La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La sfera celeste è una sfera immaginaria avente il centro, nel punto in cui si trova losservatore ed ha un raggio sufficientemente grande da permettere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La sfera celeste è una sfera immaginaria avente il centro, nel punto in cui si trova losservatore ed ha un raggio sufficientemente grande da permettere."— Transcript della presentazione:

1 La sfera celeste è una sfera immaginaria avente il centro, nel punto in cui si trova losservatore ed ha un raggio sufficientemente grande da permettere di proiettare su di essa tutti i corpi celesti. La vista della sfera celeste e delimitata dallorizzonte. La linea che separa la sfera celeste dal piano orizzontale è detta orizzonte astronomico. Inoltre nella sfera celeste individuiamo lequatore celeste che non è altro che la proiezione dellequatore terrestre. 1

2 Nella sfera celeste ci sono due importanti punti, che sono lo zenit e il nadir. Lo zenit è il punto sopra la nostra testa e che quindi si troverà a 90°,rispetto al piano dellorizzonte,corrisponde perciò al punto dintersezione fra la verticale al piano dellorizzonte e la sfera celeste. Mentre il nadir è il punto dintersezione fra la verticale e lemisfero invisibile della sfera celeste. 2

3 Se noi osserviamo il cielo per qualche ora possiamo vedere tramontare e sorgere delle stelle, ma una di queste la vedremo sempre: la stella polare, colei che indica il polo nord celeste (Pnc). Invece li polo sud celeste (Psc) si può individuare come punto di intersezione tra il prolungamento dell asse di rotazione terrestre con la sfera celeste. Gli altri due punti cardinali, est (e) e ovest (w), sono i punti dintersezione tra il piano dellequatore celeste e il piano dellorizzonte celeste ; se mi metto con le spalle al nord avrò lest alla mia sinistra mentre lovest alla mia destra. 3

4 Altre caratteristiche della sfera celeste sono: Il meridiano locale che è il meridiano celeste passante per lo zenit del luogo di osservazione; Lantimeridiano locale che è il meridiano celeste passante per il nadir dellosservatore; Lorizzonte astronomico che rappresenta il piano dellorizzonte dellosservatore, prolungato fino a, idealmente,intersecare la sfera celeste ed immaginato passante per il centro della stessa ; I meridiani che passano per i poli celesti si chiamano circoli orari. 4

5 Per orientare la sfera celeste bisogna definire la nostra latitudine che non è altro che la distanza angolare dello zenit dallequatore celeste (fi di A) e individuare i punti cardinali. Lequatore celeste e il meridiano locale si intersecheranno in un punto denominato mezzo cielo superiore (Ms); mentre il mezzo cielo inferiore (Mi) è il punto dintersezione tra lequatore celeste e lantimeridiano locale. 5

6 6 Nella sfera celeste le coordinate che indicano la posizione di un astro relativa allosservatore sono le coordinate altazimutali locali. Queste coordinate hanno come circoli di riferimento il meridiano locale come semicerchio origine, e lorizzonte astronomico come piano di riferimento. Le coordinate sono: cioè lazimut (A) e laltezza (h). Lazimut è la distanza angolare, misurata in senso orario, fra il meridiano locale e il semicircolo verticale passante per lastro; mentre laltezza di un astro è la distanza angolare fra lorizzonte e lastro. Se lastro percorrerà lequatore celeste, sorgerà perfettamente a est con un azimut di 270°, culminerà a una altezza pari alla colatitudine e tramonterà a ovest con un azimut pari a 90°.

7 7 Il sistema delle coordinate equatoriali celesti ha come semicerchio origine il meridiano locale e come piano di riferimento lequatore celeste. Le coordinate di un astro saranno:, langolo orario (H) e la declinazione (delta). Langolo orario di un corpo celeste è la distanza angolare fra il meridiano locale e il semicircolo orario passante per il corpo contato in senso orario; mentre la declinazione è la distanza angolare fra lastro e lequatore celeste.

8 1° Disegnare la sfera celeste con la forma di un cerchio 2° Disegnare il piano dellorizzonte e lasse zenitale indicando lo zenit (Z) e il nadir (Na) 3° Disegnare lequatore celeste riferita alla mia latitudine (la latitudine celeste sarà uguale alla distanza tra lo zenit e iequatore celeste) 4°Disegnare lasse celeste che è perpendicolare allequatore celeste, laltezza del polo elevato sarà uguale alla mia latitudine. Sul piano dellorizzonte posso indicare i punti cardinali: 8

9 9 : il cardinale nord sarà la proiezione del Pnc, sul piano dellorizzonte, il cardinale sud sarà la proiezione del Psc sul piano dellorizzonte, i punti cardinali est ed ovest saranno i punti dintersezione tra lequatore celeste e il piano dellorizzonte. 5°Disegnare le coordinate altazimutali di un dato astro 6° Disegnare le coordinate equatoriali orarie di un dato corpo celeste.

10 A causa della reale rotazione della terra, da ovest verso est, a noi sembrerà che lintera sfera celeste abbia un moto de est verso ovest che è detto retrogrado, quindi in astronomia il moto diretto è da ovest verso est mentre il moto della sfera celeste è da est verso ovest. 10


Scaricare ppt "La sfera celeste è una sfera immaginaria avente il centro, nel punto in cui si trova losservatore ed ha un raggio sufficientemente grande da permettere."

Presentazioni simili


Annunci Google