La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L opinione dei cittadini e dei manager di grandi aziende italiane Luglio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L opinione dei cittadini e dei manager di grandi aziende italiane Luglio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani."— Transcript della presentazione:

1 L opinione dei cittadini e dei manager di grandi aziende italiane Luglio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani

2 2 GLI OBIETTIVI PRESSO I CITTADINI: Misurare la conoscenza e la percezione delle liberalizzazioni; Misurare la conoscenza e la percezione delle liberalizzazioni; Misurare la conoscenza delle Authority; Misurare la conoscenza delle Authority; Verificare i canali di informazione auspicati su liberalizzazioni e Authority. Verificare i canali di informazione auspicati su liberalizzazioni e Authority. PRESSO LE GRANDI AZIENDE: Rilevare la percezione dell impatto delle liberalizzazioni sull economia e i mercati; Rilevare la percezione dell impatto delle liberalizzazioni sull economia e i mercati; Verificare l esistenza di criticit à per le aziende, dovute a liberalizzazioni, vigilanza e controllo; Verificare l esistenza di criticit à per le aziende, dovute a liberalizzazioni, vigilanza e controllo; Misurare l immagine delle Authority e gli effetti delle politiche di liberalizzazione e del recente operato delle Authority sulle aziende italiane. Misurare l immagine delle Authority e gli effetti delle politiche di liberalizzazione e del recente operato delle Authority sulle aziende italiane.

3 3 LA METODOLOGIA PER RAGGIUNGERE QUESTI OBIETTIVI: E stata realizzata una indagine quantitativa intervistando un campione di italiani, rappresentativo della popolazione maggiorenne. E stata realizzata una indagine quantitativa intervistando un campione di italiani, rappresentativo della popolazione maggiorenne. Parallelamente è stata effettuata una indagine quantitativa intervistando 204 manager di aziende di grandi dimensioni (con oltre 99 addetti), nei settori energia, trasporti, comunicazioni, finanza/assicurazioni, servizi pubblici locali. Parallelamente è stata effettuata una indagine quantitativa intervistando 204 manager di aziende di grandi dimensioni (con oltre 99 addetti), nei settori energia, trasporti, comunicazioni, finanza/assicurazioni, servizi pubblici locali.

4 LA CONOSCENZA DELLE LIBERALIZZAZIONI E DELLE AUTHORITY FRA GLI ITALIANI 4

5 5 La quasi totalità degli italiani ritiene di sapere cosa sono le liberalizzazioni. Base casi 1000; valori percentuali 90% In particolare: al decrescere del titolo di studio (elementare 24%), tra i più giovani (18-29enni 21%), tra le casalinghe 18% e le donne in generale 15%. Testo della domanda: Negli ultimi tempi si è parlato di liberalizzazioni, qualcuno si è informato in proposito, altri non ancora. Lei personalmente sa, anche solo per averne sentito parlare, che cosa sono le liberalizzazioni? SUGGERIMENTO: A seguito dellapertura del mercato dellenergia elettrica dal 1° luglio 2007 potremo scegliere il nostro fornitore di energia elettrica, come già oggi possiamo scegliere il gestore del telefono di casa o del cellulare. Sempre a seguito dellapertura del mercato avremo ad esempio la possibilità di estinguere in anticipo i mutui senza pagare le penali. Lei conosce, anche solo per averne sentito parlare, le liberalizzazioni?

