La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

S. negrellisociologia del lavoro / mdl1 LAVORO E MERCATO Diritto del lavoro: nozione gerarchica e collettiva di lavoro Contratto di lavoro: rapporto di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "S. negrellisociologia del lavoro / mdl1 LAVORO E MERCATO Diritto del lavoro: nozione gerarchica e collettiva di lavoro Contratto di lavoro: rapporto di."— Transcript della presentazione:

1 s. negrellisociologia del lavoro / mdl1 LAVORO E MERCATO Diritto del lavoro: nozione gerarchica e collettiva di lavoro Contratto di lavoro: rapporto di subordinazione Impresa: comunità; lavoro dipendente salariato Modello fordista: nella grande impresa industriale a produzione di massa lorganizzazione del lavoro prevede specializzazione dei compiti, separati tra quelli di progettazione e di esecuzione (taylorismo), formalmente regolati da un inquadramento gerarchico della manodopera.

2 s. negrellisociologia del lavoro / mdl2 MODELLO FORDISTA Prevalenza contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato (maschi adulti); scambio tra subordinazione (con controllo disciplinare del datore di lavoro) e stabilità (con compensi economici, prestazioni sociali, garanzie per il lavoratori e benefici per le famiglie);

3 s. negrellisociologia del lavoro / mdl3 FORME DI ORGANIZZAZIONE SOCIALE (MODELLI DI CAPITALISMO O SISTEMI DI WELFARE) 1. MODELLO UNIVERSALISTICO SCANDINAVO: diffusione servizi di welfare pubblici forniti come diritti sociali indipendentemente dallo status occupazionale dei soggetti; 2. MODELLO ASSICURATIVO-CORPORATIVO: Europa centrale; 3. MODELLO ASSICURATIVO FAMILIARE: Europa meridionale. Importanza della famiglia come istituzione di gestione dei rischi sociali; diffusione del lavoro autonomo e delle micro-imprese.

4 s. negrellisociologia del lavoro / mdl4 DECLINO DEL MODELLO FORDISTA Aumento livelli competenze e autonomia professionale; pressione della competizione sui mercati globali aperti; più rapida innovazione delle tecnologie dellinformazione e della comunicazione (ICT); nuovi modelli di organizzazione del lavoro post-fordisti

5 s. negrellisociologia del lavoro / mdl5 PLURALITA DEI MODELLI PRODUTTIVI Il modello toyotista o della lean production (Ohno, 1978; Womack, Jones, Roos, 1990); La specializzazione flessibile (Piore, Sabel, The Second Industrial Divide, 1984); La produzione diversificata di qualità (Streeck, 1992) I mondi produttivi (Salais, Storper, 1993); Le collaborazioni pragmatiche tra le imprese (Sabel): reti, distretti, sub-fornitura da capacità a specializzazione (Bonazzi, Negrelli, 2003)

6 s. negrellisociologia del lavoro / mdl6 Le trasformazioni del lavoro da un punto di vista giuridico Promozione e sviluppo del lavoro indipendente; evoluzione della nozione di subordinazione; esternalizzazione o sub-fornitura del lavoro.

7 s. negrellisociologia del lavoro / mdl7 Promozione e sviluppo del lavoro indipendente Instabilità in cambio di autonomia? La storia del secolo del lavoro dipendente (Accornero), una parentesi nella storia del lavoro indipendente? Il ritorno al lavoro indipendente, dopo la crisi del modello fordista, dei diritti sociali e della sicurezza sociale e accesso al welfare, legati al lavoro subordinato?

8 s. negrellisociologia del lavoro / mdl8 IL LAVORO INDIPENDENTE I dati: stabilizzazione quantitativa del lavoro autonomo; trasformazione qualitativa: –strategie di de-valorizzazione (esclusione dalle tutele tradizionali, fuga dal diritto del lavoro, deregolamentazione); –strategie di valorizzazione (capacità di innovazione, adattamento del lavoro più qualificato) Visione ideale del lavoro post-fordista, flessibile in termini di tempo, luogo, tipo di servizi, costi, qualità, creatività, prodotti innovativi e immateriali?

