La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

200420032005 S1 30 MINUTI DI RISCALDAMENTO 15 MINUTI DI CALIBRATURA STANDARD pCAL 3 MINUTI DI SCANSIONE 200120002002 PRIMO SCANNER UNIVERSITÀ DELLO UTAH.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "200420032005 S1 30 MINUTI DI RISCALDAMENTO 15 MINUTI DI CALIBRATURA STANDARD pCAL 3 MINUTI DI SCANSIONE 200120002002 PRIMO SCANNER UNIVERSITÀ DELLO UTAH."— Transcript della presentazione:

1

2 S1 30 MINUTI DI RISCALDAMENTO 15 MINUTI DI CALIBRATURA STANDARD pCAL 3 MINUTI DI SCANSIONE PRIMO SCANNER UNIVERSITÀ DELLO UTAH 10’ X 10’ NECESSARIO AZOTO LIQUIDO

3 S2 5 MINUTI DI RISCALDAMENTO 90 SECONDI DI SCANSIONE CON LA VERSIONE EVEREST pCAL È STATO ELIMINATO SONO NECESSARI UN LAPTOP E UN LETTORE DI CODICE A BARRE S1 30 MINUTI DI RISCALDAMENTO 15 MINUTI DI CALIBRATURA 3 MINUTI DI SCANSIONE STANDARD pCAL

4 PIÙ VELOCE PORTATILE PIÙ PICCOLO DIGITALE VI PRESENTIAMO S2 5 MINUTI DI RISCALDAMENTO 90 SECONDI DI SCANSIONE CON LA VERSIONE EVEREST pCAL È STATO ELIMINATO SONO NECESSARI UN LAPTOP E UN LETTORE DI CODICE A BARRE

5 0:30 S3 1:30 S2 3:00 S1

6 7,5 kg 5,4 kg 1,7 kg

7 MAGGIORE DURATA DELLA BATTERIA PIÙ DI 500 SCANSIONI CON 1 CARICA NON AVRETE PIÙ ENERGIA PRIMA CHE LA CARICA SIA FINITA. CONNESSIONE WIRELESS BLUETOOTH SENZA FILI NECESSARIO ESEGUIRE UNA SCANSIONE APP DELLO SCANNER PER iPAD L’IPAD MINI VIENE UTILIZZATO PER CONTROLLARE LO SCANNER SENZA FILI

8 SCANSIONI DIGITALI NUOVA OPZIONE PER ACQUISTARE E UTILIZZARE SCANSIONI CARTE CLIENTI PER SCANSIONI LE CARTE CLIENTI PER SCANSIONI FISICHE CONTINUERANNO A ESSERE DISPONIBILI LE CARTE CLIENTI FISICHE NON SONO PIÙ NECESSARIE. CARTE CLIENTI PER SCANSIONI

9 2 1 3 Lo stabilimento effettua la calibrazione dello Scanner usando gli stessi metodi seguiti per lo Scanner S2 Lo stabilimento effettua un controllo qualità di ogni Scanner Lo stabilimento spedisce lo Scanner al mercato

10 5 4 Al momento del ricevimento, il mercato effettua un controllo qualità di ogni Scanner prima di imballarlo e spedirlo all’incaricato - in base agli stessi criteri dello stabilimento Gli Scanner che non superano il controllo qualità vengono rispediti allo stabilimento per la revisione

11

12 ZEAXANTINA ASTAXANTINA BETACAROTENE LUTEINA LICOPENE

13 ZEAXANTINA ASTAXANTINA BETACAROTENE LUTEINA LICOPENE Secondo l'Accademia delle Scienze statunitense, “il tasso di carotenoidi presenti nei tessuti è il miglior marker biologico per il consumo di frutta e verdura.”

14 MISURAZIONE LIVELLI SECONDO PARTI PER MILIARDI CAROTENOIDI FOTONI 473 nm SPETTROSCOPIA RAMAN FOTONI 510 nm

15 Se dovessimo paragonare un carotenoide a un granello di sabbia, una sessione tipica di scansione sarebbe come cercare 40 granelli di sabbia "speciali" in una zona coperta da 2.4 miliardi granelli di sabbia normale. Se si mette in fila ogni granello di sabbia, si potrebbe coprire la duna di Pilat in Francia, due volte, con uno strato di sabbia spesso 1 mm.

