La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Oltre il PIL Tommaso Rondinella Urbino, 24 febbraio 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Oltre il PIL Tommaso Rondinella Urbino, 24 febbraio 2010."— Transcript della presentazione:

1 Oltre il PIL Tommaso Rondinella Urbino, 24 febbraio 2010

2 1. STATISTICA E DEMOCRAZIA

3 The 6cm problem Information is not knowledge A. Einstein La conoscenza e` un processo complesso e dinamico che fa riferimento a meccanismi cognitivi. L'interesse personale gioca un ruolo centrale nell'attivazione di tali meccanismi

4 Fiducia nelle statistiche e decisione politica

5 – 69% degli europei crede sia necessario conoscere i principali dati economici –53% degli europei non e` in grado di provare a dire quale sia la crescita del Pil –45% non si fida delle statistiche ufficiali –40% degli americani non ha mai sentito parlare di dati ufficiali del Pil o di fonti di dati Alcuni dati

6 L'informazione statistica per essere seguita dalla politica ha bisogno di un certo grado di legittimazione da parte dei cittadini La scelta delle informazioni da monitorare coincide con la selezione delle priorità politiche Legittimità

7 2. IL PIL E I SUOI LIMITI

8 Il Pil la produzione totale di beni e servizi dell'economia, diminuita dei consumi intermedi ed aumentata delle imposte nette sui prodotti; il valore totale della spesa fatta dalle famiglie per i consumi e dalle imprese per gli investimenti; Y = C + G + I + (X M) la somma dei redditi dei lavoratori e dei profitti delle imprese

9 Pil e benessere 1. non riflette la distribuzione del reddito 2. non include parti importanti dellattività economica (lavoro domestico, sommerso, settori informali, autoconsumo, volontariato) 3. non contabilizza le esternalità negative (danni ambientali, industria militare) 4. somma le spese riparatorie o difensive (depurazione, incidenti stradali, paradosso distruzione ricostruzione)

10 Citazioni Simon Kuznetz, il benessere di una nazione può difficilmente essere dedotto dalla misura del reddito nazionale. Bob Kennedy: il Pil misura tutto tranne ciò che rende la vita degna di essere vissuta.Pil Thatcher: la società non esiste: ci sono uomini e donne, e le famiglie. Amartya Sen: Si potrebbe essere agiati senza stare bene. Si potrebbe stare bene senza essere in grado di condurre la vita che si era desiderata. Si potrebbe avere la vita che si era desiderata senza essere felici. Si potrebbe essere felici senza avere molta libertà. Si potrebbe avere molta libertà senza avere molto.

11 Indagine Nexis

12 3. IL DIBATTITO ATTUALE

13 Sviluppi recenti 2004 – Palermo – OECD World Forum on Key Indicators. Statistics, Knowledge and Policy – Bruxelles – Beyond GDP (Barroso: è ormai tempo di andare oltre il Pil) Commissione speciale sulla misura delle prestazioni economiche e del progresso sociale (Sen-Stiglitz-Fitoussi) 2009 – Bruxelles – EC communication Non solo Pil. Misurare il progresso in un mondo in cambiamento

14 Stiglitz Sen Fitoussi Gli indicatori della crisi Se ci si rende conto di aver costruito la propria casa sulle sabbie mobili non basta rafforzare il suolo. Bisogna spostarsi. Le nostre economie, costruite sul mito del Pil, stanno crollando di fronte alle crisi economica ed ambientale. Abbiamo bisogno di fondamenta più solide sulle quali costruire una vita migliore. (FT, 18 settembre 2009) Dalla produzione al benessere (consumi, distribuzione, indebitamento, ricchezza e attivita` fuori mercato)

15 Stiglitz Sen Fitoussi Misurare la performance economica: Reddito nazionale netto disponibile corretto Net Adjusted Disposable Income Netto: considera gli ammortamenti (ICT) Nazionale: considera i redditi dall'estero Disponibile: dopo aver pagato le tasse Corretto: dopo i trasferimenti di servizi

16 Reddito disponibile netto Reddito disponibile netto in rapporto al Pil per Francia, USA, Irlanda

17 Leisure and Housework Reddito reale pro capite in Francia (USA=100)

18 Aspetti distributivi: media vs mediana Stiglitz Sen Fitoussi

19 Misurare il benessere: benessere materiale (reddito, consumo e ricchezza); salute; istruzione; attività personali e lavoro; partecipazione politica e governance; relazioni sociali; ambiente; insicurezza (economica e fisica).

20 La Comunicazione si propone cinque azioni fondamentali: Completare il Pil con indicatori ambientali e sociali. Informazioni sociali e ambientali quasi in tempo reale a sostegno del processo decisionale. Informazioni più precise su distribuzione e diseguaglianze. Elaborare una tabella europea di valutazione dello sviluppo sostenibile. Estendere i conti nazionali alle questioni ambientali e sociali. Non solo Pil

21 Conclusioni: Oltre il PIL Andare oltre il Pil rappresenta una delle grandi sfide politiche dei nostri giorni. Molto probabilmente non arriveremo mai ad una sola misura alternativa, ma una maggiore attenzione al benessere ed alla sua sostenibilita` potra` condurre ad una maggioer disponibilita` di dati che permetteranno: Ai policy makers di prendere le proprie decisioni piu` consapevolmente Ai media di informare meglio i cittadini Ai cittadini di giudicare in maniera piu` efficace l'operato della politica.

