La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Monitor Alimentare DOXA Terza Edizione Primavera 2002 Parma, 9 maggio 2002.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Monitor Alimentare DOXA Terza Edizione Primavera 2002 Parma, 9 maggio 2002."— Transcript della presentazione:

1 Monitor Alimentare DOXA Terza Edizione Primavera 2002 Parma, 9 maggio 2002

2 2 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Valutare periodicamente (due volte allanno) il grado di fiducia degli Italiani nei prodotti dellindustria alimentare ed analizzare i criteri di valutazione della qualità e le aspettative dei consumatori nei confronti dellindustria alimentare. Obiettivi dellindagine

3 3 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Metodo dellindagine Indagine periodica semestrale basata su interviste dirette fatte a domicilio ad un campione nazionale rappresentativo degli adulti e dei giovani di 15 anni ed oltre. La seconda edizione di Monitor Alimentare DOXA è stata basata su interviste personali condotte fra il 15 marzo e l11 aprile 2002 in 147 comuni di tutte le Regioni italiane. Le interviste sono state effettuate col sistema CAPI (Computer Assisted Personal Interview) da intervistatori opportunamente istruiti e controllati.

4 4 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Due terzi (67%) degli intervistati sono soddisfatti dellalimentazione attuale: 14% dicono di essere molto soddisfatti e 53% abbastanza soddisfatti. Il livello di soddisfazione per lalimentazione attuale è un po più alto fra i maschi e fra i giovani. Nellarco delle tre rilevazioni il livello di soddisfa-zione per l'alimentazione è leggermente diminuito.

5 5 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello medio di soddisfazione per lalimentazione Secondo sesso ed età

6 6 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Il livello di soddisfazione per lalimentazione è più alto nellItalia Nord Orientale (Emilia-Romagna e TriVeneto) ed è minore nellItalia Meridionale (ad un livello intermedio nellItalia Nord Occidentale e nellItalia Centrale).

7 7 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello medio di soddisfazione per lalimentazione Secondo aree geografiche

8 8 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Oltre un quarto dei consumatori (26% degli intervistati) pensano che, quando si compera un prodotto alimentare si deve osservare soprattutto la marca, 22% la data di scadenza, 17% il prezzo o le promozioni, 12% gli ingredienti, 6% lesperienza già fatta con lo stesso prodotto, 4% la zona di produzione e 3% il luogo di acquisto.

9 9 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Questi valori si riferiscono alla prima risposta data dagli intervistati. Se si considerano invece le due risposte date, parlando dei fattori considerati più importanti negli acquisti di prodotti alimentari, si trovano ancora ai primi posti la marca (44% degli intervistati), la data di scadenza (37%), il prezzo (32%), gli ingredienti (25%), lesperienza già fatta con lo stesso prodotto (13%), le promozioni (10%), la zona di produzione (8%) ed il luogo di acquisto (8%). Sembra abbiano scarso rilievo, fra gli aspetti considerati più importanti, il biologico (4%), lartigianale (4%) e le calorie (3%).

10 10 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Aspetti considerati più importanti Quando compera questi prodotti alimentari, che cosa osserva più spesso? D.5 Tutte le risposte date (Valori %)

11 11 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Dalle industrie alimentari i consumatori si aspettano soprattutto più controlli sulle materie prime usate (43%, in leggera discesa) e più controlli nei punti di vendita, sulla scadenza e, in generale, sulla freschezza dei prodotti (30%, stabile), più informazioni sulle confezioni (26%, un anno fa era il 32%) ed anche più informazioni sulle materie prime e sulla produzione, in TV (16%) e nella pubblicità (6%), più controlli in tutte le fasi della produzione da parte delle aziende produttrici (21%, stabile) e regole più severe nella certificazione della qualità dei prodotti (19%, stabile).

12 12 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Aspettative nei confronti di unindustria alimentare: che cosa si aspetta il consumatore da un produttore? D.6 Tutte le risposte date (Valori %)

13 13 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Nel complesso, 55% dei consumatori dicono di avere fiducia nei controlli fatti dalle industrie alimentari sulla qualità dei prodotti: 3% molta fiducia, 52% abbastanza fiducia e 42% poca fiducia. Il livello di fiducia cresce al crescere della condizione sociale e nel Nord del Paese.

14 14 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello di fiducia nei controlli sulla qualità dei prodotti alimentari fatti dai produttori D. 8c Secondo condizione sociale e aree geografiche

15 15 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Il livello di fiducia dei consumatori, nei confronti degli organi pubblici preposti ai controlli sulla qualità dei prodotti alimentari è molto simile. Infatti 57% degli intervistati dicono di avere fiducia nei controlli pubblici. Il livello di fiducia nei controlli pubblici e privati è molto simile nei due sessi ed in tutte le classi di età, è maggiore nell'Italia Nord Orientale e minore nell'Italia Meridionale.

