La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero dello Sviluppo Economico PM-Comitato di gestione 20-00 del 24-07-08 Riunione del Comitato di gestione Monitoraggio APQ Roma, 24 luglio 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero dello Sviluppo Economico PM-Comitato di gestione 20-00 del 24-07-08 Riunione del Comitato di gestione Monitoraggio APQ Roma, 24 luglio 2008."— Transcript della presentazione:

1 Ministero dello Sviluppo Economico PM-Comitato di gestione del Riunione del Comitato di gestione Monitoraggio APQ Roma, 24 luglio 2008

2 2 ORDINE DEL GIORNO 1.Presentazione dei deliverable di progetto Rapporto Valutazione dello Scostamento e Piano di Azione e dei documenti di sintesi integrativi 2.Premialità FAS pari a 24,5 milioni di euro: procedure di attuazione del punto della delibera Cipe 17/2003; 3.Premialità FS: nota informativa al Cipe per lapprovazione dei criteri da applicare per lassegnazione delle risorse premiali monitoraggio APQ (punto b della Delibera CIPE 17/2003); 4.Presentazioni relazioni Assistenza Tecnica: stato di attuazione 5.Varie ed eventuali

3 3 Odg. 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di azione Cronoprogramma procedurale: tutte le attività previste dal contratto sono state concluse Attività prorogate

4 4 Deliverable previsti Modello di riferimento (approvato dal MISE il 13 marzo 2008) Rapporto di valutazione dello scostamento (in corso di approvazione) Piani di azione (in corso di approvazione) Piano di comunicazione Newsletter (marzo, aprile e maggio) Workshop (23 gennaio 2008 e 7 maggio 2008) Evento finale (8 luglio 2008) Odg 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di azione

5 5 Il CGM dell11 giugno u.s. ha richiesto i seguenti documenti di sintesi integrativi: Doc. sintesi Rapporto Valutazione Scostamento Doc. sintesi Piani di azione Capitolato del catalogo delle azioni LRTI ha consegnato i suddetti documenti nella prima metà di luglio 2008 Odg 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di azione

6 6 Il CGM dell11 luglio ha richiesto che la sintesi del Rapporto di valutazione dello scostamento riportasse: la metodologia usata nella valutazione, la descrizione dellintero processo di rilevazione delle informazioni, una valutazione comparativa tra le Regioni ed una sintesi delle risultanze emerse per ciascuna regione Odg 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di azione

7 7 Il Piano di azione: una valutazione delle azioni individuate nel Piano di azione, una sintesi descrittiva per ogni Regione/MISE dei rispettivi piani di azione; una valutazione comparativa della fattibilità e sequenzialità delle scelte relative alle singole Amministrazioni, fermo restando il valore astratto e, pertanto, meramente indicativo e di metodo, comunque riconosciuto dalle Amministrazioni allo stesso. Odg 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di azione Il Capitolato del catalogo delle azioni : una descrizione analitica e puntuale delle azioni del Catalogo

8 8 Nel capitolato lRTI ha fornito una proposta di stima dei costi delle azioni più articolata e più puntuale e di nuove azioni e proposte di modifica rispetto al catalogo delle azioni presentato il 26 maggio u.s. azione A 2.2 Adeguamento e ottimizzazione del modello di monitoraggio – Supporto alle Amministrazioni per limplementazione di un sistema di monitoraggio efficiente - nuova azione azione B.8.4 E-learning – Conversione contenuti – nuovo modulo azione B.9 Programma formativo per il coinvolgimento dei soggetti attuatori nelle regole del QSN - azione ripartita invece che ripetitiva Odg 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di Azione Il MISE propone al CGM di eliminare dal Catalogo lazione C14Definizione della circolare di monitoraggio unitario

