La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Daniela Decembrino docente DNL IISS "Romanazzi" - Bari Introduzione di insegnamenti di DNL con metodologia CLIL nei curricula delle Istituzioni Scolastiche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Daniela Decembrino docente DNL IISS "Romanazzi" - Bari Introduzione di insegnamenti di DNL con metodologia CLIL nei curricula delle Istituzioni Scolastiche."— Transcript della presentazione:

1 Daniela Decembrino docente DNL IISS "Romanazzi" - Bari Introduzione di insegnamenti di DNL con metodologia CLIL nei curricula delle Istituzioni Scolastiche. Norme transitorie e modalità di attuazione. Azioni a supporto della metodologia CLIL Incontro interregionale Puglia e Basilicata Gruppi di lavoro Licei e Istituti Tecnici Bari, 4 giugno 2015

2 Procedendo in linea con quanto la stessa metodologia CLIL proporne, è possibile ricorrere all’uso di una Time Line per ripercorrere le tappe evolutive salienti relative all’introduzione di insegnamenti di DNL con metodologia CLIL nei curricula delle Istituzioni Scolastiche. Breve excursus normativo

3 DPR 88/2010 IT DPR 89/2010 Licei Decreto Direttoriale 6 del 16 aprile 2012 Nota MIUR del 25 luglio 2014 OM 11 del 29 maggio 2015 Time Line

4 DPR 89/2010 Licei art. 6 comma 2

5 DPR 88 Istituti Tecnici art. 8 comma 2 lettera b

6 Licei Linguistici 3° anno un insegnamento di DNL in lingua straniera 4° e 5° anno due insegnamenti di DNL in due lingue straniere diverse Istituti Tecnici / Licei 5° anno un insegnamento di DNL (dell’area di indirizzo) in una lingua straniera CLIL

7 Nota MIUR del 25 luglio Istituti Tecnici

8 Nota MIUR del 25 luglio Licei

9 Un obiettivo verso cui tendere è quello di insegnare con modalità CLIL orientativamente il 50% del monte ore della DNL veicolata in lingua straniera. Forme modulari, programmazioni pluriennali, laboratori, momenti intensivi, organizzazioni flessibili sono elementi che possono orientare le scelte didattiche. Nota MIUR del 25 luglio 2014 Indicazioni operative

10 Nei casi di totale assenza di docenti di DNL in possesso delle necessarie competenze linguistiche e metodologiche all'interno dell'organico dell'Istituzione scolastica, si raccomanda lo sviluppo di progetti interdisciplinari in lingua straniera nell'ambito del Piano dell'Offerta Formativa, che si avvalgano di strategie di collaborazione e cooperazione all'interno del Consiglio di classe, organizzati con la sinergia tra docenti di disciplina non linguistica, il docente di lingua straniera e, ove presenti, il conversatore di lingua straniera e eventuali assistenti linguistici. Resta inteso che gli aspetti formali correlati alla valutazione rimangono di competenza del docente di disciplina non linguistica. Insegnamenti di DNL con metodologia CLIL

11 Il Collegio dei Docenti ha il compito di definirei criteri per l'individuazione delle discipline da destinare all'insegnamento secondo la metodologia CLIL e attivare i Dipartimenti con indicazioni funzionali alla progettazione di percorsi CLIL, anche in riferimento alle strategie e alle modalità attuative precedentemente menzionate. Il ruolo del Collegio dei Docenti

12 Art. 19 comma 4 La commissione tiene conto, ai fini dell'accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro, stage e tirocinio, disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia CLIL, descritte nel documento del consiglio di classe di cui all’articolo 6 della presente ordinanza. OM 11 del 29 maggio 2015

13 Art. 21 comma 3 Per quanto concerne l’accertamento della conoscenza della disciplina non linguistica (DNL) veicolata in lingua straniera, il cui insegnamento sia stato effettuato con la metodologia CLIL, il colloquio potrà accertare anche in lingua straniera le competenze disciplinari acquisite, qualora il relativo docente venga a far parte della Commissione di esame in qualità di membro interno. OM 11 del 29 maggio 2015

14 Testo autentico Frasi semplificate What is …? What does … mean? T-chart … Lezione frontale Apprendimento mnemonico La metodologia CLIL: cosa è VS cosa non è

15 CLIL Lesson Plan Global goal … Unit [number] [Title] Level 4th Timing … Aims … Criteria of assessment … Teaching objectives Content / Cognition Culture … Learning outcomes … Teaching / Learning activities … Instruments for assessment … Grid for the evaluation of … Scaffolding tips … Resources … Format

16 Una bibliografia CLIL essenziale può avvalersi dei seguenti testi: Bibliografia essenziale CLIL Content and Language Integrated Learning Do Coyle, Philip Hood, David Marsh Cambridge The TKT Course CLIL Module Kay Bentley Cambridge – University of Cambridge

17 Questo sito consente di creare automaticamente e gratuitamente un cruciverba introducendo una lista di massimo 20 parole e relative definizioni. Il cruciverba ottenuto potrà essere stampato, ricopiato, fotografato. Il compito richiesto allo studente consiste nell’individuare termini e definizioni essenziali per l’argomento trattato. Si presta per tutte le DNL. Sitografia: una proposta

18 Daniela Decembrino Docente IISS "Romanazzi" - Bari Contatti


Scaricare ppt "Daniela Decembrino docente DNL IISS "Romanazzi" - Bari Introduzione di insegnamenti di DNL con metodologia CLIL nei curricula delle Istituzioni Scolastiche."

Presentazioni simili


Annunci Google