9 s. negrellisociologia del lavoro / mdl9 Legge e giurisprudenza in Europa Diritto europeo: autonomia come situazione di fatto e non per convenzione Apertura al lavoro indipendente: tendenza a dare un quadro giuridico; da una concezione estensiva di lavoro subordinato a minori ostacoli allo sviluppo del lavoro indipendente (Spagna, Germania, Francia); Situazioni di semi-dipendenza, con necessità di una categoria giuridica intermedia tra lavoratore subordinato e imprenditore autonomo: –Germania: terza categoria assimilabili ai lavoratori subordinati (Arbeitsnehmeraenliche Personen) –Italia: i lavoratori para-subordinati (co.co.co.)

10 s. negrellisociologia del lavoro / mdl10 Evoluzione della subordinazione Maggiore autonomia nellorganizzazione del lavoro: innovazione tecnologica, formazione, coinvolgimento individuale, team di lavoro, partecipazione (valorizzazione dimensione collettiva), obblighi di risultato e non di mezzo: verso condizioni di lavoro indipendente di fatto? Nuove forme precarie di lavoro: contratti a tempo determinato, rafforzamento del potere del datore di lavoro, soprattutto sui giovani, accentuato da disoccupazione, processi di downsizing, outsourcing, piccole dimensioni imprese (meno di 50 o meno di 11, in cui lavora la maggioranza dei lavoratori): crescita del peso della subordinazione di fatto?

11 s. negrellisociologia del lavoro / mdl11 Allargamento della nozione giuridica di lavoro subordinato Tendenza generale della giurisprudenza: nozione di subordinazione risultato non solo della sottomissione a ordini e direttive precise nellesecuzione delle mansioni, ma anche alla integrazione del lavoratore in unorganizzazione collettiva del lavoro concepita da e per gli altri. Tecnica dei fasci di indici, caratteristica comune del diritto del lavoro nei paesi europei: ricercare quegli indicatori che possono rivelare lesistenza di uno stato di subordinazione di fatto nellambito di un lavoro convenzionalmente autonomo (es. Svezia, p. 28)

12 s. negrellisociologia del lavoro / mdl12 I confini del lavoro subordinato Ridurre il campo di applicazione del diritto del lavoro: ritorno ad una concezione ristretta di subordinazione (es. Francia: riferimento alla subordinazione giuridica); Allargare il campo di applicazione del diritto del lavoro: ricorso ad altri criteri al di là di quello della subordinazione giuridica (es.dipendenza economica: far coincidere il campo di applicazione del diritto del lavoro con il reale bisogno di protezione); es. telelavoratori, professionisti tecnicamente autonomi ma economicamente dipendenti (arrestare la fuga dal diritto del lavoro (Germania).

13 s. negrellisociologia del lavoro / mdl13 Outsourcing o sub-fornitura del lavoro Strategie di riduzione dei costi: esternalizzazione lavori di minor qualifica professionale (pulizia, custodia, mensa); Esternalizzazione funzioni più qualificate: –ricorso a servizi per innovazione tecnologica (Ict); –evoluzione tecniche contrattuali (trasferimento dazienda) con possibilità di ripartizione del rischio di impresa e favorire alleanze strategiche, cooperazione e nuovi modi orizzontali di fare impresa (Bonazzi, Negrelli, 2003)

14 s. negrellisociologia del lavoro / mdl14 I problemi di diritto del lavoro: a) frode sociale: lavoro interinale e traffico di manodopera (caporalato e fornitura illecita di lavoro); b) sub-fornitura (con dipendenza tecnica o economica): contratti di lavoro meno favorevoli; impossibilità del diritto del lavoro di raggiungere linterlocutore pertinente, ovvero limpresa principale (es. gruppi di imprese, imprese a rete, ecc.)

15 s. negrellisociologia del lavoro / mdl15 Verso un diritto comune del lavoro? Adattamento alle diverse situazioni (lavoro subordinato tradizionale, lavoro parasubordinato economicamente dipendente); Protezione di base per tutti i lavoratori in condizione di dipendenza economica; Coesione sociale: non separare il diritto del lavoro dalla sicurezza sociale, elementi indissolubili dello status occupazionale.


Scaricare ppt "S. negrellisociologia del lavoro / mdl1 LAVORO E MERCATO Diritto del lavoro: nozione gerarchica e collettiva di lavoro Contratto di lavoro: rapporto di."

Presentazioni simili


Annunci Google