9 9 Per il finanziamento dei Piani di azione regionali e MISE è previsto lutilizzo delle risorse residue stanziate dalla Delibera CIPE 17/2003 per il finanziamento della fase di attuazione del piano di azione come segue: accantonamento sulle risorse disponibili della quota necessaria per il finanziamento delle azioni del Piano di azione MISE riparto tra le Regioni secondo il criterio di riparto adottato dalla Del.CIPE n. 50/2007 delle risorse disponibili, al netto dellaccantonamento di cui sopra, per il finanziamento dei piani regionali Definizione delle graduatorie finali dei piani di azione regionali/MISE, secondo i criteri di prioritizzazione approvati dal CGM, che potranno essere modificate in base alla variazione delle preferenze regionali al momento della realizzazione dei piani stessi. Finanziamento di almeno 1 azione per ciascuna Regione Inserimento di una nuova azione A2.2 Adeguamento e ottimizzazione del modello di monitoraggio – Supporto alle Amministrazioni per limplementazione di un sistema di monitoraggio efficiente nel capitolato del catalogo delle azioni, per garantire il pieno utilizzo del budget assegnato a ciascuna Regione. Odg 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di azione

10 10 Criticità Non ancora accertato limporto delle risorse residue disponibili per il finanziamento del progetto. E in via di approvazione un provvedimento legislativo che prevede la riallocazione ad altre finalità delle risorse non ancora programmate o impegnate al 31 maggio u.s. Odg 1 - Completamento Fase 1: Valutazione e Piano di azione

11 11 Odg 1 - Avvio fase 2: Attuazione piano di azione Il contratto stipulato il 2 agosto 2007 con lRTI relativo al completamento della Fase di Valutazione e Piano di azione del Progetto Monitoraggio prevede che: Il Ministero si riserva la facoltà di richiedere al Fornitore, successivamente al termine delle attività oggetto del presente Contratto, di prestare anche le attività relative alla Attuazione del Piano di azione …………….. ovvero di affidare le stesse a terzi

12 12 Nel Capitolato del contratto del 2 agosto sono previste: Fase propedeutica: analisi tecnico-funzionale e piano di progetto pianificazione dettagliata delle attività con la conferma/verifica della stima: –dei tempi, –dei costi –delle risorse disponibili –delle competenze necessarie per il corretto compimento delle attività di realizzazione già presentati al termine della prima fase: (deliverable piano di azione) Fase esecuzione del progetto: realizzazione piani di azione Odg 1 - Avvio fase 2: Attuazione piano di azione

13 13 Odg 2 - Premialità Fas Assegnazione risorse –Del. CIPE 181/2006 ha assegnato 24,5 Milioni euro –Le risorse assegnate, relative alla ultima annualità del. CIPE 17/2003 (anno 2005), sono state impegnate nel 2007 e risultano attualmente iscritte come residui perenti Programmazione Le suddette risorse, benchè perenti, possono essere programmate secondo il criterio previsto dalla Del. CIPE 17/2003 per la finanziamento di infrastrutture o azioni di assistenza tecnica per supporto al monitoraggio; Trasferimento Necessaria la richiesta di reiscrizione dei residui perenti alla Ragioneria Generale dello Stato in relazione alle somme da trasferire a favore della Regione APQ: potrebbe risultare lo strumento più efficace in quanto garantisce modalità condivise e omogenee sia per la programmazione che per il trasferimento

14 14 Apporto premiante: 1 – eliminazione delle rilevazioni corrispondenti allanno 2003, ricalcolando il valore assoluto; 2 - Diminuzione del valore dei pesi delle trasmissioni dei dati di monitoraggio dellanno 2004 rispetto allanno 2005; 3 – per il monitoraggio del I trimestre 2004, linvio dei dati di monitoraggio è considerato come soddisfatto in considerazione dei problemi del sistema Monit WEB; 3 – Assegnazioni saranno fatte su base regionale 4 – i criteri sono applicati agli obiettivi 1, 2 e 3. 5 – Per gli obiettivi 2 e 3 si procederà al criterio più favorevole tra la media semplice, ovvero pesata utilizzando il valore dei programmi riferiti alla regione. 6 – Ripartizione della risorse premiali in due quote (calcolate in base al numero dei programmi o in base al peso finanziario dei programmi stessi) e conseguimento della propria quota di premialità distinto per fondo. Resta ferma la possibilità per la Regione di adottare il criterio più favorevole tra quelli previsti ai precedenti punti 5 e 6. Odg 3 - Premialità Fondi strutturali Criteri per la verifica del raggiungimento degli obiettivi premiali fissati dalla Delibera CIPE n.17 del 2003 approvati con la procedura scritta del 13 giugno Tempestività dellinvio dei dati di monitoraggio entro 30 giorni dalla data di riferimento (apporto premiante 0,5); - Articolazione dellinvio dei dati di monitoraggio finanziario, fisico e procedurale per singola operazione (apporto premiante 0,5).

