La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 03 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 19 febbraio 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 03 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 19 febbraio 2009."— Transcript della presentazione:

1 Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 03 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 19 febbraio 2009

2 La nascita delle teorie sulla devianza C.Beccaria (Dei delitti e delle pene, 1764) Illuminismo razionalista (utilitarista): il deviante è un essere razionale che delinque compiendo un calcolo fra rischio e benefici Nascita della teoria classica del diritto penale e sviluppo dei suoi fondamentali principii: legalità, materialità, commisurazione delle pene La pena come deterrente dellazione criminale e rilegittimazione della ragionevolezza del contratto sociale, attraverso lo strumento del carcere

3 La nascita delle teorie sulla devianza C.Lombroso (Luomo delinquente, 1876) Avvento del Positivismo: la realtà si studia con il metodo delle scienze naturali. Critica allastrattismo dei teorici illuministi Da Darwin alla fossetta occipitale: la devianza causata dallatavismo, mancato sviluppo biologico di un delinquente nato Irriducibilità dei delinquenti lombrosiani al contratto sociale: internamento in apposite strutture manicomiali ed allontanamento dal resto della società Critiche interne ed esterne alle teorie lombrosiane: dalla fallacia causale alla questione meridionale

4 Le teorie sulla devianza mature E.Durkheim (La divisione del lavoro sociale, 1893) Esistenza di una dimensione intermedia fra individui e Stato: la società Crescente complessità e differenziazione nella divisione del lavoro: dalla solidarietà meccanica alla solidarietà organica Alla ricerca di un ordine morale: rapidità delle trasformazioni sociali ed anomia degli individui

5 Le teorie sulla devianza mature E.Durkheim (Le regole del metodo sociologico, 1895) La devianza come fatto sociale normale: non elemento patologico, ma parte integrante di ogni società sana La funzione della devianza: definizione dei confini morali di una formazione sociale e riaffermazione della coesione di gruppo attraverso la reazione sociale alla devianza e la conformità alla norma La funzione della pena: esemplarità per la riaffermazione dei confini morali della società e della solidarietà organica Lo Stato democratico come grande razionalizzatore: attraverso la comunicazione fra Stato e cittadini, si alimenta la diffusione della solidarietà sociale e della coesione

6 Per ogni ulteriore domanda o suggerimento relativamente alla lezione:


Scaricare ppt "Teoria dello Stato e del Controllo Sociale Lezione 03 Corso di Formazione in Sicurezza e Mitigazione del Rischio Milano, 19 febbraio 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google