16 16 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello di fiducia nei controlli sulla qualità dei prodotti alimentari fatti dagli organi pubblici preposti ai controlli D. 8d Secondo condizione sociale e aree geografiche

17 17 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Sulle modalità di conservazione nei punti di vendita (supermercati, negozi, ecc.) 37% hanno dichiarato di avere poca fiducia, 56% abbastanza fiducia e 5% molta fiducia. Rispetto alla rilevazione precedente, il livello medio di fiducia è rimasto quasi costante, senza variazioni significative. I giudizi dati sulla conservazione e sulla somministrazione dei prodotti sono relativamente più favorevoli nell'Italia Nord-Orientale e meno favorevoli nell'Italia Meridionale.

18 18 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello di fiducia nei controlli sulle modalità di conservazione dei prodotti alimentari nei punti di vendita (negozi e supermercati) D. 8e Secondo condizione sociale e aree geografiche

19 19 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Sulle modalità di conservazione dei prodotti alimentari sono stati spesso espressi giudizi negativi, soprattutto per ciò che riguarda la conservazione e la somministrazione nei pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie, ecc.). Infatti metà (51%) hanno dichiarato di avere poca fiducia nelle modalità di conservazione nei luoghi di consumo, quasi altrettanti abbastanza fiducia (42%) o, in alcuni casi, molta fiducia (3%).

20 20 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello di fiducia nei controlli sulle modalità di conservazione dei prodotti alimentari nei luoghi di consumo (bar, ristoranti, ecc.) D. 8f Secondo condizione sociale e aree geografiche

21 21 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Sulla credibilità delle informazioni fornite dalla stampa sulla produzione industriale alimentare, le opinioni sono divise, perchè 52% dicono di avere "abbastanza fiducia" (o, in qualche caso, "molta fiducia") e quasi altrettanti (42%) "poca fiducia", mentre 7% sono incerti.

22 22 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello di fiducia nei modi con cui la stampa tratta largomento della produzione industriale alimentare D. 8g Secondo condizione sociale e aree geografiche

23 23 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera Sui test dei prodotti dell'industria alimentare, che vengono pubblicati da periodici specializzati, prevalgono i giudizi positivi. Infatti quasi 61% hanno dichiarato di avere molta fiducia (6%) o abbastanza fiducia (55%) e 31% poca fiducia, con un rapporto di 2 a 1 fra giudizi positivi e giudizi negativi, con prevalenza dei giudizi positivi nellItalia del Nord e fra gli intervistati di condizione medio-superiore. 12a

24 24 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Livello di fiducia nei risultati dei test sui prodotti dellindustria alimentare pubblicati da alcune riviste specializzate D. 8h Secondo condizione sociale e aree geografiche

25 25 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 La qualità di un prodotto alimentare e la fiducia nel prodotto possono dipendere, secondo i consu-matori intervistati, soprattutto da quattro ordini di fattori: La qualità delle materie prime (46%, in diminuzione) e la fiducia nella zona di origine (13%, in leggero aumento) La fiducia nel produttore e nella marca (29%), lesperienza già fatta con la stessa marca (12%) e lesperienza e la tradizione di unazienda (10%). Fattori abbastanza stabili. I controlli dell'industria in tutte le fasi della produzione (28%, in aumento) ed anche i controlli pubblici sui prodotti e sui produttori (18%, abbastanza stabile) La fiducia nel luogo di acquisto (15%, in leggero aumento).

26 26 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Fattori di qualità di un prodotto alimentare Da che cosa può dipendere la qualità, secondo i consumatori D.9 Valori %

27 27 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 La sicurezza di un prodotto alimentare viene associata più spesso a quattro fattori, che sono stati indicati in un numero di casi molto simile: - la conoscenza del luogo di origine del prodotto e delle materie prime (34%) - sapere che sono state rispettate tutte le norme igienico sanitarie (38%, in leggera diminuzione) - sapere come è stato prodotto (31%) - sapere che il prodotto è stato controllato dallorigine fino al luogo di acquisto (34%). Sono piuttosto frequenti anche i riferimenti alla conoscenza degli ingredienti (20%) e delle modalità di conservazione dopo la produzione (19%, in aumento).

28 28 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Da che cosa può dipendere la sicurezza di un prodotto alimentare, secondo i consumatori D.10 Valori %

29 29 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Quasi due terzi (65%) degli intervistati ritengono di non avere modificato in modo significativo la propria alimentazione negli ultimi anni, per ciò che riguarda la varietà dei prodotti. 20% dicono invece di avere un'alimentazione più varia rispetto al passato, contro il 14% che indicano unalimentazione meno varia. Lalimentazione è più varia fra i giovani (27%) e nelle famiglie con redditi superiori (25%).

30 30 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Percezione di cambiamenti nella varietà dei prodotti alimentari consumati. Rispetto a 3-5 anni fa la sua alimentazione è ora... D. 11 Secondo età

31 31 S.02503/4 MONITOR ALIMENTARE Terza Edizione - Primavera 2002 Percezione di cambiamenti nella varietà dei prodotti alimentari consumati. Rispetto a 3-5 anni fa la sua alimentazione è ora... D. 11 Secondo classe sociale e aree geografiche


Scaricare ppt "Monitor Alimentare DOXA Terza Edizione Primavera 2002 Parma, 9 maggio 2002."

Presentazioni simili


Annunci Google