15 15 Odg 3 - Premialità Fondi strutturali Criteri assegnazione risorse premiali connesse al Monitoraggio Fondi Strutturali

16 16 Odg 3 - Premialità Fondi strutturali Criteri assegnazione risorse premiali connesse al Monitoraggio Fondi Strutturali

17 17 Applicazione criteri Odg 3 - Premialità Fondi strutturali

18 18 Odg 3 - Premialità Fondi strutturali Applicazione criteri

19 19 Tabella assegnazione risorse premiali Odg 3 - Premialità Fondi strutturali (*) Regioni che non hanno raggiunto il 60% dellobiettivo premiale

20 20 Odg 4 - Risorse Assistenza tecnica Assegnazione risorse Delibera CIPE 50/2007 Riassegnazione risorse sanzionate pari a 7,9 milioni di euro destinate alla assistenza tecnica (punto lett.c) Nuovo riparto regionale Programmazione delle risorse Risorse sono nella piena disponibilità della Regione che può destinarle alle spese ritenute ammissibili dalle linee guida Criticità per le risorse non impegnate entro il 31 maggio u.s. (come precedentemente illustrato) Trasferimento delle risorse fino ad oggi è stato trasferito circa il 78% a titolo di acconto Rimane da trasferire il saldo

21 21 Regioni Risorse assitenza tecnica - riparto Del CIPE 50/2007 Quota impegnata e trasferita Quota residua impegnata a fine dicembre 2007 Totale saldo Abruzzo , , , ,49 Basilicata , , , ,91 Calabria , , , ,74 Campania , , , ,83 Emila - Romagna , , , ,00 Friuli , , , ,00 Lazio , , , ,00 Liguria , , , ,00 Lombardia , , , ,00 Marche , , , ,00 Molise , , , ,19 Bolzano , , , ,00 Trento , , , ,00 Piemonte , , , ,00 Puglia , , , ,89 Sardegna , , , ,05 Sicilia , , , ,90 Toscana , , , ,00 Umbria , , , ,00 Valle , , , ,00 Veneto , , , ,00 TOTALE , , , ,00 Del. CIPE 50/2007: nuovo riparto risorse e impegno quota residua Odg 4 - Risorse Assistenza tecnica

22 22 Secondo le modalità previste dalle Linee guida per lutilizzo delle risorse assegnate alle Regioni e PA per il rafforzamento del sistema di monitoraggio degli APQ approvate dalla CSR nella seduta del 29 aprile 2004 Trasferimento delle risorse subordinato allInvio relazione annuale dettagliata sulla attività svolta entro il 31 gennaio 2008 Trasferimento del saldo Odg 4 - Risorse Assistenza tecnica

23 23 Solo 14 regioni hanno presentato le relazioni relative alle annualità 2006 e/o La maggior parte delle relazioni presentate risultano Irregolari (senza sottoscrizione) Incomplete Gli importi relativi agli impegni contrattualizzati risultano pari a circa l 86 % per 12 regioni censite (contro il 62% degli impegni al per tutte le regioni) Odg 4 - Risorse Assistenza tecnica

24 24 Le linee guidano non indicano in modo puntuale le modalità e le condizioni necessarie per il trasferimento del saldo. In base alla prassi degli ultimi anni tutti i trasferimenti a saldo del FAS sono state effettuati in base allo stato avanzamento degli interventi programmati Si propone una modifica delle linee guida che sostituisca linvio della relazione con ladozione di un sistema di monitoraggio informatizzato degli interventi: creazione di un APQ virtuale in AI, monitoraggio semestrale degli interventi trasferimento per Stato avanzamento della spesa Odg 4 - Risorse Assistenza tecnica


Scaricare ppt "Ministero dello Sviluppo Economico PM-Comitato di gestione 20-00 del 24-07-08 Riunione del Comitato di gestione Monitoraggio APQ Roma, 24 luglio 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google