La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 11 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 11 marzo 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 11 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 11 marzo 2009."— Transcript della presentazione:

1 Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 11 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 11 marzo 2009

2 I neo-Chicagoans e la criminologia radicale C.Wright Mills (Sociology and Pragmatism, 1942) Controllo sociale e linguaggio: il controllo sociale è esercitato tramite limporsi di vocabolari motivazionali che orientano lazione degli individui Ogni società in un certo contesto spazio-temporale possiede vocabolari motivazionali tipici, che rendono nelle interazioni fra individui normale (più facilmente praticabile) un comportamento conforme a tali vocabolari ed alle reciproche attese di chi interagisce Nella società la possibilità di orientare i significati comuni attraverso limposizione dei vocabolari motivazionali tipici è distribuita in modo fortemente diseguale: si formano così orizzonti di senso comune largamente praticati, al cui interno troviamo vocabolari motivazionali di maggioranza e di minoranza e nemici pubblici funzionali allapposizione di confini allorizzonte di senso comune

3 I neo-Chicagoans e la criminologia radicale E.Lemert (Devianze, problemi sociali e forme di controllo, 1967) Da un controllo sociale passivo-reattivo ad uno attivo: il controllo sociale non è la risposta alla devianza (v.Parsons), ma produce devianza attraverso processi di definizione, etichettamento, interazione, comunicazione Deviazione secondaria: se il comportamento difforme da quello normalmente atteso in una società (deviazione primaria) non viene accettato, ma anzi è etichettato come deviante, coloro che lo praticano assumeranno questa identità di outsiders, rinforzando il proprio comportamento deviante La devianza scaturisce da un processo di interazione fra membri delle agenzie (formali e informali) di controllo sociale e individui etichettati (= socialmente percepiti) come devianti: il controllo sociale come profezia che si autoavvera

4 I neo-Chicagoans e la criminologia radicale H.Garfinkel (Studies in Ethnometodology, 1967) Sviluppo alle estreme conseguenze dellapproccio dellinterazionismo simbolico, secondo cui il controllo sociale scaturisce da un processo di comunicazione/interazione in cui si stabiliscono i significati e le motivazioni dellagire (v. Mead) La realtà sociale non può essere studiata attraverso luso di categorie concettuali, poiché esse stesse sono costruite da chi studia la società: occorre scendere nella realtà sociale e verificare i modi di costruzione di senso comune utilizzati allinterno di ogni gruppo/società che si intende studiare Il controllo sociale e la devianza sono categorie socialmente costruite attraverso processi di interazione sociale: dipendono quindi strettamente dallintreccio di dinamiche sociali, interessi, processi di comunicazione esistenti in una data società (relativismo)

5 I neo-Chicagoans e la criminologia radicale D.Matza (Come si diventa devianti, 1969) Tecniche di neutralizzazione: tecniche discorsive di giustificazione del comportamento deviante che neutralizzano lazione censoria delle agenzie di controllo sociale, tesa a prevenirlo/impedirlo Le tecniche di neutralizzazione come condizione necessaria ma non sufficiente rispetto allazione deviante. Dal drifting ai confini della società alla devianza attraverso la volontà consapevole del soggetto Il controllo sociale è la risposta del Leviatano (inteso come: detentori del potere politico) ai casi di devianza considerati politicamente inaccettabili / pericolosi e si esprime attraverso la messa al bando del soggetto deviante e la costruzione di una classe criminale

6 Per ogni ulteriore domanda o suggerimento relativamente alla lezione:


Scaricare ppt "Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 11 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 11 marzo 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google