad esternalizzare servizi o parte di processi produttivi Le possibilità di sviluppo delle cooperative Umberto Dal Maso sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Arché s.c.s. –Siena


Scaricare ppt "Le possibilità di sviluppo delle cooperative sociali di tipo B (appalti, art. 12 L. 68/99) Umberto Dal Maso Arché s.c.s. – Consorzio di Cooperative Sociali."

Presentazioni simili


Annunci Google