16 Immaginate di avere una super-fotocamera che può esaminare le due dune di sabbia in una volta sola e un computer nella fotocamera che conta i granelli speciali nascosti fra i 2.4 triliardi di altri granelli. Una super-fotocamera simile non sarebbe in grado di dirvi, ogni volta, il numero esatto. Vi darebbe, invece, una stima del numero di granelli speciali che il computer pensa di vedere. Quindi, piuttosto che passare la vita a contare i granelli, potete usare la super-fotocamera per scattare una foto e individuare i 40 granelli speciali e il computer dice che vi sono 37 granelli speciali. Decidete di scattare di nuovo la foto, per maggiore sicurezza. Questa volta il computer dice che vi sono 44 granelli. Nessun punteggio è perfetto, ma entrambi i punteggi possono darvi una buona idea del vero valore.

17

18 Tutte le apparecchiature sono soggette a variazioni durante una misurazione. Non è una questione di sapere se vi sono variazioni. Ma è piuttosto una questione di quanto sia grande la variazione. Può essere ridotta e gestita solo attraverso l'uso corretto, la manutenzione, la calibrazione e altri metodi.

19 1.Il valore BPS è “più variabile” rispetto ad altre attrezzature diagnostiche simili? 2.Il valore del BPS S3 è “più variabile” rispetto al modello S2? DOMANDE:

20 Il reparto R&D di Pharmanex ha condotto una ricerca per valutare la variabilità del dispositivo S scansioni complete 10 diversi dispositivi S3 30 scansioni su ogni dispositivo per ogni sessione 3 diverse sessioni di scansione per ogni soggetto in un periodo di 7 giorni 4 soggetti diversi Lo Scanner S3 viene presentato con una variabilità accettabile di punti (o 3 “tonalità”). Si tratta di una variabilità approssimativa del 15%. La sperimentazione del dispositivo dimostra che lo Scanner S3 risponde o supera questa stima nell’85% dei casi. Altri esperimenti hanno dimostrato che lo Scanner S3 supera regolarmente questo standard. VARIABILITÀ MEDIA IN SEGUITO AL TEST DELLO SCANNER S punti o 3,29%

21 VARIABILITÀ MEDIA IN SEGUITO AL TEST DELLO SCANNER S punti o 3,29% Alte o basse temperature Posizionamento non costante della mano Posizionamento incorretto della mano Lo Scanner S3 non è acclimatato Pressione incorretta della mano Lo Scanner S3 è conservato a temperature estreme Cattiva postura durante la scansione Posizionamento incorretto del braccio durante la scansione ALCUNI ASPETTI CHE POSSONO PORTARE A UNA LETTURA SBAGLIATA

22 THV SCANSIONE - 10 VOLTE

23 THV SCANSIONE - 10 VOLTE UNA TONALITÀ + - UNA TONALITÀ l’85% delle volte

24 PUNTE GGIO NUMERO DELLA MISURAZIONE

25 Il reparto R&D di Pharmanex ha condotto una ricerca per valutare la variabilità del dispositivo S scansioni complete 5 diversi dispositivi S2 30 scansioni su ogni dispositivo per ogni sessione 3 diverse sessioni di scansione per ogni soggetto in un periodo di 7 giorni Lo Scanner S2 viene presentato con una variabilità accettabile di punti (o 3 “tonalità”). Si tratta di una variabilità approssimativa del 15%. La sperimentazione del dispositivo dimostra che lo Scanner S2 risponde o supera questa stima nell’85% dei casi. Altri esperimenti hanno dimostrato che lo Scanner S2 supera regolarmente questo standard. VARIABILITÀ MEDIA IN SEGUITO AL TEST DELLO SCANNER S punti o 4,14%

26 VARIABILITÀ MEDIA IN SEGUITO AL TEST DELLO SCANNER S punti o 4,14% Alte o basse temperature Posizionamento non costante della mano Posizionamento incorretto della mano Lo Scanner S2 non è acclimatato Pressione incorretta della mano Lo Scanner S2 è conservato a temperature estreme Cattiva postura durante la scansione Posizionamento incorretto del braccio durante la scansione ALCUNI ASPETTI CHE POSSONO PORTARE A UNA LETTURA SBAGLIATA