6 6 Testo della domanda: Le Authority sono Autorità pubbliche di garanzia, previste dalla legge, che hanno il compito di garantire la concorrenza e lefficienza e di tutelare gli interessi dei consumatori in settori come quello finanziario, delle comunicazioni, dellenergia elettrica e del gas. Lei conosce, anche solo per averne sentito parlare, le seguenti Authority che operano in Italia? Il Garante per la privacy e la Banca dItalia sono le Authority più note fra gli italiani. Base casi 1000; valori percentuali

7 7 La conoscenza delle Authority riguarda la quasi totalità degli italiani. Base casi 1000; valori percentuali 91% (% di quanti hanno dichiarato di non sapere cosa sono le Authority, ma poi hanno detto di conoscere almeno una delle Authority elencate) In particolare: tra i più giovani 18-29enni 24%, tra chi ha un basso titolo di studio (elementare /media inferiore 19%) Testo della domanda: Negli ultimi tempi si è parlato di Authority, qualcuno si è informato in proposito, altri non ancora. Lei personalmente sa, anche solo per averne sentito parlare, che cosè una Authority? Testo della domanda: Le Authority sono Autorità pubbliche di garanzia, previste dalla legge, che hanno il compito di garantire la concorrenza e lefficienza e di tutelare gli interessi dei consumatori in settori come quello finanziario, delle comunicazioni, dellenergia elettrica e del gas. Lei conosce, anche solo per averne sentito parlare, le seguenti Authority che operano in Italia?

8 8 In sintesi: la percezione di conoscenza delle liberalizzazioni e delle Authority. Conosce... Base casi 1000; valori percentuali Incrocio degli indicatori sintetici di conoscenza delle liberalizzazioni e delle Authority. In particolare: al crescere del titolo di studio (da elementare 5% a laurea 42%), tra i lavoratori dipendenti con qualifica medio - alta 32%, tra i enni 29%, tra gli uomini 28%, tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 27% Conosce entrambe 88%

9 LE FONTI DI INFORMAZIONE AUSPICATE DAGLI ITALIANI SU LIBERALIZZAZIONI E AUTHORITY 9

10 10 Testo della domanda: Fra i seguenti soggetti, secondo lei, chi dovrebbe impegnarsi di più per informare i cittadini sulle Liberalizzazioni, già attuate o in progetto, nel nostro Paese? Indichi al massimo tre risposte: prima la più importante, poi la seconda ed infine la terza. Governo e enti locali dovrebbero impegnarsi per informare i cittadini sulle liberalizzazioni. Base casi 1000; valori percentuali Al crescere del titolo di studio (elementare 14%, laurea 31%), gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 29%, chi risiede in grandi comuni (con oltre 100 mila abitanti) 29%, i lavoratori dipendenti con medio alte qualifiche 28% Al decrescere del titolo di studio (laurea 13%, elementare 24%) I 40-59enni 17%

11 11 Testo della domanda: Fra i seguenti soggetti, secondo lei, chi dovrebbe impegnarsi di più per informare i cittadini sul ruolo delle Authority nel nostro Paese? Indichi al massimo tre risposte: prima la più importante, poi la seconda ed infine la terza.. Base casi 1000; valori percentuali Le stesse Authority dovrebbero informare i cittadini sul loro ruolo, insieme a Governo e enti locali,. Al crescere del titolo di studio (da elementare 5% a laurea 34%), chi risiede in medio - grandi città ( mila abitanti) 29%, gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 26%, i 30-59enni 26% Chi risiede nelle grandi città (con oltre 100 mila abitanti) 26%, gli uomini 24%, i diplomati 24%, gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 24%

12 LA PERCEZIONE DELLIMPATTO DELLE LIBERALIZZAZIONI 12

13 13 Testo della domanda: A proposito di liberalizzazioni, lei direbbe che per … le liberalizzazioni sono un fatto … Liberalizzazioni: un fatto positivo per la maggioranza degli italiani Base casi 1000; valori percentuali

14 14 Un indicatore sintetico dellimpatto delle liberalizzazioni secondo gli italiani. Base casi 1000; valori percentuali Almeno un impatto positivo 75% Nessun impatto positivo 25% Soprattutto tra: gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 66%, chi conosce bene le liberalizzazioni 63%, gli uomini 56%, i 40-59enni 55%, chi risiede al nord ovest 53% Soprattutto tra: chi ha un basso livello di istruzione 41%, i più giovani 18-29enni 30%, gli operai 29%, le donne in generale 26% Lindicatore è stato ottenuto mediante un conteggio delle risposte date alle tre domande precedenti.

