La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

WWF- Lido di Ostia 14 marzo 2015 Silvia Castronovi Giornalista Altroconsumo Il vero costo dei prodotti: l’importanza della responsabilità sociale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "WWF- Lido di Ostia 14 marzo 2015 Silvia Castronovi Giornalista Altroconsumo Il vero costo dei prodotti: l’importanza della responsabilità sociale."— Transcript della presentazione:

1 WWF- Lido di Ostia 14 marzo 2015 Silvia Castronovi Giornalista Altroconsumo Il vero costo dei prodotti: l’importanza della responsabilità sociale

2 17 luglio Chi siamo? La prima e più diffusa organizzazione di consumatori italiana ALTROCONSUMO è un’organizzazione di consumatori nata a Milano nel 1973 indipendente, efficace, rappresentativa riconosciuta per legge ai sensi dell’art. 137 del Codice del Consumo (Dlgs. 206/2005) e membro CNCU membro BEUC – federazione composta da 41 organizzazioni di consumatori di 31 paesi europei membro di Consumers International (220 associazioni per 115 paesi) La nostra attività in cifre (2013):  soci  oltre consulenze erogate  335 interventi pubblici, 75 denunce AGCM, 66 dossier aperti  oltre 6,000 citazioni sui media  oltre visite su  oltre follower su Twitter, oltre like su Facebook  7 pubblicazioni periodiche e numerose guide  oltre 100 test  294 professionisti al servizio dei consumatori

3 1 COSA SIGNIFICA CONSUMO RESPONSABILE? 17 luglio 20153

4 2 COSA SIGNIFICA CONSUMO RESPONSABILE? Consumare in modo responsabile significa domandarsi quale sia il vero costo dei prodotti che acquistiamo, oltre quello prettamente economico 17 luglio 20154

5 Consumare in modo responsabile significa domandarsi quale sia il vero costo dei prodotti in vendita. La lunga catena di persone che partecipano alla produzione dei beni di consumo sono invisibili per la maggior parte degli acquirenti. 17 luglio Il vero costo dei prodotti

6 Scelte etiche I consumatori esprimono l’intenzione di acquistare beni e servizi da imprese responsabili, ma spesso non possiedono gli strumenti per fare scelte consapevoli. Il settore in cui la tendenza è più marcata è quello del Food&Beverage. 17 luglio 20156

7 7 I benefici della RSI Dipendenti Istituzioni e Mercato Sviluppo consapevolezza dei processi di produzione/erogazione dei prodotti/servizi Facile accesso alle informazioni e maggiore comprensione dell ’ azienda Consumatori/clienti Collettivit à Equilibrio lavoro/vita privata Attenzione alla crescita professionale Ambiente di lavoro pi ù sicuro Minor costo di controllo e vigilanza Entrate fiscali pi ù eque Concorrenza leale Contributi di competenze qualificate e progettualit à Sviluppo indiretto dell ’ economia (Indotto) Innovazione tecnologica e scientifica Ambiente/Generazioni future Minori emissioni inquinanti Tutela e conservazione del patrimonio naturale Uso corretto delle risorse naturali

8 La ricerca delle buone pratiche CSR Una ricerca approfondita condotta da Altroconsumo sulle informazioni pubblicamente disponibili sui siti web di 26 aziende ha permesso di valutare la loro condotta rispetto ad alcune domande fondamentali 17 luglio 20158

9 Cosa ci siamo domandati? Hanno un codice etico? Come lo mettono in pratica e quali controlli svolgono? Come trattano i propri dipendenti e quali standard richiedono ai propri fornitori? Rispettano l’ambiente? Sostengono i marchi etici? Come comunicano i propri comportamenti ai consumatori? Le controversie 17 luglio 20159

10 …e ancora … Abbiamo anche verificato se le aziende esaminate sono state oggetto, nel recente passato, di proteste,scioperi o contestazioni in merito a questioni che riguardano la sfera della responsabilita sociale (diritti dei lavoratori, difesa dell’ambiente). Siamo andati a vedere cosa succede nei campi, dove si producono le materie prime. Abbiamo visitato alcune aziende agricole 17 luglio

11 17 luglio

12 L’impegno per la responsabilità sociale di impresa: perché è importante Tutti i marchi che abbiamo analizzato hanno un'identità e una reputazione globale, spesso frutto di una lunga tradizione. Le persone che producono per questi marchi hanno il dovere e la responsabilità di onorarne la reputazione: allo stesso modo, le società per cui queste persone producono hanno la responsabilità sociale di comportarsi equamente dignitosamente verso chi lavora per loro. 17 luglio