27

28 Un modo importante per ridurre la variabilità BPS è che la mano deve essere posta sull’obiettivo dello Scanner nel modo più costante e ripetibile possibile. Il posizionamento incoerente dello mano è una variabile che può portare a una maggiore variabilità del punteggio. L’esperimento qui sotto verifica la variabilità di un soggetto quando si sposta la mano di soli 0,5 cm (5 mm) dal punto preciso per la scansione Posizionamento della mano Scansione 1Scansione 2Scansione 3MEDIAVARIABILITÀ Posizionamento corretto N.a. 0,5 cm verso sinistra ,5 cm verso destra ,5 cm verso l’alto ,5 cm verso il basso Posizionamento corretto Posizionamento della mano Scansione 1Scansione 2Scansione 3MEDIAVARIABILITÀ Posizionamento corretto N.a. 0,5 cm verso sinistra ,5 cm verso destra ,5 cm verso l’alto ,5 cm verso il basso Posizionamento corretto

29 Un modo importante per ridurre la variabilità BPS è che la mano deve essere posta sull’obiettivo dello Scanner nel modo più costante e ripetibile possibile. Il posizionamento incoerente dello mano è una variabile che può portare a una maggiore variabilità del punteggio. L’esperimento qui sotto verifica la variabilità di un soggetto quando si sposta la mano di soli 0,5 cm (5 mm) dal punto preciso per la scansione Posizionamento della mano

30 I punteggi BPS possono anche variare a seconda della pressione della mano del soggetto durante la scansione. L'esperimento qui sotto verifica la variabilità del punteggio quando un soggetto preme la mano leggermente o con forza Pressione della mano Soggetto Pressione leggera Media di 10 scansioni Pressione forte Media di 10 scansioni Variazione dovuta alla pressione della mano Soggetto , , ,3 Soggetto , , ,1 Soggetto , , ,7

31 I punteggi BPS possono anche variare a seconda della pressione della mano del soggetto durante la scansione. L'esperimento qui sotto verifica la variabilità del punteggio quando un soggetto preme la mano leggermente o con forza Pressione della mano Una maggiore pressione della mano sembra portare a un incremento dei punteggi dello Scanner. Tuttavia, questo effetto non sembra essere valido per tutti i soggetti. La persona con il punteggio più alto ha avuto anche la minor quantità di variabilità della pressione. La pressione della mano è una variabile importante da gestire per alcuni individui, per controllare la variabilità del punteggio.

32 La temperatura del BPS, l'ambiente in cui è conservato il BPS, e la temperatura in cui si lavora sono fattori che possono influire sulla variabilità del punteggio. Gli esperimenti sono stati condotti per misurare l'effetto della temperatura sulle prestazioni del BPS. TEMPERATURA CondizioniScansione 1Scansione 2Scansione 3 MEDIAVARIABILITÀ Posizionamento corretto N.A. Posizionamento corretto Bassa temperatura (30 18°C) Alta temperatura (20 49°C) Posizionamento corretto 3* * Dopo che lo Scanner si è acclimatato a una temperatura normale (75°F)

33 Cosa fare se il punteggio di un soggetto sembra essere "troppo alto" o "troppo basso”: 1.Effettuare tre o più scansioni 2.Prendere un punteggio medio per determinare una stima per il valore effettivo THV 3.Spiegare la variabilità dello Scanner PUNTEGGIO DISTRIBUZIONE DI UNA SCANSIONE SINGOLA MEDIA DI 3 SCANSIONI

34 Entrambi i modelli S 2 e S3 hanno livelli di variabilità che sono superiori o paragonabili ad altri dispositivi simili. Vi sono altri strumenti per la misurazione del tasso di carotenoidi che hanno una minore variabilità rispetto ai modelli S2 o S3. Questi includono la cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC). Questi strumenti non rientrano nel campo di applicazione del dispositivo di S3 (analisi di laboratorio). Il valore del modello S3 non è “più variabile” di quello del modello S2. Esperimenti ripetuti hanno dimostrato che il modello S3 ha una variabilità leggermente minore di quella del modello S2.

35 Nel corso degli anni sono stati fatti grandi miglioramenti per cui lo Scanner è diventato più veloce, portatile e pratico. Come altri dispositivi, il modello S3 è soggetto alla variabilità che, con una cura adeguata, può essere gestita e spiegata ai clienti. Con un trattamento adeguato, le migliori pratiche, e la calibrazione puntuale, il modello S3 può essere uno strumento molto efficace per valutare la quantità di carotenoidi nella pelle e promuovere la propria attività.

36


Scaricare ppt "200420032005 S1 30 MINUTI DI RISCALDAMENTO 15 MINUTI DI CALIBRATURA STANDARD pCAL 3 MINUTI DI SCANSIONE 200120002002 PRIMO SCANNER UNIVERSITÀ DELLO UTAH."

Presentazioni simili


Annunci Google