15 15 Per i manager le liberalizzazioni avranno un impatto positivo più sulleconomia che sullazienda in cui operano. Base casi 204; valori percentuali Testo della domanda: Parliamo in generale di apertura e controllo del mercato, come ad esempio quella relativa al mercato dellenergia elettrica, dei mutui, delle assicurazioni e del commercio, della telefonia. Pensando allimpatto di queste misure e al calcolo costi-benefici che le caratterizza, lei direbbe che sono misure …

16 16 Un indicatore sintetico dellimpatto delle liberalizzazioni sulleconomia e i mercati secondo i manager delle grandi aziende. Almeno un impatto positivo 78% Lindicatore è stato ottenuto mediante un conteggio delle risposte date alle tre domande precedenti. Soprattutto tra: le aziende che operano nel settore trasporti 59%, comunicazioni 58% e nel centro Italia 58% Base casi 204; valori percentuali Nessun impatto 22%

17 17 La percezione dellimpatto positivo delle liberalizzazioni dal punto di vista delle aziende e della popolazione: un confronto. % di risposte molto o abbastanza positivo Base casi 204 manager e italiani maggiorenni; valori percentuali Testo della domanda per le aziende: Parliamo in generale di apertura e controllo del mercato, come ad esempio quella relativa al mercato dellenergia elettrica, dei mutui, delle assicurazioni e del commercio, della telefonia. Pensando allimpatto di queste misure e al calcolo costi-benefici che le caratterizza, lei direbbe che sono misure … Testo della domanda per la popolazione: A proposito di liberalizzazioni, lei direbbe che per … le liberalizzazioni sono un fatto … I managerGli italiani

18 LIBERALIZZAZIONI, VIGILANZA E CONTROLLO: LE CRITICITA PER LE AZIENDE 18

19 19 Maggiore vigilanza e controllo è richiesta dai manager dei servizi pubblici locali. Base casi 204; valori percentuali Testo della domanda: Qualcuno pensa che le liberalizzazioni porteranno più concorrenza e quindi più benefici per leconomia, altri dicono che più che liberalizzare bisognerebbe creare veri organismi di vigilanza e controllo dei mercati. Naturalmente entrambe le cose sono importanti, ma lei personalmente, per quale propenderebbe di più in questo momento? In questo momento bisognerebbe privilegiare … In questo momento in Italia bisogna privilegiare … Soprattutto tra: le aziende che operano nel settore servizi pubblici locali 68% Soprattutto tra: le aziende che operano nel settore comunicazioni 65% e nel settore energia 59% e tra le aziende più grandi (con oltre 550 addetti 60%)

20 20 Le principali criticità nei processi in materia di liberalizzazioni e vigilanza/controllo, che potrebbero ostacolare le medio - grandi aziende Testo della domanda: A suo parere, quali sono oggi in Italia le criticità nei processi in materia di liberalizzazioni e vigilanza/controllo, che potrebbero ostacolare le medio - grandi aziende? Risposte spontanee... Base casi 204; valori percentuali Le resistenze 39% Esistono resistenze al cambiamento, situazioni di monopolio, lobby e interessi corporativi e politici 17%. Non esiste ancora un piano preciso per le liberalizzazioni, cè scarsa volontà politica 8%. La sfiducia per i risultati deludenti, gli scarsi vantaggi per il consumatore e la scarsa tutela della qualità 6%. Linterferenza statale e politica 5%. Settori non ancora liberalizzati, ritardo nei decreti attuativi 3%. La normativa 21% La scarsa chiarezza delle normative, la mancanza di certezza di un quadro normativo a medio termine 8%. La rigidità legislativa 2%. Leccessiva burocrazia 11%. Gli scarsi controlli 11% La scarse misure di controllo degli organi di vigilanza 11%. Il mercato 10% La troppa concorrenza, la concorrenza sleale 7%. Le dimensioni prevalenti delle aziende italiane (strutturalmente in prevalenza piccole) 2%. Lentrata dei mercati esteri 1%. Altre risposte: scarsa informazione della gente, mentalità economica italiana non ancora pronta, difficoltà nel coordinamento legislativo internazionale in materia 9%; nessuna criticità 10%