22 4. COSTRUIRE ALTRI INDICATORI

23 Concetto vs. Misura La precisione concettuale implica la definizione di un fenomeno nella sua complessità (dinamico, relativo al tempo, lo spazio e gli individui, multidimensionale) La misurazione cerca esattezza e operatività (non si ottiene complessità) Teorico vs. empirico

24 Possibili percorsi Monetizzazione Set vs. Composite Oggettivo vs. Soggettivo Legittimità

25 Genuine Progress Indicator + Consumo personale - Costi economici Distribuzione diseguale del reddito Prestito estero netto - Costi sociali Crimine Incidenti automobilistici Pendolarismo Divorzi Sottoccupazione Perdita di tempo libero -Costi ambientali Inquinamento dellaria Inquinamento acustico Inquinamento di lungo periodo Riduzione dello strato di ozono Perdita di aree paludose Perdita di aree coltivabili Perdita di foreste antiche Riduzione delle risorse non rinnovabili + Benefici sociali Lavoro domestico Lavoro volontario Servizi derivanti da vie di comunicazione + Consumo personale - Costi economici Distribuzione diseguale del reddito Prestito estero netto - Costi sociali Crimine Incidenti automobilistici Pendolarismo Divorzi Sottoccupazione Perdita di tempo libero

26 GPI – ISEW - RIBES Index of Sustainable Economic Wellbeing - ISEW (Hemann Daly) Indice di Benessere Sostenibile – Ribes (FEEM)

27 Indice di Sviluppo Umano Speranza di Vita Istruzione - Alfabetizzazione - Livello d'istruzione Reddito pro capite (Pil p.c. $PPA) UNDP (1990)

28 Pro e contro dell'ISU PRO: Visione multidimensionale dello sviluppo [0-1], classificabile,comparabile Facilmente comunicabile CONTRO Arbitrarietà nella scelta delle componenti Dubbia utilità nell'utilizzo in tutti i paesi del mondo Sostituibilità delle dimensioni

29 Basic Capability Index (BCI) Indice sintetico sviluppato dalla rete internazionale Social Watch (www.socialwatch.org)www.socialwatch.org La percentuale di bambini che arriva alla quinta elementare, La sopravvivenza fino ai cinque anni di età La percentuale di nascite assistite da personale qualificato.

30 BCI

31 5. IL QUARS

32 QUARS Quars: indicatore sintetico di Qualità Regionale dello Sviluppo, elaborato dalla Campagna Sbilanciamoci! Composto da sette dimensioni e 41 indicatori E il contributo della società civile al dibattitto su dimensioni del benessere, variabili e indicatori

33 Le dimensioni del QUARS Ambiente: impatto ambientale e buone prassi Economia e lavoro: condizioni lavorative e di reddito. Diritti e cittadinanza: inclusione sociale delle fasce deboli. Pari opportunità: accesso e partecipazione alla vita economica, politica e sociale. Istruzione e cultura: partecipazione, livello, domanda e offerta culturale. Salute: qualità ed efficienza del servizio, salute generale della popolazione. Partecipazione: partecipazione politica e sociale dei cittadini.

34 Come leggere il QUARS I valori nelle classifiche relative ai macro indicatori e al QUARS sono standardizzati: non forniscono una misura assoluta del fenomeno in oggetto ma permettono confronti fra risultati diversi REGIONEQUARS Trentino-Alto Adige1,57 Umbria0,69 Lazio0,04 Sardegna-0,27 Campania-1,86

35 Ambiente IMPATTO Densità della popolazione Emissioni Fertilizzanti usati in agricoltura EcoMafia Mobilità POLICY Raccolta differenziata Energia da fonti rinnovabili Aree protette Agricoltura biologica Eco Management

36 Economia e Lavoro Precarietà Disoccupazione Disuguaglianza Povertà relativa

37 Diritti e cittadinanza Diritto alla casa Difficoltà a raggiungere i servizi Inserimento lavorativo persone svantaggiate Tasso abbandono scuola superiore Assistenza sociale Migranti

38 Istruzione e Cultura ISTRUZIONE Ecosistema scuola Tasso di partecipazione istruzione secondaria superiore Grado di istruzione Mobilità Universitaria CULTURA Biblioteche Teatro e musica Cinema nei piccoli centri

39 Salute Assistenza Territoriale Prevenzione tumori Liste d'attesa Migrazioni ospedaliere Soddisfazione servizio sanitario Mortalità evitabile

40 Pari opportunità Consultori Partecipazione al mercato del lavoro Partecipazione politica Asili nido

41 Partecipazione democratica Società civile Volontariato Difensore Civico Diffusione di quotidiani Partecipazione politica

42 REGIONEQUARS Trentino-Alto Adige1,57 Emilia-Romagna1,00 Friuli-Venezia Giulia0,95 Toscana0,82 Valle d'Aosta0,74 Umbria0,69 Marche0,65 Lombardia0,61 Veneto0,53 Piemonte0,46 Liguria0,25 Lazio0,04 Abruzzo-0,11 Sardegna-0,27 Basilicata-0,78 Molise-0,80 Calabria-1,32 Puglia-1,52 Sicilia-1,65 Campania-1,86

43 Quars e Pil

44 6. COMUNACARE LE STATISTCHE

45 Comunicare le statistiche La tecnica di comunicazione e` fondamentale

46 Gender equity index GEI Comunicare le statistiche

47 GEI - Italia

48 The world in worldmapper Comunicare le statistiche

49 Total population Comunicare le statistiche

50 Child mortality Comunicare le statistiche

51 Toys imports Comunicare le statistiche

52 Toys exports Comunicare le statistiche

53 QUARS Ambiente

54 QUARS Educazione

55 QUARS Pari opportunita`

56 L'Italia secondo il QUARS

57 Grazie!


Scaricare ppt "Oltre il PIL Tommaso Rondinella Urbino, 24 febbraio 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google