13 Codice Etico Tutte le aziende hanno un Codice Etico che stabilisce in primo luogo diritti, doveri e standard di comportamento per i propri dipendenti. Tutte le società chiedono che anche i fornitori e i partner commerciali si conformino a questi stessi standard. 17 luglio

14 Il sostegno ai diritti del lavoro: uno sguardo più da vicino ai “Codici per la CSR” Molte società affermano che i loro codici per la responsabilità sociale di impresa sono stati messi a punto facendo riferimento ai principali standard internazionali per i diritti umani o del lavoro. Uno sguardo più attento a questi standard, tuttavia, rivela sfumature che potrebbero ancora essere migliorate. 17 luglio

15 Libertà di associazione e di contrattazione collettiva: Coca-Cola richiede ai fornitori di riconoscere “terze parti”, senza riferirsi ai sindacati. Insieme a Mondelez, non menziona il diritto alla contrattazione collettiva. 17 luglio

16 Libertà di associazione e di contrattazione collettiva: Nestlè sostiene il diritto alla libertà di associazione con una precisazione: “solo se è prevista dalla normativa nazionale”. 17 luglio

17 Il codice di Ferrero è un buon esempio di come le politiche aziendali possano alzare il livello della protezione dei diritti al di sopra della semplice conformità alle normative vigenti … 17 luglio Buone pratiche

18 Per esempio, oltre a proibire ogni forma di discriminazione, Ferrero chiede che vengano sostenute e rispettate le donne in gravidanza. 17 luglio

19 Barilla ha sviluppato un sistema di certificazione per gli stabilimenti produttivi chiamato Integrated Safety-at-work. Sanpellegrino ha messo in atto un programma di formazione e monitoraggio sulla sicurezza nei luoghi di lavoro chiamato Behaviour Base Safety (BBS). Coca-Cola ha reso obbligatorio il sistema di gestione di salute e sicurezza OSHAS per tutti i suoi principali fornitori. Sanpellegrino aderisce alla “Carta per le pari opportunità e l'uguaglianza sul lavoro”, una piattaforma italiana finalizzata a diffondere il principio della non-discriminazione nelle aziende Ferrero coinvolge il CAE (Comitato Aziendale Europeo) come strumento per l'informazione e la consultazione dei lavoratori a livello nazionale ed europeo. Danone ha raggiunto un accordo con lo IUF (Sindacato internazionale dei lavoratori in campo alimentare) per l'adozione di nuovi standard in materia di salute e sicurezza, orari lavorativi e salari. 17 luglio

20 Trasparenza: alla ricerca della responsabilità sociale Vista la complessità delle filiere produttive globali e della responsabilità sociale di impresa, sarebbe ideale se le aziende pubblicassero report periodici. I codici di condotta sono importanti, ma la pubblicazione costante di report testimonia che le politiche vengono effettivamente attuate, che le sfide sono descritte e che gli obiettivi sono costantemente monitorati e aggiornati. 17 luglio

21 In molti casi i report si focalizzano sui propri stabilimenti produttivi. Nessuna società pubblica i risultati delle audit sociali da loro condotte o commissionate. Pubblicano ampi resoconti aggregati dei risultati delle audit: 17 luglio

22 MA ANCHE : Evitare gli sprechi! 22

23 23

24 3 3R 1 RIDURRE 2 RIUTILIZZARE 3 RICICLARE Una montagna di rifiuti: 504 KG ABITANTE/ANNO 42% DISCARICA

25 Le buone pratiche di CSR non solo permettono ai consumatori di premiare le aziende più virtuose, ma secondo diversi studi esercitano anche maggiore attrazione sugli investitori! (es. The Impact of Corporate Social Responsibility on Investment Recommendations – Working Paper Harvard Business School). 17 luglio L’importanza della responsabilità sociale

26 17 luglio

27 27...CONCLUDENDO:  Comprare è come votare; in base a come le aziende si comportano con i propri dipendenti e con l’ambiente e a quello che pretendono dai propri fornitori, possiamo premiare le compagnie che mostrano una maggiore responsabilità sociale.  Chiedere, (nel punto vendita, via , nei social, telefonicamente), a quelle che hanno scarsa sensibilità, d’impegnarsi di più.

28 Facciamo sentire la nostra voce di cittadini/consumatori e soprattutto scegliamo noi!!! 17 luglio

29 29 Grazie per l’attenzione


Scaricare ppt "WWF- Lido di Ostia 14 marzo 2015 Silvia Castronovi Giornalista Altroconsumo Il vero costo dei prodotti: l’importanza della responsabilità sociale."

Presentazioni simili


Annunci Google