21 LIMMAGINE DELLE AUTHORITY PRESSO I MANAGER DELLE GRANDI AZIENDE 21

22 22 Il favore dei manager intervistati si concentra maggiormente sul recente operato di Banca dItalia. Base casi 204; valori percentuali Testo della domanda: Parliamo ora di Authority. Se lei dovesse dare una valutazione sul recente operato delle seguenti Authority, su una scala da 1 a 10 (dove 1 significa valutazione molto negativa e 10 valutazione ottima) complessivamente come valuterebbe … voto medio (esclusi i non so) 6,6 6,1 6,0 5,9 5,7 5,4

23 23 Un indicatore sintetico dellimmagine percepita del recente operato delle Authority presso i manager delle grandi aziende. Base casi 204; valori percentuali Lindicatore è stato ottenuto mediante un conteggio delle valutazioni positive (voti da 6 a 10) date alle singole Authority precedentemente elencate. Immagine ottima=valutazioni positive a tutte le 6 Autorità; buona= valutazioni positive a 4 o 5 Autorità; mediocre=valutazioni positive a 2 o 3 Autorità; negativa= nessuna valutazione positiva o valutazione positiva a una sola Autorità. Positiva 55% Mediocre o negativa 45%

24 LA PERCEZIONE DEGLI EFFETTI DELLA POLITICA DELLE LIBERALIZZAZIONI E DEL RECENTE OPERATO DELLE AUTHORITY SULLE AZIENDE 24

25 25 Gli effetti del recente operato delle Authority: appesantimento burocratico, ma anche più concorrenza. Base casi 204; valori percentuali Testo della domanda: A proposito di Authority le leggerò, infine, alcune opinioni sui possibili effetti/conseguenze del loro recente operato sulle grandi aziende nel nostro Paese. In base alla sua esperienza, … il recente operato delle Authority che impatto ha avuto nei confronti delle medio - grandi aziende che operano nel suo settore ? Soprattutto tra: le aziende che operano nel settore finanza/assicurazioni 51%, le medio-grandi aziende (con meno di 150 addetti 47%) Soprattutto tra: le grandi aziende (con oltre 550 addetti 40%)

26 26 Più concorrenza sarà l effetto principale della politica delle liberalizzazioni. Base casi 204; valori percentuali Testo della domanda: A proposito di liberalizzazioni le leggerò, infine, alcune opinioni sui possibili effetti/conseguenze del loro recente operato sulle grandi aziende nel nostro Paese. In base alla sua esperienza, … la politica delle liberalizzazioni che impatto ha avuto nei confronti delle medio - grandi aziende che operano nel suo settore ? Soprattutto tra: le aziende che operano nel settore trasporti 50% Soprattutto tra: le grandi aziende (con oltre 550 addetti 40%) Soprattutto tra: le medio-grandi aziende (con meno di 150 addetti 32%) Soprattutto tra: le medio-grandi aziende (con meno di 150 addetti 31%)

27 27 In sintesi: i principali effetti sulle medio-grandi aziende Base casi 204 manager; valori percentuali DEL RECENTE OPERATO DELLE AUTHORITY DELLE LIBERALIZZAZIONI Testo della domanda: A proposito di Authority le leggerò, infine, alcune opinioni sui possibili effetti/conseguenze del loro recente operato sulle grandi aziende nel nostro Paese. In base alla sua esperienza, … il recente operato delle Authority che impatto ha avuto nei confronti delle medio - grandi aziende che operano nel suo settore ? Testo della domanda: A proposito di liberalizzazioni le leggerò, infine, alcune opinioni sui possibili effetti/conseguenze del loro recente operato sulle grandi aziende nel nostro Paese. In base alla sua esperienza, … la politica delle liberalizzazioni che impatto ha avuto nei confronti delle medio - grandi aziende che operano nel suo settore ? Appesantimento burocratico, organizzativo, riorganizzazione 38% Appesantimento burocratico, organizzativo, riorganizzazione 27% Concorrenza, diminuzione prezzi, razionalizzazione del mercato, riduzione sprechi e miglioramento qualità 42% Concorrenza, diminuzione prezzi, razionalizzazione del mercato, riduzione sprechi e miglioramento qualità 59% Potenziamento investimenti nella comunicazione con i clienti/utenti 14% Potenziamento investimenti nella comunicazione con i clienti/utenti 9%

28 28 (In ottemperanza al regolamento dellAutorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP, pubblicato su G.U. 185 del 8/8/2002 e 237/03/CSP, su G.U. 285 del 9 dicembre 2003) Soggetto realizzatore: Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione – ISPO s.r.l. Committente – acquirente:Consumers Forum Tipo e oggetto del sondaggio:sondaggio di opinione a livello nazionale Metodo di raccolta delle informazioni:panel telematico Universo di riferimento:popolazione italiana maggiorenne Campione:proporzionale alla popolazione italiana maggiorenne per genere, età, titolo di studio, condizione professionale, area geografica e ampiezza del comune di residenza Estensione territoriale:nazionale Numero dei rispondenti:1000 Margine di errore:+/-3% Elaborazioni:SPSS Periodo / date di rilevazione:11-13 maggio Testo integrale delle domande rivolte:informazione allegata alle tabelle illustrative i risultati del sondaggio Indirizzo del sito dove sarà disponibile la documentazione completa in caso di diffusione:www.agcom.it. In caso di pubblicazione e' obbligatorio riportare le informazioni della scheda indicata, a pena di gravi sanzioni. ISPO non si assume alcuna responsabilità in caso di inosservanza.www.agcom.it LA SCHEDA DELLA RICERCA: indagine sulla popolazione

29 29 (In ottemperanza al regolamento dellAutorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP, pubblicato su G.U. 185 del 8/8/2002 e 237/03/CSP, su G.U. 285 del 9 dicembre 2003) Soggetto realizzatore: Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione – ISPO s.r.l. Committente – acquirente:Consumers Forum Tipo e oggetto del sondaggio:sondaggio di opinione a livello nazionale Metodo di raccolta delle informazioni:CATI- interviste telefoniche su questionario strutturato Universo di riferimento:aziende di grandi dimensioni (con oltre 99 addetti), che operano nei settori energia, trasporti, comunicazioni, finanza/assicurazioni, servizi pubblici locali Campione:per quote, di aziende di grandi dimensioni (con oltre 99 addetti), nei settori energia, trasporti, comunicazioni, finanza/assicurazioni, servizi pubblici locali Estensione territoriale:nazionale Numero dei rispondenti:204 Margine di errore:+/- 7% Elaborazioni:SPSS Periodo di rilevazione:maggio 2007 Testo integrale delle domande rivolte:informazione allegata alle tabelle illustrative i risultati del sondaggio Indirizzo del sito dove sarà disponibile la documentazione completa in caso di diffusione:www.agcom.it.In caso di pubblicazione e' obbligatorio riportare le informazioni della scheda indicata, a pena di gravi sanzioni. ISPO non si assume alcuna responsabilità in caso di inosservanzawww.agcom.it LA SCHEDA DELLA RICERCA: indagine sulle grandi aziende


Scaricare ppt "L opinione dei cittadini e dei manager di grandi aziende italiane Luglio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani."

Presentazioni simili


Annunci Google